News

ISTITUTO DI MUSICA H. W. HENZE: ECCO LE BORSE DI STUDIO 2023/24

Ecco le vincitrici e i vincitori delle borse di studio dell'Istituto di Musica H. W. Henze, anno scolastico 2023/'24. Si esibiranno tutti domenica 21 aprile al Teatro Poliziano per il consueto concerto in programma per le ore 17.30.

Miglior Allievo
Satya Vannuzzi - sassofono
Prof. Giovanni Tramonti

Premio Allievo più piccolo
Maria Vittoria Romani - violino
Prof. Laurence Cocchiara

Sez. Pianoforte, Organo e Fisarmonica
Nicola Milano - pianoforte
Prof. Matteo Guasconi

Sez. Archi
Sara Ellen Trenkova - violoncello
Prof.ssa Katie Bruni

Sez. Fiati
Simone Paddeu - flauto
Prof.ssa Maria Chiara Belardi

Sez. Canto lirico e Canto moderno
Costanza Valli - canto moderno
Prof.ssa Cecilia Brunori

Sez. Arpa, Chitarra classica e Percussioni
Francesco Bandinelli - chitarra cl
Prof. Francesco Manneschi

Sez. Strumenti Moderni
Jacopo Benocci - chitarra acustica
Prof. Diego Perugini

Sez. Musica da camera
Trio Bizet
Simone Paddeu - fluato
Mariarosa Corsi - flauto
Arianna Procino - arpa

Sez. Gruppi Rock–Pop-Jazz
Quintetto jazz “Henze”
Elisa Melchionna - voce
Giacomo Ciacci – chitarra el._
Sauro Casucci - pianoforte
Marco Rosignoli - basso
Marco Bracciali - batteria

Attestato di merito Miglior Adulto
Alexandra Anza - canto
Prof.ssa Gaia Matteini

Premio speciale Sez. Fiati
Chiara Cipriani - clarinetto
Prof. Giampiero Allegro

Premio speciale Orchestra Poliziana
Elena Mary Pulimoottil - violino
Agata Franzoso - violino
Elena Barbi - violino

Premio speciale giuria “M° Detlev Glanert”
Pietro Prianti - pianoforte

Duo Procino-Cavalletti
Corinna Procino chitarra cl.
Gabriele Cavalletti violoncello

Trio piccole dita danzanti
Francesca Cipriani flauto
Anthea Batalocco arpa
Emika Farina violoncello

Penguin Stars
Francesca Cipriani flauto
Filippo Turchi elettronica
Alessio Wang elettronica
Richy Wang batteria

Davide Bindi pianoforte
Beatrice Chechi pianoforte
Costanza Florio arpa
Vittoria Florio flauto
Martina Mascelloni basso el
Matilde Pagano violoncello
Arianna Ragazzo pianoforte

Menzione d’onore
Giovani violini Sarteanesi
Giovani Archi Poliziani

CORSO PER FORMATORI DI MUSICA E TEATRO, TRA APRILE E MAGGIO A MONTEPULCIANO E CHIUSI

Fondazione Orizzonti d’Arte e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte insieme per questo nuovo progetto che vede la nascita di una nuova collaborazione insieme l’Agenzia Formativa Toscana Formazione. Al via un corso per formatori teatrali e musicali che si svolgerà nei mesi di Aprile e Maggio a Chiusi e Montepulciano.
UC 308 – Gestione dell’Aula della durata di n.75 ore, di cui 25 ore di stage, per n.16 allievi. “Riconoscimento” concesso, ai sensi della L.R. n.32/02 art.17 comma 2), da Regione Toscana – UTR Grosseto e Livorno con Decreto Dirigenziale n.3848 del 26.02.2024.

Il corso è rivolto a un numero massimo di 16 partecipanti che intendono lavorare nello spettacolo dal vivo certificandosi come formatori teatrali e musicali, operando all’interno delle scuole ed essendo docenti di percorsi formativi pomeridiani o serali.

ULTERIORI INFORMAZIONI sul corso, le finalità, le opportunità occupazionali, i requisiti di accesso, le modalità di svolgimento e la certificazione finale si trovano qui: Locandina gestione dell'aula.

SCARICA QUI LA SCHEDA DI ISCRIZIONE

Iscrizioni entro il 10 aprile 2024
Le domande di iscrizione, debitamente compilate, redatte su appositi moduli, dovranno essere presentate all’Ufficio dell’Agenzia Formativa Toscana Formazione srl Via della Fontina 2, Chiusi (SI), dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 dal lunedì al venerdì. Telefono: 0578 21938.

 

 

 

 

LA MAPPA DELLE MERAVIGLIE, L'ANTEPRIMA CANTIERE DEDICATA A MARCO POLO DAL 17 AL 31 MAGGIO

L’Anteprima Cantiere è una nuova produzione di teatro musicale che rilancia il coinvolgimento dei giovanissimi musicisti legati al territorio. Dal 17 al 31 maggio sarà eseguita, in forma scenica o in forma di concerto, l’opera per ragazzi commissionata al giovane autore e docente Francesco Andreucci, su testo di Laura Farini. S’intitola “La mappa delle meraviglie", la favola in musica dedicata all’anniversario di Marco Polo, sui temi del viaggio e del multiculturalismo. Le diverse repliche si muovono tra il Teatro Poliziano e gli spazi degli istituti comprensivi Iris Origo e Virgilio: oltre a Montepulciano, sono previste le tappe di Acquaviva, Abbadia di Montepulciano, Montepulciano Stazione e Sant'Albino. In totale saranno coinvolti nelle diverse esecuzioni 30 studenti della scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale e oltre 600 (seicento) delle scuole primarie del territorio. La direzione musicale è affidata al maestro Luca Morgantini, con il coordinamento didattico di Chiara Giorgi.



49° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE, LA PRESENTAZIONE A MILANO GIOVEDÌ 11 APRILE

Il prossimo 49° Cantiere Internazionale d'Arte si terrà a Montepulciano e in Valdichiana dal 12 al 28 luglio 2024.

La programmazione sarà presentata giovedì 11 aprile, alle 19, presso lo Showroom Fazioli, in Milano (Via Conservatorio, 17). Il ricco ed eclettico cartellone degli appuntamenti artistici sarà illustrato dalla direttrice artistica Mariangela Vacatello e dal direttore musicale Michele Gamba. L'incontro valorizzerà anche il territorio della Valdichiana Senese che si distingue per la vitalità delle iniziative culturali. La proposta artistica e l'offerta turistica s'incontrano in una ricca stagione estiva. L'appuntamento sarà arricchito dall'esecuzione di Mariangela Vacatello, prestigiosa solista che dal 2024 al 2026 la direzione artistica della manifestazione ideata da Hans Werner Henze.







CANTIERI YOUNG 2024: CAMPUS ESTIVI POP, ROCK, JAZZ PER GIOVANI MUSICISTI A MONTEPULCIANO

Campus Musicali Estivi Montepulciano Siena Toscana

I campus musicali estivi sono la tua vacanza studio a Montepulciano in Toscana all'insegna della formazione musicale e del divertimento. 

I campus estivi nascono dalla collaborazione fra l'Istituto di Musica H. W. Henze di Montepulciano e la Ricordi Music School.


Nel cuore della Toscana, una settimana tra musica e divertimento a Montepulciano. Dal 23 al 30 giugno 2024 la 7° edizione di Cantieri Young, il campus estivo musicale promosso da l’Istituto di Musica H. W. Henze e Ricordi Music School per chiunque suoni uno strumento o canti da almeno un anno.

Cantieri Young è un modo diverso di incontrare la musica per scoprire e valorizzare le capacità di tutti, per attivare la creazione di eventi e spettacoli che andranno in scena durante la settimana e nel concerto finale a Montepulciano. La vera opportunità è quella di consentire a docenti e ragazzi di creare e condividere le performance per il pubblico, dalla composizione all’esecuzione mediante l’utilizzo di tecnologie musicali, la stesura di testi, la realizzazione delle coreografie. Si tratta di una scuola partecipata da tutti che diventa confronto aperto, sviluppo di prassi condivise, comunità di pratica con il totale coinvolgimento e divertimento dei partecipanti.

Il programma è reso irresistibile da iniziative pensate per il tempo libero, dalle gite programmate ai momenti di relax nell’albergo con piscina, che fanno di Cantieri Young un’occasione sia per valorizzare le capacità musicali, artistiche e culturali, sia per rafforzare quelle affettive dei giovani partecipanti.

Le lezioni sono suddivise omogenee per livello e per età (base, intermedio o avanzato, in gruppi dagli 8 ai 18 anni).

Sono previsti piccoli gruppi di studio, approfondimenti individuali e stage collettivi sul palco per un totale di circa 6 ore di studio al giorno.

Il programma della giornata prosegue con diverse attività e gite: parco avventura, piscina, visita al Tempio di San Biagio e a Montepulciano, Museo Etrusco a Chianciano Terme. 

L’arrivo a Chianciano Terme è previsto per la giornata del 23 giugno, presso l’Hotel*** Monica. Durante il campus gli studenti usufruiranno di pernottamento, prima colazione e cena. Il pranzo invece sarà consumato a Montepulciano, nella mensa del Cantiere Internazionale d’Arte. Per gli spostamenti tra Chianciano Terme e Montepulciano è previsto un pullman a disposizione dei partecipanti.

Per tutti coloro che non necessitano del pernottamento, è previsto comunque il pranzo insieme a tutti gli altri corsisti, presso la mensa del Cantiere Internazionale d’Arte a Montepulciano.


COSTI E MODALITÀ DI PAGAMENTO

  • QUOTA SOGGIORNO COMPLETO: 950,00 euro
    Il costo è comprensivo di pernottamento a Chianciano Terme, presso l'Hotel 3*** Monica, pasti presso la mensa del Cantiere Internazionale d'Arte e presso l'hotel stesso,animazione, assistenza, assicurazione, materiali, trasferimenti tra Montepulciano e Chianciano Terme.
  • PROMO Allievi Ricordi Music School: 850,00 euro
    Riservata agli allievi iscritti alla Ricordi Music School. Comprende pernottamento a Chianciano Terme, presso l'Hotel 3*** Monica, pasti presso la mensa del Cantiere Internazionale d'Arte e presso l'hotel stesso,animazione, assistenza, assicurazione, materiali, trasferimenti tra Montepulciano e Chianciano Terme.
  • PROMO Allievi Istituto di Musica “H. W. Henze”
    Riservata agli allievi Istituto di Musica “H.W. Henze”. Il costo settimanale ridotto non prevede l’ospitalità, include il pranzo presso la mensa del Cantiere Internazionale d'Arte, animazione, assistenza, assicurazione, materiali. Contatta direttamente la segreteria dell'Istituto di Musica per informazioni sulla convenzione.

Il pagamento della quota dovrà essere effettuato nelle seguenti modalità: 
1. Acconto di € 100,00 al momento dell’iscrizione
2. Saldo entro e non oltre lunedì 10 giugno 2024

Tramite bonifico bancario intestato a Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte 
Causale: CANTIERI YOUNG - [nome e cognome partecipante]
Banca Valdichiana
IBAN: IT48S0885125601000000901427- SWIFT: ICRAITRRNN0 (Banca Valdichiana)

I corsi saranno attivati con un minimo di 30 ed un massimo di 40 iscritti. Qualora il numero minimo non venisse raggiunto, verranno rimborsati gli acconti versati.

ISCRIZIONI
Le iscrizioni devono pervenire entro il 15 maggio 2024.



CLICK QUI PER ISCRIZIONE ONLINE

LE FAMIGLIE
I campus estivi possono diventare occasione di ritrovo, sia per una settimana di vacanza in Toscana, sia per un weekend in occasione del concerto dei figli. Scopri le proposte di soggiorno su www.terretoscaneagency.it. Scopri i tour e le opportunità del territorio su www.valdichianaliving.it.


INFO E CONTATTI

Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte: tel. 0578.757089 (cell. +39.320.0574875)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

XVI CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, DAL 2 AL 5 MAGGIO 2024 A TORRITA DI SIENA

Il Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - XVI edizione si svolgerà a Torrita di Siena da giovedì 2 a domenica 5 maggio 2024. L'evento lirico, ormai tra i più autorevoli e partecipati, vanta una giuria sempre più prestigiosa.

ISCRIZIONE VELOCE CLICK QUI

GIURIA
La giuria vanta personalità rilevanti della cultura musicale:
- presidente Riccardo Zanellato (basso)
- Edoardo Bottacin (direttore artistico Teatro Sociale di Rovigo)
- Eleonora Leonini (direttore artistico Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri)
- Vincent Monteil (direttore musicale Opéra Nice - Côte d'Azur)
- Cristiano Sandri (direttore artistico Teatro Regio di Torino)
- Tiziana Tramonti (soprano e docente alla Scuola di Musica di Fiesole)

MONTEPREMI
Il montepremi di 5.600 euro, con l'attribuzione di 7 premi in denaro, oltre alle opportunità di produzioni e audizioni.

Sarà il Teatro degli Oscuri, in Piazza Matteotti, ad accogliere la manifestazione organizzata da Comune Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, con la direzione artistica dal maestro Eleonora Leonini.

REGOLAENTO E INFORMAZIONI > https://www.concorsogiulioneri.it/

MASSIRONI, IMPARATO, SANTORO: COMICITA' INCALZANTE CON "IL MALLOPPO" AL POLIZIANO

BIGLIETTI ONLINE QUI -
Ritmo incalzante, satira feroce, testo dissacrante che ha trionfato a Broadway e Londra. Due ladri inesperti svaligiano la banca accanto all’impresa di pompe funebri in cui lavorano, ma devono nascondere la refurtiva nella bara della madre appena deceduta di uno di loro. Tra urti, omicidi, intrighi amorosi e indagini, inizia una rocambolesca sequela di situazioni spassose, tipiche dell’umorismo nero britannico. Il Malloppo è infatti tra gli esempi più divertenti della black comedy, in cui con ironia e cinismo attaccano le istituzioni della società borghese: le forze dell’ordine, il matrimonio, il culto della morte. La qualità artistica dei tre protagonisti, volti noti anche al cinema, preannuncia un formidabile atto conclusivo per la stagione del Teatro Poliziano.

INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | T. 0578 757089

DOMENICA 7 APRILE 2024 ore 21.15


IL MALLOPPO
di Joe Orton
GIANFELICE IMPARATO, MARINA MASSIRONI, VALERIO SANTORO
e con Giuseppe Brunetti, Davide Cirri
scene Luigi Ferrigno - costumi Anna Verde - luci Antonio Molinaro
produzione La Pirandelliana

PAOLO ROSSI E IL METODO PIRANDELLO: DA QUESTA SERA SI RECITA A SOGGETTO, AL POLIZIANO

BIGLIETTI ONLINE QUI -

Da questa sera si recita a soggetto, ovvero si improvvisa. Come prevedere dunque cosa accadrà proprio durante lo spettacolo che vedrete voi? Dipende dal pubblico, dal clima, dagli attori, da chi sceglierà di parlare per primo. A soggetto, ovviamente; a braccio, con dei punti fissi ma senza copione. Si parte dalla pièce di Pirandello, il quale nell’avvertenza posta in testa al terzo dramma della “trilogia del teatro nel teatro” si premura di scrivere al primo rigo: “L’annunzio di questa commedia, così nei giornali, come nei manifesti, dev’esser dato, senza il nome dell’autore”. Ovvero senza il suo di nome. E nell’elenco degli attori e delle attrici in cartellone mette al primo posto: “col concorso del pubblico che gentilmente si presterà”.

Da questo testo si partirà per un viaggio, sempre accompagnati dal capocomico Paolo Rossi e la sua compagnia di giro, in un percorso sì pirandelliano, ma anche profondamente attuale. Perché Paolo da un lato parla direttamente con Luigi Pirandello e si lascia consigliare e portare avanti nella trama, dall’altro resta e rimane ancorato alla realtà, e a come la realtà odierna e più spiccia non possa non entrare inevitabilmente in qualsiasi cosa che sia viva come il teatro. La vita nel teatro, dunque, ma anche il teatro nella vita, ovvero il nostro bisogno continuo di mostrarci performanti in tv e sui social. Forse ci siamo tutti trasformati in personaggi tragicomici in cerca d’autore. “Ma scusa, se Pirandello pur di mantenere il segreto più misterioso sul suo testo ha fatto togliere il proprio nome dal cartellone”, dice Paolo Rossi, “chi sono io per spoilerare ciò che accadrà nello spettacolo di questa sera? Non sono mica un indovino, sono un comico scavalcamontagne. Se le parole per la “scheda” non le ha trovate un premio Nobel per la Letteratura, non potete pretenderle da me che ho fatto l’Itis!” E conclude: “Perché mettere in scena proprio questo testo? I miei maestri sono Fo, Gaber, Jannacci, Strehler e Pirandello. Ma Pirandello è quello che ultimamente frequento più spesso. Mi è anche apparso in sogno. Una volta, c’era anche Marta Abba, mi ha parlato di questo testo spiegandomi perché fosse proprio il momento giusto. Ma mi son svegliato per andare in bagno appena prima che me lo svelasse.” Lo svelamento avverrà direttamente sul palco, dal vivo. Ma solo a patto che tutti s’improvvisi all’unisono.


INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | T. 0578 757089

MARTEDI 12 MARZO 2024 ore 21.15


DA QUESTA SERA SI RECITA A SOGGETTO
Il metodo Pirandello
con PAOLO ROSSI
e con Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari, Caterina Gabanella, Alessandro Cassutti, Laura Bussani
scene Lorenza Gioberti
costumi Elisabetta Menziani
luci Elena Vastano
produzione Agidi

ALESSANDRO BENVENUTI E ARCA AZZURRA CON IL FALSTAFF DI SHAKESPEARE AL TEATRO POLIZIANO

BIGLIETTI ONLINE QUI -

Domenica 25 febbraio (ore 21.15), è in scena al Teatro Poliziano di Montepulciano un nuovo ambizioso lavoro teatrale che rinnova la collaborazione tra il pluripremiato drammaturgo e regista Ugo Chiti, l’eclettico interprete Alessandro Benvenuti e gli affidabili attori di Arca Azzurra che si dedicano stavolta a Falstaff, superbo personaggio scespiriano. Ispirandosi tanto ai drammi storici Enrico IV e Enrico V, quanto alla figura farsesca che emerge da Le allegre comari di Windsor, questo adattamento resuscita l’eroe e antieroe, gigione e irridente. Si scandisce così la natura di Falstaff, la sua arroganza aristocratica, con un sangue plebeo, popolaresco che muta dalla rabbia al sarcasmo, ma rimane disarmante, quasi patetico, perché non conosce o non sa darsi le regole e la consapevolezza dell’età che indossa.
Questo Falstaff, per molti aspetti, resta fedele al testo originale delle Comari di Windsor, ne rispetta gli appuntamenti farseschi; soltanto nel risveglio da un sogno all’inizio della commedia e nell’ultima beffa in chiusura, l’ennesimo inganno di un’attesa punitiva nel parco, il racconto cambia struttura e andamento narrativo. Il mutamento arriva grazie all’intervento di Semola, un personaggio che fin dall’inizio ha fiancheggiato Falstaff facendosi assumere come paggio. Servizievole, irridente, mutevole, canagliesco, inquietante, occupa allusivamente la funzione di un fool che solo alla fine (allucinazione o sogno?) assume le vesti e le sembianze di Enrico, l’irrequieto febbrile principe ereditario, figlioccio, compagno di avventure e di bagordi, che sale sul trono del padre. Falstaff ora è ombra di un passato da ripudiare: il grande, glorioso antieroe viene allontanato, per lui non c’è posto nelle tortuose architetture del potere e Falstaff è bandito dal re, ostentatamente non riconosciuto. Niente fate, folletti, fastidi e pizzicotti nel parco di Windsor, ma l’asprezza di una condanna che ribadisce come nell’ordine prestabilito del potere non si trovi posto dove collocare un corpo tanto grande quanto irrazionale e magico.


INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | T. 0578 757089

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2024 ore 21.15


FALSTAFF A WINDSOR
liberamente tratto da William Shakespeare
regia e adattamento Ugo Chiti
con Alessandro Benvenuti
e con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Paolo Cioni, Paolo Ciotti, Elisa Proietti
scene Sergio Mariotti
costumi Giuliana Colzi
luci Samuele Batistoni
musiche Vanni Cassori
produzione Arca Azzurra Teatro

DARIO BALLANTINI AL TEATRO POLIZIANO: TRASFORMISMO E COMICITÀ, IL 15 FEBBRAIO

BIGLIETTI ONLINE QUI

Dario Ballantini, trasformista reso popolare dalle performance televisive, propone nove personaggi creati dal celebre autore romano Ettore Petrolini. Con la consueta maniacale ostinazione per il totale camuffamento, l’artista livornese riesce a far rivivere, in una versione più aderente possibile all’originale, sette personaggi creati dal grande comico romano nato a fine ‘800: Gigi Il Bullo, Salamini, la Sonnambula, Amleto, Nerone, Fortunello e Gastone, si ripresentano in scena nel nuovo millennio. La scena diviene un camerino aperto dove l’artista si trucca a vista e si sofferma sulla memoria collettiva per preservare il futuro dei comici, valorizzando i riferimenti classici dell’umorismo; Petrolini è infatti considerato il precursore della comicità italiana. Il commento musicale, impreziosito dai più noti motivi petroliniani, è affidato al virtuoso fisarmonicista Marcello Fiorini, in un brillante contrappunto tra melodie senza tempo e numeri teatrali.

INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | T. 0578 757089

GIOVEDI 15 FEBBRAIO ore 21.15



BALLANTINI & PETROLINI
atto unico tratto dalle opere di Ettore Petrolini

scritto e interpretato da Dario Ballantini
fisarmonica Marcello Fiorini

 

CONCERTO DI NATALE, DOMENICA 17 DICEMBRE A MONTEPULCIANO L'EVENTO SINFONICO-CORALE

concerto natale 2023 webL'evento natalizio riuinsce Orchestra Poliziana e Corale Poliziana con la direzione di Alessio Tiezzi per il concerto sinfonico-corale realizzato da Associazione "Amici dell'Istituto di Musica di Montepulciano". Domenica 17 dicembre, alle 17.30, il programma prevede musiche di Händel e Delibes. A impreziosire l'appuntamento c'è la partecipazione del Coro di Voci Bianche; le direzioni dei cori sono di Judy Diodato e Chiara Giorgi che prepara i più piccoli.

L'esecuzione musicale sarà preceduta dal conferimento del Premio Diritto alla Musica, assegnato da Comune di Montepulciano e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte a Federico Maria Sardelli, personalità della musica che ha saputo trasmettere valori civici e culturali della Toscana.

CONCERTO DI NATALE
Orchestra Poliziana
Corale Poliziana
Coro Voci Bianche Istituto di Musica Henze
Chiara Franceschelli soprano
Bruno Bocci tromba

Alessio Tiezzi direttore

Händel, Suite per tromba e orchestra d’archi
Händel, “Lascia ch’io pianga” Aria per Soporano
Händel, “Let the bright Seraphim” da Samson Aria per tromba e soprano
Delibes, Messa breve per coro e orchestra d’archi

MONTEPULCIANO, CHIESA DEL SS. NOME DI GESU'
DOMENICA 17 DICEMBRE, ORE 17.30

Ingresso gratuito

Concerto di Santa Cecilia 2023: tutte le foto dell'evento dell'Istituto di Musica H. W. Henze

Per l'edizione 2023 del Concerto di Santa Cecilia insegnanti, allieve, allievi dell'Istituto di Musica Hans Werne Henze hanno presentato un programma ispirato all'arte dellla danza, con brani pop, temi classici o tratti dalla tradizione popolare. L'album realizzato da Carlo Pellegrini racconta per foto l'evento musicale che ha riunito nella Sala Ex Macelli di Montepulciano oltre 150 elementi, tra musicisti esperti, giovani e giovanissimi. 
 

"IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI", ANTEPRIMA DELLA STAGIONE DEL TEATRO POLIZIANO L'8 DICEMBRE

Il carnevale degli animali copia web

BIGLIETTI ONLINE QUI

Una nuova produzione unisce l’ensemble musicale dell’Istituto di Musica H. W. Henze e la creatività teatrale di Voci e Progetti. Le carnaval des animaux è il brano più celebrato del compositore francese Camille Saint-Saëns che ne aveva proibito la diffusione. I quattordici momenti musicali sorprendono per la brillantezza, ricca di verve e di umorismo: le virtù dei singoli strumenti musicali sono presentate esprimendo di volta in volta un diverso animale, in un’allegoria comica del genere umano. L’esecuzione musicale, diretta da Alessio Tiezzi, è arricchita dalla drammaturgia e dalla recitazione dei quattro attori che fanno dell’improvvisazione la propria inconfondibile e irresistibile cifra stilistica. 

 

ANTEPRIMA Sala Ex Macelli
VENERDÌ 8 DICEMBRE 2023 ore 21.15

IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI
Fantasia zoologica di Camille Saint-Säens 
Voci e Progetti, Istituto di Musica H. W. Henze, Alessio Tiezzi
produzione Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte

 
INGRESSO POSTO UNICO: 10 euro

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

 



 

 

 

 

I SUONI DELLA DANZA, un coreutico Concerto di Santa Cecilia domenica 26 novembre

loca_santacecilia_web.jpg

DOMENICA 26 NOVEMBRE ore 17
SALA EX MACELLI - MONTEPULCIANO 
 
Si tiene straordinariamente alla Sala Ex Macelli il consueto appuntamento musicale di Santa Cecilia promosso da Istituto di Musica Henze.
Le formazioni e i giovani talenti della scuola musicale di Montepulciano presentano brani e arrangiamenti che sono ispirati alle musiche concepite per la danza e il balletto. 
Si alternano sul palcoscenico momenti classici e sonorità più attuali, interpretando un programma di temi popolari e melodie universali.
 
 
 
*ingresso 5 euro

Stagione teatrale 23/24: divertimento e attualità al Teatro Poliziano

 BANNER_SITO.jpg

 

STAGIONE TEATRALE 2023-24
programma completo qui

 

Il Teatro Poliziano annuncia un programma 2023-’24 che vanta nomi altisonanti, autori classici e sperimentazioni contemporanee: Violante Placido e Ninni Bruschetta affrontano il Grande fratello di George Orwell, i premi Ubu Elvira Frosini e Daniele Timpano s’interrogano sulla Rivoluzione Francese, Dario Ballantini esibisce i personaggi comici di Ettore Petrolini, Alessandro Benvenuti con Ugo Chiti e la compagnia Arca Azzurra ritraggono il Falstaff di Shakespeare, mentre Paolo Rossi si muove tra Pirandello e i giorni nostri; in chiusura c’è l’ironia dark con Gianfelice Imparato e Marina Massironi. Per l’anteprima, sarà invece realizzata una nuova produzione de Il Carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns che combina l’esecuzione musicale dell’Istituto H. W. Henze con la recitazione improvvisata di Voci e Progetti.

Tra le novità di quest’anno ci sono gli interventi di restauro ed efficientamento energetico (con fondi PNRR) per rinnovare il Teatro Poliziano che potrà ospitare sei spettacoli a partire da gennaio 2024. Sarà invece la sala Ex Macelli ad accogliere l’anteprima prevista per venerdì 8 dicembre 2023, quando sarà allestita una versione teatrale de Il carnevale degli animali, la celeberrima fantasia zoologica del compositore Camille Saint-Saëns, arricchita dalla performance di quattro attori che fanno dell’improvvisazione la propria cifra stilistica; l’esecuzione musicale è affidata all’ensemble dell’Istituto di Musica H. W. Henze diretto da Alessio Tiezzi. Giovedì 18 gennaio 2024 Violante Placido, Ninni Bruschetta e Woody Neri, affiancati da una solida compagine, presentano 1984, nuovo adattamento del capolavoro letterario nel quale George Orwell immaginava il controllo del Grande fratello: l’esperienza teatrale che ha stupito critica e pubblico a Broadway come a Londra, arriva in Italia con la regia di Giancarlo Nicoletti. Si è aggiudicato ben due premi Ubu lo spettacolo sulla Rivoluzione Francese firmato dal binomio di culto Elvira Frosini - Daniele Timpano: miglior drammaturgia e miglior attore a Marco Cavalcoli; è in calendario per venerdì 2 febbraio Ottantanove, la pièce ironica che, tra storia e postmodernità, s’interroga sul senso delle rivoluzioni nella società attuale. Dario Ballantini, trasformista reso popolare dalle apparizioni televisive, interpreta giovedì 15 febbraio nove personaggi creati da Ettore Petrolini, precursore della comicità nazionale: la scena diviene un camerino aperto dove l’artista si trucca a vista, mentre il commento musicale, impreziosito dai più noti motivi petroliniani, è affidato al virtuoso fisarmonicista e compositore Marcello Fiorini, in un brillante contrappunto tra melodie senza tempo e numeri teatrali.
Domenica 25 febbraio, un ambizioso lavoro rinnova la collaborazione tra Alessandro Benvenuti, il regista Ugo Chiti e l’affidabile compagnia Arca Azzurra che si dedicano a Shakespeare; “Falstaff a Windsor” scolpisce la figura farsesca e superba di uno tra i più noti personaggi di ogni tempo, un plebeo che ostenta un’arroganza aristocratica. Il capocomico Paolo Rossi, con la sua compagnia di giro, è protagonista di un capolavoro pirandelliano martedì 12 marzo, quando è in cartellone Da stasera di recita a soggetto: nel confronto tra l’idea originale di Luigi Pirandello e la realtà odierna, si ridicolizza il bisogno diffuso di essere sempre più performanti, in tv come sui social network. Ritmo incalzante e satira feroce: Il Malloppo è la commedia dark che attacca, con ironia e cinismo, le istituzioni borghesi; la qualità artistica dei tre interpreti principali, Gianfelice Imparato, Marina Massironi e Valerio Santoro, volti noti anche al cinema, preannuncia per domenica 7 aprile un avvincente atto conclusivo per la stagione del Teatro Poliziano.

Restano accessibili i costi di abbonamenti e biglietti, con promozioni speciali riservate in particolare ai giovani under 30, oltre che ai soci Coop.

Info e prenotazioni www.fondazionecantiere.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte: tel. 0578 757089.


Con il sostegno di
UNICOOP FIRENZE VERTICALE

XIII CONCORSO INTERNAZIONALE PER CANTANTI LIRICI "CITTÀ DI PIENZA" 9-11 NOVEMBRE 2023

operapienza23 banner sito fC

Nel centro storico di Pienza, patrimonio mondiale UNESCO, dal 9 all’11 novembre 2023 si svolge il XIII Concorso Internazionale per Cantanti Lirici “Città di Pienza”, organizzato da OperaPienza e Comune della Città di Pienza in collaborazione con Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte.

L’evento vuole valorizzare nuove voci, dando loro la possibilità di esibirsi di fronte a una giuria formata da personalità di rilievo nel panorama lirico internazionale e di vincere premi in denaro, audizioni e borse di studio per ruoli a concorso, ovvero opportunità di avviamento per la propria carriera.
Sono ammessi a partecipare cantanti di tutte le nazionalità, appartenenti a tutti i registri vocali, nati dopo il 31 dicembre 1987 e maggiorenni alla data della presentazione della domanda.

 ISCRIZIONI ENTRO SABATO 4 NOVEMBRE 2023 

 REGOLAMENTO COMPLETO QUI 

 

PREMI

1° PREMIO “Città di Pienza”: borsa di studio € 2.000 offerto da Comune della Città di Pienza

2° PREMIO “Città di Pienza”: borsa di studio € 1.500 offerto da Fondazione Conservatorio San Carlo Borromeo

3° PREMIO “Città di Pienza”: borsa di studio € 1.000 offerto da Comune della Città di Pienza

Premio “Andy Johnson” per la miglior voce di baritono: borsa di studio da € 500,00.

 

BORSE DI STUDIO RUOLI OPERA A CONCORSO

Laboratorio di alto perfezionamento in preparazione dell’opera a concorso, onnicomprensivo di tutte le spese a carico dell’organizzazione “Accademia Opera Pienza 2024”

Borsa di studio € 500, offerta da Comune della Città di Pienza

Borsa di studio € 500, offerta da Fondazione San Carlo Borromeo Città di Pienza

Borsa di studio € 500, offerta da Adua Veroni

Borsa di studio € 500, offerta da Adua Veroni

Borsa di studio € 500, offerta da Moira Johnson

 

PREMI SPECIALI – AUDIZIONI, CONCERTI E SCRITTURE

Premio "Teatro Massimo Bellini di Catania" Audizione per il 1° e 2° classificato presso il Teatro Massimo Bellini di Catania

Premio “Maggio Musicale Fiorentino” Audizione per 1 o 2 cantanti presso il Teatro Maggio Musicale Fiorentino

Premio “Teatro Massimo di Palermo” Audizione per 1 o 2 cantanti presso il Teatro Massimo di Palermo

Premio “Teatro Fraschini” Audizione per 1 o 2 cantanti presso il Teatro Fraschini di Pavia nella primavera 2024

Premio “Deutsche Oper Berlin” Audizione per 1 o 2 cantanti presso il Teatro Deutsche Oper di Berlino

Premio “Landestheater Coburg” Scrittura per 1 o 2 cantanti per la stagione 2024/2025 presso il Landestheater Coburg (Germania) a discrezione del Maestro Nail Barry Moss

 

GIURIA

Adua Veroni Presidente

Cameron Arens Vice Casting Manager Festival d'Aix-en-Provence - Francia

Alessandro Ariosi Ariosi Management International Artists Management Agency

Francesca Barbieri Consulente musicale

Cecilia Gasdia Sovrintendente Fondazione Arena di Verona

Neil Barry Moss Direttore artistico Landestheater Coburg - Germania   

Gianni Tangucci Coordinatore artistico della Accademia del Maggio Musicale Fiorentino                                                                                

L'ORFEO DI MONTEVERDI IN FORMA DI CONCERTO A SAN BIAGIO IN ONORE DEL POLIZIANO

Tra il 1479 e il 1480 Agnolo Poliziano scrive l'opera teatrale La Fabula di Orfeo; oltre un secolo dopo, quel testo viene ripreso da Claudio Monteverdi per comporre L'Orfeo, oggi riconosciuto come il primo capolavoro nella storia del melodramma.
 
Sabato 16 settembre, nel contesto rinascimentale del Tempio di San Biagio, in onore del Poliziano L'Orfeo viene presentato in forma di concerto dall'Ensemble Etruria Barocca guidato da Dimitri Betti, maestro concertatore, con la partecipazione del Gruppo Chiarine del Magistrato delle Contrade di Montepulciano.
 
L'evento, organizzato da Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, si inserisce nel triennio di celebrazioni per Agnolo Poliziano, di cui nel 2024 ricorre il 570° anniversario della nascita e il 530° della morte, un'iniziativa a cura di Comune di Montepulciano e Biblioteca Comunale e Archivio Storico "Piero Calamandrei" Montepulciano.
 
TEMPIO DI SAN BIAGIO, MONTEPULCIANO - SABATO 16 SETTEMBRE 2023, ORE 21
INGRESSO LIBERO
 
card orfeo site

ISTITUTO DI MUSICA H. W. HENZE, APERTURA DELLE ISCRIZIONI PER L'ANNO SCOLASTICO 2023-24

post istituto quadra

 

Dimensione musica: un nuovo anno scolastico ha inizio all'Istituto di Musica “Hans Werner Henze”!

Aule moderne e accoglienti, insegnanti preparati e affidabili, organizzazione curata e dinamica e tante opportunità per le allieve e gli allievi, grazie anche alle convenzioni con l'Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci e Siena Jazz. 

Oltre alla sede poliziana, si rafforzano le sezioni distaccate di Cetona e Sarteano, facendo dell'Istituto di Musica Henze una dimensione d’eccellenza per tutto il territorio: sono infatti coinvolti nella didattica musicale oltre 1.000 allievi, tra corsi individuali, corsi collettivi e attività nelle scuole pubbliche e private.

OPEN DAY per conoscere gli insegnanti, i corsi e l'offerta didattica
Domenica 24 settembre 2023, dalle 15.00 alle 19.00
Corso di canto moderno open day domenica 24 settembre 2023, dalle 10.30 alle 12.00, con il nuovo insegnante Andrea Pinsuti
presso Istituto di Musica Henze, via di Voltaia nel Corso, 57 (ex tribunale)

ISCRIZIONI
Per le iscrizioni, la segreteria dell'Istituto di Musica H. W. Henze è aperta
dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30

> Via di Voltaia nel Corso, 57 - Montepulciano (Si)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
> tel. 0578 758416 | cell. +39 347 7419459

INIZIO LEZIONI
Lunedì 2 ottobre 2023

MAGGIORI DETTAGLI QUI




I 40 insegnanti dell’Istituto di Musica Henze sono selezionati tra i professionisti più accreditati della Toscana, così da garantire una formazione autorevole, sia per gli insegnamenti classici, sia per la sezione moderna e jazz. L’Istituto di Musica Henze assicura un percorso di studi che è ha il valore dei Corsi di Formazione Pre-Accademica (CFP): grazie alla convenzione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena, la didattica della scuola poliziana è allineata agli standard di tutti i Conservatori d’Italia (leggi qui la convenzione ufficiale). 

L'Istituto di Musica Henze aderisce dal 2015 al forum OSI - Orff-Schulwerk Italiano promuovendo così la formazione di operatori musicali e insegnanti.

E poi ci sono i diversi ensemble, le formazioni musicali dove gli iscritti possono divertirsi a fare musica insieme: dall’Orchestra in classe alla Banda Poliziana, dal Coro delle Voci Bianche all’Orchestra Poliziana, c’è musica per tutte le età all’Istituto Henze di Montepulciano. 


Il direttore dell'Istituto di Musica Hans Werner Henze è il maestro ALESSIO TIEZZI (leggi qui il suo curriculum)

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO DELL'ISTITUTO DI MUSICA



    

L'Istituto di Musica Henze è convenzionato
con Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci e Siena Jazz - Accademia nazionale del Jazz



LogoOsi

L'Istituto di Musica Henze aderisce al
forum OSI - Orff-Schulwerk Italiano

48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE, IL RACCONTO PER IMMAGINI DEL CONCERTO DI CHIUSURA

Nelle foto di Irene Trancossi il racconto del grandioso concerto che ha salutato il 48° Cantiere Internazionale d'Arte, in una Piazza Grande gremita del pubblico delle grandi occasioni.

 

Orchestra Poliziana

Corale Poliziana, Coro Harmonia Cantata

Daniele Giorgi direttore

Massimiliano Cuseri, Alessio Tiezzi pianoforte

Judy Diodato, Raffaele Pucciani maestri dei cori

 

CRONACHE DEL BAMBINO ANATRA, LE IMMAGINI DELLA PRIMA ASSOLUTA AL TEATRO POLIZIANO

Cronache del bambino anatra, presentata al Teatro Poliziano sabato 29 e domenica 30 luglio 2023 per il 48° Cantiere Internazionale d'Arte, è stata la prima opera a portare in scena i disturbi dell’apprendimento attraverso la parola in musica.
 
La commissione di un libretto tratto dal testo originale ha dischiuso il lavoro di Sonia Antinori sulla dislessia a una nuova vita nell’ambito del teatro musicale. Il testo è stato adattato in stretta condivisione con Antonio Giacometti che ha composto le musiche per l’opera. Sono stati evidenziati gli aspetti di musicalità di alcuni dialoghi e operato tagli e modifiche, così che il parlato fosse più rarefatto, aprendo varchi alla musica e alle azioni sceniche degli interpreti e del coro. Il complesso lavoro di messa in scena si è avvalso della regia di Luca Valentino che, in collaborazione con Giacometti, ha diretto gli interpreti che danno vita alla storia di una madre e di suo figlio: il soprano Graziana Palazzo, il mezzosoprano Tiziana Tramonti, il tenore Mirko Guadagnini. Direttore Giuseppe Prete. Il cast si è completato con le voci bianche di Cosimo ChechiFilippo TurchiDuccio Solfanelli; con Altrevoci Ensemble, con il Coro di voci bianche dell’Istituto di Musica “H. W. Henze”, direttore Chiara GiorgiFederica Angelini e Luca Luchetti firmano le scene, Mara Pieri i costumi, Silvia Vacca le luci.
 
Alla produzione hanno lavorato Marta Hincapié Uribe, per l'ideazione e la realizzazione del video, Leonardo Magri come assistente alla regia, Niccolò Cantara come maestro sostituto e maestro alle luci, Sara Mazzetti e Bernardo Messeri come maestri di palcoscenico, Teresa Zazzaretta e Chiara Cipriani come assistenti coro di voci bianche. 
 
In collaborazione con Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria e Festival Scatola Sonora
 
 
La prima assoluta nelle foto di Irene Trancossi
 

IL SENSO DEL LUOGO - MONTEPULCIANO, UN PROGETTO MULTIMEDIALE DI ANDREA MOLINO

È disponibile il video de "Il Senso del Luogo - Montepulciano", un progetto musicale e multimediale di Andrea Molino, compositore e direttore d’orchestra che considera il luogo dove avviene un evento come parte integrante del contenuto narrativo espresso da quello stesso evento.

Mentre è in corso l’edizione numero 48 della manifestazione di Montepulciano e dopo aver presentato e realizzato la videoinstallazione musicale nell’edizione 2022 del Cantiere Internazionale d’Arte, viene ora pubblicato e reso disponibile online l’esito di un lavoro tanto ambizioso.

{basicyoutube}YoqD0OuQuys{/basicyoutube}

L’autore aveva infatti concepito cinque pezzi per "Il Senso del Luogo - Montepulciano" in intima relazione con diversi luoghi e situazioni della città, non in modo descrittivo o didascalico, ma essenzialmente teatrale, nel significato più ampio del termine: come sottolinea lo stesso Molino, «theaomai in greco significa osservare, guardare con attenzione».

Dal confronto con il direttore artistico del Cantiere, era emerso l’intento di concentrare l’indagine sui pianoforti della città, o meglio, sulle tastiere, su strumenti – oggetti – quindi essenzialmente stabili, che sono fisicamente integrati nel contesto urbano. I vari momenti del progetto si innestano dunque in modi diversi in luoghi topici della città come il Teatro Poliziano e Palazzo Contucci con il suo fortepiano storico; gli organi del Tempio di San Biagio, di Santa Maria delle Grazie e del Duomo e l'armonium della Chiesa del Gesù si uniscono in un impossibile quartetto; i pianoforti in alcune abitazioni private, in contrappunto con quelli dell'Istituto di Musica Hans Werner Henze, delineano il tessuto sociale e culturale della città; l'utilizzo giocoso e paradossale di un toy piano ci permette infine di toccare diversi luoghi all'aperto, tra cui il cuore stesso della città, Piazza Grande. Le pagine musicali sono state eseguite dai pianisti Alessio Tiezzi e Massimiliano Cuseri.

Il linguaggio audiovisivo diviene così un elemento compositivo e drammaturgico. La videocamera diventa anch'essa uno strumento musicale, affiancando con pari dignità i pianoforti e offrendo loro appassionanti possibilità di articolazione della narrazione musicale e teatrale. Il lavoro infatti non è pensato per un'esecuzione dal vivo ma per una visione mediale, grazie alla coproduzione con Istituto Europeo di Design – Milano e alla collaborazione con l’Istituto di Musica Henze di Montepulciano. La supervisione artistica del video è firmata da Davide Sgalippa, il progetto di allestimento da Solian Clerici, mentre le riprese e il montaggio video sono di Marco Ferrari; le riprese audio e il sound design sono invece di Cosma Castellucci.

 

CRONACHE DEL BAMBINO ANATRA, L'OPERA CONTEMPORANEA AL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

 bozzetto Cronache Bambino Anatra 5.JPG

 

Una nuova opera debutta al Teatro Poliziano per il 48° Cantiere Internazionale d'Arte.
Cronache del bambino anatra è il titolo della delicata storia familiare che, attraverso la musica di Antonio Giacometti e il libretto di Sonia Antinori, affronta il tema della dislessia.
La regia di Luca Valentino e la direzione di Giuseppe Prete guidano sul palco il mezzosoprano Tiziana Tramonti, il soprano Graziana Palazzo, il tenore Mirko Guadagnini e le voci bianche Cosimo Chechi, Filippo Turchi e Duccio Solfanelli. Ad Altrevoci Ensemble e al Coro di voci bianche dell'Istituto di Musica Henze sono affidate le parti orchestrali e corali.

 

TEATRO POLIZIANO

SABATO 29 LUGLIO ore 20.30

APERITIVO ALL’OPERA

Con Sonia Antinori, Emanuela De Bellis, Antonio Giacometti,
Mauro Montalbetti, Marco Ranaldi

 

TEATRO POLIZIANO

SABATO 29 LUGLIO ore 21.30

DOMENICA 30 LUGLIO ore 18

CRONACHE DEL BAMBINO ANATRA

Opera in un atto (prima assoluta, commissione del 48° Cantiere)

 

Musica di Antonio Giacometti

Libretto di Sonia Antinori

Giuseppe Prete direttore

Luca Valentino regia


Federica Angelini e Luca Luchetti scene

Mara Pieri costumi

Silvia Vacca luci

Graziana Palazzo soprano

Tiziana Tramonti mezzo soprano

Mirko Guadagnini tenore

Cosimo Chechi, Filippo Turchi, Duccio Solfanelli voci bianche

Altrevoci Ensemble

Coro di voci bianche dell’Istituto di Musica “H. W. Henze” 

Chiara Giorgi direttrice del coro

Gaia Matteini preparazione voci bianche

 

Marta Hincapié Uribe ideazione e realizzazione del video

Leonardo Magri assistente alla regia

Niccolò Cantara maestro sostituto e maestro alle luci

Sara Mazzetti, Bernardo Messeri maestro di palcoscenico

Teresa Zazzaretta, Chiara Cipriani assistenti coro di voci bianche

BIGLIETTI ONLINE

 

{basicyoutube}QLjDLuMc4hw{/basicyoutube}

 

Le immagini della danza al 48° Cantiere Internazionale d'Arte

La memorabile serata di danza in Piazza Grande raccontata dagli scatti di Irene Trancossi. Il debutto della Compgnia Cantiere Danza con la partecipazioe delle stelle Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko ha incantato il pubblico del 48° Cantiere Internazionale d'Arte. La coreografia di Kristina Paulin interpreta il rapporto di Wolfgang Amadeus Mozart e della moglie Constanze, rinnovando l'equilibrio tra movimenti classici e forme contemporanee, in una creazione capace di stabilire una connessione sentimentale autentica con la platea. L'esecuzione musicale dal vivo era affidata ai solisti dell'Orchestra Haydn di Trenato e Bolzano che hanno proposto le pagine di Mozart e di Philip Glass. L'ovazione finale sancisce il successo del progetto ideato e coordinato da Azzurra Di Meco. Le luci, in sintonia con le architetture rinascimentali della piazza, sono firmate da Gianni Trabalzini.

REFLECTIONS OF THE MIND, SABATO 22 LUGLIO IN PIAZZA GRANDE L'ESORDIO DELLA COMPAGNIA CANTIERE DANZA AL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

230717 Reflections of the Mind Prove Macelli 0019

 

Reflections of the mind sancisce il debutto della Compagnia Cantiere Danza, formazione di otto talenti selezionati nelle scuole di danza italiane, che sul palco si unirà a Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko, già principal dancers dell'Hamburg Ballet, nella coreografia ideata da Kristina Paulin.
Il progetto, realizzato da Cantiere Internazionale d’Arte e coprodotto da Bolzano Danza si completa con l’esecuzione dal vivo da parte dei Solisti (quartetto d’archi) dell’Orchestra Haydn delle musiche di Mozart e Philip Glass.
Proprio grazie a un linguaggio di movimento classico che vira verso una qualità contemporanea, la coreografia esprime il passaggio da un mondo reale a uno più etereo, essendo ispirata al sentimento di Mozart verso la moglie Constanze, un amore potente e terreno ma allo stesso tempo delicato e fragile.
 

MONTEPULCIANO - Piazza Grande

Domenica 23 luglio, ore 21.30

REFLECTIONS OF THE MIND

prima assoluta, commissione 48° Cantiere

Compagnia Cantiere Danza
Kristina Paulin coreografia
Silvia Azzoni, Oleksandr Ryabko interpreti principali

Andrea Cheldi, Virginia D’Ancona, Giacomo Greco, Paolo Giovanni Grosso, Denise Martignon, Ester Papini, Vittoria Pennacchini, Tommaso Ruggeri danzatori

Solisti dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento
Marco Mandolini violino
Elisabetta Fornaresio violino
Roberto Mendolicchio viola
Elisabetta Branca violoncello

Gianni "Giaccio” Trabalzini scene e luci
Bernardo Messeri maestro alle luci

Azzurra Di Meco ideatrice e coordinatrice

musiche di Wolfgang Amadeus Mozart e Philip Glass

Coproduzione Festival Bolzano Danza (Emanuele Masi direttore artistico), Fondazione Haydn di Bolzano e Trento e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte. 

Si ringraziano Sasha Riva e Simone Repele per l’amichevole collaborazione

 
BIGLIETTI ONLINE
 
 {basicyoutube}6Ij2D41IpZ8{/basicyoutube} 
 

IL TEATRO POLIZIANO APPLAUDE L'OPERA BASTIANO E BASTIANA AL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

L'applauso del Teatro Poliziano ha acclamato Bastiano e Bastiana, l'opera di Mozart allestita per il 48° Cantiere Internazionale d'Arte. La storia dei due giovani innamorati è stata interpretata dal soprano Laura Zecchini, dal tenore Matteo Tavini e da Paolo Leonardi nel ruolo del mago Colas, la stravagante figura a cui i due si rivolgono affinché li aiuti a risanare il loro amore messo alla prova.

L'opera è andata in scena sabato 15 e domenica 16 luglio al Teatro Poliziano, con la direzione di Tito Ceccherini sul podio del Wunderkammer Youth Ensemble e la regia di Luca Fusi, che ha animato i movimenti sul palco grazie a un gruppo di nove mimi: Chiara Antonelli, Lorenzo Baldini, Zaccaria Barraco, Martina Bassi, Sofia Chiodaroli, Marianna Federici, Alice Pagliaro, Giulia Rocchi e Lara Zaccara.

Di Carlo Sala e Roberta Monopoli le scene e i costumi, di Giulia Bandera le luci.

In collaborazione con Guido Levi Lighting Lab e Teatro Arsenale di Milano.

FOTO DI IRENE TRANCOSSI

BASTIANO E BASTIANA, L'OPERA DI MOZART IN SCENA PER IL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE IL 15 E 16 LUGLIO AL TEATRO POLIZIANO

Bastiano Bastiana bozzetto

Sabato 15 luglio Teatro Poliziano, ore 21.30

Domenica 16 luglio Teatro Poliziano, ore 18.00

BASTIANO E BASTIANA

Anche quest’anno il Cantiere Internazionale d’Arte apre la grande kermesse trasversale alle arti che per due settimane coinvolgerà dieci borghi fra i più belli della provincia di Siena, con una nuova produzione d’opera e benché sulla soglia dei 50 anni, ma sempre fresco grazie alla sua vocazione didattica e divulgativa, la dedica alla giovinezza con la scelta del titolo raro Bastiano e Bastiana, primo Singspiel di Mozart, composto a soli 12 anni e liberamente ispirato a Jean-Jacques Rousseau. Ed i giovani finalmente rifletteranno sulla giovinezza insieme a Mozart, grazie alla Wunderkammer Youth Ensemble guidata dalla salda mano del direttore di grande esperienza Tito Ceccherini, alla regia di Luca Fusi, docente della Civica Scuola Paolo Grassi di Milano, ed ai giovanissimi protagonisti Matteo Tavini e Laura Zecchini

Come ogni anno settimane di lunghissime prove, vera eccezione nella prassi teatrale italiana, e soprattutto di cameratesca vita in comune tra le mura storiche di Montepulciano porteranno sul palco del Teatro Poliziano il 15 luglio, con replica il 16 luglio, la nuova produzione d’opera del 48esimo Cantiere Internazionale d’Arte, Bastiano e Bastiana K 50 di Mozart.

Rappresentata meno di 100 volte dal 1768 ad oggi, essa riprende il tema di Le devin du village, intermezzo comico di Jean-Jacques Rousseau per la corte di Luigi XV. Racconto d’amore e di giovinezza, se non proprio di fanciullezza, in un idillico contesto campestre di manierato sapore settecentesco, pare che essa venisse rappresentata la prima volta nel giardino della villa viennese del celebre medico ed ipnotizzatore Franz Anton Mesmer, padre del mesmerismo o magnetismo animale, anche se la prima esecuzione certa si colloca a Berlino nel 1890, oltre un secolo dopo. Piccoli misteri insoluti avvolgono la storia dell’operina del precocissimo Mozart, come l’impressionante somiglianza tra il tema iniziale della breve ouverture e quello principale del primo movimento della terza sinfonia di Beethoven, ma in generale colpisce in essa la delicata, leggera e trasognata storia d’amore adolescenziale di un mondo campestre molto Rococò, tela perfetta per reinterpretazioni contemporanee che ne restituiscano poeticamente il clima sognante e magico, soprattutto quando affidate, come al Cantiere, ad una compagnia giovanissima e perciò credibile, come il grande Strehler chiedeva proprio per le opere mozartiane d’amor giovine, a suo parere non credibili se affidate ad un cast adulto. Il regista Luca Fusi, oggi docente alla Grassi di Milano, ma per anni impegnato tra l’Europa e l’Africa in progetti davvero di frontiera rispetto ai linguaggi tradizionali, racconta: “Bastiano e Bastiana è un gioco, un allegro divertissement che Mozart scrive giovanissimo e che propone spunti che ritroveremo nelle opere della sua maturità. La messa in scena per Montepulciano vuole esaltare questo aspetto giocoso proponendo un dialogo a tre voci fra musica, parola e movimento puro. In omaggio alla decennale collaborazione del Cantiere con il Maestro Marcel Marceau, il palcoscenico brulicherà di un coro di mimi silenziosi che costruiranno la storia sulle vestigia di un sipario che parla, al tempo stesso, la lingua della finzione e della verità naturale dell’Uomo”. Sul podio della Wunderkammer Youth Ensemble il direttore Tito Ceccherini, apprezzato interprete del repertorio moderno e contemporaneo, che collabora con orchestre come la Philharmonique de Radio France, la BBC Symphony, la Philharmonia di Londra e la Tokyo Philharmonic, saprà cogliere questa preziosa occasione per far crescere i ragazzi della piccola orchestra, per un esito artistico di livello alto e soprattutto, in un’ottica perfettamente henziana, un concreto sviluppo del talento e della professionalità. I protagonisti sono il giovane tenore aretino Mattia Tavini, cresciuto artisticamente nel cuore del Cantiere, il soprano ventunenne Laura Zecchini, reduce da Il Giro di Vite di Britten a I Teatri di Reggio Emilia a maggio scorso e il baritono Paolo Leonardi, già invitato al Festival Monteverdi di Cremona.

La serata della prima sarà aperta dal ritorno di Aperitivo all’Opera alle ore 20.30 al Teatro Poliziano con la presentazione della nuova e fortunata avventura letteraria del critico, giornalista, divulgatore e drammaturgo Alberto Mattioli, “Gran Teatro Italia – Viaggio sentimentale nel paese del melodramma”, già alla seconda ristampa a solo un mese dalla pubblicazione per Garzanti.

Opera comica in un atto di Wolfgang Amadeus Mozart

Nuovo allestimento di Cantiere Internazionale d’Arte

Tito Ceccherini direttore

Luca Fusi regia

Carlo Sala, Roberta Monopoli scene e costumi

Giulia Bandera luci

Laura Zecchini Bastiana

Matteo Tavini Bastiano

Paolo Leonardi Cola

Chiara Antonelli, Lorenzo Baldini, Zaccaria Barraco, Sofia Chiodaroli, Marianna Federici, Alice Pagliaro, Giulia Rocchi, Lara Zaccara mimi 

in collaborazione con Guido Levi Lighting Lab e Teatro Arsenale di Milano

 

BIGLIETTI ONLINE

Il catalogo del 48° Cantiere Internazionale d'Arte si presenta domenica 9 luglio

 

PRESENTAZIONE CATALOGO

Un nuovo catalogo sta per aprirsi e rivelare tra le sue pagine tutto il 48° Cantiere Internazionale d'Arte: i 45 appuntamenti in programma dal 14 al 30 luglio a Montepulciano e in Valdichiana Senese con i loro dettagli, gli approfondimenti e le note di regia; le illustrazioni dell'autrice del manifesto Elisabetta Mastro; i saggi sulla figura di Luciano Berio, sulla dislessia e sulle caratteristiche della musica iraniana, temi a cui sono dedicati eventi da scoprire QUI


La presentazione del volume curato da Lucia Marangolo ha luogo domenica 9 luglio, alle ore 18, presso e lucevan le stelle, con il direttore artistico Mauro Montalbetti.



48° Cantiere Internazionale d'Arte, 45 eventi con oltre 300 artisti dal 14 al 30 luglio 2023

 

Sono 45 gli appuntamenti tra opera, concerti, danza, teatro, performance, approfondimenti, con ben 22 première e 320 artiste e artisti impegnati. Sono invece 22 gli spazi coinvolti, dislocati in 10 diversi Comuni: a partire dall’epicentro creativo di Montepulciano, le produzioni e gli allestimenti si articolano tra Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda e, per la prima volta anche a Chiusi e Pienza, a sostegno di Valdichiana2026 - candidata a Capitale Italiana della Cultura.

 

La banda del borgo di Montepulciano che diventa portatrice di musica contemporanea su commissione per la tradizionale apertura venerdì 14 luglio e il seguente concerto sinfonico con l’Orchestra della Toscana diretta da Roland Böer con gli eccellenti solisti Gabriel Schwabe al violoncello e Hellen Weiss al violino per un impaginato tra grande Ottocento tedesco e James MacMillan, assurto alle cronache mondiali per il suo inno al corteo funebre della Regina Elisabetta e che sarà presente a Montepulciano: sin dal primo giorno dunque il Cantiere mostra subito la sua continuità etica, estetica ed artistica col dettato di Henze mescolando, con l’unico criterio di autenticità e passione, tradizione popolare e cultura alta, affermati professionisti e giovani talenti, ma anche dilettanti, repertorio di tradizione e novità assolute, affettuose memorie, come nel dialogo all’Enoliteca del secondo giorno, ed impaginati sfidanti come il progetto Light Percussion del Lugano Percussion Ensemble, tutto dedicato a sfatare il cliché sulle capacità espressive delle percussioni.

Una rassegna senza routine, sempre giocata sul rischio culturale, sulla sfida alle convenzioni, ancora più d’impatto considerata la sua collocazione in borghi sempre sotto i 15.000 abitanti, un festival che da quasi 50 anni capovolge le aspettative del pubblico, come nel nuovo allestimento dell’opera giovanile e primo Singspiel di Mozart Bastien und Bastienne k 50, che verrà diretto da Tito Ceccherini, stimato interprete con solide collaborazioni con orchestre importanti come BBC Symphony, qui sul podio della Wunderkammer Youth Ensemble, con la regia dell’attore, regista e formatore Luca Fusi, esperto di teatro popolare con lunghi periodi di approfondimento in terra d’Africa, oggi docente alla Paolo Grassi di Milano. La messa in scena è arricchita dal Guido Levi Lighting Lab con la giovane light designer Giulia Bandera.

Un Cantiere che offre al suo interno infiniti percorsi diversi in base anche al genius loci degli spazi di spettacolo, a partire dal Bagno Grande di San Casciano dei Bagni, luogo della recente e sensazionale scoperta dei bronzi di epoca etrusca che ospita sabato 29 luglio Substrata, performance elettroacustica dove la stratificazione della materia porta alla luce i misteri delle culture antiche con il lirismo del flauto di Roberto Pasquini e la manipolazione elettronica di Davide Vannuccini; la duecentesca chiesa di San Leonardo a Montefollonico presenta invece sabato 15 un impaginato di rare composizioni barocche in trio d’archi e clavicembalo nel toccante contesto architettonico della sua unica, semplice navata, o la splendida Riserva Naturale di Pietraporciana sul crinale tra Val d’Orcia e Val di Chiana per le cui grotte, sentieri e faggete in cui l’occhio può spaziare dal Trasimeno all’Amiata, si terrà il progetto Peripatetiche all’ascolto, workshop di esplorazione sonora pensato al dialogo tra suono naturale e suono riprodotto, ma soprattutto incentrato sull’arte sempre più rara dell’ascolto come gesto consapevole di civiltà. E ancora il rinascimentale Tempio di San Biagio a Montepulciano che ospiterà fra gli altri il concerto dell’affermato basso Riccardo Zanellato in un percorso dedicato all’arte della trascrizione musicale, Santa Maria delle Grazie il cui prezioso organo secentesco a canne di cipresso accoglierà il virtuoso Adriano Falcioni, Palazzo Ricci tra musica da camera ed elettronica, l’austero Cortile delle Carceri la cui splendida acustica a cielo aperto sarà cornice perfetta di molte nuove commissioni di musica da camera senza dimenticare l’omaggio a Berio e al suo milieu o il virtuoso della chitarra Giulio Tampalini; e ancora il primo violoncello della Scala Sandro Laffranchini nel Chiostro della Fortezza di Montepulciano oppure l’imponente Castello di Sarteano, le cui scabre mura medievali saranno cornice di un progetto tra teatro, installazione o tableau vivant contemporaneo dedicato a Shakespeare a cura della Nuova Compagnia degli Arrischianti, colonna portante del teatro popolare. Anche se da sempre il cuore pulsante rimarrà la poliziana Piazza Grande, dove oltre agli eventi dell’apertura ed al concerto di chiusura con Daniele Giorgi sul podio di fronte ad un organico di ampie proporzioni con l’Orchestra Poliziana, due pianoforti e due cori su musiche di Elgar e Bizet, si avrà anche il debutto della Compagnia Cantiere Danza, guidata da Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko con i Solisti dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e la coreografia di Kristina Paulin dedicata alla vita di Mozart, oltre allo spettacolo di danza jazz Agata con Sosta Palmizi, mentre un ulteriore appuntamento con l’arte coreutica si terrà in una delle storiche cantine poliziane.

Il settecentesco Teatro Poliziano, vera anima del Cantiere e dell’attività musicale, didattica e culturale della cittadina per tutto l’anno, ospiterà non solo l’opera giovanile di Mozart ma anche la prima assoluta di Cronache del bambino anatra, drammaturgia di Sonia Antinori traslata in teatro musicale, con la partitura commissionata all’autorevole Antonio Giacometti e la regia affidata all’esperienza di Luca Valentino. Insieme al soprano in carriera Tiziana Tramonti, sono in scena il Coro di voci bianche e i piccoli protagonisti selezionati nel locale Istituto di Musica, a conferma di come la vera sperimentazione passi non solo dalla scelta dei repertori, ma anche dalla coraggiosa intuizione etica ed estetica di Henze di far lavorare con stimati professionisti giovani ragazzi che un giorno forse faranno altre carriere, ma rimarranno sicuramente per tutta la vita un pubblico attento, consapevole, educato e ricettivo, ciò che oggi manca alla cultura musicale europea e che Montepulciano coltiva invece ogni anno con meticolosa dedizione, creando così l’orizzonte d’attesa più preparato ad accogliere con favore e curiosità i suoni dell’oggi.

Importante anche quest’anno lo spazio dedicato alla musica folklorica in dialogo con la scrittura accademica, dal progetto East Side Story che esplora l’Oriente attraverso lo sguardo di compositori classici e contemporanei con Paolo Marzocchi al pianoforte e I Canti dal Mondo nel rinascimentale Chiostro di Sant’Agnese, che spazia dai Folk Songs di Berio ai canti contemporanei dell’iraniano Reza Vali, tra i compositori più stimati nel panorama anglosassone, fino alla prima assoluta di Vincenzo Parisi Canti di Filatrici. 

Chiosa così il suo Cantiere 2023 il Direttore Artistico Mauro Montalbetti“Ogni anno la sfida di ricreare a Montepulciano il sogno di Henze, cioè un vero cenacolo d’arte trasversale non solo alle discipline artistiche ma anche alle competenze dei protagonisti, facendo vivere e lavorare insieme grandi artisti di fama internazionale con studenti e bravi dilettanti, pare sempre più grande di noi, ma alla fine tutto magicamente va al suo posto ed i grandi artisti sono sempre più felici di prendere parte a questa utopia terrena che è prima di tutto un’esperienza umana ed artistica imperdibile, poi, molto ma molto dopo, un’occasione professionale. Ringrazio la generosità ed il coraggio di tutti i protagonisti e soprattutto ringrazio la storia di educazione e crescita collettiva che ho ereditato e che voglio fortissimamente traghettare col mio lavoro verso un futuro sempre più solido, perché credo che mai come oggi le utopie siano l’ossigeno di cui la nostra società ha bisogno per continuare a vivere civilmente. E ringrazio anche tutta la comunità che vive tutto l’anno attorno al Cantiere e che con la sua fedeltà e passione lo protegge, in primis le istituzioni cittadine e regionali che condividono con noi intenti e ideali”.

NASCE LA COMPAGNIA CANTIERE DANZA, FORMAZIONE CHE DEBUTTA AL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Compagnia Cantiere Danza 1

Nasce la Compagnia Cantiere Danza, un progetto innovativo che per la prima volta in Italia raccoglie i talenti provenienti da diverse scuole di danza: otto giovani di età compresa tra i 16 e i 19 anni, ancora in formazione, sono stati scelti e individuati dopo un’accurata giornata di audizioni svoltasi il 20 maggio scorso al Teatro Poliziano di Montepulciano. Energie ed entusiasmo per la creazione di questa giovane compagnia - formata da Andrea Cheldi, Virginia D’Ancona, Giacomo Greco, Paolo Giovanni Grosso, Denise Martignon, Ester Papini, Vittoria Pennacchini e Tommaso Ruggeri - che debutterà nel prossimo 48° Cantiere Internazionale d'Arte.

La coreografia dal titolo Reflections of the mind sarà interpretata dalle stelle del Balletto di Amburgo Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko ed è firmata dalla slovacca Kristina Paulin che, dopo una decennale esperienza al fianco di John Neumeier,  è al suo debutto italiano per un lavoro a serata intera che verrà presentato in prima assoluta in Piazza Grande sabato 22 luglio e martedì 25 luglio all’interno del Festival Bolzano Danza che coproduce lo spettacolo. I giovani danzatori della compagnia sono affiancati dai Solisti dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento con i violini di Marco Mandolini ed Elisabetta Fornaresio, la viola di Roberto Mendolicchio e il violoncello Elisabetta Branca.  

Il coordinamento artistico di Azzurra Di Meco, ideatrice del progetto, incoraggia quindi un progetto davvero cantieristico che favorisce il confronto tra professionisti affermati e nuove generazioni. La residenza artistica si completerà in luglio, con l'obiettivo ambizioso di costruire una compagine stabile del Cantiere Internazionale d'Arte. Un ensemble fresco e vivace in cui verosimilmente sarà possibile scorgere i danzatori che fra qualche anno saranno scritturati da teatri e compagnie internazionali.

Reflections of the mind nasce dall’incontro magnetico fra queste diverse personalità: “Mi è piaciuta subito l'idea di lavorare con musicisti dal vivo e giovani ballerini emergenti: è una meravigliosa opportunità sia per i ballerini che per me – sostiene Kristina Paulin - poiché credo che entrambi possiamo imparare molto gli uni dagli altri. Sono entusiasta di far parte di questo progetto perché credo fermamente che coltivare la prossima generazione di ballerini significhi nutrire nell’essenza l'arte della danza”. Reduce da un’importante commissione all’English National Ballet School e già conosciuta nei teatri d’opera e festival europei, Kristina Paulin a partire da un linguaggio di movimento classico vira su una qualità più fluida e contemporanea, sviluppando una natura prevalentemente narrativa.

Reflections of the mind si ispira alla vicenda personale di Wolfgang Amadeus Mozart affrontando anche l’aspetto più intimo e nascosto del suo rapporto sentimentale con la moglie Constanze, cugina fra l’altro del compositore Carl Maria Weber.  La sfida è dunque quella di ritrarre la mente di un genio attraverso una sorta di viaggio dentro una vita di ispirazione, musica, note, passioni, paure, malattia. “In particolare a partire dal suo rapporto così potente e terreno ma allo stesso tempo così etereo e fragile con la moglie, la coreografia sottolinea il passaggio dal mondo reale attraversando la dimensione più ‘surreale’ nella mente del musicista di Salisburgo” - spiega la coreografa - “Mozart è da sempre uno dei miei compositori preferiti e ho usato molta della sua musica geniale per le mie creazioni. Era teneramente innamorato di Constanze che lo ha seguito e curato fino all’ultimo respiro: ho letto la sua biografia e volevo fortemente dedicarmi a una creazione che rivelasse l’uomo e i suoi sentimenti rimescolando i momenti di una vita così densa specie negli ultimi preziosi anni in cui scrisse partiture e pagine sinfoniche di estrema bellezza”.

La scelta musicale dell’intera creazione riflette la dicotomia fra i due livelli drammaturgici. Le composizioni di Philip Glass si accostano alla parte astratta e surreale, ai ricordi fugaci; mentre la musica di Mozart si adagia sulle parti della coreografia più affini alla realtà. Così come avviene per i corpi: ai due guests è affidato il ruolo dei protagonisti mentre l’ensemble dei giovani danzatori riverbera nei movimenti la dimensione più rarefatta e intangibile della narrazione.

AZZONI

 

Reflections of the mind

Compagnia Cantiere Danza

Kristina Paulin coreografia

Silvia Azzoni, Oleksandr Ryabko interpreti principali

Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart Philip Glass

 

Andrea Cheldi, Virginia D’Ancona, Giacomo Greco, Paolo Giovanni Grosso, Denise Martignon, Ester Papini, Vittoria Pennacchini, Tommaso Ruggeri interpreti

 

Solisti dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

Marco Mandolini, violino

Elisabetta Fornaresio violino

Roberto Mendolicchio viola

Elisabetta Branca violoncello

Gianni "Giaccio” Trabalzini, scene e luci 

Bernardo Messeri maestro alle luci

Azzurra Di Meco ideazione e coordinamento Compagnia Cantiere Danza

Coproduzione Festival Bolzano Danza, Fondazione Haydn di Bolzano e Trento (direzione artistica Emanuele Masi) e 48° Cantiere Internazionale d’Arte (direzione artistica Mauro Montalbetti)

Si ringraziano Sasha Riva e Simone Repele per l’amichevole collaborazione

MARIANGELA VACATELLO SARÀ DIRETTRICE ARTISTICA DEL CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE DAL 2024 AL 2026

Mariangela Vacatello ph Davide Cerati 1

Sarà Mariangela Vacatello la direttrice artistica del Cantiere Internazionale d’Arte, a partire dal 2024 e fino al 2026. La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano ha conferito l’incarico alla musicista celebrata nel mondo per la sua carriera pianistica e al contempo stimata docente e didatta. Artista 41enne, originaria di Castellamare di Stabia, Vacatello si avvale per il 2024 della direzione musicale di Michele Gamba, profilo altrettanto prestigioso, quarantenne direttore d’orchestra attivo nelle maggiori istituzioni liriche e sinfoniche internazionali.

Mariangela Vacatello succede a Mauro Montalbetti che, come più volte annunciato, completa il suo mandato con l’imminente 48esima edizione del Cantiere Internazionale d’Arte, in programma dal 14 al 30 luglio 2023.

Appresa la notizia della designazione, Vacatello esprime la sua soddisfazione: "Sono davvero felice di aver ricevuto la fiducia del Cantiere Internazionale d’Arte - commenta - e di essere stata nominata nuova direttrice artistica per il triennio 2024-2026; affronteremo insieme al team il cinquantesimo della manifestazione e la candidatura a Valdichiana 2026 Capitale della Cultura, creando programmi e progetti in sinergia con le tante realtà territorio e valorizzando le bellezze dei luoghi e i talenti artistici.”

Riconosciuta da oltre venti anni per la sua sensibilità musicale, Mariangela Vacatello è stata acclamata dalla critica internazionale, lavorando nei principali contesti mondiali: Teatro alla Scala di Milano, IRCAM-Centre Pompidou di Parigi, Wigmore Hall di Londra, Weill Hall di New York, Walt Disney Hall di Los Angeles, Oriental Centre di Shanghai, Maggio Musicale Fiorentino, Konzerthaus di Berlino; ha lavorato con numerose compagini quali Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, Filarmonica della Scala, Prague Chamber Orchestra, Colorado Springs Symphony e con direttori autorevoli come Krystof Penderecky, Andris Nelsons, Gabor Takacs-Nagy, Martin Haselboeck, Gustav Kuhn, Xian Zhang, Christopher Franklin, Oleg Caetani. Al Cantiere Internazionale d’Arte ha partecipato per due volte come solista in Piazza Grande, curando anche una residenza didattica dedicata ai giovani pianisti.

Per il 2024, la decisione è di farsi affiancare da Michele Gamba per la direzione musicale: personalità particolarmente rilevante della nuova generazione artistica, ha diretto dal Metropolitan di New York alla Scala di Milano, dal Covent Garden di Londra alla Staatoper di Berlino. Con un vasto repertorio operistico, Gamba ha proposto programmi sinfonici raffinati e innovativi, collaborando con le orchestre più blasonate su importanti palcoscenici e proseguendo un’attività pianistica considerevole nell’ambito della musica da camera. 

Michele Gamba ph.Matteo Carassale

 

Sono intanto in corso gli allestimenti per l’imminente 48° Cantiere, con il quale si conclude la direzione di Mauro Montalbetti che saluta il previsto avvicendamento: “Sono doppiamente grato al Cantiere, sia per aver condiviso tre anni preziosi della mia vita in quest’avventura stimolante, sia per aver scelto Mariangela Vacatello, artista eccellente e prima donna alla guida della manifestazione; e le questioni di genere - conclude Montalbetti - insieme all’impegno civile, caratterizzano le programmazioni che ho elaborato in questi anni, come dimostrano gli spazi dedicati alla creatività femminile o anche, ad esempio, la prima opera lirica mai concepita sul tema della dislessia, in arrivo al Teatro Poliziano nel luglio prossimo”.

A suggellare la nomina di Mariangela Vacatello è la presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte Sonia Mazzini: “Siamo orgogliosi di regalare alla storia del Cantiere una direzione artistica tanto autorevole e riconoscibile, assegnata per la prima volta a una figura femminile. Tutta la nostra gratitudine è per Mariangela Vacatello, che ha accolto il nostro invito, coinvolgendo anche Michele Gamba; ma siamo riconoscenti anche alle altre figure che avevano accettato le candidature su invito del nostro Consiglio di indirizzo. Si è così arrivati a una scelta - conclude Mazzini - tanto difficile per l’alto livello delle biografie considerate, quanto entusiasmante per la qualità del nome che riceverà il testimone da Mauro Montalbetti, cui rinnoviamo l’abbraccio riconoscente di Montepulciano.”

FESTA DELLA REPUBBLICA CON IL CONCERTO DELLA BANDA POLIZIANA A MONTEPULCIANO

2 GIUGNO 2023 BANNER

 

Il concerto istituzionale della Banda Poliziana celebra la Festa della Repubblica a Montepulciano.
Venerdì 2 giugno, alle 17, sarà il Chiostro del Palazzo Comunale ad accogliere l'esecuzione diretta da Giacomo Valentini.
La Repubblica, fondata sul lavoro, promuove lo sviluppo della cultura, come scandisce l'articolo 9 della Costituzione.
E allora è proprio la banda, espressione della cultura musicale più popolare, a ribadire il senso autentico della Festa della Repubblica.
 
VENERDI 2 GIUGNO ore 17
MONTEPULCIANO - Chiostro del Palazzo Comunale

ROCKANTIERE 2023, CONCERTO POP - ROCK AL TEATRO POLIZIANO DOMENICA 4 GIUGNO

rockantiere 2023 WEB
 
 
Il concerto pop-rock dell'Istituto di Musica Henze presenta tutta l'energia degli strumenti elettrici.
Una scaletta di band formate da allieve, allievi e insegnanti vibra forte sul palcoscenico del Teatro Poliziano nell'appuntamento di domenica 4 giugno.
Arrangiamenti inediti, brani originali, classici declinati nell'attualità e tutto il ritmo di una nuova generazione musicale

CONCERTO DI PRIMAVERA, POLIZIANA DOMENICA 28 MAGGIO IN SANT'AGOSTINO A MONTEPULCIANO

primavera2023

 

Il Concerto di Primavera, consueto evento musicale che apre alla bella stagione a Montepulciano, si presenta quest’anno domenica 28 maggio, alle ore 17.30 nella Chiesa di Sant’Agostino. Sotto la direzione di Alessio Tiezzi si riuniscono la Corale Poliziana, guidata da Judy Diodato, e la l’Orchestra Poliziana. All’appuntamento sinfonico-corale partecipano anche le bambine e i bambini coinvolti nel progetto Orchestra in Classe, il percorso di didattica musicale attuato nelle scuole d’infanzia e primarie del Comune di Montepulciano.

Il programma musicale si avvia con Ouverture da “Il Ratto del Serraglio”, eseguita dall’Orchestra Poliziana e dai giovani musicisti che grazie all’iniziativa pedagogica svolta dai docenti dell’Istituto di Musica Henze con il sostegno di Comune di Montepulciano, hanno potuto preparare un brano celebre e complesso come questo di Wolfang Amadè Mozart. Violini, violoncelli, clarinetti, sax, trombe, tromboni, cajon sono gli strumenti che vedranno impiegati circa cinquanta allievi.

A seguire, l’Orchestra Poliziana esegue l’Ouverture “all’italiana” in re maggiore di Franz Schubert, così intitolata per i riferimenti allo stile di Gioachino Rossini che inspirò la composizione dell’autore austriaco.

La seconda parte del concerto anticipa l’evento che in Piazza Grande chiuderà il 48° Cantiere Internazionale d’Arte domenica 30 luglio, quando saranno presentate musiche di Georges Bizet ed Edward Elgar. Del compositore francese l’Orchestra Poliziana propone i movimenti Pastorale e Farandole, tratti dalla suite n. 2 de L'Arlesienne. La Corale Poliziana si aggiunge invece per l’esecuzione delle composizioni di Edward Elgar, dapprima Spanish Serenade e infine le canzoni False Love, Lullaby e Dance, della raccolta From the Bavarian Highlands.

Il direttore Alessio Tiezzi tratteggia le caratteristiche dell’appuntamento musicale: “Il Concerto di Primavera conferma la tradizione di presentare un’introduzione al Cantiere Internazionale d’Arte, ma contiene anche l’importante novità di accogliere i piccoli musicisti delle scuole primarie di Montepulciano. Il progetto Orchestra in classe fornisce l’opportunità di studiare musica, suonando dal vivo anche in un evento sinfonico e autorevole, così da provare l’esperienza di fare musica insieme e di esibirsi di fronte al pubblico.”

L’ingresso è gratuito all’evento che si realizza con l’amichevole collaborazione di Parrocchie di Montepulciano.

JACOPO PETRUCCI VINCE L'AUDIZIONE PIANISTICA PER IL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Jacopo Petrucci vince l'audizione pianistica per il 48° Cantiere Internazionale d'Arte: si esibirà il 29 luglio prossimo alle ore 18, presso il Cortile delle Carceri a Montepulciano. Secondo classificato Domenico Bevilacqua, terza classificata Vera Cecino.
L'esito è stato determinato da una giuria particolarmante autorevole, composta niente meno che da Alessandra Ammara, Pier Narciso Masi, Roberto Prosseda e Luigi Tanganelli
L'audizione è promossa da Arezzo 50&Più per valorizzare i giovani talenti della musica.

LA SCOMPARSA DELL'ACQUA, GIOVEDÌ 11 MAGGIO L'ANTEPRIMA DEL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

 

la scomparsa acqua web

 

La scomparsa dell'acqua è il titolo dello spettacolo presentato come anteprima del 48° Cantiere Internazionale d'Arte al Teatro Poliziano, giovedì 11 maggio alle ore 17.30 dai giovani studenti delle scuole di Montepulciano e Sant'Albino. Il progetto, che ha come tema il consumo dell'acqua, rappresenta un percorso di continuità didattica tra la scuola primaria e secondaria ed è il risultato della collaborazione tra i docenti dell'indirizzo musicale dell'Istituto Origo di Montepulciano, dell'Istituto Franci di Siena e dell'Istituto di Musica Henze.

 

ingresso gratuito

 

Musiche Gianluigi Massetti e Davide Lonzi
studenti del corso accademico di II livello di Composizione classe del Mº Antonio Anichini - Conservatorio “R. Franci"di Siena

Testo Laura Fatini

 

Classi Quinte delle Scuole Primarie di Montepulciano e Sant'Albino

Orchestra delle classi Terze - scuola secondaria di Primo Grado Iris Origo, sezione musicale.

 

Direttore Luca Morgantini

Adattamento e allestimento Chiara Giorgi

Scene e costumi Vanessa Trippi

 

CONCERTINO DI PRIMAVERA, DOMENICA 7 MAGGIO AL TEATRO DEI CONCORDI DI ACQUAVIVA

concertino primavera concordi min

 

 Gemme musicali festeggiano la nuova stagione domenica 7 maggio (ore 18) al Teatro dei Concordi di Acquaviva. Sono impegnate tre giovani formazioni dell'Istituto di Musica Henze per un inedito appuntamento primaverile: i Cello Joggers diretti da Katie Bruni, i Giovani Archi Poliziani guidati da Katie Bruni e Laurence Cocchiara e l'Ensemble AriaNova con Paolo Vaccari.

CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, PREMIATI 13 CANTANTI

PREMIAZIONI

Sono tredici le cantanti e i cantanti premiati nell’evento finale del XV Concorso Internazionale di Canto Lirico ‘Giulio Neri’, domenica 2 aprile, al Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena. L’insigne giuria, presieduta da Leo Nucci (baritono tra i più influenti nella storia dell’opera), ha assegnato tutti i riconoscimenti previsti, cui se ne sono aggiunti altri due maturati nel corso della manifestazione.

Il primo premio è stato attribuito ex aequo a due giovanissimi soprani: Noemi Onucu, rumena, nata in Spagna, appena diciassettenne ha convinto i giurati con un’interpretazione già matura dell’aria “Ah! Tardai troppo… O luce di quest’anima” da Linda di Chamounix di Gaetano Donizetti; la ventitreenne spagnola Aitana Sanz Perez si è invece affermata presentando in finale “Où va la jeune hindue” da Lakmé di Delibes. Sanz Perez e Onucu hanno meritato, rispettivamente, anche la gratificazione destinata ai giovani talenti, nati a partire dal 1998, e il premio speciale Donizetti.

Anche per il secondo posto si è deliberato un pari merito tra il tenore sudafricano Lulama Taifasi (29 anni) e il sudcoreano di stanza a Vienna, Hwapyeong Gwon (30 anni). Terza è risultata Viola Sofia Nisio, soprano ventinovenne di Rieti.

Il premio “Giulio Neri”, dedicato all’acclamato cantante cui la sua città natale Torrita di Siena rende omaggio organizzando la manifestazione, è stato conferito al miglior basso, Volodymyr Morozov, ucraino di Kiev.

Il nuovo premio speciale intitolato a Claudio Desderi e conferito dalla direttrice artistica Eleonora Leonini ha arriso a Sun Tianxuefei, mentre il soprano Claudia Belluomini guadagna un concerto con compenso presso il festival Vicenza in Lirica che, per l’occasione, mette a disposizione del basso cinese Liu Huigang una masterclass con la celeberrima cantante Barbara Frittoli. Un’ulteriore borsa di studio è stata invece offerta dalla signora Adriana Anelli Nucci al baritono Li Shunyao.

La votazione delle spettatrici e degli spettatori presenti in sala ha invece determinato il premio del pubblico per il baritono sudcoreano Wonjun Jo, capace di emozionare la platea con un’aria il Don Carlo di Giuseppe. Verdi.

Visibilmente commosso, il presidente di giuria Leo Nucci si è congratulato dal palcoscenico per le qualità artistiche di tutti i finalisti: “Queste voci e questi talenti - ha precisato Nucci - avrebbero meritato di essere tutti premiati: io di concorsi ne giro tanti, ma la qualità che si esprime qui a Torrita di Siena vuol dire che è stato fatto un grande lavoro”.

Dal canto suo, la direttrice artistica Eleonora Leonini ha evidenziato l’autorevolezza della giuria composta anche dall’oscar della lirica Riccardo Zanellato, dal popolare baritono Bruno De Simone, dal soprano e docente Tiziana Tramonti e del direttore di Vicenza in lirica Andrea Castello; ha inoltre rimarcato l’affidabilità organizzativa della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e la determinazione del Comune di Torrita di Siena che promuove e sostiene la manifestazione.

Provengono da 23 Paesi i 141 cantanti iscritti al XV Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri

GIULIO NERI FOTO PIAZZA

Mai prima d’ora erano stati rappresentati così tanti Paesi del mondo a Torrita di Siena; sono infatti 23 le diverse nazionalità dei 141 cantanti che partecipano al XV Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri. Dal 30 marzo al 2 aprile 2023, il Teatro degli Oscuri accoglie voci provenienti dai cinque continenti: dagli Stati Uniti all’Armenia, dal Giappone al Sud Africa, dal Cile alla Serbia, oltre a un’estesa presenza italiana, alle consolidate partecipazioni europee, coreane e cinesi. Ci saranno inoltre voci di Ucraina e Russia a testimoniare l’universalità del linguaggio musicale e la notorietà che contraddistingue la manifestazione diretta da Eleonora Leonini. 

Il celeberrimo baritono Leo Nucci è confermato alla presidenza della giuria che valuterà i concorrenti; una tale leggendaria personalità della lirica mondiale sarà affiancata da artisti blasonati quali Riccardo Zanellato (basso, già vincitore dell’oscar della lirica), Bruno De Simone (baritono che si è esibito nei maggiori palcoscenici internazionali), Andrea Castello (direttore artistico Vicenza in Lirica), Tiziana Tramonti (soprano e docente della Scuola di Musica di Fiesole) ed Eleonora Leonini, direttrice artistica Concorso Giulio Neri.

Tutte le quattro giornate sono aperte agli spettatori che possono liberamente assistere alle esecuzioni delle arie d’opera. Per la finale in forma di concerto, in programma domenica 2 aprile alle 16.00, è prevista anche l’assegnazione del premio speciale del pubblico: tutti i presenti in sala potranno infatti votare l’esibizione più apprezzata. Tra le novità di questa quindicesima edizione c’è un nuovo riconoscimento dedicato all’indimenticato baritono Claudio Desderi che del Concorso Giulio Neri fu primo direttore artistico, come sottolinea Eleonora Leonini: “Con questo un ulteriore premio che ho deciso di offrire personalmente vogliamo onorare la memoria di una figura tanto significativa per la nostra manifestazione, quanto preziosa per la cultura musicale”.

Il valore complessivo del montepremi si attesta quindi a 5.800 euro, tra gratificazioni in denaro e ruoli per concerti con compenso.

Il Sindaco Giacomo Grazi esprime i rallegramenti del Comune di Torrita di Siena per l’autorevolezza ormai acquisita dall’evento: “Il concorso intitolato al basso torritese Giulio Neri si afferma sempre più nel panorama lirico internazionale, come dimostra l’ampia rappresentanza geografica delle cantanti e dei cantanti iscritti; ma siamo anche orgogliosi di arricchire la proposta artistica della Valdichiana Senese che si appresta alla sfida della candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2026”.

L’organizzazione è affidata alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che, nelle parole della presidente Sonia Mazzini, rimarca la crescita continua della manifestazione: “Se il Concorso Giulio Neri riesce a rafforzare costantemente la sua credibilità, lo si deve al lavoro congiunto del nostro staff, della direzione artistica e del Comune di Torrita di Siena.”

THEY CALL IT JAZZ - Incontro dedicato al Jazz con Federica Zammarchi

JAZZ ZAMMARCHI 

Un incontro tra storia e pratica musicale dedicato al jazz per fare jazz insieme, con Federica Zammarchi docente dell'Istituto di Musica Henze e del Saint Louis College of Music (Roma). La partecipazione è gratuita, aperta a tutte e a tutti: non servono particolari requisiti o competenze.


SABATO 1 APRILE 2023 ore 15
Istituto di Musica Henze MONTEPULCIANO
(Via di Voltaia nel Corso, 59)

Ecco alcuni dei temi che potranno essere trattati:
- cenni storici e ascolti: Le work songs diventano il blues e incontrano la musica di Broadway;
- caratteristiche: poliritmia/armonia/improvvisazione, tutte e nessuna;
- cos’è e come si muove lo Swing;
- cos’è un Walking bass e come si costruisce;
- come accompagna un batterista, come si muovono le pelli
- la struttura del Blues
- le scale pentatoniche applicate e la scala blues
- gli standard

INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Toscana Summer Music 2023 - Campus Estivi di formazione musicale a Montepulciano

cantieri young1

Per l'estate 2023 Istituto di Musica H.W. Henze assicura ancora esperienze di studio e vacanza a Montepulciano. Sono due le proposte di campus estivo di formazione musicale rivolto a ragazzi e giovani con eccellenze della didattica musicale.


CANTIERI YOUNG dal 25 giugno al 2 luglio 2023

Una sezione pop, rock, jazz e produzione realizzato in collaborazione con Ricordi Music School per ragazzi da 8 a 18 anni di età.

E' previsto lo studio della musica jazz, pop, rock, e delle tecniche di produzione digitale. E ancora gruppi di percussioni, di chitarre o tastiere, musica da camera, band ed orchestre divise per fasce d’età e livello tecnico, per dare vita allo spettacolo finale.

E' richiesta una conoscenza base dello strumento con il quale si partecipa (almeno un anno di studio). Non sono richieste competenze particolari per chi si iscrive come cantante. 


ARCHILAB dal 9 al 16 luglio 2023

Un laboratorio per musica d'insieme rivolto a ragazzi 11 a 17 anni di età e dedicato agli strumenti ad arco, organizzato con la Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera Italiana.

Il corso si rivolge a giovani strumentisti ad arco (violino/viola/violoncello) che studino lo strumento da non meno di tre anni (o comunque che abbiano dimestichezza con la terza posizione, per il violino, con la quarta posizione per il violoncello e con i principali colpi d’arco, legato, balzato, etc.).


La logistica per i partecipanti che non risiedono nel territorio prevede un soggiorno a Chianciano Terme presso l'hotel 3*** Montecarlo, con piscina ad uso degli ospiti, con pasti in hotel e presso la mensa del Cantiere Internazionale d'Arte a Montepulciano. 
Le lezioni hanno sede nelle aule dell’Istituto di musica Henze. I concerti conclusivi, organizzati in collaborazione con il Comune di Montepulciano, sono allestiti nelle location più suggestive della città.

 

ISCRIZIONI ENTRO LUNEDÌ 15 MAGGIO 2023

MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI

ISTITUTO DI MUSICA H. W. HENZE, I VINCITORI DELLE BORSE DI STUDIO 2023

borse_studio_quadra_copia_2.jpg
 
Quindici riconoscimenti, per un totale di 3.750 euro, sono assegnati alle allieve e agli allievi dell'Istituto di Musica Henze che si sono distinti nell'anno 2022-23.
Domenica 19 marzo, alle ore 17.30, l'opulento Concerto delle Borse di Studio festeggia al Teatro Poliziano tutte le esecuzioni musicali.
 
Miglior Allievo
Sara Mazzetti - Pianoforte
Prof. Alessio Tiezzi
 
Premio Allievo più piccolo
Annagabry Franzoso - Violoncello
Prof.ssa Katie Bruni
 
Sez. Pianoforte, Organo e Fisarmonica
Davide Calvarese - Pianoforte
Prof. Massimiliano Cuseri
 
Sez. Archi
Gabriele Cavalletti - Violoncello
Prof.ssa Katie Bruni
 
Sez. Fiati
Nicole Ciacci - Flauto
Prof.ssa Maria Chiara Belardi
 
Sez. Arpa, Chitarra classica e Percussioni
Ambra Grazi - Arpa
Prof.ssa Elisa Frandi
 
Sez. Canto lirico e Canto moderno
Greta Formichi - Canto Moderno
Prof.ssa Chiara Franceschelli
 
Sez. Strumenti Moderni
Alessandro Mazzetti - Chitarra el.
Prof. Diego Perugini
 
Sez. Musica da camera
Tryades
Claudia Capuano
Rebecca Parissi
Viviana Ceppari
Prof.ssa Elisa Frandi
 
Sez. Gruppi Rock-Pop-Jazz
Justrings
Amirante Aurora Elisa
Calvarese Davide
Canapini Niccolò
Casucci Sauro
Luciano Cloe
Prof. Diego Perugini
 
Attestato di merito Miglior adulto
Ettore Paolucci - Pianoforte
Prof. Lorenzo Magi
 
Menzione speciale Sez. Fiati
Anna Monaci - Flauto
Prof.ssa Maria Chiara Belardi
 
Premio speciale Orchestra Poliziana
Giovanna Gambacciani - Violoncello
 
Premio speciale Giuria
Anthea Batalocco - Arpa
Alessio Wang – Dj-Producer e batteria
Romeo Rossi - Violino
Sauro Casucci - Chitarra classica
 
Menzione d'onore
Orchestra Junior
Coro Voci Bianche
Prof.ssa Chiara Giorgi

ISTITUTO DI MUSICA H. W. HENZE, IL REGOLAMENTO PER LE BORSE DI STUDIO 2023

  foto per borse di studio

Le borse di studio sono rivolte a tutti gli allievi dell’Istituto di Musica “Henze” di Montepulciano, di età non superiore ai 26 anni (ad esclusione della speciale sezione adulti senza borsa), che devono essere presentati dal proprio insegnante con apposito modulo da inoltrare entro sabato 25 febbraio.

Le audizioni si svolgono sabato 4 marzo, i vincitori si esibiranno nel concerto delle premiazioni in programma domenica 19 marzo alle ore 17.30. 

>> SCARICA QUI IL REGOLAMENTO UFFICIALE

Quest'anno sono previste 12 borse e un montepremi complessivo di 3550 euro:

- per il miglior allievo dell’Istituto, offerta dalla Fondazione Cantiere e intitolata a Guido Masneri (€ 400);

- per il miglior allievo più piccolo (€ 150);

- per la sezione Musica da Camera (€ 300);

- per la sezione Gruppi Rock-Pop-Jazz (€ 300);

- per il miglior allievo della sezione degli archi (€ 300);

- per il miglior allievo delle classi di pianoforte (classico), organo e fisarmonica (€ 300);

- menzione speciale per la sezione pianoforte (€ 200);

- per il miglior allievo delle classi di strumenti a fiato (€ 300);

- menzione speciale (€ 200);

- per il miglior allievo delle classe di canto lirico e arpa (€ 300);

- per il miglior allievo delle classi di chitarra, percussioni e sezione moderna e jazz (€ 300);

- attestato di merito per il miglior allievo adulto (senza limiti d’età) dell’Istituto (senza borsa in danaro).

Ulteriori premi per un totale di 500 euro sono offerti dal Maestro Detlev Glanert e saranno assegnati a discrezione della giuria.

AUDIZIONE PIANISTICA PER IL 48° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE, CON PREMI PER 1°, 2°, 3° CLASSIFICATO

audizione pianistica2023L'Associazione 50&Più Arezzo promuove, insieme alla Fondazione Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano, un’audizione riservata a giovani pianisti nati tra il 1° gennaio 1996 e il 31 dicembre 2004.

Il vincitore si esibirà come solista nell'ambito del 48° Cantiere Internazionale d'Arte e riceverà un premio/rimborso spese fino a un massimo di 700 euro. Al secondo e terzo classificato andranno premi/rimborso spese rispettivamente fino a 300 e 200 euro.

La giuria è composta da:
- M° Mauro Montalbetti (direttore artistico 48° Cantiere Internazionale d'Arte)
- M° Alessandra Ammara
- M° Pier Narciso Masi
- M° Luigi Tanganelli

L’audizione avrà luogo sabato 22 aprile, presso l’Auditorium Giovanni Falcone – Istituto di Musica H.W. Henze a Montepulciano. I partecipanti dovranno esibirsi eseguendo a memoria un programma di durata compresa tra i 45 e i 60 minuti di brani e/o arrangiamenti editi.

SCARICA QUI IL BANDO DI CONCORSO

ISCRIZIONI ONLINE entro lunedì 17 aprile 2023

Info: Tel. 388 7562523 - 0575 354292 – Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Andrea Pennacchi in “Mio padre - appunti sulla guerra civile” al Teatro Poliziano domenica 26 marzo

Andrea Pennacchi

Noto per la sua capacità di proporre il teatro di parola anche nella tv generalista, Andrea Pennacchi è un narratore popolare nell’umorismo e raffinato nella sensibilità. In questo caso tratteggia la storia di suo padre, partigiano deportato nel campo di concentramento di Ebensee. L’espressione dialettale e la levità delle battute inducono al sorriso, pur affrontando l’abominio nazista e l’impietosa lotta per la sopravvivenza. Come Telemaco, Andrea Pennacchi si mette alla ricerca del padre e del sua prigionia, ma più ancora della sua Odissea di ritorno in un'Italia devastata, sperando di trovare un insegnamento su come si mettono a posto le cose.

 

DOMENICA 26 MARZO '23 - ore 21.15
MIO PADRE - Appunti sulla guerra civile
Andrea Pennacchi

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

Lino Guanciale e Montanari "L'uomo più crudele del mondo" giovedì 16 marzo al Poliziano

uomo più crudele del mondo

Il volto celeberrimo di Lino Guanciale interpreta Paolo Veres, proprietario senza scrupoli della più importante fabbrica d’armi che ci sia in Europa: è considerato per ciò “l’uomo più crudele del mondo”. Ad intervistarlo viene inviato un giovane giornalista locale, ruolo affidato a Francesco Montanari. In una stanza spoglia di un capannone abbandonato, ha inizio un confronto serrato nel corso del quale i due protagonisti si confrontano sul senso della giustizia e sul significato della parola umanità. Man mano che si svelano le rispettive personalità, i ruoli di vittima e carnefice iniziano a confondersi, fino a un epilogo finale che ribalterà ogni prospettiva.

GIOVEDÌ 16 MARZO '23
L'UOMO PIÙ CRUDELE DEL MONDO
testo e regia Davide Sacco
Lino Guanciale, Francesco Montanari

 

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

 

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

Antonio Rezza porta in scena "Pitecus" al Teatro Poliziano sabato 11 febbraio

pitecus

Binomio ineguagliabile del teatro contemporaneo, Antonio Rezza e Flavia Mastrella vantano il Leone d’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia. Presentano qui Pitecus, il loro titolo di culto che ridicolizza l’uomo e le sue perversioni. È un andirivieni di personaggi che vivono in un microcosmo disordinato: si susseguono stracci di realtà e sublimi cattiverie che rendono comici e aggressivi anche argomenti delicati. Tutta questa umanità, bruttina somaticamente e interiormente, sprigiona qualunquismo e sprofonda nell’anonimato, pur convincendosi nel suo narcisismo di essere originale, contemporanea e, nei casi più sfacciati, persino avanguardista.

 

SABATO 11 FEBBRAIO '23
PITECUS
Antonio Rezza

quadri di scena Flavia Mastrella • (mai) scritto da Antonio Rezza
assistente alla creazione Massimo Camilli
produzione REZZAMASTRELLA - TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello

 

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

 

Paolo Fresu e Ugo Dighero in "Tango Macondo", al Teatro Poliziano giovedì 2 febbraio

tango macondo

Spettacolo tra i più attesi dell’anno, Tango Macondo unisce recitazione, musica e danza. Paolo Fresu, trombettista tra i più illustri del jazz europeo, ha concepito le musiche di scena che esegue dal vivo insieme al bandoneon e all’organetto, in un dialogo tra le atmosfere del tango e le melodie popolari della Sardegna. La vicenda è infatti ispirata a "Il venditore di metafore" di Salvatore Niffoi, storia del contadino cantastorie Matoforu e del suo grande amore Anzelina Bisocciu. Dal misterioso carnevale della Barbagia all’immaginaria destinazione di Macondo, il viaggio dei due innamorati è scandito da Ugo Dighero, Rosanna Naddeo e Paolo Li Volsi, con i quattro danzatori che conferiscono al racconto una dimensione fiabesca.

 

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO '23
TANGO MACONDO
musiche originali Paolo Fresu 
con Ugo Dighero, Rosanna Naddeo, Paolo Li Volsi

con Paolo Fresu tromba e flicorno, Daniele di Bonaventura bandoneon, Pierpaolo Vacca organetto
danzatori Luca Alberti, Alice Pan, Valentina Squarzoni, Francesca Zaccaria
coreografie Giovanni Di Cicco in collaborazione con DEOS, scene Marcello Chiarenza
disegno luci Aldo Mantovani, costumi Francesca Marsella, produzione Teatro Stabile di Bolzano

 

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

 

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

PREMIO DIRITTO ALLA MUSICA 2022 A FRANCO CARONI - Domenica 18 dicembre, la cerimonia nel corso del Concerto di Natale

Concerto Natale Chiesa Gesu 21

È Franco Caroni, storico fondatore e direttore dell’esperienza di Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz, il premio Diritto alla Musica 2022. Il riconoscimento, istituito a Montepulciano per celebrare la Festa della Toscana, è attribuito alle personalità musicali capaci di trasmettere i principi universali del dialogo e del confronto attraverso la musica. La cerimonia avverrà sabato 18 dicembre alle 17.00, presso la Chiesa del SS. Nome di Gesù, nel corso del concerto sinfonico-corale natalizio che presenta pagine di Mozart, Schubert e Betinis (ingresso gratuito).

L’appuntamento è istituito da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e Comune di Montepulciano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana; Franco Caroni sarà premiato dalle istituzioni regionali e poliziane: la gratificazione è un’opera firmata dall’artista Marinella Caslini / Disgrafica che ha realizzato il grifo poliziano su carta ricavata da spartiti musicali.

L’evento abbina quindi il valore civico e l’esecuzione musicale dal vivo affidata agli organici del territorio: Orchestra Poliziana, Corale Poliziana, Coro Giovanile della Valdichiana e Coro di Voci Bianche si riuniscono per promuovere il confronto artistico, sotto la direzione di Alessio Tiezzi.

Il concerto natalizio, tradizionalmente promosso dall’Associazione Amici dell’Istituto di Musica, si apre con la Sinfonia n. 29, nella quale Wolfgang Amadé Mozart dimostra la sua maturità compositiva, evidenziando un rinnovato vigore dialettico dei temi, una consapevolezza polifonica e una maggiore densità dello spessore sonoro. Nella seconda parte, la spiritualità natalizia si esprime nella Messa D 452 per soli, coro e orchestra di Franz Schubert che impegna nei ruoli solisti il soprano Chiara Franceschelli (docente dell’Istituto di Musica Henze) e il mezzosoprano Chiara Scannapieco (già allieva della scuola poliziana, attualmente al Conservatorio); i registri maschili sono invece quelli di Matteo Tavini, giovane tenore già apprezzato dalla critica al Cantiere Internazionale d’Arte, e di Matteo Mencarelli, acclamato niente meno che da Leo Nucci come vincitore del Concorso di Canto Lirico Giulio Neri.

Un ulteriore messaggio umanistico arriva dai gruppi corali, preparati da Judy Diodato e Chiara Giorgi, con il brano “Love is love” che la quarantenne compositrice statunitense Abbie Betinis ha dedicato alle vittime e ai sopravvissuti dell’odio: “L’amore è infatti la cosa più coraggiosa che possiamo fare”.

A sottolineare il senso del progetto, interviene Sonia Mazzini, presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte: “Vogliamo attribuire una gratificazione tanto significativa alla personalità appassionata e preziosa di Franco Caroni, assegnandogli il premio Diritto alla Musica nell’ambito del Concerto di Natale che testimonia il lavoro svolto dai nostri musicisti, giovani e giovanissimi, poiché siamo convinti che la dimensione collettiva della musica favorisca la convivenza sociale e culturale”.

XV Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri, Torrita di Siena, 30 marzo - 2 aprile 2023

 
GIULIO NERI 23 WEB
Il Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - XV edizione si svolge a Torrita di Siena da giovedì 30 marzo a domenica 2 aprile 2023. L'evento lirico, ormai tra i più autorevoli e partecipati, vanta una giuria sempre più prestigiosa.
 
GIURIA
La giuria vanta personalità rilevanti della cultura musicale:
- presidente Leo Nucci (baritono)
- Andrea Castello (direttore artistico Vicenza in Lirica, presidente Archivio storico Tullio Serafin)
- Eleonora Leonini (direttore artistico Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri)
- Bruno De Simone (baritono)
- Tiziana Tramonti (soprano e docente alla Scuola di Musica di Fiesole)
- Riccardo Zanellato (basso)
 
MONTEPREMI
Aumenta il montepremi fino a 5.800 euro, con l'attribuzione di 8 premi in denaro, più uno ruolo con compenso.
Si tiene al Teatro degli Oscuri, in Piazza Matteotti, la manifestazione organizzata da Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, con la direzione artistica dal maestro Eleonora Leonini
 

Marisa Laurito al Teatro Poliziano con "Persone naturali e strafottenti" martedì 17 gennaio

 

Una commedia esilarante, cruda e poetica, tra le più chiacchierate dell’autore Giuseppe Patroni Griffi. La capocomica Marisa Laurito, forte della sua onorata carriera, condivide la scena con la rivelazione del cinema Giovanni Anzaldo, con quel Livio Beshir ben presente tra film e serie tv, e con il co-protagonista Giancarlo Nicoletti che firma anche la regia di quest’opera ambientata a Napoli nella notte di Capodanno. In un appartamento, Donna Violante, ex serva in un bordello, discute con il femminiello Mariacallàs, tra ironia e cattiveria, mentre uno studente in cerca di libertà e uno scrittore ubriaco inseguono momenti di ebbrezza.

MARTEDÌ 17 GENNAIO '23
PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI
Marisa Laurito, Giancarlo Nicoletti
di Giuseppe Patroni Griffi

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

DOMENICA 18 DICEMBRE NELLA CHIESA DEL SS. NOME DI GESÙ IL CONCERTO DI NATALE 2022

NATALE 2022 WEB

 

Il Concerto di Natale 2022 è in calendario domenica 18 dicembre, alle ore 17.00, nella Chiesa del SS. Nome di Gesù, a Montepulciano. Per questo evento musicale che celebra lo spirito natalizio, è prevista l'esecuzione di musiche di Mozart e Schubert.

Orchestra e Corale Poliziana
Alessio Tiezzi direttore
Judy Diodato, Chiara Giorgi direzione dei cori
Chiara Franceschelli soprano
Chiara Scannapieco mezzosoprano
Matteo Tavini tenore
Matteo Mencarelli basso
Con la partecipazione di Coro Giovanile Valdichiana e Coro di Voci Bianche

 

 - ingresso libero -

 

SEMPRE VERDI - UN RISORGIMENTALE CONCERTO DI SANTA CECILIA DOMENICA 27 NOVEMBRE

SANTACECILIA2022 locandina

“Sempre Verdi” è il titolo del Concerto di Santa Cecilia, edizione 2022, che sarà presentato dall’Istituto di Musica Henze. I capolavori senza tempo di Giuseppe Verdi scandiscono infatti il pomeriggio musicale in agenda per domenica 27 novembre, alle 17. L’appuntamento è al Teatro Poliziano che torna ad accogliere gli organici, i giovani talentuosi e i docenti dell’istituzione di Montepulciano.
Brani celeberrimi e arrangiamenti originali costituiscono un programma che interpreta arie e temi tratti da opere popolari quali Traviata, Nabucco e Rigoletto, passando per Ernani e Un ballo in maschera, fino alla leggenda di Aida, intesa sia come opera verdiana, sia come canzone memorabile di Rino Gaetano.

Si esibiscono dal vivo le formazioni più esperte e quelle composte da giovani e giovanissimi. Per l’immancabile “Va’ pensiero”, si uniscono ad esempio, dirette da Judy Diodato, la Corale Poliziana e il Coro Giovanile della Valdichiana insieme alle bambine e ai bambini del Coro di Voci Bianche ai quali è anche affidata l’apertura con “Zitti, zitti, moviamo a vendetta” (da Rigoletto).  La Banda Poliziana esegue invece un medley verdiano diretto da Giacomo Valentini, mentre l’Orchestra Junior condotta da Chiara Giorgi incede con la “Marcia trionfale” di Aida. Oltre ai diversi solisti che si distinguono nel canto lirico, al violoncello o al pianoforte, si rafforza il vivaio di arpe che collabora dapprima con una compagine vocale e poi con una sezione di violoncelli per un’inedita versione di “Noi siamo zingarelle” arrangiata appositamente da Elisa Frandi. Si rinnova l’impegno dell’ensemble di chitarre guidato da Francesco Manneschi, ma debutta poi un insieme di fiati preparato da Paolo Vaccari. Sul finale si addensano le atmosfere pop-rock con “Aida” di Rino Gaetano, pezzo di culto del cantautorato, per poi concludere con “Take the A(ida) train”, un’elaborazione dello standard jazz portato al successo da Ella Fitzgerald e Duke Ellington, qui riveduto dalla band dei docenti della sezione moderna.

Il direttore dell’Istituto di Musica Henze, Alessio Tiezzi, rivendica la capacità di sperimentazione dei diversi gruppi legati alla scuola poliziana: “Allievi e insegnanti si sfidano adattando temi celebri, in un omaggio a Giuseppe Verdi, reso ancor più accattivante dagli organici misti, come violoncelli e arpe, Orchestra Junior e gruppo di ottoni, arpe e coro. È un gioco musicale di dialoghi inusuali, impreziosito da rivisitazioni solistiche per violoncello e pianoforte, duetti per flauto e altre sorprese che il pubblico potrà scoprire in un evento tradizionalmente atteso e partecipato”.

SEMPRE VERDI
Un risorgimentale concerto di Santa Cecilia
DOMENICA 27 NOVEMBRE, ore 17
TEATRO POLIZIANO Montepulciano

DIREZIONE CONSERVATORIO - I NUOVI PERCORSI PROPEDEUTICI ALL’ALTA FORMAZIONE MUSICALE

A partire dall’anno scolastico 2022/2023, l'Istituto di musica “Henze” propone specifici percorsi propedeutici, organizzati in tre periodi di studio e suddivisi in otto livelli di competenza, con l’obiettivo di fornire una formazione adeguata e coerente per l’ammissione ai Corsi Accademici di Triennio di I livello dei Conservatori statali di Musica - Istituti A.F.A.M. (Alta Formazione Artistica e Musicale)

Le specifiche attività formative vengono attivate al fine di valorizzare e favorire la formazione accademica di giovani studenti, che siano dotati di particolari e spiccate attitudini e capacità artistico-musicali e manifestino il desiderio di intraprendere un percorso professionalizzante legato al proprio strumento musicale.

Il percorso di studio proposto si struttura a partire dalla didattica dello strumento principale, e prevede la frequenza di materie complementari teoriche e pratiche che arricchiscono e completano l’istruzione generale musicale.

I Percorsi Propedeutici pre A.F.A.M dell’istituto sono articolati in tre periodi di studio:

  • Periodo Base composto da tre livelli finalizzati all’acquisizione di una conoscenza basilare dello strumento, dei termini e delle notazioni musicali generali, di un iniziale metodo di studio, e di abilità tecniche elementari dello strumento studiato. Fino da questo primo periodo è previsto lo studio di materie complementari necessarie a migliorare le capacità percettive musicali.
  • Periodo Intermedio composto da due livelli di competenze che definiscono aumentate abilità tecniche, specifiche conoscenze timbriche ed espressive dello strumento principale e favoriscono l’inizio della definizione di un metodo di studio più autonomo e strutturato. Le materie complementari che affiancano tale periodo permettono di innalzare il livello qualitativo dell’istruzione musicale.
  • Periodo Avanzato, ultimo periodo del percorso propedeutico, è composto da tre livelli nei quali lo studio della materia principale e delle materie complementari definiscono per ogni allievo l'acquisizione di una maturazione di studio e di interpretazione necessarie a sviluppare capacità critiche e di esecuzione, conoscenze stilistiche e tecniche avanzate del proprio strumento.

È possibile intraprendere i Percorsi Propedeutici dell’Istituto, indicativamente, a partire dai 10 anni di età. Per gli allievi più giovani interessati ad intraprendere questo percorso, è previsto un Periodo di Avviamento e di sviluppo di primarie attitudini musicali e strumentali.

Al termine di ogni periodo di studio di Base, Intermedio e Avanzato è previsto un esame di profitto che verifichi le competenze acquisite rispettivamente del terzo, del quinto e dell’ottavo livello.

SCARICA I PROGRAMMI:

DIPARTIMENTO CLASSICO  

DIPARTIMENTO JAZZ-POP-ROCK

Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi aprono la stagione del Teatro Poliziano l'8 dicembre

guzzanti tirabassi

Per la prima volta arriva a Montepulciano Sabina Guzzanti, autrice e interprete, insieme a Giorgio Tirabassi, di uno spettacolo deliberatamente provocatorio e irriverente. È un tributo al testo dissacrante “Insulti al pubblico” del drammaturgo austriaco Peter Handke. Una performance che, grazie all’energia e alla libertà creativa di Sabina Guzzanti, riesce a prendere di mira le abitudini e il torpore intellettuale degli spettatori, coinvolgendoli in un gioco divertente e imprevedibile. È un gioco, certamente, che però sa essere anche un serissimo confronto sul teatro e la sua essenza.

GIOVEDÌ 8 DICEMBRE '22
LE VERDI COLLINE DELL’AFRICA

Sabina Guzzanti, Giorgio Tirabassi

scritto e diretto da Sabina Guzzanti
produzione Pierfrancesco Pisani, Isabella Borettini per Infinito Teatro e Argot Produzioni

INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

biglietto online 22 23

STAGIONE TEATRALE 2022-23 - QUI TUTTI GLI SPETTACOLI

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro

Il Coro Dulcis Memoria in concerto a Montepulciano domenica 23 ottobre

coro ginevra

Il coro Dulcis Memoria da Ginevra arriva a Montepulciano per presentare il suo nuovo repertorio, composto da musiche antiche e composizioni contemporanee. All'ensemble diretto da Augustin Laudet si unisce per l'occasione la Corale Poliziana.
 

Domenica 23 ottobre ore 17.30 - Chiesa del SS. Nome di Gesù 

Dulcis Memoria
Augustin Laudet, direzione

ingresso gratuito

Stagione Teatrale 22/23: tutte le celebrità del Teatro Poliziano a Montepulciano

stagione2022 23quadra1

STAGIONE TEATRALE 2022-23
programma completo qui

Il Teatro Poliziano presenta un cartellone ricco di celebrità per la stagione 2022-23 che vuole rilanciare la qualità artistica e la partecipazione popolare. Alternando i diversi generi dell’espressione teatrale, la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte afferma l’intento di mantenere la propria autonomia culturale, con un programma che si rivolge ai diversi pubblici di Montepulciano e del territorio. È proprio incentrato sugli spettatori il debutto con Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi, mentre per la commedia ci si affida a Marisa Laurito. A ritmo di tango incedono prosa, musica e danza con Paolo Fresu, Ugo Dighero e altri otto interpreti, per poi lasciare la scena al sodalizio più dirompente degli ultimi vent’anni, quello di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Leoni d’oro alla carriera; saranno poi Lino Guanciale e Francesco Montanari a mettere in scena un confronto avvincente, fino all’ultimo atto che evidenzia la narrazione ironica e profonda di Andrea Pennacchi. Per i sei appuntamenti in programma, gli abbonati della stagione precedente potranno confermare i propri posti.

Nella serata inaugurale, giovedì 8 dicembre alle 21.15, si rivolgono direttamente alla platea i due ben noti protagonisti: Sabina Guzzanti arriva per la prima volta a Montepulciano insieme a Giorgio Tirabassi con Le verdi colline dell’Africa”, una pièce divertente e irriverente che elabora il testo di culto Insulti al pubblico di Peter Handke. 

È una commedia con tutti i crismi “Persone naturali e strafottenti”, in agenda per martedì 17 gennaio 2023; forte della sua esperienza nelle diverse declinazioni dello spettacolo, la capocomica Marisa Laurito sarà affiancata da Giovanni Anzaldo, Livio Beshir e Giancarlo Nicoletti, il quale firma anche la regia di un titolo che ha contribuito ai successi del suo autore Giuseppe Patroni Griffi.

Giovedì 2 febbraio c’è “Tango Macondo - il venditore di metafore”, spettacolo tra i più attesi dell’anno nelle scene nazionali, un progetto che coniuga recitazione, musica e coreografie, coinvolgendo Paolo Fresu (trombettista tra i più autorevoli del jazz europeo), gli attori Ugo Dighero, Rosanna Naddeo e Paolo Li Volsi, i danzatori Luca Alberti, Alice Pan, Valentina Squarzoni e Francesca Zaccaria; il contrappunto tra il bandoneon di Daniele Bonaventura e l’organetto di Pierpaolo Vacca scandisce un viaggio che arriva nella città immaginaria di Macondo; da un romanzo di Salvatore Niffoi, è Giorgio Gallione a curare drammaturgia e regia.

Binomio ineguagliabile del teatro contemporaneo, Antonio Rezza e Flavia Mastrella, si muovono tra palcoscenici, cinema e libri, potendo vantare il Leone d’oro alla carriera che ne suggella il prestigio: al Poliziano propongono sabato 11 febbraio “Pitecus”, un andirivieni di personaggi in un microcosmo disordinato.

Giovedì 16 marzo tocca a Lino Guanciale e Francesco Montanari, due mattatori affermatisi nel grande schermo e in quello piccolo, qui impegnati in un dialogo serrato tra un giornalista d’inchiesta e colui che viene considerato “L’uomo più crudele del mondo”, una definizione che dà il titolo allo spettacolo scritto e diretto da Davide Sacco.

La serata conclusiva, domenica 26 marzo, annovera una figura illustre che porta anche in tv il suo teatro di parola: si tratta di Andrea Pennacchi che in questa occasione interpreta “Mio padre - appunti sulla guerra civile”, una ricerca intessuta tra eventi storici e affetti personali, impreziosita dalle esecuzioni musicali di Giorgio Gobbo, Graziano Colella e Gianluca Segato.

 

 

Info e prenotazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
settore 1: 90 euro | settore 2: 75 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro

PROMOZIONE Under 30
Abbonamento > settore 1: 75 euro | settore 2: 50 euro
Singoli spettacoli (solo settore 2): 10 euro


 Gli abbonati della stagione 2021-22 possono confermare il proprio posto fino a lunedì 7 novembre 22

ISTITUTO DI MUSICA H. W. HENZE, APERTURA DELLE ISCRIZIONI PER L'ANNO SCOLASTICO 2022-23

L'equilibrio della musica! L'Istituto di Musica “Hans Werner Henze” presenta un nuovo anno scolastico fatto di serenità, entusiasmo e opportunità per le allieve e gli allievi. 

Aule moderne e accoglienti, insegnanti preparati e affidabili, organizzazione curata e dinamica: la scuola musicale di Montepulciano rafforza la sua autorevolezza anche grazie alle convenzioni con l'Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci e Siena Jazz. 

L'equilibrio della musica si vive quindi in un contesto sereno e creativo, adeguato alle esigenze dei ragazzi e delle famiglie.

Oltre alla sede poliziana, si rafforzano le sezioni distaccate di Cetona e Sarteano, facendo dell'Istituto di Musica Henze un centro d’eccellenza per tutto il territorio: sono infatti coinvolti nella didattica musicale oltre 1.000 allievi, tra corsi individuali, corsi collettivi e attività nelle scuole pubbliche e private.


OPEN DAY

Domenica 25 settembre 2022, dalle 15.00 alle 19.00
presso Istituto di Musica Henze, via di Voltaia nel Corso, 57 (ex tribunale)
Gli insegnanti presentano i corsi e l'offerta didattica. L'equilibrio della musica!

ISCRIZIONI
Per le iscrizioni, la segreteria dell'Istituto di Musica H. W. Henze è aperta
dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30

> Via di Voltaia nel Corso, 57 - Montepulciano (Si)
> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
> tel. 0578 758416 | cell. +39 347 7419459

INIZIO LEZIONI
Lunedì 3 ottobre 2022



I 40 insegnanti dell’Istituto di Musica Henze sono selezionati tra i professionisti più accreditati della Toscana, così da garantire una formazione autorevole, sia per gli insegnamenti classici, sia per la sezione moderna e jazz. L’Istituto di Musica Henze assicura un percorso di studi che è ha il valore dei Corsi di Formazione Pre-Accademica (CFP): grazie alla convenzione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena, la didattica della scuola poliziana è allineata agli standard di tutti i Conservatori d’Italia (leggi qui la convenzione ufficiale). 

L'Istituto di Musica Henze aderisce dal 2015 al forum OSI - Orff-Schulwerk Italiano promuovendo così la formazione di operatori musicali e insegnanti.

E poi ci sono i diversi ensemble, le formazioni musicali dove gli iscritti possono divertirsi a fare musica insieme: dall’Orchestra in classe alla Banda Poliziana, dal Coro delle Voci Bianche all’Orchestra Poliziana, c’è musica per tutte le età all’Istituto Henze di Montepulciano. 


Il direttore dell'Istituto di Musica Hans Werner Henze è il maestro ALESSIO TIEZZI

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO DELL'ISTITUTO DI MUSICA


  Logo Siena Jazz  

L'Istituto di Musica Henze è convenzionato
con Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci e Siena Jazz - Accademia nazionale del Jazz

LogoOsi

L'Istituto di Musica Henze aderisce al
forum OSI - Orff-Schulwerk Italiano

ORCHESTRA DELLA TOSCANA E MARI KODAMA IN PIAZZA GRANDE DOMENICA 31 LUGLIO PER IL CONCERTO DI CHIUSURA DEL 47° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Si preannuncia un evento memorabile il concerto di chiusura del 47° Cantiere Internazionale d'Arte, domenica 31 luglio, con l’Orchestra della Toscana diretta in Piazza Grande da Marc Niemann e con il virtuosismo solistico di Mari Kodama, pianista statunitense tra le più richieste al mondo. Alla ricchezza timbrica della partitura di Silvia Colasanti, seguiranno l’incandescente terzo concerto per pianoforte di Prokofiev e la maestosa terza sinfonia di Schumann.

 ACQUISTA I BIGLIETTI ONLINE 

MONTEPULCIANO - Piazza Grande, ore 21.30
Concerto di Chiusura

ORCHESTRA DELLA TOSCANA
Mari Kodama pianoforte
Marc Niemann direttore


Silvia Colasanti (1975)
Cede pietati, dolor da Le anime di Medea

Sergej Prokofiev (1891 - 1953)
Concerto n. 3 in do maggiore per pianoforte e orchestra, op. 26

Robert Schumann (1810 - 1856)
Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore Renana, op. 97

{basicyoutube}rIj7uzK8Qx4{/basicyoutube} 

 

CAMERA OBSCURA, ANTEPRIMA INTERNAZIONALE DI DANZA AL TEATRO POLIZIANO PER IL 47° CANTIERE

"Davanti all'obiettivo io sono contemporaneamente: quello che io credo di essere, quello che vorrei si creda io sia, quello che il fotografo crede io sia, e quello di cui egli si serve per far mostra della sua arte"
 
Da queste parole di Roland Barthes scaturisce la coreografia Camera Obscura, che la Compagnia di danza MP3 Dance Project presenta come anteprima internazionale al 47° Cantiere, sabato 30 luglio al Teatro Poliziano grazie al coordinamento artistico di Azzurra Di Meco.
La creazione, sulle musiche di Bergmann, è ideata da Michele Pogliani, che la interpreta insieme a Lorenzo Ganni, Giovanni Marino, Agnese Trippa.
 
 

LE FOTO DEL CONCERTO IN SAN BIAGIO, L'APPUNTAMENTO PIÙ SOLENNE AL CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Il Concerto in San Biagio di domenica 24 luglio si è confermato come il più solenne tra gli appuntamenti del Cantiere Internazionale d'Arte. L'Orchestra Poliziana, diretta da Marc Niemann, ha eseguito un programma introdotto dall'Ouverture n. 1 da Leonore di Beethoven, dopodichè l'atmosfera novecentesca del brano Quiet City di Aaron Copland ha evidenziato la qualità delle soliste Raffaella Farina alla tromba e Irene Fiorino al corno inglese. Nella seconda parte è stato proposto l'Egmont di Beethoven, una rarità in cui la voce recitante di Andrea de Luca, a scandire i versi di Goethe, ha incontrato quella del soprano danese Signe Heiberg.

GALLERY DI IRENE TRANCOSSI

KAMMERMUSIK 1958, I LIEDER DI HENZE IN FORMA SCENICA AL TEATRO POLIZIANO IL 27 LUGLIO PER IL 47° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Al Teatro Poliziano è iniziato l'allestimento per Kammermusik 1958, il monodramma tratto dal ciclo di lieder di Hans Werner Henze, che la regia di Stefania Bonfadelli presenta nella narrazione di un dialogo ideale tra musica, quella eseguita dalla formazione Dresdner Sinfoniker diretta da Marc Niemann, con il tenore Leonardo Cortellazzi, e azione scenica, dove si colloca Alessandro Pasini.

In linea con il Manifesto di Henze, partecipano alla rappresentazione due performer di teatro danza, Emma Bali e Bernardo Messeri, individuati tra le realtà artistiche del territorio; le scene e i costumi sono realizzati dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Macerata coordinati da Domenico Franchi.

{basicyoutube}MHflhC50ny4{/basicyoutube}

TUTTI I DETTAGLI
 
BIGLIETTI ONLINE
 

3//Decameron, il Decameron della Nuova Accademia degli Arrischianti al Castello di Sarteano per il 47° Cantiere Internazionale d'Arte

Le novelle di Boccaccio hanno iniziato a prendere vita al Castello di Sarteano nella versione teatrale del Decameron proposta dalla Nuova Accademia degli Arrischianti con la regia di Laura Fatini. Dopo la prima settimana di rappresentazioni, ancora dal 29 al 31 luglio il pubblico può scoprire 3//Decameron, seguendo negli spazi del Castello attori e musicisti, di novella in novella.
 
 
 
GALLERY DI MARIA LUISA MAZZIOTTI

La grande danza al 47° Cantiere Internazionale d'Arte venerdì 22 luglio in Piazza Grande

Venerdì 22 luglio, alle 21.30, nella piazza principale di Montepulciano è il momento della grande danza, con due diverse coreografie.

Si inizia con Ototeman, proposta per la prima volta in Italia dalla COB-Compagnia Opus Ballet, di e con Sofia Galvan e Stefania Menestrina, guidate dalla direttrice artistica Rosanna Brocanello che delinea l’idea del lavoro: “Le due interpreti hanno completa libertà fisica e concettuale. Un flusso di movimento che ha portato alla creazione di immagini mutaforme che appaiono e scompaiono esattamente come nascono. Tra queste, di maggior ispirazione è stata la figura del totem, un’entità naturale o soprannaturale con un significato simbolico che viene evocata dentro di sé. Lo spirito-guida è in questo caso una versione leggera, ironica, complice e spensierata di loro stesse.”

A chiudere l’evento ci sono due stelle della danza internazionale: Silvia Azzoni e Oleksander Ryabko principal dancers dell’Hamburg Ballett John Neumeier, una delle più prestigiose istituzioni del mondo. Echoes of life è il titolo dello spettacolo che unisce le creazioni di Kristina Paulin, Marc Jubete e Thiago Bordin; l’estetica neoclassica si staglia sulla musica dal vivo eseguita dal pianista Michal Bialk che esegue brani di Debussy, Glass, Schumann, Rachmaninoff, Schubert, Tscherepnin, Ravel, Bach; con il coordinamento artistico di Azzurra Di Meco.

FOTO DI IRENE TRANCOSSI

 

Due opere di teatro musicale inedite al Poliziano giovedì 21 luglio per il 47° Cantiere Internazionale d'Arte

Su commissione del 47° Cantiere Internazionale d'Arte, Sara Stevanovic e Virginia Guastella firmano musiche e libretto di due nuove opere di teatro musicale che approfondiscono il tema del ricordo.
Between mirrors: memories blundering mergeL’ombra di un meriggio lontano sono i titoli delle due opere presentate in prima assoluta al Teatro Poliziano giovedì 21 luglio; le regie sono assegnate rispettivamente a Barbara Di Lieto ed Eva Marie Melbye, mentre per le parti musicali sarà in buca l’Altrevoci ensemble diretto da Francesco Bossaglia.
Per la prima partitura l'interpretazione è di Laura Zecchini; per la seconda di Danilo Pastore e Maria Eleonora Caminada.
Scene, costumi e luci sono a cura degli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Macerata, sotto la guida di Domenico Franchi e Gianni Giaccio Trabalzini.
 
 

Between mirrors: memories blundering merge si riferisce a un’ipotesi che afferma che un giorno non così lontano l’umanità potrebbe perdere completamente la capacità di creare ricordi a lungo termine. La protagonista principale, che vive in un ipotetico futuro, descrive la sensazione di un vuoto, di essere in continua ricerca. I suoi sensi sono in grado di riconoscere le cose già vissute, ma la sua mente è incapace di creare un immaginario e di collegare lo stimolo esterno a un ricordo. Ma senza ricordi la mente sarebbe in grado di percepire con assoluta chiarezza?

Sara Stevanovic

 

L’ombra di un meriggio lontano percorre simbolicamente la poetica di Amelia Rosselli, figlia di Carlo, ucciso per mano fascista. Poetessa, traduttrice, studiosa di Composizione musicale, etnomusicologa, organista. Morta suicida nel 1996 fu una voce fuori dai dichiarati sperimentalismi a lei coevi, originale ed unica per il modo in cui convertì la sua arte e la sua storia personale in un’idea di poesia come lingua del privato.

Virginia Guastella

 

ACQUISTA I BIGLIETTI ONLINE

 

{basicyoutube}XJJSdTWO_Iw{/basicyoutube}

Rita, le foto dell'opera applaudita al Teatro Poliziano per il 47° Cantiere Internazionale d'Arte

 

Al Teatro Poliziano una vera acclamazione ha accolto Rita nelle due recite proposte sabato 16 e domenica 17 per il 47° Cantiere Internazionale d'Arte.

Il pubblico ha applaudito il soprano Patriza Ciofi, il baritono Dietrich Henschel e il giovane tenore Matteo Tavini che hanno interpretato i ruoli di Rita, Gasparo e Beppe. L'opera di Donizetti, con la regia di Vincent Boussard, è stata presentata per la prima volta nella trascrizione per orchestra da camera commissionata al compositore Paolo Cognetti, eseguita da La Filharmonie di Firenze sotto la direzione di Marc Niemann.
 
Gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Macerata coordinati da Domenico Franchi hanno curatato scene e costumi, il disegno luci è stato il risultato della collaborazione con Guido Levi Lighting Lab.
 
 
Le foto dell'evento nella gallery di Irene Trancossi

 

L'opera "RITA", sabato 16 luglio al Teatro Poliziano, apre il 47° Cantiere Internazionale d'Arte

 "Rita, due uomini e(t) una donna" è l’opera comica di Gaetano Donizetti che sabato 16 luglio 2022 apre il 47° Cantiere Internazionale d’Arte ed è ancora in scena domenica 17 luglio alle ore 18.


Nel ruolo principale c’è l’acclamato soprano Patrizia Ciofi, insieme a Dietrich Henschel e Matteo Tavini nei ruoli di Gasparo e Beppe. Rita è il titolo proposto per la prima volta nella trascrizione per orchestra da camera commissionata al compositore Paolo Cognetti. Il regista Vincent Boussard assicura una statura internazionale alla produzione, mentre sul podio è impegnato il direttore musicale del Cantiere Marc Niemann. L’esecuzione è assegnata all'Orchestra La Filharmonie - Orchestra Filarmonica di Firenze.

Nell'ambito di un progetto fortemente cantieristico, le scene e i costumi sono realizzati dagli allievi dell'Accademia di belle arti di Macerata, sotto la guida di Domenico Franchi; firma le luci Silvia Vacca, grazie alla collaborazione con Guido Levi Lighting Lab.

{basicyoutube}JbggPj8Baxc{/basicyoutube}

BIGLIETTI ONLINE

Al 47° Cantiere Internazionale d'Arte arriva la novità del babysitting musicale

babysitting musicale
 
 
Il 47° Cantiere Internazionale d'Arte presenta la novità del babysitting musicale!
Quest'anno, durante gli spettacoli e i concerti, i bambini e le bambine possono essere lasciati in compagnia degli esperti dell’Istituto Henze per fare attività di propedeutica musicale.
In questo modo tutti, in tutte le età, partecipano all’esperienza musicale e culturale del Cantiere Internazionale d’Arte.
Il servizio sarà attivo, su prenotazione, per tutti gli eventi del 47° Cantiere Internazionale d'Arte, in programma a Montepulciano.

Per aderire, basta inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro la mezzanotte del giorno precedente lo spettacolo per il quale si intende richiedere il servizio.

L'iniziativa è realizzata nell'ambito del progetto Personas, sostenuto dal contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena tramite il programma Reset.
 

ROCKANTIERE - Concerto pop-rock al Teatro Poliziano domenica 5 giugno

ROCKANTIERE: L’ISTITUTO HENZE SUONA AL TEATRO POLIZIANO 

LOCANDINA ROCKANTIEREL’Istituto di Musica H. W. Henze suona il rock, e anche il pop e il cantautorato. L’appuntamento con Rockantiere è infatti in programma per domenica 5 giugno alle 18, a ingresso libero. Sarà il Teatro Poliziano ad accogliere il concerto presentato dalla sezione elettrica della scuola musicale di Montepulciano. Si alternano sulla ribalta ben nove band, formate nell’ambito di una realtà didattica che ha saputo rafforzare la partecipazione delle nuove generazioni anche sul repertorio moderno.

Tra le curiosità da rimarcare c’è sicuramente l’omaggio al compianto Erriquez Greppi e alla sua Bandabardò, con l’esecuzione di uno dei brani più rappresentativi del gruppo fiorentino, vale a dire “Ubriaco canta amore”, con il ruolo di cantante affidato a una voce femminile. 


Si esibiscono per la prima volta dal vivo i piccoli Naneskin, i giovanissimi che alludono ovviamente agli ormai celeberrimi Maneskin e che avevano realizzato un singolo e il relativo video, sorprendendo per la capacità compositiva: anche in questa circostanza proporranno un pezzo inedito, da loro scritto e interpretato (età media 10 anni). 

Sono inoltre in scaletta classici d’autore firmati da De Gregori, Rino Gaetano, Pierangelo Bertoli e Nada, alternati al sound più recente di stelle pop come Nina Zilli.

 

 

Il direttore dell’Istituto Henze Alessio Tiezzi esprime la sua soddisfazione per poter restituire un palcoscenico importante, quello del Teatro Poliziano, anche agli strumenti elettrici: “Quest’anno abbiamo confermato e consolidato tutti gli eventi dal vivo, dal prezioso Concerto di Natale alla splendida operina che ha coinvolto 140 studenti provenienti dalle scuole del nostro territorio; concludiamo una stagione davvero felice con l’evento più elettrizzante, quello che esprime la duttilità del nostro lavoro, anche attraverso i linguaggi musicali del pop, del rock e del cantautorato”. 

Ad avvalorare il compiacimento per le molteplici attività, c’è la presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, Sonia Mazzini: “Non vediamo l’ora di apprezzare sul palco le nostre giovani formazioni pop-rock, a compimento di un lavoro particolarmente intenso e di un periodo primaverile  che ci ha visto muoverci sui diversi ambiti della produzione culturale, mantenendo il nostro impegno anche per le celebrazioni civiche, come nel caso del Concerto per la Festa delle Repubblica dove sarà protagonista la Banda Poliziana, presso il Chiostro del Palazzo Comunale, il 2 giugno, alle ore 12”.

Festa della Repubblica - 2 giugno 2022 con la Banda Poliziana nel chiostro del Palazzo comunale alle ore 12.00

CONCERTO2GIUGNO 2022 ORE12 L'esibizione della Banda Poliziana onora la solenne celebrazione della Festa della Repubblica che vede la partecipazione istituzionale di Comune di Montepulciano, Istituto Di Musica Henze e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte.
 
Il concerto, diretto da Giacomo Valentini, presenta un programma di arrangiamenti bandistici e marce per festeggiare la ricorrenza civica con la creatività musicale.

“THE GIUFÀ PROJECT” SI AGGIUDICA IL PREMIO EUROPEO CHARLEMAGNE YOUTH PRIZE AD AQUISGRANA

Si è svolta martedì 24 maggio ad Aquisgrana, in Germania, la cerimonia di consegna dello Charlemagne Youth Prize, il premio che viene assegnato ogni anno dal 2008 dal Parlamento europeo e dalla Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno a progetti giovanili volti a valorizzare l'identità comune europea e la pratica della cittadinanza europea, favorendo il processo di integrazione europea.

Tra i 26 vincitori nazionali, si aggiudica il riconoscimento 2022 come migliore progetto italiano The Giufà Project, ideato e diretto da Laura Fatini, regista, pedagoga e drammaturga. Il progetto era stato avviato nel 2018, a partire dalla realizzazione dello spettacolo “Nelle scarpe di Giufà”, una coproduzione presentata nell’ambito del 43° Cantiere Internazionale d’Arte, con Nuova Accademia degli Arrischianti – Sarteano.

A ritirare il premio il traduttore e mediatore culturale Redi Asabella, accompagnato da Laura Fatini e dal progettista e facilitatore artistico Francesco Pipparelli, che per primo aveva creduto nell’opportunità di misurarsi per il prestigioso premio europeo.

The Giufà Project nasce dalla cooperazione tra artisti, giovani e organizzazioni creative provenienti da diverse aree d’Europa per esplorare il tema della migrazione, per dare una risposta artistica agli interrogativi posti dagli spostamenti di massa che si stanno verificando in tutto il pianeta.

Il percorso si è inserito nel The Complete Freedom of Truth (TCFT), un programma per giovani creato da Opera Circus (UK) che offre scambi culturali, residenze, sviluppo di competenze e leadership a una rete crescente di giovani in tutta Europa, ed è stato commissionato da Glyndebourne (UK) come parte di un lavoro tuttora in corso e che ha come obiettivo principale la promozione dell’opera lirica contemporanea presso un pubblico più possibile ampio.

La Nuova Accademia degli Arrischianti di Sarteano ha contribuito anche organizzando laboratori di teatro di comunità che si sono svolti in tutta Italia e valorizzando incontri e iniziative per far conoscere il progetto. Dal 2018, in soli 4 anni il progetto ha coinvolto, tramite laboratori teatrali intergenerazionali, spettacoli e incontri di arti partecipative, più di 500 persone in 5 Paesi (Italia, Inghilterra, Portogallo, Belgio, Albania) e prodotto testi teatrali, musiche originali, costumi di scena e una metodologia per laboratori di teatro sociale e di comunità, supportando la crescita di una collettività basata sulla condivisione, l’incontro e la creatività.

Nel 2022 The Giufa Project si sposta in Albania, a Korçë; il prossimo luglio andrà in scena, in forma itinerante e bilingue, lo spettacolo animato da attori albanesi e italiani, per la regia firmata ancora da Laura Fatini.

Per la trasferta albanese il progetto ha ricevuto il patrocinio del Comune di Sarteano, del Parlamento Europeo e l’interessamento dell’Istituto di Cultura Italiana in Albania.

Progetto "Orchestra in classe", il programma dei saggi finali nelle scuole di Montepulciano

Giunge a conclusione il progetto “Orchestra in classe”, che durante l'anno scolastico ha coinvolto tutte le scuole d’infanzia e primarie del Comune di Montepulciano. 800 bambini e bambine di età compresa tra i 3 i 10 anni hanno potuto usufruire gratuitamente di mille ore complessive di formazione musicale condotte dagli esperti specializzati dell’Istituto di Musica Henze.

L'iniziativa è stata curata, in accordo con gli istituti comprensivi ‘Iris Origo’ e ‘Virgilio’, da Comune di Montepulciano, che ha deliberato un contributo di 20.000 euro e da Fondazione Cantiere, che provveduto all'acquisto di tutti i materiali, i violini, i violoncelli, clarinetti, trombe, fino al cajon (una particolare percussione d’origine andina).

Nelle ultime due settimane dell'anno scolastico è previsto un calendario di concerti finali per i progetti realizzati:

- “Nati per la musica” per la scuola dell'infanzia;

- "Ritmando” per le classi prime e seconde delle scuole primarie;

- “Orchestra in classe” per le classi terze e alle quarte delle scuole primarie.

Le classi quinte della scuola primaria sono state coinvolte nella realizzazione dell'operina "La Bulla di sapone", presentata al Teatro Poliziano lo scorso 13 maggio come anteprima del 47° Cantiere Internazionale d'Arte.

 

Calendario dei saggi:

MONTEPULCIANO CAPOLUOGO - giardino interno della scuola primaria
venerdì 27 maggio ore 9-10 classi prime e seconde
venerdì 27 maggio ore 10.30 classi terze
lunedì 30 maggio ore 10.30 classi quarte

SANT’ALBINO - spazio antecedente l'ingresso della scuola
venerdì 27 maggio ore 16.30 classi prima e seconda
lunedì 30 maggio ore 16.30 classi terza e quarta

ABBADIA DI MONTEPULCIANO - parcheggio sottostante la scuola 
sabato 28 maggio ore 10.30 classi prima e seconda 
sabato 28 maggio ore 11.30 classi terza e quarta

MONTEPULCIANO STAZIONE - spazio prospiciente l'ingresso della scuola 
martedì 7 giugno ore 10.30 classi prima e seconda 
martedì 7 giugno ore 11.30 classe terza e quarta

ACQUAVIVA - spazio di esterno all'ingresso della scuola
martedì 7 giugno ore 14.30 classi prima e seconda 
martedì 7 giugno ore 15.15 classi terza e quarta

IL CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE ANNUNCIA L'EDIZIONE 47, IN PROGRAMMA DAL 16 AL 31 LUGLIO

DIRETTORE ARTISTICO MAURO MONTALBETTI
DIRETTORE MUSICALE MARC NIEMANN


SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO QUI


PROGRAMMA PDF QUI


Internazionale, multidisciplinare, devoto alla crescita culturale dei giovani e alla valorizzazione della creatività contemporanea, da sempre inteso come evento inclusivo e collettivo, lontano dalle logiche di ogni divismo: dopo 47 anni il Cantiere Internazionale dell’Arte riconferma, edizione dopo edizione, la sua aderenza al sogno utopistico del suo fondatore, il compositore e intellettuale tedesco Hans Werner Henze, che volle trasformare uno dei borghi più incantevoli e autentici della Toscana in una fucina di bellezza socialmente utile attraverso il linguaggio sovranazionale della musica, lavoro quotidiano che sfocia ogni anno nel Cantiere, evento d’arte, democratico e orizzontale, festa di tutti, dai tanti illustri ospiti internazionali ai giovani del borgo, in quindici giorni che davvero trasfigurano le pietre rinascimentali di Montepulciano in sogno, suono e futuro.

Dal 16 al 31 luglio 2022, sono 36 gli appuntamenti in programma. Con due orchestre giovanili - quella poliziana nata col Cantiere e l’Orchestra Giovanile del Conservatorio della Svizzera Italiana - e due orchestre di provata esperienza - l’Orchestra della Toscana e i Dresdner Sinfoniker, vera formazione all stars dalle collaborazioni trasversali - tutte in residenza e impegnate su palchi diversi e in progetti di vero “spettacolo musicale”, come vuole la prima definizione interdisciplinare di Henze, i centri e le campagne del senese verranno davvero invasi di musica, arte e vita in comune coi 320 artisti provenienti da tutto il mondo, fra cui spiccano i nomi della nippo-statunitense star del pianismo internazionale Mari Kodama, protagonista del concerto di chiusura su repertorio di Silvia Colasanti, Schumann e Prokofiev; del registra francese premiato con l’Ordine delle arti e delle lettere Vincent Boussard, che allestirà il rarissimo atto unico Rita di Donizetti nella trascrizione cameristica di Paolo Cognetti e con la voce dello stimato soprano Patrizia Ciofi. Ed ancora il primo ballerino di Amburgo Alexandre Ryabko, il direttore d’Orchestra Yuman Ruiz cresciuto ne El Sistema di Abreu, il direttore tedesco Marc Niemann, lo storico ensemble milanese Sentieri Selvaggi guidato da Carlo Boccadoro, impegnato anche come pianista insieme ad Andrea Rebaudengo nell’omaggio al percorso sperimentale di Franco Battiato.

Un percorso a parte verrà invece dedicato all’omaggio a Pier Paolo Pasolini nel suo centenario sotto il titolo PSLN, con l’inedita drammaturgia di Roberto Paci Dalò e Benedetta Bronzini che arricchirà il totale di 15 première assolute e commissioni del Cantiere, a dimostrazione della nuova vivacità creativa fortissimamente voluta dal suo direttore artistico, il compositore italiano Mauro Montalbetti, che chiosa così le sue scelte artistiche per questa ricchissima edizione: “Evidenziamo il notevole sforzo produttivo con quattro opere di teatro musicale, di cui due espressamente commissionate a giovani compositrici, ed una di repertorio tradizionale; il gran numero di commissioni (dieci) e poi la danza, le innovazioni multimediali, ma più ancora la significativa ricostruzione della dimensione internazionale, dopo che le ultime stagioni avevano limitato la circolazione degli artisti”.

Un vero dedalo di trame artistiche in continuo dialogo è dunque il Cantiere di oggi, le cui collaborazioni sul fronte dell’educazione musicale e culturale dei giovani si moltiplicano: dallo IED Istituto Europeo di Design sul fronte visuale alla storica collaborazione con SummerLab dell’Accademia Europea di Musica e Arti Palazzo Ricci, proseguendo con i giovani scenografi dell’Accademia di Belle Arti di Macerata e con la light designer selezionata dal Guido Levi Lighting Lab, impegnati per la Rita di Donizetti, quindi coi giovani compositori senesi dell’ISSM Rinaldo Franci di Siena ed autori di uno degli appuntamenti bandistici, da sempre cuore pulsante e musicale della città di Montepulciano nel suo legame indissolubile con l’esperienza pioneristica di Henze. 

Per rafforzare il diritto alla cultura, il Cantiere Internazionale d’Arte introduce quest’anno il servizio di babysitting musicale gratuito: gli adulti potranno così seguire spettacoli e concerti, mentre i bambini, neonati compresi, rimarranno in compagnia degli esperti dell’Istituto Henze per fare attività di propedeutica musicale, affinché tutti, in tutte le età, partecipino all’esperienza musicale e culturale del Cantiere Internazionale d’Arte. Perché potenziare la conoscenza della musica e delle arti tra i giovani non è solo cantiere di nuovi talenti come futuri professionisti, ma è anche e prima ancora atto politico e sociale di affrancamento dall’indifferenza, di insegnamento all’ascolto reciproco, cammino di formazione per cittadini migliori attraverso il bello.

 

 

La bulla di sapone, venerdì 13 maggio in scena al Teatro Poliziano l'anteprima del 47° Cantiere Internazionale d'Arte

La bulla di sapone è uno spettacolo musicale sul tema del bullismo realizzato interamente dai giovanissimi studenti del Comune di Montepulciano, a compimento dei programmi di didattica musicale attivi in tutte le scuole del territorio. Presentato come anteprima del 47° Cantiere Internazionale d'Arte, è in scena al Teatro Poliziano venerdì 13 maggio alle ore 18 e alle 21.15.

 

Classi Quinte scuola Primaria del Comune di Montepulciano

Orchestra delle classi Terze - scuola secondaria di Primo Grado Iris Origo, sezione musicale.

Luca Morgantini, direttore 

Chiara Giorgi, Vanessa Trippi, regia

Paola Gianotti, Vanessa Trippi, costumi

da un'idea di Gigi Tagliapietra 

ingresso gratuito

University of North Florida Chamber Singers in concerto a Montepulciano martedì 10 maggio

Il coro dell’Università della North Florida arriva dagli Stati Uniti per una tournée europea che raggiunge anche Montepulciano. Il programma musicale muove dai classici cinquecenteschi per arrivare alle più recenti pagine contemporanee. Per valorizzare la cooperazione tra giovani generazioni, è prevista la partecipazione straordinaria del Coro Giovanile Valdichiana diretto da Judy Diodato.

Martedì 10 maggio ore 21.15 - Chiesa del SS. Nome di Gesù 

University of North Florida Chamber Singers
Coro Giovanile Valdichiana

Cara Tasher, direzione

ingresso gratuito

Al Teatro Poliziano un concerto tributo a Frank Zappa con I Virtuosi del Pianeta Talento domenica 8 maggio

Zappa's Revenge Day è il concerto tributo a Frank Zappa, ai momenti fondamentali della sua discografia, che la storica orchestra de I Virtuosi dal Pianeta Talento presenta domenica 8 maggio ore 21.15. Il compositore e chitarrista statunitense di origini italiane, considerato dalla critica uno dei più grandi geni musicali del '900 nonché uno dei maggiori artisti contemporanei vive per una notte ancora al Teatro Poliziano.

ingresso 12 euro

 

I giovani talenti dell’Istituto di Musica H. W. Henze suonano al Teatro Poliziano sabato 7 maggio, per il Concerto delle Borse di Studio

Concerto delle Borse di Studio
Sabato 7 maggio ore 21.15 - Teatro Poliziano

Gli allievi dell’Istituto di Musica H. W. Henze si esibiscono al Teatro Poliziano in un appuntamento rinnovato: si susseguono tutti i vincitori delle borse di studio assegnate dalla scuola musicale di Montepulciano, alternando repertorio classico e momenti più attuali. 


ingresso 5 euro

XIV CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, LA FINALE DI DOMENICA 10 APRILE '22

Il XIV Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri celebra l’atto finale al Teatro degli Oscuri di Torrita di Siena. Il concerto conclusivo ha assegnato i premi previsti, ai quali se ne sono aggiunti altri maturati nel corso di svolgimento della manifestazione.

La galleria fotografica è firmata da Stefano Viti.

1° PREMIO
MATTEO MENCARELLI baritono

2° PREMIO
LEO ZAPPITELLI controtenore

3° PREMIO
HWANG SUNGWOO basso

PREMIO SPECIALE GIULIO NERI AL MIGLIOR BASSO
ANDREA VITTORIO DE CAMPO

PREMIO SPECIALE DEL PUBBLICO
ANDREA VITTORIO DE CAMPO

PREMIO SPECIALE GIOVANI TALENTI RISERVATO AI NATI A PARTIRE DAL 1997
HYUNWOO ROH

PREMIO SPECIALE DONIZETTI ALLA MIGLIOR ESECUZIONE DI UN’ARIA DI G. DONIZETTI
ex aequo
MARIA DEL MAR MACHADO MORAN soprano
SUN TINXUFEI tenore

PREMIO SPECIALE VICENZA IN LIRICA – CAVARZERE OPERA FESTIVAL
concerti con compenso totale di 600 euro ciascuno
MICHELE GIANQUINTO basso
KETEVAN SIKHARULIDZE soprano
MATTEO MENCARELLI baritono

PREMIO SPECIALE ARCHIVIO STORICO TULLIO SERAFIN
masterclass con Barbara Frittoli
ANGELICA MELE

 

REALIZZA IL LOGO PER VALDICHIANA 2025 - CANDIDATA A CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte promuove un concorso di idee per la realizzazione di un marchio/logo per Valdichiana 2025 – Unione dei Comuni Valdichiana Senese candidata a Capitale Italiana della Cultura.

Il premio vuole incoraggiare la partecipazione delle realtà creative legate al territorio della Valdichiana Senese, coinvolgendole nel progetto che candida la Valdichiana a Capitale Italiana della Cultura 2025, con la direzione di Filippo Del Corno.

Il concorso rientra tra le manifestazioni a premio escluse dalla richiesta di autorizzazione ex art. 6 DPR 403/2001

SCARICA QUI IL PDF DELL'AVVISO


INFORMAZIONI PRINCIPALI
Scadenza: 1 maggio 2022

Premio: 500 euro (Cinquecento/00)

Numero proposte: ogni soggetto può presentare fino a 5 proposte

COME PARTECIPARE
La partecipazione è aperta a soggetti (singoli, associazioni, gruppi informali) provenienti da uno dei dieci Comuni della Valdichiana Senese, vale a dire Cetona, Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda.

In particolare:

-          SINGOLI che siano nati o residenti in uno dei dieci Comuni qui sopra indicati

-          SOCIETÀ, COOPERATIVE, ASSOCIAZIONI, GRUPPI INFORMALI con sede o prevalente ambito di attività in uno dei dieci Comuni qui sopra indicati; saranno anche ammesse società, cooperative, associazioni, gruppi informali il cui profilo creativo (artista, designer, grafico, etc.) sia nato o residente in uno dei dieci Comuni afferenti alla Valdichiana Senese.

Le proposte di logo dovranno essere inviate, entro l’1 maggio 2022, in formato digitale via email all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con estensione .png e .pdf e con un minimo di 1200 pixel sul lato lungo, senza eccedere i 5 MB.

Ogni soggetto potrà presentare fino a 5 proposte; in caso di proposte multiple, sarà possibile suddividere l’invio in più messaggi, ognuno dei quali non dovrà eccedere i 10 MB. Dovranno inoltre essere riportati nel messaggio di proposta i dati anagrafici e i riferimenti del soggetto partecipante, sia esso personalità fisica o giuridica; nel caso di gruppi informali dovrà essere indicato un referente.

I soggetti partecipanti potranno allegare alla proposta anche un curriculum o un portfolio che consenta alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di valutare eventuali forme di collaborazione ulteriori nell’ambito della comunicazione istituzionale relativa al progetto.

I soggetti partecipanti si impegnano a fornire, in caso di selezione, i diversi formati necessari all’utilizzo del logo (vettoriale, stampa, web) nei tempi e nei modi che saranno comunicati da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte.

SVOLGIMENTO DEL CONCORSO
Le proposte pervenute saranno valutate da un’apposita commissione il cui giudizio e i cui criteri di selezione sono inappellabili. La commissione sarà presieduta da Filippo Del Corno, direttore della candidatura Valdichiana 2025 – Unione dei Comuni Valdichiana Senese candidata a capitale italiana della cultura.

La valutazione della commissione si atterrà a criteri comunicativi, estetici e semiotici, oltre che all’adattabilità alle molteplici forme della comunicazione. La commissione potrà riservarsi di richiedere adeguamenti tecnici alla proposta selezionata, sempre in accordo e in condivisione con il soggetto proponente.

PREMIO
Il premio è di 500 euro, al netto delle ritenute e delle imposte di legge, sarà assegnato tramite bonifico bancario sul conto corrente indicato dal soggetto vincitore.

CARATTERISTICHE DEL LOGO
Il logo dovrà sintetizzare graficamente la riconoscibilità e la sensibilità culturale della Valdichiana Senese. Dovrà inoltre essere originale e inedito; chiaro, distintivo e riconoscibile; riproducibile in diversi formati (positivo e negativo, colore e scala di grigi, in verticale e orizzontale).

Il logo dovrà contenere in forma scritta (lettering) la dicitura Valdichiana 2025.

DIRITTI DI UTILIZZO DEL LOGO E TRATTAMENTO DEI DATI
Tutti i soggetti partecipanti, presentando le proprie proposte, si impegnano a:

- garantire la paternità dell’esecuzione e dell’originalità delle proposte;

- garantire il pacifico godimento dei diritti ceduti e assicurare che la pubblicazione dei progetti di logo non violerà, né in tutto, né in parte, diritti di terzi;

- se vincitori, a fornire i progetti creativi nei formati e nelle dimensioni che saranno richieste;

- autorizzare l’eventuale registrazione del logo a cura del soggetto committente.

Informativa sul trattamento dei dati personali e liberatoria per immagini
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679, in relazione alle informazioni richieste, si informa che i dati personali del partecipante saranno trattati da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte esclusivamente per le finalità connesse alla partecipazione al concorso in oggetto.

Partecipando al concorso, tutti i soggetti concedono alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte i diritti legali per pubblicare il progetto, in tutti i formati (analogici e digitali) e per tutto il mondo, per finalità di comunicazione istituzionale per le attività future ad essa relative.

ULTERIORI INFORMAZIONI
La presentazione della candidatura a Capitale italiana della cultura vuole essere l’occasione per realizzare una strategia sui servizi culturali che sia proficua per tutto il territorio coinvolto. La Valdichiana Senese può definire il suo ecosistema culturale, così da valorizzare la molteplicità del patrimonio artistico, paesaggistico, umano e creativo.

Si ricorda che ogni Comune ha un teatro, una biblioteca civica, un’attività di ricerca o un museo, tutti funzionanti e messi in connessione con le comunità che sono rafforzate dalle attività delle associazioni.

Per incoraggiare la più ampia partecipazione delle comunità interessate, si è aperto il percorso che prevede la costruzione condivisa del progetto; mentre si sono completati gli incontri con i sindaci e le amministrazioni comunali, sono in fase di programmazione i momenti di dialogo pubblico con l’intero tessuto sociale e associativo che annovera 388 organizzazioni no profit su una popolazione di oltre 60mila abitanti, dislocati in un’area di 814 km quadrati.

CONTATTI
Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte
Via Fiorenzuola Vecchia, 5 – 53045 Montepulciano (Si)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  |  T. 058757089 – 0578757007  |  www.fondazionecantiere.it  

____________________
aggiornato il 12.04.2022

CONCERTO DI PRIMAVERA, DOMENICA 3 APRILE NELLA CHIESA DEL GESÙ UN EVENTO SINFONICO CORALE

concerto primavera 22L’evento sinfonico-corale che saluta la nuova stagione è in agenda a Montepulciano per domenica 3 aprile, alle 17.30. Si rinnova quindi l’appuntamento con il Concerto di Primavera che torna in presenza con la partecipazione dell’Orchestra Poliziana, della Corale Poliziana diretta da Judy Diodato e dell’Insieme Vocale Orophonia guidato da Patrizio Paoli. Sono quindi 90 i musicisti riuniti sotto la bacchetta di Alessio Tiezzi che sarà sul podio della Chiesa del SS. Nome di Gesù (Via di Voltaia nel Corso), tra le architetture concepite nel 1700 da Andrea Pozzo.


Il programma vuole proporre una rappresentazione musicale del conflitto attualmente in atto. Dapprima sarà infatti eseguita la Sinfonia n. 100 di Haydn detta “Militare” per il suo incedere marziale. È invece un'invocazione spirituale alla pace il Regina Coeli di Mozart per soprano, coro e orchestra che impegna nella parte solista le coloriture vocali di Gaia Matteini. E infine c'è una pagina vivida che Beethoven volle dedicare al personaggio di Egmont, il condottiero che si immolò per la sua patria, lanciando un appello alla lotta per l’indipendenza: dall’opera omonima, sarà eseguita la celebre ouverture che esala i lamenti delle vittime attraverso gli strumenti a fiato, fino all’apoteosi trionfale che rende omaggio all’orgoglio ribelle di Egmont. Si ripristina così la consuetudine di anticipare nel Concerto di Primavera una proposta musicale che sarà poi programmata in luglio per il Cantiere Internazionale d’Arte: si tratta stavolta proprio del brano di Beethoven.


In questo caso l'incasso del concerto sarà devoluto a organizzazioni benefiche che operano nei contesti di guerra, per testimoniare il ruolo sociale e culturale che la musica può e deve esercitare soprattutto nei momenti più complessi.

Ed è proprio il direttore Alessio Tiezzi a motivare le scelte del programma musicale: “Adesso più che mai sentiamo il bisogno di sottolineare lo straordinario potere unificante della musica, un’arte che per sua natura avvicina le persone e facilita il dialogo; solo attraverso la cultura possiamo formare nuove generazioni che credano fortemente nella condivisione e nella pace.
“Del resto - conclude Tiezzi - abbiamo imparato dalla grande letteratura che dove il mondo fallisce, parla la musica”.

___________________
Orchestra Poliziana
Corale Poliziana, Insieme Vocale Orophonia
Judy Diodato e Partizio Paoli, maestri dei cori
Gaia Matteini, soprano
Alessio Tiezzi, direttore

 

ROMEO E GIULIETTA - UNA CANZONE D'AMORE CON PAOLA GASSMAN E UGO PAGLIAI, MERCOLEDÌ 30 MARZO '22 AL TEATRO POLIZIANO

romeo e giulietta 2

BIGLIETTO ONLINE

Ugo Pagliai e Paola Gassman sono i protagonisti di Romeo e Giulietta di William Shakespeare riscritto dalla compagnia Babilonia Teatri. Romeo e Giulietta. Una canzone d'amore si concentra completamente sui protagonisti della vicenda, mettendo da parte tutto il contorno: la guerra tra le rispettive famiglie, gli amici di Romeo, i genitori di Giulietta e il frate. E interroga il pubblico su quanto questa storia sia anche nostra, su quanto sia quella degli attori che la interpretano, su quanto a lungo possa ancora sopravvivere a se stessa dopo averci accompagnati.

«Quando abbiamo deciso di mettere in scena Romeo e Giulietta avevamo chiare due scelte: gli unici personaggi di Shakespeare presenti nello spettacolo sarebbero stati Romeo e Giulietta e ad interpretarli sarebbero stati due attori anziani» commentano i Babilonia. «Le scene in cui Romeo e Giulietta si incontrano e dialogano, isolate dal resto del testo, assurgono a vere e proprie icone di un amore totale e impossibile. Il fatto che a pronunciarle siano Paola Gassman e Ugo Pagliai, coppia da più di cinquant’anni, le rende commoventi e profonde».

MERCOLEDÌ 30 MARZO ‘22 - ore 21.15
ROMEO E GIULIETTA Una canzone d'amore
da William Shakespeare
di Babilonia Teatri
con Paola Gassmann, Ugo Pagliai, Enrico Castellani, Valeria Raimondi, Francesco Scimemi e Luca Scotton

produzione Teatro Stabile Di Bolzano – Teatro Stabile Del Veneto

info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

 

ANNULLATO LO SPETTACOLO DI EMMA DANTE "MISERICORDIA", PER MOTIVI DI SALUTE LEGATI ALLA COMPAGNIA

In seguito alla sospensione di ‘Misericordia’ di Emma Dante, in programma per sabato 5 marzo 2022, per motivi di salute relativi alla compagnia, Teatro Poliziano comunica che lo spettacolo è annullato.

 

Gli abbonati e chi avesse perfezionato la prenotazione con il pagamento può richiedere il rimborso inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. in cui specifica il proprio codice Iban e il nominativo intestatario del biglietto.

I biglietti acquistati online su Vivaticket.it verranno rimborsati da Vivaticket.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti > tel. 0578757089  - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Teatro Poliziano si scusa le spettatrici e gli spettatori per il disagio procurato, oltre tutto in un momento che ha bisogno del teatro e delle sue emozioni.

 

 

TRE CORALI GIOVANILI AL DUOMO DI MONTEPULCIANO DOMENICA 13 MARZO

C’è una nuova occasione per ammirare il Coro Giovanile Valdichiana. Domenica 13 marzo 2022, alle 17.00, un unico concerto riunisce 60 cantanti di tre diverse corali giovanili al Duomo di Montepulciano, con la direzione di Elisa Pasquini. L’appuntamento, a ingresso gratuito, coinvolge infatti il coro Effetti Sonori e Fuori dal Coro, formazioni toscane che si esibiscono insieme alla compagine locale.

Dopo i debutti sorprendenti del dicembre scorso, il Coro Giovanile Valdichiana torna ad esibirsi dal vivo in un evento che esprime tutta l'energia dei giovani quanto preparati organici impegnati. Si tratta di un progetto, sostenuto dal Ministero della Cultura, che prevede un intero fine settimana di lavoro comune per i tre gruppi corali invitati nella cittadina poliziana.

Al termine delle due giornate di workshop che permettono ai giovani cantanti di condividere nuove esperienze tecniche, artistiche e umane, è quindi in programma un concerto articolato su un programma accattivante. Dalla tradizione popolare alle elaborazioni di canoni cinquecenteschi, fino alle pagine più contemporanee, si susseguono quindici brani, tra i quali Sing gently di Eric Whitacre, un titolo divenuto celebre in tutto il mondo e concepito nel periodo della pandemia per alimentare la passione giovanile del canto collettivo.

Proprio l’obiettivo di promuovere la cultura corale tra le nuove generazioni caratterizza le tre realtà che s’incontrano nel concerto ospitato presso la Cattedrale di Santa Maria, come sottolinea Judy Diodato, maestro del Coro Giovanile delle Valdichiana: “Stiamo ospitando a Montepulciano formazioni giovanili di differente estrazione, ma tutte accomunate dal piacere genuino di fare musica insieme, avvicinando così i nuovi talenti ai diversi generi musicali”.

Il gruppo della Valdichiana è stato costituto recentemente nell’ambito dell’Istituto di Musica Henze, mentre le altre due corali provengono da percorsi consolidati. Effetti Sonori, guidato da Elisa Pasquini, si esibisce da dieci anni in concerti e rassegne nazionali e internazionali: è stato più volte premiato, ottenendo riconoscimenti significativi come quello del Concorso Polifonico Nazionale Guido d’Arezzo; è composto da 27 elementi, di età compresa tra i 16 e i 27 anni.

Fuori dal Coro, fondato da Laura Bartoli, accoglie invece giovani a partire dai 15 anni: il gruppo, dedito a un repertorio pop eseguito, si cimenta anche nella polifonia colta di matrice classica o contemporanea; premiato all’International Festival for Youth Choirs and Orchestra, Fuori dal Coro si è esibito in diversi e significativi contesti nazionali ed è attualmente preparato da Chiara Piccioli.

Il concerto è realizzato da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte in collaborazione con Associazione Effetti Sonori. 

 

INFO: Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
T- 0578757089 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Audizione per ensemble strumentali organizzata dall'Associazione 50&Più Arezzo

Arezz audizione

L'Associazione 50&Più Arezzo organizza Audizione per Ensemble, una selezione riservata ad ensemble strumentali (con obbligo di pianoforte) in cui l’età media dei componenti non superi i 25 anni. L’ensemble vincitore dell’audizione si esibirà durante il 47° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano sabato 30 luglio alle ore 18:00.

Un altro requisito è che i partecipanti siano di nazionalità italiana e/o residenti, anche per studio, in Italia.

Sono previste due fasi per la selezione: nella prima gli artisti dovranno inviare un video della durata massima di 20 minuti e registrato dal vivo, in modo continuativo e con inquadratura fissa. Tutti i componenti del gruppo dovranno essere ben visibili ed identificabili. La seconda fase prevede invece un‘audizione in presenza il 29 aprile 2022 presso l’Accademia Europea di Palazzo Ricci a Montepulciano. Per tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione bisogna visionare il bando e il regolamento allegati.

Per le iscrizioni è possibile compilare il modulo online, cliccando qui fino al 27 marzo 2022 (il termine è stato prorogato).

Inoltre ai primi tre classificati, andrà un premio/rimborso spese, offerto dalla 50&Più Arezzo, rispettivamente fino ad un massimo di 1000, 600 e 400 euro. L’evento si avvale anche della gentile collaborazione della Europäische Akademie für Musik und Darstellende Kunst di Palazzo Ricci. 

SELEZIONE PER ARTISTE E ARTISTI DI TEATRO E DANZA, PER LA REGIA DI STEFANIA BONFADELLI

Il Cantiere Internazionale d’Arte ha in programma per la prossima edizione l’allestimento di una nuova versione teatrale, in forma di monodramma, del ciclo di lieder di Hans Werner Henze Kammermusik 1958, per la regia di Stefania Bonfadelli.

L’interprete principale sarà il tenore Leonardo Cortellazzi. La nuova scrittura drammaturgica, renderà necessarie due figure di artisti di teatrodanza, uno maschile, una femminile.

La regista, in linea con il manifesto del Cantiere, ha pensato di selezionare gli interpreti per questi due ruoli tra i giovani del territorio che abbiano maturato esperienze nell’ambito teatrale e nel versante della danza, o comunque del movimento coreutico.

REQUISITI
Per partecipare alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 ed i 25 anni;
  • esperienze sia nell’ambito del teatro, sia in quello della danza
  • disponibilità da sabato 23 luglio al giorno della recita, mercoledì 27 luglio 2022, alle ore 21.30, al Teatro Poliziano (il calendario potrà subire delle variazioni).

Ai partecipanti il Cantiere offrirà il vitto e l’alloggio per l’intero periodo delle prove in strutture convenzionate, il rimborso spese di viaggio, oltre che la possibilità di partecipare gratuitamente ai concerti in programma, previa prenotazione. 


DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Le domande di partecipazione dovranno essere inviate con curriculum e foto, entro il 31 marzo al seguente indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’invio della domanda presuppone che il candidato accetti le condizioni del Cantiere Internazionale d’Arte e sia disponibile ad essere presente a Montepulciano nelle date comunicate in questa email.

Ai candidati selezionati verrà data tempestiva comunicazione. L’organizzazione del Cantiere Internazionale d’Arte provvederà all’invio del calendario definitivo delle prove e di eventuale materiale di studio.

MODALITÀ DI SELEZIONE
I due artisti saranno selezionati in base ai curriculum direttamente dalla regista, la quale si riserva di richiedere un provino.

REGIA
Dalle note di regia di Stefania Bonfadelli

Per tutto il pezzo, il cantante cercherà di uscire dallo spazio ma senza riuscirci. Dalle porte finestre appariranno delle figure, un uomo e una donna che accompagneranno il racconto come delle visioni, non fittizie, ma vere e cariche di umanità.. Luomo-visione, cammina senza sosta e senza meta. La donna-visione sale e scende da una scala. Ma non solo, accompagneranno il racconto per tutta la durata con varie azioni ispirate dal testo. Sembreranno delle installazioni di Bill Viola viventi e delle coreografie ispirate a Pina Bausch in Cafe Müller…”

Stefania Bonfdadelli, regista e soprano. Come cantante si è esibita in alcuni tra i maggiori palcoscenici (Vienna State Opera, Teatro alla Scala di Milano, Rossini Opera Festival, Bayerische Staatsoper Munich, Deutsche Oper Berlin, Oper Frankfurt, yal opera House Covent Garden, Tokio opera). Dal 2016 firma regie per istituzioni quali Piccolo Teatro - Milano, Teatro Greco di Siracusa, Auditorium Parco della Musica - Roma, Festival della Valle d'Itria - Martinafranca. Leggi qui la biografia completa.

'ABOUT LOLITA', IL MITO DI LOLITA AL TEATRO POLIZIANO VENERDÌ 18 FEBBRAIO '22

 about lolita4

Lolita è l’annebbiamento della testa, il sogno di paradisi possibili e inferni prossimi, un inno alla straordinaria potenza del pensiero, il nascondiglio dell’anima dentro cui scomparire e sprofondare, un omaggio alla fantasia, il delirio estetico-erotico di una fragilità, un viaggio lungo i lastricati sentieri della pornografia in cui il viaggiatore non cessa mai di sollevare lo sguardo verso i luccicanti paesaggi che costeggiano il peccato.
Lolita è lo straordinario romanzo di Nabokov, è l’immagine della ragazzina in costume da bagno che guarda senza pudore la macchina da presa e lo spettatore dell’ancora più noto, forse, film di Kubrick.
Lolita è un verbo: è giocare con il fuoco, è inciampare, fraintendere, desiderare fino a rimanere senza fiato.
Lolita è roba da censura. Ma si può censurare il piacere? 

 

{basicyoutube}GWPmj6ZcuxI{/basicyoutube}  

 

VENERDÌ 18 FEBBRAIO ‘22 - ore 21.15

ABOUT LOLITA

BIANCOFANGO

drammaturgia Francesca Macrì e Andrea Trapani
con Gaja Masciale, Andrea Trapani, Francesco Villano
regia Francesca Macrì
aiuto regia Andrea Milano
luci Gianni Staropoli
video Lorenzo Letizia
direzione tecnica Massimiliano Chinelli

produzione Teatro Metastasio di Prato e Fattore K
in collaborazione con TWAIN Residenze di spettacolo dal vivo

info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

BIGLIETTO ONLINE

STEFANO MASSINI PRESENTA A MONTEPULCIANO IL SUO 'ALFABETO DELLE EMOZIONI' VENERDÌ 4 FEBBRAIO '22

foto massini
 
P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia, S come Stupore... A ogni lettera corrisponde un'emozione nell'alfabeto immaginato da Stefano Massini, che con profondità e ironia guida lo spettatore lungo un viaggio nel labirinto del nostro sentire e sentirci.
Autore acclamato all’estero e noto protagonista della televisione, Stefano Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili. Tra lo scrittore Arthur Conan Doyle che svela tutti i suoi dubbi ai conoscenti, il pittore Chagall che cade in piena disperazione per la scomparsa dell'amata Bella Rosenfeld, Al Capone che tremava alla vista di una siringa, la moglie di Giosuè Carducci che pregava gli amici di far vincere il marito a carte, da narratore appassionato Massini coglie in ogni aneddoto le forze e le fragilità dell'essere umano.
 

"Stefano Massini è il più popolare raccontastorie del momento."
[la Repubblica]

 

VENERDÌ 4 FEBBRAIO ‘22 - ore 21.15

ALFABETO DELLE EMOZIONI

di e con Stefano Massini

produzione Savà

info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

BIGLIETTO ONLINE

Isabella Ragonese è al Teatro Poliziano martedì 18 gennaio '22 con il testo scritto per lei da Lucia Calamaro

Lucia Calamaro, drammaturga e regista fra le più quotate del momento, ha scritto il testo pensando alla sua protagonista e interprete, Isabella Ragonese, attrice di successo di teatro e cinema. Il teatro di Calamaro mette in scena conversazioni che riproducono il movimento del pensiero, l’intuizione, il dubbio. Da lontano (chiusa sul rimpianto) racconta il tentativo di una figlia adulta, diventata terapeuta, di aiutare la madre infelice, un’adulta impreparata al mondo che la accudiva alla bell’e meglio. La figlia, un tempo impotente di fronte al dramma della madre, ora che ne ha i mezzi vuole psicanalizzarla, darle l’ascolto dovuto e aiutarla senza che se ne accorga.

 ragonese2

"Quanti di noi, da piccoli, hanno assistito impotenti ai drammi degli adulti amati? Quanti avrebbero voluto intervenire? Aiutare, capire. In fondo salvarli. E quasi mai si può. Tra le desiderata incompiute che abitano un’esistenza, ogni tanto (fra le impossibili) fa capolino quella di psicanalizzare quel genitore dolente che abbiamo conosciuto da bambini.

Avere i mezzi, gli strumenti per farlo per dargli l’ascolto dovuto ed aiutarlo senza che se ne accorga. Il genitore che sentivamo più fragile. Quell’adulto impreparato al mondo che ci accudiva alla bene e meglio attraversato com’era da tribolazioni e guai. Non stavano sempre bene i nostri genitori. Avevano parecchi dispiaceri. E noi eravamo piccoli, per lo più impotenti di fronte a quella loro ben declinata infelicità.

Intuivamo, non sapevamo, sospettavamo, non sapendo che fare. Allora ho immaginato un luogo, piccolo, tra un fantomatico “di qua” e  “di là” in cui questo fatto, questa parola che sia “evento”, che curi, possa accadere,  per un po’.

Da Lontano mette in scena il tentativo irragionevole di una figlia adulta, diventata terapeuta, di fare oggi quello che non aveva potuto fare a quei tempi: aiutare quella madre tribolata, che esisteva solo quando lei era bambina."

Lucia Calamaro

 

 

MARTEDÌ 18 GENNAIO ‘22 - ore 21.15

DA LONTANO (CHIUSA SUL RIMPIANTO)

scritto e diretto da Lucia Calamaro
per e con Isabella Ragonese
con la partecipazione di Emilia Verginelli
luci Gianni Staropoli
costumi Francesca Di Giuliano
scene Katia Titolo
produzione Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito Teatro e Argot Produzioni
in collaborazione con Riccione Teatro

 

info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

BIGLIETTO ONLINE

Pompeo di Pazienza torna a Montepulciano sabato 8 gennaio '22 con "Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza [uno studio]"

loc pompeo

 

L'opera epocale di Andrea Pazienza Gli ultimi giorni di Pompeo fa ritorno a Montepulciano nella trasposizione interpretata da Riccardo Goretti, Massimo Bonechi e Giorgio Rossi.
 
A trentacinque anni dall'uscita di quelle pagine così sincere e terribili, le tavole realizzate dall'artista si avvivano al Teatro Poliziano sabato 8 gennaio 2022.
Con Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza [uno studio] Riccardo Goretti, Massimo Bonechi e Giorgio Rossi, danzatore che di Pazienza fu amico, portano sulla scena il testo con tutta la forza esplosiva e straniante della narrazione originale, ed esprimendo il loro sentimento con parole chiare:
"Pazienza, e questa sua opera in particolare, è un game changer. Prima di conoscerlo sei una persona, dopo che l’hai conosciuto, un’altra. Non si cambia radicalmente, ma si cambia, sì, si cambia, a leggere Andrea Pazienza."

{basicyoutube}JMScXHzo1QI{/basicyoutube} 

 

SABATO 8 GENNAIO ‘22 - ore 21.15

Gli ultimi giorni di Pompeo di Andrea Pazienza [uno studio]

di e con Massimo Bonechi, Riccardo Goretti, Giorgio Rossi
da un’idea di Riccardo Goretti
con l’amichevole consulenza di Marina Comandini in Pazienza
con la partecipazione speciale di Lucia Poli e David Riondino
sound e light design Giacomo Agnifili
costumi Chiara Lanzillotta
assistente alla regia Tommaso Carovani
consulenza grafica Stefano Roiz

produzione Teatro Metastasio di Prato/ Associazione Sosta Palmizi

info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

BIGLIETTO ONLINE

 

XIV CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, TORRITA DI SIENA, 7-10 APRILE 2022

 BANNER ORIZZONTALE 2022

ENGLISH VERSION CLICK HERE

Il Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - XIV edizione
si svolgerà a Torrita di Siena da giovedì 7 a domenica 10 aprile 2022. Nel cuore delle terre toscane, si colloca un evento lirico tra i più autorevoli e partecipati, anche in virtù di una giuria prestigiosa.

> TERMINE PER LE ISCRIZIONI: giovedì 24 marzo 2022 <

BROCHURE / REGOLAMENTO PDF Click QUI 

STRUTTURE RICETTIVE
Click qui per prenotare l'alloggio a Torrita di Siena.

GIURIA
La giuria vanta personalità rilevanti della cultura musicale:
- presidente Leo Nucci (baritono)
- Andrea Castello (direttore artistico Vicenza in Lirica e presidente dell'Archivio storico Tullio Serafin)
- Eleonora Leonini (direttore artistico Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri)
- Mauro Montalbetti (direttore artistico Cantiere Internazionale d'Arte)
- Tiziana Tramonti (soprano e docente della Scuola di Musica di Fiesole)
- Riccardo Zanellato (basso)

Il montepremi si consolida a 5.800 euro, con l'attribuzione di 9 premi in denaro, oltre ai diversi attestati di partecipazione. Il Teatro degli Oscuri, in Piazza Matteotti, accoglie la manifestazione organizzata da Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, con la direzione artistica dal maestro Eleonora Leonini.

bottone iscriviti qui

REGOLAMENTO UFFICIALE

1.
La XIV edizione del Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" si terrà a Torrita di Siena (Siena) nei giorni 7, 8, 9, 10 aprile 2022. Al concorso possono partecipare, senza limiti di età, cantanti lirici di qualsiasi nazionalità.


2. Le cantanti e i cantanti che intendono iscriversi al concorso devono inviare le domande di partecipazione compilando il modulo on-line sul sito ufficiale concorsogiulioneri.it

Dovrà inoltre essere trasmesso un breve curriculum vitae.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro e non oltre sabato 24 marzo 2022. Le domande inoltrate dopo la suddetta data potranno essere ammesse dalla Giuria del Concorso solo per gravi e comprovati motivi.


3. I cantanti dovranno presentare quattro arie d’opera a libera scelta. Tutti i brani dovranno essere eseguiti in lingua e tonalità originali. La segreteria del concorso si riserva di richiedere ai candidati copia o scansione degli spartiti altrimenti non reperibili.


4. La quota d'iscrizione è di € 70,00 (euro settanta/00). La quota d'iscrizione deve essere pagata con le seguenti modalità:

- bonifico bancario intestato a Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte
causale: CONCORSO “GIULIO NERI” ISCRIZIONE

codice IBAN: IT48S0885125601000000901427

- SWIFT ICRAITRRDL0 (Banca Tema)

- PayPal con trasferimento indirizzato a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Non sono accettati altri tipi di pagamento. Il mancato pagamento della suddetta quota esclude automaticamente il candidato dalla partecipazione al concorso.


5. Il concorso mette gratuitamente a disposizione due pianisti per accompagnare i cantanti nelle diverse prove. È comunque possibile presentarsi con un proprio collaboratore: in questo caso la cantante o il cantante dovrà assumersene tutte le spese. Compilando la domanda d’iscrizione, sarà possibile scegliere se avvalersi dei pianisti del concorso.


6. Il sorteggio dell’ordine di passaggio avverrà alla presenza del Sindaco di Torrita di Siena o di una persona delegata dall’Amministrazione Comunale. La data e l’orario del sorteggio, che sarà trasmesso in diretta sui canali ufficiali del concorso, saranno comunicati via posta elettronica ai cantanti iscritti. Stabilito l’ordine di passaggio, la Segreteria del concorso convocherà i concorrenti via posta elettronica, indicando la data e l’orario dell’esibizione. Gli orari potranno subire variazioni: in tal caso la Segreteria avvertirà tempestivamente i concorrenti.
I cantanti dovranno quindi presentarsi nella data e all’orario indicato presso il Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena, Piazza Matteotti per la registrazione, mostrando un documento di identità valido per l’identificazione. In questo contesto sarà possibile perfezionare la sottoscrizione delle domande d’iscrizione, ove necessario.


7. I cantanti potranno provare con i pianisti messi a disposizione dal concorso solo ed esclusivamente nella giornata di mercoledì 6 aprile 2022, dalle ore 11.00 alle ore 19.00. Non sono previste eccezioni.

I cantanti ammessi alla semifinale e i cantanti ammessi alla finale potranno provare con i pianisti anche sabato 9 e domenica 10 aprile 2022.  


8. Le prove si suddividono in eliminatoria, semifinale e finale. Tutte le prove sono pubbliche e si terranno con le seguenti modalità.

Eliminatoria. La prova eliminatoria si tiene giovedì 7 e venerdì 8 aprile 2022. I cantanti eseguiranno due arie a scelta tra quelle presentate nella scheda d’iscrizione. La Giuria potrà ascoltare anche solo uno dei due brani.

Semifinale. La semifinale si tiene sabato 9 aprile 2022. I cantanti eseguiranno l’aria o le arie su indicazione dalla Giuria, scelte tra quelle non eseguite nell’eliminatoria e comunicate contestualmente al risultato, a conclusione della prova eliminatoria. È facoltà della Giuria riascoltare, se necessario, anche arie eseguite nella prova eliminatoria.

Finale. La finale si tiene in forma di concerto domenica 10 aprile 2022 alle ore 16.00. I cantanti eseguiranno l’aria indicata dalla Giuria contestualmente al risultato, a conclusione della finale. In questa sede, i cantanti riceveranno i rispettivi premi e saranno perciò tenuti a partecipare: in caso contrario, i premi non saranno loro assegnati.

Alla prova finale il pubblico avrà facoltà di voto per l’attribuzione del premio speciale di cui al punto 6, attraverso l’apposita scheda che sarà consegnata all’inizio della prova finale.

Il Concorso si concluderà con la premiazione e l’esibizione del vincitore che avrà luogo al termine dei lavori della Giuria. Ai semifinalisti che non accedono alla finale sarà rilasciato un attestato di idoneità, ai finalisti non premiati un diploma di merito.


9. Nessuna variazione del programma presentato, né della scelta dei brani per l'eliminatoria, sarà presa in considerazione dopo il 24 marzo 2022; ogni eventuale variazione dovrà essere comunicata solo per iscritto, all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con oggetto XIV CONCORSO “GIULIO NERI”, inviando tempestivamente le relative copie degli spartiti musicali, se è richiesto il pianista ufficiale del concorso.


10. I componenti della Giuria si asterranno dal valutare i concorrenti verso i quali abbiano rapporti parentali e/o didattici: all’atto dell’insediamento ciascun membro della Giuria rilascerà apposita dichiarazione in tal senso.


11.
È prevista l’assegnazione di premi per un valore complessivo di 5.800 euro, come di seguito specificato.


- 1° PREMIO: 2.000 euro e attestato

- 2° PREMIO 1.000 euro e attestato

- 3° PREMIO 500 euro e attestato

Premi speciali

- PREMIO "GIULIO NERI": 500 euro e attestato, assegnato dal Comune di Torrita di Siena alla migliore voce di basso finalista

- PREMIO DONIZETTI: 500 euro e attestato, offerto dal dott. Amedeo Monfardini e riservato alla migliore esecuzione di un’aria di Gaetano Donizetti eventualmente presentata

- PREMIO DEL PUBBLICO: 400 euro e attestato

- PREMIO GIOVANI TALENTI: 300 euro e attestato, offerto dal dott. Amedeo Monfardini e riservato ai cantanti nati a partire dal 1° gennaio 1997.

- PREMIO CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE: esecuzione nell’ambito del Cantiere Internazionale d’Arte

- PREMIO ARCHIVIO STORICO TULLIO SERAFIN: concerto nell’ambito del Cavarzere Opera Festival Teatro Tullio Serafin con compenso di 300 euro

- PREMIO VICENZA IN LIRICA: concerto nell’ambito del festival Vicenza in Lirica con compenso di 300 euro

La Giuria, a proprio insindacabile giudizio, può decidere di non assegnare uno o più premi, così come di non attribuire i premi speciali.

Il verdetto della Giuria è inappellabile.

 

12. Il concerto dei vincitori potrà essere registrato. I cantanti, iscrivendosi al concorso, acconsentono alla realizzazione di eventuali documentazioni fotografiche, registrazioni e riprese audio-video e delle relative trasmissioni e pubblicazioni che dovessero avvenire in tutti i formati, per tutto il mondo e senza limiti di tempo. I cantanti accettano altresì di dare una completa autorizzazione all’utilizzo che deriverà dalle documentazioni fotografiche e audiovisive; accordano quindi di cedere a titolo gratuito tutti i diritti di artista, interprete ed esecutore relativi all’esibizione tenuta e quindi documentata nell’ambito del XIV Concorso Internazionale di Canto Lirico “Giulio Neri”.

 

{basicyoutube}H0sZd0WXZu4{/basicyoutube}  

PREMIO DIRITTO ALLA MUSICA E CONCERTO DI NATALE, DOMENICA 19 DICEMBRE A MONTEPULCIANO

Manifesto CONCERTO okIl premio Diritto alla Musica, istituito a Montepulciano per celebrare la Festa della Toscana, è assegnato quest’anno ad Anna Maria Freschi, personalità musicale che ha saputo trasmettere i contenuti universali del dialogo e del confronto attraverso la didattica musicale. Domenica 19 dicembre è in agenda l’evento istituito da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e Comune di Montepulciano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana: l’assegnazione del premio Diritto alla Musica si tiene nell’ambito del concerto sinfonico-corale che coinvolge gli organici musicali del territorio. L’appuntamento è per le ore 17.30, quando Anna Maria Freschi, insignita del riconoscimento, introdurrà l’esibizione con una prolusione sul linguaggio musicale come opportunità di conoscenza e convivenza sociale e civica. Il premio è un manufatto artigianale firmato da Marinella Caslini / Disgrafica che ha realizzato il grifo poliziano su carta ricavata da spartiti musicali.

La cerimonia, ospitata presso la Chiesa del SS. Nome di Gesù, vuole coniugare la solennità della ricorrenza e l’energia della musica d’insieme, presentando un programma affidato alle compagini locali: “La giovane Orchestra Poliziana, la Corale Poliziana e il neonato Coro Giovanile della Valdichiana affermano così il confronto artistico a tutela dei diritti umani e della realizzazione della persona”, sottolinea il direttore Alessio Tiezzi.

Il concerto natalizio è tradizionalmente promosso dell’Associazione Amici dell’Istituto di Musica che contribuisce alla valorizzazione dei nuovi talenti. Il programma si apre con la Suite antica per flauto di John Rutter, compositore vivente che ha concepito questo brano nel 1979 per un organico strumentale classico, conferendo però un’esplicita modernità alle armonie e alla condotta dello strumento solistico, affidato in quest’occasione a Paolo Vaccari; siederà invece al clavicembalo Massimiliano Cuseri. Nella parte centrale, l’excursus barocco dedicato ad Antonio Vivaldi propone il Concerto per archi Alla rustica, seguito dal Concerto in sol minore per due violoncelli con le parti soliste assegnate al maestro Catherine Bruni e alla sua allieva Sara Cipriani; sarà poi la volta di un brano meno frequentato nella letteratura firmata dal prete rosso, ovvero il Concerto in do maggiore per due trombe che impegna come solisti Raffaella Farina e Francesco Poggioni. L’epilogo coinvolge anche le formazioni corali per l’esecuzione del Te deum Kv 141 per coro e orchestra di Wolfgang Amadé Mozart: una pagina imponente che completa il percorso musicale.

Il Sindaco di Montepulciano Michele Angiolini ricorda il senso del progetto: “La Festa della Toscana è un autentico punto di riferimento per le Istituzioni regionali, per gli straordinari valori di civiltà che esprime. Averla declinata, a Montepulciano, in una chiave culturale, utilizzando un linguaggio universale come quello della musica, è perfettamente coerente con gli obiettivi dell'Amministrazione Comunale e con le passioni che animano la nostra comunità. Proclamare il Diritto alla musica consente di promuovere il valore sociale e civico del linguaggio musicale e incoraggia la partecipazione creativa dei residenti alla vita sociale e culturale della collettività".

Sonia Mazzini, presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, precisa come la preparazione dell’esibizione musicale sia parte integrante del progetto e delle sue finalità formative: “Tutti i giovani musicisti affrontano infatti un itinerario didattico con i docenti specializzati dell’Istituto di Musica Henze, incentrato sul dialogo comunitario che presuppone la musica d’insieme”.

INFO: Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte – T. 0578757089 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Concerto di Santa Cecilia 2021: un mondo di musica nel Teatro dei Concordi

L'edizione 2021 del Concerto di Santa Cecilia è stato un giro del mondo sulle vie della musica.

Al Teatro dei Concordi di Acquaviva, le formazioni dell'Istituto di Musica Henze, il Coro di Voci Bianche, la Corale Poliziana e la Banda Poliziana, vari ensemble e il Coro Giovanile Valdichiana hanno presentato brani etnici, folklorici e caratterizzati da riferimenti geografici, per un originale viaggio che ha unito culture e sonorità lontane. 

 

NASCE IL CORO GIOVANILE DELLA VALDICHIANA, SOSTENUTO DAL MINISTERO DELLA CULTURA

È nato il Coro Giovanile della Valdichiana, organico vocale composto da giovani di età compresa tra i 14 e i 20 anni. La direzione è affidata da Judy Diodato che nei primi due mesi di lavoro ha già saputo coinvolgere 26 elementi provenienti dai diversi centri del territorio. La compagine è aperta a nuovi inserimenti e l’intento è quello di estendere quanto più possibile la partecipazione. Si tratta infatti di un progetto ambizioso promosso dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e sostenuto dal Ministero della Cultura grazie al fondo destinato a festival, cori, bande e musica jazz. La finalità era quella di formare un organico corale giovanile, il Coro Giovanile della Valdichiana, per incoraggiare tra le ragazze e i ragazzi l’esperienza del canto collettivo, così da sommare i benefici della pratica musicale a quelli sociali di un metodo d’apprendimento che rafforza la dimensione comunitaria, il rispetto e l’empatia. Il Coro Giovanile della Valdichiana vuole essere prima di tutto un’opportunità di convivenza più possibile aperta e popolare: la partecipazione è infatti completamente gratuita. Il percorso già avviato abbina la didattica musicale, arricchita dai seminari creativi di docenti autorevoli sul piano nazionale, agli scambi e alle collaborazioni con altri cori giovanili per presentare concerti ed esibizioni pubbliche.

Sono infatti già in programma quattro appuntamenti, a partire dal doppio impegno in agenda per domenica 5 dicembre: alle 12.00, presso la Chiesa del Ss. Nome di Gesù a Montepulciano, il Coro Giovanile della Valdichiana debutterà insieme al Coro che non c’è sotto la direzione di Ludovico Versino, mentre alle 17.30 sarà sul palco del Teatro dei Concordi di Acquaviva per il Concerto di Santa Cecilia dell’Istituto di Musica Henze. Domenica 19 dicembre si torna invece alla Chiesa del Gesù nell’ambito del Concerto di Natale insieme a Orchestra Poliziana e Corale Poliziana (direttore Alessio Tiezzi); mercoledì 29 dicembre sarà poi la Cattedrale poliziana a ospitare l’esecuzione guidata da Elisa Pasquini che unisce la neonata formazione locale ai gruppi toscani Effetti Sonori e Fuori dal Coro.

Judy Diodato, ideatrice e animatrice del Coro Giovanile della Valdichiana, sottolinea che un’iniziativa simile non esisteva nella nostra area di riferimento: “Sono radicati diversi cori amatoriali per adulti, ma non c’erano esperienze di coralità giovanile”.
“Cantare in coro - prosegue Diodato - consente di avvicinarsi ai diversi generi musicali senza avere competenze tecniche specifiche: basta il piacere genuino di condividere un’esperienza con i coetanei. Fin dalle prime prove è stato subito evidente che non esiste risultato senza cooperazione; il coro è quindi un allenamento molto efficace alla socialità e all’integrazione.”

La presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte Sonia Mazzini aggiunge che questo nuovo organico è un patrimonio di tutti i soggetti musicali della Valdichiana, un vivaio che potrà alimentare i gruppi corali storicamente presenti nei diversi centri del territorio. “Siamo davvero lieti di aver costruito un ulteriore laboratorio musicale e sociale che è già operativo e che esordisce il 5 dicembre: il Coro Giovanile della Valdichiana non è un sogno da realizzare, ma è già una realtà a disposizione di un intero territorio e di un’intera comunità.”

 

ORCHESTRA IN CLASSE IN TUTTE LE SCUOLE D'INFANZIA E PRIMARIE DEL COMUNE DI MONTEPULCIANO

È partito in tutte le scuole d’infanzia e primarie del Comune di Montepulciano il progetto “Orchestra in classe”, grazie agli esperti specializzati dell’Istituto di Musica Henze. Per la prima volta, il programma didattico d’eccellenza nell’insegnamento della musica è completamente gratuito per le famiglie e si estende a tutte le classi e le sezioni: le bambine e i bambini coinvolti sono in totale 800, di età compresa tra i 3 e i 10 anni. Sono stanziate complessivamente mille ore di formazione per l’anno scolastico in corso.

Il Comune di Montepulciano e la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, in accordo con gli istituti comprensivi ‘Iris Origo’ e ‘Virgilio’, consentono a tutti gli studenti di avere a disposizione professionalità e strumenti musicali veri e propri, per un percorso pedagogico che viene offerto senza alcun costo aggiuntivo. L’Amministrazione Comunale poliziana ha infatti deliberato un contributo di 20.000 euro a sostegno dell’iniziativa, mentre la Fondazione Cantiere ha acquistato tutti i materiali, i violini, i violoncelli, clarinetti, trombe, fino al cajon (una particolare percussione d’origine andina).

Nel dettaglio, le scuole dell’infanzia ospitano le attività di propedeutica musicale per sensibilizzare i più piccoli con tecniche scientificamente avanzate che stimolano capacità ritmiche e vocali e propongono danze didattiche nel segmento denominato “Nati per la musica”.

“Ritmando” è invece l’itinerario attivato presso le classi prime e seconde delle scuole primarie per avviare gli allievi di 6 e 7 anni alla consapevolezza del ritmo e dell’ascolto. Il nucleo di “Orchestra in classe” è poi destinato alle terze e alle quarte classi che dispongono di uno strumentario d’arte, costituito appunto da archi, ottoni e percussioni, cui saranno presto aggiunte anche le chitarre; le competenze acquisite saranno in questo caso presentate in occasione di concerti organizzati a conclusione dei cicli pedagogici per garantire ai piccoli musicisti l’esperienza del palcoscenico e dell’esecuzione di fronte al pubblico.

Analoga e ancor più strutturata opportunità è quella assicurata alle classi quinte che, con il corso “Sipario a scuola”, diventano protagonisti dello spettacolo pensato come anteprima del prossimo 47° Cantiere Internazionale d’Arte: s’intitola infatti “La bulla di sapone” l’opera di teatro musicale scelta dal direttore artistico della manifestazione Mauro Montalbetti per coinvolgere le bambine e i bambini delle classi quinte in una messinscena teatrale cui collaborano anche artisti e tecnici del Cantiere, così da offrire un’occasione di crescita in un allestimento scenico professionale. In programma per il mese di maggio 2022, l’opera affronta il tema sensibile del bullismo affinché le piccole e i piccoli esecutori possano approfondire anche un ulteriore tema educativo di carattere sociale.

Il sindaco di Montepulciano Michele Angiolini, l’assessora alla cultura Lucia Musso, la dirigente scolastica Caterina Mangiaracina, la presidente della Fondazione Cantiere Sonia Mazzini e il direttore dell’Istituto di Musica Henze Alessio Tiezzi condividono la soddisfazione per una collaborazione efficace tra istituzioni che arricchisce l’apprendimento e l’esperienza delle nuove generazioni, una sinergia preziosa soprattutto in un periodo storico particolarmente complesso.

DOMENICA 5 DICEMBRE 2021 "UN MONDO DI MUSICA" CONCERTO UNIVERSALE DI SANTA CECILIA

locandina santa cecilia 2021

L’Istituto di Musica Henze rinnova l’appuntamento con il consueto concerto di Santa Cecilia, domenica 5 dicembre 2021 alle 17.30. Si tiene straordinariamente ad Acquaviva, nel contesto liberty del Teatro dei Concordi, l’evento che in questa edizione è intitolato “Un mondo di musica”: il programma, dedicato alle atmosfere sonore internazionali, alterna infatti brani tradizionali di origine etnica a evocazioni geografiche. Dal continente africano alla cultura ebraica, dai ritmi latinoamericani agli echi dell’estremo oriente, attraversando ovviamente le melodie mediterranee e gli ascolti occidentali, si compie il giro di un mondo musicale che consentirà di scoprire brani inusuali e di godere arrangiamenti inediti di classici popolari.

Tornano così ad esibirsi dal vivo tutte le eccellenze della scuola musicale di Montepulciano che unisce sul palcoscenico allievi e insegnanti, organici neonati e compagini consolidate, per un concerto capace di coniugare la qualità artistica e la formazione dei giovani talenti. Si susseguono quindi sul palcoscenico Corale Poliziana, Banda Poliziana, Ensemble di Violoncelli, il Coro di Voci Bianche, oltre a nuovi gruppi quali i Little Finger Guitar Club, fino all’epilogo fastoso con i Jazz Masters che annovera i maestri del repertorio contemporaneo. Il programma, particolarmente ricco e brillante, include anche esecuzioni per duo, trio, piccoli ensemble e momenti solistici pregiati come nel caso di Lilit Khachatryan che propone al pianoforte una composizione proveniente dall’Armenia, sua terra natale.

A tal proposito, il direttore dell’Istituto di Musica Henze Alessio Tiezzi, spiega come la scelta artistica di questa edizione abbia un duplice significato: “Sicuramente - dichiara Tiezzi - c’è l’intento di valorizzare un patrimonio musicale spesso trascurato, ma davvero formidabile e festoso; al tempo stesso si vuole ribadire il messaggio di convivenza multiculturale, di accoglienza umana e artistica che il linguaggio musicale sa insegnare a ciascuno di noi; per rafforzare questo senso di integrazione e cooperazione, abbiamo incoraggiato le diverse sezioni strumentali a fare musica insieme, superando le convenzioni e sperimentando soluzioni sempre diverse.”

Un’edizione tanto originale del concerto di Santa Cecilia offre peraltro un’ulteriore primizia: sarà infatti il giorno del debutto per il Coro Giovanile della Valdichiana; la nuova formazione vocale costituita grazie al sostegno del Ministero della Cultura, dopo l’esordio mattutino a Montepulciano presso la Chiesa del Gesù, sarà nel pomeriggio al Teatro dei Concordi di Acquaviva sotto la direzione di Judy Diodato che guida i 26 elementi in un canto tradizionale africano, arrangiato insieme alla classe di percussioni di Andrea Di Cintio.

 
 
 
È obbligatoria la prenotazione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578 757089 - 757007
Ingresso 5 euro

"Le voci di Dante", celebrazione per i 700 anni dalla morte del sommo poeta - 7, 14 e 28 novembre

LE VOCI DI DANTE OK

Montepulciano celebra il sommo poeta con una rassegna di tre appuntamenti: i versi della Divina Commedia incontrano il linguaggio della musica, grazie alle interpretazioni dei nuovi talenti del territorio. Le terzine di Dante saranno infatti scandite dai giovani provenienti dal Vivaio dei Concordi di Acquaviva, mentre le esecuzioni musicali sono affidate agli allievi dell’Istituto di Musica Henze, coordinati da Alessio Tiezzi,
Per tre domeniche - 7, 14 e 28 novembre, alle 17.30 - sono in programma le esibizioni che uniscono recitazione e musica, con i commenti letterari di Rita Agostini. Il ciclo di esibizioni previsto all’Auditorium Falcone (ex Tribunale) s’inserisce tra gli eventi dedicati all’Alighieri e sostenuti dalla Regione Toscana con il progetto Dante o Tosco - celebrazioni 700°.
L'ingresso è gratuito, riservato ai possessori di green pass.
 
Iniziativa realizzata con il contributo del Comune di Montepulciano e organizzata da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte – Istituto di Musica Henze, Biblioteca Archivio Storico Piero Calamandrei, in collaborazione con associazione Il Fierale di Acquaviva.
 
 
 
 
Domenica 7 novembre 2021 - ore 17.30 
Purgatorio Canto IX
Musiche di R. Broschi, C. Janequin, S. L. Weiss, D. Scarlatti
 
Le Voci di Dante2
Il primo dei tre appuntamenti previsti a Montepulciano per celebrare Dante affianca, ai versi tratti dal Canto IX del Purgatorio, le musiche di Broschi, Janequin, Weiss e Scarlatti eseguite dagli allievi dell'Istituto di Musica Henze. Sono protagonisti Chiara Scannapieco che in veste di soprano presenta l'aria Ombra fedele anch'io tratta da Idaspe di Riccardo Broschi, mentre all'arpa si cimenta con la Sonata in La Maggiore K.208 di Scarlatti; Irene Cencetti e Jasmine Gliatta propongono invece Il estoit une fillette di Janequin per arpa e voce; per il finale, Cortes Abraham alla chitarra conclude il programma con il Preludio di Weiss.
Le terzine dantesche sono recitate dai giovani provenienti dal Vivaio dei Concordi di Acquaviva, con i commenti letterari di Rita Agostini.
 
 
 
 
 
 
 Domenica 14 novembre 2021 - ore 17.30 
Inferno Canto XXX
Musiche di F. Chopin, G. Puccini, J. Françaix, D. Kabalevsky
 
 
voci di dante 14 novembre
La rassegna celebrativa della ricorrenza dantesca giunge alla seconda data, proponendo l'accostamento del Canto XXX dell'Inferno a musiche di Chopin, Puccini, Françaix, Kabalevsky.
Gli allievi dell'Istituto di Musica Henze coinvolti sono Matilde Piccardi, che apre il programma con Valse op.69 n.2 di Chopin; Rebecca Stronati che presenta l'aria O mio babbino caro, tratta dall'opera Giovanni Schicchi di Puccini; Gabriele Brutti, che propone, con il sax soprano, L' Horloge de Flore di Françaix; infine Davide Calvarese, che al pianoforte esegue Variazioni facili op.40 n.2 di Kabalevsky.
Al programma musicale, coordinato da Alessio Tiezzi, si alternano i versi danteschi recitati dai giovani provenienti dal Vivaio dei Concordi di Acquaviva, a cui si aggiungono i commenti letterari di Rita Agostini.
 
 
 
 
 
Domenica 28 novembre 2021 - ore 17.30 
Paradiso Canto XXX
Musiche di F. Chopin, S. Rachmaninov, L. Vinci, J. S. Bach, L. McKennit
 
le voci di Dante 28.11
La rassegna dedicata alle celebrazioni per il Settecentenario dantesco procede verso l'ultimo appuntamento, combinando il Canto XXX del Paradiso con brani di Chopin, Rachmaninov, Vinci, Bach e McKennit.
Con il coordinamento artistico di Alessio Tiezzi, sono coinvolti gli allievi dell'Istituto di Musica Henze, Sara Mazzetti, Sara Cipriani, Daniela Mosca, Andrea Ciacci e Alessia Zuccarello.
Al programma musicale fanno da contrappunto le terzine dantesche recitate dai giovani provenienti dal Vivaio dei Concordi di Acquaviva, con i commenti letterari a cura di Rita Agostini.

TEATRO POLIZIANO 2021-22, LA STAGIONE DELLA RISCOSSA A MONTEPULCIANO


mani quadra teatropoliziano web
Il Teatro Poliziano annuncia la stagione 2021-22
rafforzando l’impegno per la promozione dello spettacolo dal vivo.

SCOPRI QUI I DETTAGLI DELLA STAGIONE TEATRALE 2021-22

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte presenta così una programmazione indipendente, realizzata compiendo scelte autonome. Saranno ripresi alcuni tra i più significativi progetti sospesi nelle stagioni precedenti: sono quindi confermati Lino Musella (già premio Ubu) che propone quest’anno un nuovo lavoro su Eduardo De Filippo, Isabella Ragonese che interpreta il testo toccante di Lucia Calamaro, e Misericordia di Emma Dante che è ormai un riferimento nella drammaturgia attuale. Il celeberrimo Stefano Massini si muove poi tra le emozioni umane, mentre era doveroso per Montepulciano ospitare il nuovo progetto teatrale su Pompeo di Andrea Pazienza; altrettanto attuale è il mito fascinoso di Lolita riletto da Biancofango, ma l’evento conclusivo annovera al Poliziano Ugo Pagliai e Paola Gassman, coppia inossidabile del teatro italiano, qui insieme a Babilonia Teatri. In totale sono sette gli spettacoli in abbonamento; gli abbonati della stagione 2019-20 potranno confermare i propri posti.

L’apertura, venerdì 10 dicembre alle 21.15, spetta a Lino Musella, già premio UBU come miglior attore: dopo i successi cinematografici, approfondisce la personalità di Eduardo De Filippo attraverso appunti, lettere e articoli inediti; s’intitola “Tavola tavola, chiodo chiodo…” la pièce impreziosita dalle musiche che Marco Vidino esegue dal vivo.

“Gli ultimi giorni di Pompeo” è il libro epocale di Andrea Pazienza, un capolavoro generazionale che torna in forma di studio a Montepulciano sabato 8 gennaio; la realizzazione teatrale di Riccardo Goretti, Massimo Bonechi e del danzatore e coreografo Giorgio Rossi, rispetta rigorosamente il testo di Pazienza.

Isabella Ragonese sarà protagonista martedì 18 gennaio della creazione concepita proprio per lei dalla drammaturga di culto Lucia Calamaro: “Da lontano - chiusa sul rimpianto” è l’analisi del rapporto appassionato e complesso tra madre e figlia, con la partecipazione di Emilia Verginelli.

Celebrità televisiva e autore applaudito nel mondo, Stefano Massini scandisce il suo “Alfabeto delle emozioni” in un susseguirsi di storie, dallo scrittore Arthur Conan Doyle al pittore Chagall, da Al Capone alla moglie di Carducci; una narrazione magistrale che, venerdì 4 febbraio, indaga la forza e la fragilità dell’essere umano.

“About Lolita” è un titolo che evoca il romanzo di Nabokov o la ragazzina in costume da bagno nel film di Kubrick. La visione teatrale di Biancofango riprende quei riferimenti per portare in scena il mito di Lolita venerdì 18 febbraio, con la regia di Francesca Macrì.

Sabato 5 marzo arriva al Teatro Poliziano la drammaturgia di Emma Dante che esprime la sua autorevole cifra stilistica con “Misericordia”, una vicenda incentrata sulle figure femminili più umili per elevarne le qualità morali ed emotive.

Per l’evento conclusivo di mercoledì 30 marzo sono invece protagoniste le personalità artistiche di Ugo Pagliai e Paola Gassman che si cimentano in “Romeo e Giulietta – una canzone d’amore”, una declinazione provocatoria del classico di Shakespeare realizzata da Babilonia Teatri, compagnia insignita del Leone d’argento alla Biennale di Venezia.

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte mantiene accessibili i prezzi di biglietti e abbonamenti per stimolare la partecipazione popolare alla stagione ritrovata del teatro.

PROGRAMMA COMPLETO QUI

Info e prenotazioni; T. 0578757089 // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

BEATRICE VENEZI DIRIGE ORCHESTRA POLIZIANA E CORALE POLIZIANA A SAN BIAGIO - gallery

Orchestra Poliziana e Corale Poliziana salutano la direzione di Beatrice Venezi al termine di un concerto festoso e non meno spirituale. Un Tempio di San Biagio tutto esaurito ha accolto l'evento sinfonico-corale celebrativo per il 400° dalla morte di San Roberto Bellarmino.

L'evento sinfonico si inscrive nelle celebrazioni per i 400 anni dalla morte di San Roberto Bellarmino, su iniziativa dell'Istituto per la Valorizzazione della Abbazie Storiche della Toscana e della Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza, in collaborazione con Rotary Club. Il concerto annovera un programma musicale che, a partire dalla matrice barocca, mette a confronto pagine festose e partiture sacre.

L'avvio era dedicato alla Musica per i Reali fuochi d'artificio in re maggiore di Georg Friedrich Händel; sono poi stati eseguiti tre brani a vocazione spirituale: l'Ave verum corpus di Wolfgang Amadeus Mozart, seguito dal Gloria di Antonio Vivaldi, fino all'atto conclusivo, firmato ancora da Mozart con il Laudate dominum dai Vesperae Solennes de Confessore. I ruoli solisti erano assegnati ai soprani Gaia Matteini e Chiara Franceschelli, insegnanti dell'Istituto di Musica Henze, per evidenziare una volta ancora la cooperazione artistica e didattica tra i giovani talenti orchestrali, i docenti, i coristi amatori e una personalità blasonata quale Beatrice Venezi salita sul podio per guidare l'esecuzione.


ISTITUTO DI MUSICA HENZE APERTO PER L'ANNO SCOLASTICO 2021-22, SEGUI LA MUSICA

Segui la musica: l'Istituto di Musica “Hans Werner Henze” è pronto per un nuovo anno scolastico da affrontare in totale sicurezza.

Gli ambienti accoglienti, la professionalità degli insegnanti, l'affidabilità organizzativa sono qualità dimostrate anche nei mesi appena trascorsi. Possiamo quindi tornare ad accogliere le nostre allieve e i nostri allievi. La scuola poliziana, convenzionata con l'Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci e Siena Jazz, è sempre più attiva per chi vuole imparare a suonare uno strumento in un contesto sereno, creativo e dinamico, adeguato alle esigenze dei ragazzi e delle famiglie.

Montepulciano, con le sue sedi distaccate di Cetona e Sarteano, è ormai un centro d’eccellenza per tutto il territorio: sono infatti coinvolti nella didattica musicale oltre 1.000 allievi, tra corsi individuali, corsi collettivi e attività nelle scuole pubbliche e private.

 

I CORSI COLLETTIVI SONO GRATUITI per allievi under 26.

La sede di Via di Voltaia nel Corso 57 (ex Palazzo di Giustizia) è aperta ai diversi corsi di strumento, in totale sicurezza.

 

 

OPEN DAY
Domenica 26 settembre 2021, dalle 14.00 alle 18.00 (si consiglia la prenotazione)

ISCRIZIONI
Per le iscrizioni, la segreteria dell'Istituto di Musica H. W. Henze è aperta
dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30

INIZIO LEZIONI
Lunedì 4 ottobre 2021

> Via di Voltaia, 57 - Montepulciano (Si)
> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
> tel. 0578 758416 | cell. +39 347 7419459

 

Ecco tutti i dettagli sui corsi, le lezioni e le quote.

CORSI DI STRUMENTO


SEZIONE CLASSICA

Flauto, Flauto dolce, Oboe, Clarinetto, Sassofono, Corno, Tromba, Trombone, Chitarra, Pianoforte, Percussioni, Canto lirico, Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso, Organo, Fisarmonica, Armonia, Composizione, Arpa

SEZIONE MODERNA E JAZZ

Chitarra elettrica, Basso elettrico, Batteria, Pianoforte moderno e jazz, Canto moderno e jazz, Teoria e pratica jazz, Dj-producer e home recording

Corso di chiarina gratuito (in collaborazione con Magistrato delle Contrade)

CORSI COLLETTIVI GRATUITI per allievi under 26
TUTTI GLI ALLIEVI FINO AI 26 ANNI DI ETA' POSSONO FREQUENTARE GRATUITAMENTE TUTTI I CORSI DI TEORIA, RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE (TRP), CORO DI VOCI BIANCHE, ORCHESTRA JUNIOR, GIOVANI ARCHI POLIZIANI, ORCHESTRA POLIZIANA, BANDA POLIZIANA, BAND DI PERCUSSIONI, ENSEMBLE DI FIATI, ENSEMBLE DI CHITARRE, ARRANGIAMENTO E ANALISI DEL REPERTORIO MODERNO, MUSICA DA CAMERA, MUSICA D'INSIEME (sezione moderna), STORIA DELLA MUSICA


QUOTE

Quote annuali di iscrizione ed assicurazione:

Quota mensile di frequenza ai corsi:

Allievi
“under 26”

Allievi
“over 26”

Iscritti entro il 31 Gennaio:

€   50.00

Corso 1 ora settimanale

€ 90,00

€ 100,00

Iscritti dal 1 Febbraio:

€   30.00

Corso 1/2 ora settimanale

€ 45,00

€ 50,00

Noleggio strumento:

€   50.00

Corso 1 ora quindicinale

€ 45,00

€ 50,00


PROMOZIONI SPECIALI

FAMILY dal secondo membro dello stesso nucleo familiare si applica la quota mensile di € 80 per corsi di 1 ora e € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)

TWIN per gli allievi che frequentano due o più corsi si applica la quota mensile di € 80.00 per corsi di 1 ora ed € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)
ADVANCE per chi paga in un'unica soluzione entro il 31 ottobre 2020 (la promozione si applica solo alle iscrizioni da quattro ore mensili):
- adulti > 720 € (anziché 800 €) 
- ragazzi under 26 > 640 € (anziché 720 €)
 
ISCRIZIONI E INFO
Tariffa d'iscrizione
50,00 euro (Cinquanta) con lo strumento di proprietà dell'alunno
100,00 euro (Cento) Corale Poliziana / 50 euro se già iscritti ad altri corsi
100,00 euro (Cento) con lo strumento di proprietà dell'Istituto di Musica
Validità iscrizioni / Per rendere valide le iscrizioni è necessario:
> versare la quota d'iscrizione
> prendere visione del regolamento (scarica qui .pdf)

> prendere visione del protocollo anticontagio (Covid19 scarica qui .pdf)

Per informazioni e iscrizioni:
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
Via Fiorenzuola Vecchia 5 - Montepulciano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LILI ELBE SHOW: UNA SFAVILLANTE NOTTE DI DANZA AL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

PICHINI LILI ELBE SHOW

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte la nuova coreografia di Sasha Riva e Simone Repele ha tradotto nel linguaggio della danza la storia dell'artista transgender che ispirò il film The Danish Girl. Immagini delicate ma intense si sono susseguite sul palco di Piazza Grande con gli stessi Riva e Repele, l'étoile Silvia Azzoni, Yumi Aizawa e Jamal Callender

Lo spettacolo è stato introdotto dal prologo Slør, con Benedetta Barbini, Gaia Lorenzetti, Erica Mazzetti, Chiara Mazzieri, Matilde Pasquini, Elisa Pili, Stefania Tintila, Vittoria Tramonti, allieve delle scuole di danza del territorio Petite École di Montepulciano, Asd Étoile di Chiusi, École de Ballet di Sinalunga.

Con il coordinamento artistico di Azzurra Di Meco, in collaborazione con Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia, Guido Levi lighting lab, Daniele Cipriani Entertainment. 

{basicyoutube}_fBTQ5-c18w{/basicyoutube}

Foto di Dario Pichini

FIGLI DI UN DIO UBRIACO, AL DUOMO DI MONTEPULCIANO LA CELEBRAZIONE DELLE PERIFERIE DEL MONDO - IL RACCONTO PER IMMAGINI

FIGLIDIUNIDIOUBRIACO PICHINI

Venerdì 16 luglio 2021, il Duomo di Montepulciano ha accolto Figli di un dio ubriaco, il progetto di Michela Lucenti e Balletto Civile che unisce la danza attuale e la recitazione con le cantate e i madrigali barocchi - eseguiti da Ensemble Ensemble Cremona Antiqua diretto da Antonio Greco, con Valeria La Grotta (soprano) e Anna Bessi (mezzosoprano). 

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte è andata così in scena la rappresentazione degli antieroi e la celebrazione delle periferie del mondo. 

 

 

Foto gallery Dario Pichini

CENTANNI: IN SCENA AL CASTELLO DI SARTEANO LA FIABA DELLA NUOVA ACCADEMIA DEGLI ARRISCHIANTI

maria luisa mazziotti CENTANNI

foto Maria Luisa Mazziotti

 

Per il 46° Cantiere Internazionale d'Arte, dal 15 al 19 luglio al Castello di Sarteano è stata ambientata la storia dai tratti fiabeschi messa in scena dalla Nuova Accademia degli Arrischianti

In Centanni - Fiaba per un possibile risveglio, i temi contenuti nella storia de La Bella Addormentata sono diventati una metafora dell’attuale ritorno alla realtà e alla luce dopo il sonno e il buio, in una riflessione che ha interpretato il periodo della pandemia come un brutto incantesimo.

 

Foto gallery: Dario Pichini Studio

 

 

L'ORQUESTA MINIMAL FLORES DEL ALMA ONORA IL TANGO E PIAZZOLLA AL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

DSC02654 1

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte si è celebrato il 100° anniversario della nascita di Astor Piazzolla con il concerto dell'Orquesta Minimal Flores del Alma

In Piazza Grande, sabato 17 luglio 2021, il quintetto Orquesta Minimal Flores del Alma, formato da Mauro De Federico alla chitarra, Gilberto Pereyra al bandoneon, Piercarlo Sacco al violino, Franco Finocchiaro al contrabbasso e Stefano Zicari al pianoforte ha proposto un omaggio al celebre compositore argentino eseguendo sue composizioni, come nel caso di Cuatro Estaciones Porteñas, Michelangelo 70 e del Concierto para Quinteto, nonché sue rivisitazioni di tanghi tradizionali.

 

 

 

"FIGLI DI UN DIO UBRIACO" SI SPOSTA AL DUOMO DI MONTEPULCIANO. "CENTANNI" A SARTEANO RINVIATO A LUNEDI' 19 LUGLIO

figli di un dio ubriaco

Causa maltempo, è modificato il programma di venerdì 16 luglio.

-
Lo spettacolo Figli di un dio ubriaco di Michela Lucenti / Balletto Civile si terrà all'interno del Duomo di Montepulciano, in Piazza Grande, alle ore 21.30.

- Lo spettaoclo Centanni di Laura Fatini al Castello di Sarteano è rinviato a lunedì 19 luglio: le prenotazioni per la data di venerdì 16 luglio sono automaticamente confermate per lunedì 19. Restano regolarmente in programma le date di sabato 17 e domenica 18 luglio.


MASTERCLASS SU MOLLY BLOOM, CON MARCO LORENZI DE IL MULINO DI AMLETO PER 46° CANTIERE

molly bloom okOPEN CALL PER ARTISTE

MASTERCLASS “SAY YES” CON MARCO LORENZI

Oggetto: partecipazione alla masterclass “Say Yes” con Marco Lorenzi

Chi: performer femminili tra attrici e cantanti liriche

Dove e quando: dal 27 al 31 luglio 2021 a Montepulciano (SI)

Validità call: fino a 10 luglio 2021

Sul tema “To say yes to life...” tratto da monologo di Molly Bloom dal romanzo Ulisse di James Joyce

Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e la compagnia teatrale Il Mulino di Amleto sono lieti di lanciare una masterclass nell’ambito del 46° Cantiere Internazionale d'Arte, sotto la guida del regista della compagnia il Mulino di Amleto, Marco Lorenzi.

La masterclass sarà dedicata completamente allo studio della figura femminile, indirizzata alle attrici e cantanti liriche. Lo studio sarà ispirato al personaggio di Molly Bloom, del romanzo Ulisse di James Joyce e come obiettivo principale vorrà portare la voce di Molly dallo stato di un personaggio letterario allo stato di universalità umana, di archetipo.

Il lavoro/studio della masterclass sarà presentato il 31 luglio 2021, alle ore 18 all’interno della programmazione del 46° Cantiere Internazionale d’Arte.

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte ospiterà un massimo di 12 artiste (condizioni di ospitalità + costi masterclass).

La selezione sarà effettuata da una commissione interna composta dal regista Marco Lorenzi, dal direttore artistico del Cantiere Internazionale d’Arte Mauro Montalbetti e da altre eventuali figure professionali del settore teatrale.

La candidatura alla masterclass dovrà essere presentata entro il 10 luglio 2021 via e-mail, inviando il proprio CV, una foto e la lettera motivazionale al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nella lettera motivazionale dovrà essere affrontato il tema Say yes…”, in maniera libera e creativa, ed è necessario che emergano le eventuali abilità musicali.

____________________________________

La prima parola che Molly pronuncia nel suo capitolo è un sì. L’ultima parola sarà un altro sì. In mezzo scorre un fiume incontenibile di magliaia e magliaia di parole senza posa. Una tensione febbrile, desiderosa, tenera, volgare, ironica, candida e accorata verso la vita. Molly è anche e soprattutto un sì alla vita e alla natura umana, un’accettazione quasi panica e incontestabile di tutto quello che la vita rappresenta e porta in dote. Portarsi dietro questo “sì alla vita”, è il toccante obiettivo con cui vogliamo che le partecipanti uscissero dalla masterclass, intima e emozionante, dalle porte del teatro alla fine del rito. Questo è quello cui potrebbe servirci oggi – in questo momento, visto che il teatro vive sempre nel presente – incontrare la nostra Molly... anzi, le nostre Molly.

e come mà baciato sotto le mura moresche e ò pensato bè lui o un altro che cambia e poi gliò chiesto con gli occhi di chiederlo ancora sì e poi me là chiesto se volevo sì dire sì mio fiore di montagna e prima lò abbracciato sì e lò fatto stendere su di me per fargli sentire i miei seni tutti profumati sì e il suo cuore che impazziva e sì ò detto sì lo voglio Sì...
[Estratto dal monologo di Molly Bloom]


Per ulteriori informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

_________________________________

MARCO LORENZI Regista (11/07/1983)
Marco Lorenzi classe 1983 si diploma come attore presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino nel 2006, diretta all’epoca da Mauro Avogadro. Presso l’accademia studia con Mauro Avogadro (recitazione), Maria Cosangra (movimento Laban- Bartenieff), Emanuele De Checchi (voce), Marise Flach (mimo), Claudia Giannotti (recitazione), Nikolaj Karpov (acrobatica), Marco Merlini (acrobatica), Bruce Myers, Franca Nuti (recitazione), Germana Pasquero (dizione). Nel 2006 Bruce Myers lo sceglie come Romeo per lo spettacolo di fine corso “Romeo e Giulietta” e come attore per affiancarlo nello spettacolo “Il Grande Inquisitore” diretto da Peter Brook. Approfondisce la sua formazione frequentando seminari diretti da Lilo Baur, Valerio Binasco, Peter Clough, Nicole Kehrberg, Kristin Linklater e molti altri appuntamenti diretti da Bruce Myers che rimane sempre un punto di riferimento sia per la creazione degli spettacoli sia nella pedagogia che intraprende nel tempo. al 2006 è attore professionista in spettacoli di M. Avogadro, P. Carriglio, E. Danco, Claudio Di Scanno, R. Guicciardini, Uli Jackle, A. Latella, C. Longhi, Eleonora Moro, Eleonora Pippo.

Il lavoro come regista e la compagnia Il Mulino di Amleto
Nel 2009 Marco Lorenzi inizia la carriera da regista, viene infatti chiamato a dirigere “Streamers” di David Rabe traduzione di Magdalena Barile per il Festival Quartieri dell’Arte di Viterbo. Sempre nel 2009, Molise Spettacoli e Bon Voyage Produzioni gli commissionano la regia de “La tempesta” di William Shakespeare con la partecipazione di Lello Arena, lo spettacolo fa repliche in tutta Italia per tutta l’estate 2009. Arriva così la decisione di fondare una propria compagnia, Il Mulino di Amleto, per cui è attualmente regista. Nel 2010 mette in scena “Per Ecuba” (spettacolo sitespecific), dirigendo con grande passione la straordinaria Franca Nuti e gli attori della sua compagnia. Nel 2010 affronta una bellissima sfida: l’autore maledetto Jean Genet, portando in scena “Sorvegliati-un progetto su Jean Genet”. Spettacolo dal gusto estetico fortissimo e di grande forza emotiva, viene definito “un pugno nello stomaco” che arriva nella cinquina finale del Miglior Spettacolo 2011 del Premio Rete Critica. Le collaborazioni crescono e aumentano, nel 2011 dirige per la sua compagnia “Doppio-Inganno una commedia perduta di William Shakespeare” (progetto che riceve il Premio di Sostegno alla Produzione 2011 della Città di Torino), spettacolo di grande forza e successo per il pubblico che conferma il talento dell’artista; nel 2013-2014 in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino produce “Gl’innamorati di Carlo Goldoni”, spettacolo che ottiene grande riscontro di pubblico e di critica. Nel 2015 è chiamato dal Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale a dirigere prima lo spettacolo “Cenerentola” dedicato al teatro ragazzi e poi “L’albergo del libero scambio” di Georges Feydeau nella riscrittura contemporanea di Davide Carnevali. Sempre nel 2015 la compagnia Il Mulino di Amleto vince “Scene allo Sbando contributo alla produzione della Compagnia di San Paolo per le compagnie under35” , dirige così “Mahagonny. Una scanzonata tragedia post-capitalistica” un omaggio all’opera di Bertolt Brecht, lo spettacolo viene presentato al XX Festival delle Colline Torinesi 2015. E’ uno spettacolo che segna una svolta importante nel lavoro di rilettura dei classici, influenzando così anche i lavori successivi, come, per esempio, “Il Misantropo di Moliére-Una Commedia sulla Tragedia di Vivere Insieme”, riscrittura del grande capolavoro di Moliére che debutta con successo a marzo 2017 in collaborazione con la Corte Ospitale di Rubiera e che, nel dicembre 2017, vince il premio Theatrical Mass 2017, organizzato da Campo Teatrale/Milano. Un nuovo passo in avanti nella ricerca artistica di Marco è costituito dal progetto di drammaturgia contemporanea “Senza Famiglia- Titolo Provvisorio”, con cui porta il Mulino di Amleto alla prestigiosa finale del Premio Scenario/Edizione del Trentennale all’interno del festival di Santarcangelo 2017 e che debutta a Milano a febbraio 2019. Anche il 2018 è un anno denso di sfide poiché Marco firma ben 4 regie molto diverse tra loro. Infatti, sempre con il Mulino di Amleto, realizza “Ruy Blas- Quattro Quadri sull’Identità e sul Coraggio”,

rilettura in chiave contemporanea del capolavoro dell’ottocento scritto da Victor Hugo e ripensato per location molto particolari e un pubblico ridotto. Il progetto vince il premio Siae-S’illumina Nuove Opere 2016 per le nuove opere. Con la produzione e il sostegno del Teatro Stabile di Torino-Teatro Nazionale, invece, firma un nuovo spettacolo per il pubblico giovane del teatro Carignano: Alice nel Paese delle Meraviglie. Per finire, a giugno del 2018, lo attende un doppio impegno davvero emozionante: il debutto di “Platonov- Un Modo come un Altro per Dire che la Felicità è Altrove” – riscrittura del primo testo di Anton Cechov, presentato al Festival delle Colline Torinesi con la produzione di Elsinor/Centro di Produzione Teatrale, Fondazione TPE e Festival delle Colline, e una nuova versione del capolavoro di hakespeare Romeo e Giulietta per il Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale che debutta nella prestigiosa cornice del Teatro Carignano per la prima edizione del progetto “Prato Inglese”. Dal 2018 la tournée dello spettacolo “Platonov” prosegue, fino al 2020 e a seguire, con grande successo e riconoscimenti: Premio Last Seen 2018 come miglior Spettacolo per Krapp’s Last Post, tra i 10 migliori spettacoli 2019 per Milano Teatri e tra gli “Imperdibili 2019” per Birdmen Magazine, secondo Classificato Rete Critica 2019. Continua nel 2019 la collaborazione con il Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale che gli commissiona “Otello” per il secondo progetto Prato Inglese presso il Teatro Carignano di Torino. Inizia un nuovo incontro e una nuova collaborazione a settembre del 2019 con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia/ Il Rossetti di Trieste per la produzione “Valzer per un mentalista” un affascinante esperimento di crossing tra performance e menmonismo. Tra il 2019 e il 2020 Marco Lorenzi con la sua compagnia ha creato il progetto “Cantiere Ibsen/ #ArtNeedsTime. Call per attrici e attori europei”, un percorso di 5 workshop, tra ottobre 2019 e aprile 2020, di alta formazione teatrale interamente gratuiti, Alla call hanno risposto più di 170 artisti d’Italia e d’Europa.

 

46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE DAL 15 LUGLIO ALL'1 AGOSTO. DIREZIONE DI MAURO MONTALBETTI

manifesto 46 cantiere web
Il Cantiere Internazionale d’Arte presenta la 46ª edizione impaginata dal nuovo direttore artistico Mauro Montalbetti che si avvale della direzione musicale di Antonio Greco. Dal 15 luglio all’1 agosto 2021 sono 35 gli appuntamenti diffusi tra Montepulciano e la Valdichiana Senese.

“La musica, il teatro, la danza - spiega Montalbetti - entrano in relazione con le persone, la società, il territorio: su questa convinzione Henze creò il Cantiere Internazionale d’Arte, sulla stessa idea ho costruito il mio percorso di compositore e anche la nuova avventura in una direzione artistica tanto prestigiosa.”

In questa edizione, connessioni sottili in filigrana collegano i programmi, molti dei quali caratterizzati da accostamenti audaci, dialoghi inediti per invitare alla riflessione e generare confronti tra linguaggi e poetiche differenti. Rinnovando la cooperazione tra nuovi talenti e artisti affermati, la manifestazione è sostenuta da MiC, Regione Toscana, Comune di Montepulciano e Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Con una particolare sensibilità alle forme contemporanee, sono molteplici i nuovi lavori commissionati ad autori innovativi. A partire dall’epicentro poliziano, il calendario coinvolge i Comuni di Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda.

PROGRAMMA COMPLETO QUI 

FIGLI DI UN DIO UBRIACO il teatro-danza di Michela Lucenti e Balletto Civile con musica barocca dal vivo
Figli di un dio ubriaco è una produzione ibrida tra musica barocca, danza contemporanea e recitazione. Il progetto è guidato Michela Lucenti (coreografa per La Traviata di Martone/Gatti trasmessa da Rai3). In Piazza Grande, 11 attori-danzatori di Balletto Civile, di età compresa tra i 9 e 76 anni, esprimono il movimento dei corpi ispirato all’arte barocca, interpretando antieroi delle periferie del mondo; la parte musicale dell’Ensemble Cremona Antiqua, diretto da Antonio Greco, è incentrata su madrigali e cantate di Monteverdi, Salomone Rossi, Barbara Strozzi e Isabella Leonarda. Con la solida collaborazione tra diversi soggetti, lo spettacolo è già in agenda su piazze rilevanti. In coproduzione con Teatro Piemonte Europa. [16 luglio]

ELSE nuova opera sulla questione femminile di Gardella e Ligorio, tratta da Schnitzler; dirige Ceccherini
In prima assoluta al Teatro Poliziano l’opera commissionata al compositore Federico Gardella e alla drammaturga Cecilia Ligorio che firma anche la regia di un lavoro ispirato ad Arthur Schnitzler. Else, in coproduzione con Fondazione I teatri di Reggio Emilia e in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Macerata, addita l’abuso di potere sull’intimità come una malattia del nostro tempo. L’esecuzione è affidata all’Ensemble Risognanze, con l’autorevole direzione di Tito Ceccherini; il cast vocale annovera Alda Caiello (mezzosoprano), Maria Eleonora Caminada (soprano), Leonardo Cortellazzi (tenore), Michele Gianquinto (basso). [31 luglio - 1 agosto]

CONCERTI SINFONICI E ORCHESTRALI con Orchestra della Toscana, Orchestra Poliziana, Markus Stenz, Antonio Greco, Carlo Boccadoro, Davide Cabassi, Trio Kanon, tra prime assolute e repertorio classico

Quattro serate per organici sinfonici e orchestrali, tre in Piazza Grande, una al Tempio di San Biagio: tra profili acclamati nel mondo e giovani generazioni, dialogano pagine classiche e nuove ideazioni. Dopo l’esecuzione del 2020 trasmessa su Rai Radio3, l’Orchestra della Toscana raddoppia l’impegno al Cantiere. Dapprima con il direttore Antonio Greco traccia un itinerario classico, da Händel a Haydn (con l’elaborazione del periodo luttuoso) fino a un liberatorio Beethoven con il Trio Kanon. [18 luglio]

Poi l’ORT torna sotto la bacchetta illuminata di Markus Stenz che apre con Stravinskij, cui segue l’approfondimento su Brhams (Sinfonia n. 1) e la relativa Fantasia concepita da Detlev Glanert. [30 luglio]

L’Orchestra Poliziana collabora come si confà ai principî del Cantiere con artisti influenti. Al Tempio di San Biagio, con la direzione di Antonio Greco, l’organico locale presenta in prima assoluta il brano Ecco sparir le stelle commissionato a Carlo Boccadoro, mentre nella seconda parte interviene anche la Corale Poliziana per i due capolavori di Antonio Vivaldi, il Gloria in Re maggiore e il Credo in Mi minore; i ruoli solisti sono assegnati a Valeria La Grotta (soprano) e Anna Bessi (mezzosoprano). [24 luglio]

La giovane compagine di Montepulciano affronta anche il popolare Concerto di Chiusura con e la direzione di Antonio Greco che propone per l’evento conclusivo un percorso sulla musica francese con Pelleas et Melisande e la Pavane di Fauré e ancora la Pavane pour un enfante défunte di Ravel, per poi completare con il Concerto per pianoforte n. 1 di Ludwig van Beethoven che sancisce la partecipazione straordinaria di Davide Cabassi come solista. [1 agosto]

LILI ELBE SHOW, nuova coreografia di Riva & Repele
sull’artista transgender che ispirò The Danish girl, con l’étoile Silvia Azzoni e l’Orchestra Giovanile Italiana diretta da Marc Niemann
Dedicata alla vicenda dell’artista danese, icona dei diritti transgender, Lili Elbe Show è la nuova creazione coreografica commissionata a Riva & Repele: oltre agli stessi Sasha Riva e Simone Repele, saranno sul palcoscenico la stella mondiale Silvia Azzoni (già protagonista con Roberto Bolle), Yumi Aizawa, Jamal Callender e gli allievi delle scuole di danza territoriali. Le musiche di Bach e la nuova composizione di Paolo Gorini saranno eseguite dall’Orchestra Giovanile Italiana, rafforzando così la sinergia con la Scuola di Musica di Fiesole; sul podio di Piazza Grande sarà Marc Niemann, nominato nel 2018 miglior direttore di Germania dalla critica tedesca. Un tale ambizioso progetto vanta il coordinamento artistico di Azzurra Di Meco, la collaborazione di Accademia della Belle Arti Santa Giulia e di Guido Levi lighting lab, programma per la valorizzazione del mestiere della luce presso i più giovani, intitolato al noto light designer. [29 luglio]

CENTANNI, teatro musicale inedito per un ritorno alla realtà su testo di Fatini e musiche di Vannoni
La coproduzione con Nuova Accademia degli Arrischianti è in scena tra le suggestioni del Castello di Sarteano; Laura Fatini scrive, e insieme a Gabriele Valentini ne firma anche la regia, uno spettacolo che allude a La bella addormentata: un risveglio che è la metafora dell’odierno ritorno alla realtà dopo un lungo sonno. Le musiche di scena sono state commissionate a Giovanni Vannoni, 29enne già elogiato dalla critica. [dal 15 al 18 luglio]

SITE-SPECIFIC, installazioni sonore alla Riserva del Lago di Montepulciano e nella Cantina Dei
Altre committenze di nuova musica d’avanguardia attengono ai progetti site-specific. Davide Vannuccini lavorerà con le sequenze elettroniche tra le geometrie contemporanee della Cantina Dei. Mentre Maurizio Rinaldi registra il paesaggio sonoro della Riserva del Lago di Montepulciano dove i suoni della natura diventano espressione e pensiero musicale nella performance intitolata Equilibri.

MICHELE CAMPANELLA E MONICA LEONE, DAVIDE CABASSI, il grande pianismo al 46° Cantiere
Le personalità artistiche di Michele Campanella e Monica Leone offrono un concerto per due pianoforti imbastito per l’omaggio al cinquantenario dalla morte di Igor Stravinskij (Circus Polka, Concerto per due pianoforti, Tango), con il finale che verte invece su Sergej Rachmaninov (Suite per due pianoforti n. 2); ad ospitare l’eccellenza del pianismo sarà l’inusuale contesto del Chiostro di Sant’Agnese. [21 luglio]

Altro virtuoso della tastiera è Davide Cabassi, solista tra i più invitati al mondo che, prima del Concerto di Chiusura, si cimenta in un recital articolato su pagine di Henze, Crumb, Castiglioni, Mussorgskij. [29 luglio]

MUSICHE NUOVE, committenze, prime esecuzioni assolute e la residenza dell’Ensemble degli Intrigati
Per assicurare spazi di espressione alla musica contemporanea, il Cantiere Internazionale d’Arte incita le attuali generazioni artistiche a realizzare lavori originali che risultano centrali nella programmazione. Oltre a opera, danza e teatro, sono molteplici le musiche commissionate e le prime esecuzioni assolute: se autori come Carlo Boccadoro, Alessandra Ravera e Andrea Molino hanno ormai una statura artistica ben riconosciuta, ulteriori momenti sono riservati ai più giovani Elvira Muratore, Luca Benatti, Matteo Belli. È inoltre prevista la residenza artistica dell’Ensemble degli Intrigati, giovane organico propiziato dalla Fondazione Cantiere e specializzato nel linguaggio contemporaneo, che esegue due concerti a seguito del periodo di perfezionamento con Andrea Molino.

DANTE E PIAZZOLLA, celebrazioni creative per due anniversari considerevoli
Per la doverosa celebrazione di Dante Alighieri c’è Vox in Bestia. Un prontuario di animali divini con l’esibizione di Laura Catrani che interpreta la vocalità contemporanea sui testi di Tiziano Scarpa e le video animazioni di Gianluigi Toccafondo, esplorando un bestiario dantesco. [23 luglio]
Il centenario dalla nascita di Astor Piazzolla è invece ricordato con due differenti concerti:Orquesta minimal Flores del Alma è il classico quintetto-Piazzolla cui è riservata la ribalta di Piazza Grande, mentre il Luigi Attademo trascrive per chitarra sola canzoni dell’autore argentino, alternandole con titoli attuali in un contrappunto esteticamente singolare. [24 luglio]

INCONTRI LETTERARI con Carlo Boccadoro e Federica Marsico, tra stili e generi
Tra le novità del 46° Cantiere Internazionale d’Arte ci sono le letture musicali scandite in due incontri tematici di diversa estrazione. Il 23 luglio, all’Enoliteca della Fortezza, Carlo Boccadoro presenta il suo Bach Prince vite parallele (Einaudi), stimolato dal giornalista Andrea Penna. Il 28 luglio sarà invece al Cortile delle Carceri il confronto con la musicologa Federica Marsico sul suo volume La seduzione queer di Fedra. Il mito secondo Britten, Bussotti e Henze (Aracne), un excursus sulla fluidità di genere declinata nelle elaborazioni scenico musicali di autori significativi, tra i quali il fondatore del Cantiere; presenta Francesco Antonioni.

LA RICCHEZZA CULTURALE DEL CANTIERE tra le ulteriori iniziative in programma
Workshop di arte scenica con Il Mulino di Amleto
Tra le compagnie più in vista del teatro italiano, Il Mulino di Amleto promuove un laboratorio di arte scenica a partire dalla figura di Molly Bloom, personaggio dell’Ulisse di James Joyce; sotto l’egida di Marco Lorenzi, gli attori e i cantanti partecipanti daranno vita a un atto performativo in forma di studio il 31 luglio.

Il trovatore ballabile In una metonimia musicale, l’opera di Giuseppe Verdi trova un nuovo codice esecutivo con l’ensemble L’Usignolo che asserisce una rilettura in chiave folklorica, con un’orchestrazione improntata alle origini del ballo liscio. Si giunge così a una declinazione popolare del melodramma (28-29 luglio).

Arte visiva Valeria Crociata è l’artista, illustratrice e designer che ha realizzato l’immagine-manifesto del 46° Cantiere Internazionale d’Arte: in un’esposizione di carattere urbano, sarà mostrato il segno originale delle opere prodotte da un talento creativo apprezzato negli ambiti delle arti visive e della comunicazione.

Antologia musicale Il florilegio concertistico del Cantiere Internazionale d’Arte include inoltre il festoso prologo con le Bande della Valdichiana, l’Ensemble Barocco di Napoli con Il sogno di Pan. Il flauto tra Napoli e Venezia nel XVIII secolo dove si staglia il maestro del flauto traversiere Tommaso Rossi, la talentuosa pianista Giulia Toniolo, il violino solo di Daniele Richiedei tra folk e improvvisazione, la qualità contemporanea del Trio Hegel e l’attitudine jazz del Giorgio Ferrara Trio.

ASSUNZIONE DI UNA UNITÀ NELL'AREA COMUNICAZIONE E ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA FONDAZIONE

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte assume una unità per l'area Comunicazione e Organizzazione generale, a tempo determinato part-time, dall'1 luglio 2021 al 30 giugno 2022. La selezione avverrà tramite valutazione di curricula, titoli ed esame orale, in conformità con il Regolamento per la selezione di personale della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte.

I curricula dovranno prevenire alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte in allegato alla domanda di partecipazione alla selezione compilata e firmata dal candidato.

La selezione ha come obiettivo l’assunzione a tempo determinato part-time di n. 1 risorsa nel servizio comunicazione, relazioni esterne e progetti, dall’1 luglio 2021 al 30 giugno 2022. Sono garantite le pari opportunità previste dalla Legge 10 aprile 1991, n. 125.

L’assunzione avrà i seguenti riferimenti contrattuali:
- Luogo di lavoro: presso le sedi della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte (ivi comprese le sedi dell’Istituto di Musica Henze).
- Tipologia di contratto: Contratto a tempo determinato part-time.
- Mansione: Addetto alla comunicazione e ai progetti speciali.
- Inquadramento: Area C, livello C2 - CCNL Federculture.

LEGGI QUI L'AVVISO DI SELEZIONE


SCARICA QUI LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (allegato 1) PDF

SCARICA QUI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (allegato 1) DOC

*La domanda di partecipazione (allegato 1) può essere scaricata e compilata in formato pdf oppure in formato doc

BORSE DI STUDIO DELL'ISTITUTO DI MUSICA HENZE: IL CONCERTO SABATO 29 MAGGIO AL TEATRO POLIZIANO

borse studio 2021La musica si incontra sul palcoscenico, dal vivo, con il concerto delle borse di studio. Gli allievi dell'Istituto di Musica Henze premiati in questo anno scolastico coraggioso e caparbio si esibiscono al Teatro Poliziano, pubblicamente. Sabato 29 maggio, alle ore 18.00, appuntamento a Montepulciano, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, via email 𝗶𝘀𝘁𝗶𝘁𝘂𝘁𝗼.𝗺𝘂𝘀𝗶𝗰𝗮@𝗳𝗼𝗻𝗱𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲𝗰𝗮𝗻𝘁𝗶𝗲𝗿𝗲.𝗶𝘁 o telefono 𝟬𝟱𝟳𝟴 𝟳𝟱𝟴𝟰𝟭𝟲.


LE ALLIEVE E GLI ALLIEVI PREMIATI

*Miglior allieva*
Nora Messeri (flauto)
Prof. Paolo Vaccari

*Miglior allievo più piccolo* ex aequo
Lorenzo Manzini (violoncello)
Prof.ssa Lucia Marangolo

Alessio Ceppari (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

*Sezione Archi*
Anna Bigozzi (violino)
Prof. Laurence Cocchiara

*Sezione Fiati e Arpa*
Irene Cencetti (arpa)
Prof.ssa Elisa Frandi

*Sezione Musica da camera*
Sara Cipriani (violoncello)
Sara Mazzetti (pianoforte)
Prof.ssa Katie Bruni – Prof. Alessio Tiezzi

*Sezione Pianoforte, Organo e Fisarmonica*
Matilde Piccardi (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

*Sezione Adulti* ex aequo
Gabriella Savini (pianoforte)
Prof. Alessio Tiezzi

Alexsandra Anza (canto moderno)
Prof.ssa Gaia Matteini

*Sezione Chitarra e Strumenti moderni*
Tommaso Trabalzini (batteria)
Prof. Andrea Di Cintio

*Sezione Gruppi Rock–Pop-Jazz*

ROCKDOWN
Filippo Turchi (chitarra elettrica)
Giulio Prianti (chitarra elettrica)
Marco Rosignoli (chitarra elettrica)
Giorgio Tapparini (chitarra elettrica)
Mattia Mozzini (basso)
Rossi Pietro (batteria)

*Sezione Canto lirico*
Chiara Scannapieco
Prof.ssa Gaia Matteini

*Sezione Canto moderno*
Viola Solini
Prof.ssa Chiara Franceschelli

*Premi speciali della giuria*
Sara Bertoneri (arpa)
Prof.ssa Elisa Frandi

Martina Marelli (violoncello)
Prof.ssa Katie Bruni

TRIO FAURE'
Francesca Fè (flauto)
Chiara Scannapieco (arpa)
Alessia Fè (violoncello)

Viola Solini (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

Alessandro Mazzetti (chitarra elettrica)
Prof. Diego Perugini

Silvia Morgia (canto moderno)
Prof.ssa Gaia Matteini

I VINCITORI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI 2021, A TORRITA DI SIENA

 
La finale del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri consacra i vincitori tra i 162 cantanti provenienti da 22 paesi. Con la direzione artistica di Eleonora Leonini, la giuria presieduta da Riccardo Zanellato assegna tutti i premi al Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena. La finale in forma di concerto è stata trasmessa in diretta streaming e in diretta tv su NTi (ch. 271).

Vedi qui la finale di domenica 9 maggio 2021.
{basicyoutube}n0dizegiOuI{/basicyoutube}


Un festoso e vitale clima artistico ha caratterizzato un'edizione che conferma il ruolo ormai rilevante assunto dall'evento torritese nella prospettiva della lirica nazionale, riscontrando un'evidente attenzione anche sull'orizzonte internazionale. Prova ne siano le diverse celebrità dell'opera arrivate in questi giorni nel borgo toscano per seguire le varie fasi della competizione. Al termine delle diciotto esecuzioni in programma per la finale, sono stati quindi attribuiti i riconoscimenti previsti. 

PRIMO PREMIO
Davide Giangregorio *Italia

SECONDO PREMIO
Qianhui Sun *Cina

TERZO PREMIO (ex aequo)
Rosalia Cid Tarrío *Spagna
Jungmin Kim *Corea del Sud

PREMIO SPECIALE GULIO NERI assegnato dal Comune di Torrita di Siena al miglior basso
Davide Giangregorio

PREMIO SPECIALE GIOVANI TALENTI offerto dal dott. Amedeo Monfardini
Caterina Marchesini

PREMIO BELLINI offerto dal dott. Amedeo Monfardini
Rosalia Cid Tarrío
 
 
 
 
 
 
 

LA FINALE DEL XIII CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, DOMENICA 9 MAGGIO

La commissione del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri di Torrita di Siena ha decretato, al termine della semifinale di sabato 8 maggio 2021, i diciotto cantanti ammessi alla finale in programma al Teatro degli Oscuri domenica 9 maggio a partire dalle 16.00 (diretta streaming sul canale YouTube della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte e diretta tv su NTi ch. 271).

DIRETTA STREAMING QUI >>> https://youtu.be/n0dizegiOuI

I concorrenti sono covocati per le ore 9.30 di domenica 9 maggio per le prove con le pianiste

La giuria, presieduta da Riccardo Zanellato, assegna ai finalisti le arie da eseguire.

COGNOME / SURNAME  NOME / NAME ARIA  AUTORE
Marchesini Caterina "O cielo! Dove son io?", Aroldo G. Verdi
Meldolesi  Caterina Piangete voi... Al dolce guidami... Coppia iniqua G. Donizetti
Merkudinova Yulia "Regnava nel silenzio... Quando rapito" G. Donizetti
Ou Shengwu Ella mi fu rapita.. parmi veder le lagrime G. Verdi
Starovoitov  Alan Come paride vezzoso  G. Donizetti
Sun QianHui  Mon coeur s'ouvre a ta voix C. Saint- Saëns
Tavini Matteo A te o cara V. Bellini
Xu CHUANQI  Alzati...Eri tu che macchiavi - Un Ballo in maschera  G. Verdi
Zhou Fan È strano...sempre libera G. Verdi
Cid Tarrío Rosalía  Eccomi in lieta vesta... Oh quante volte V. Bellini
Comes  Alberto  La calunnia - Il barbiere di Siviglia  G. Rossini
Della Morte Alessandro  La vendetta  W.A. Mozart
Espinosa Arturo "Nel veneto corteggio... Vieni; la mia vendetta" G. Donizetti
Fiocchetti Alessandro Una furtiva lagrima, da "L'elisir d'amore" G. Donizetti
Giangregorio Davide LA DEL CIEL NELL'ARCANO PROFONDO G. Rossini
Grochala Agnieszka Jadwiga  Einsam in trüben Tagen/Elsa/Lohengrin R. Wagner
Jang Sangjin la sonnambula: vi ravviso o luoghi ameni V. Bellini
Kim Jungmin Votre toast, je peux vous le rendre (Carmen) G. Bizet

XIII CONCORSO GIULIO NERI: I CONCORRENTI AMMESSI ALLA SEMIFINALE SABATO 8 MAGGIO

A seguito delle giornate di audizioni (6 e 7 maggio 2021), la giuria del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri delibera i concorrenti ammessi alla semifinale. 

I cantanti semifinalisti sono convocati alle ore 10,00 presso la segreteria in Piazza Matteotti (Torrita di Siena) per la prova con i pianisti e per il test Covid-19. I cantanti semifinalisti dovranno eseguire l'aria indicata dalla giuria.

La semifinale inizia alle ore 14.00.

 

CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI - SEMIFINALI 08-05-2021
ORARIO COGNOME/ SURNAME NOME / NAME ARIA  ARIA - composer
ORE 14.00 Marchesini Caterina "O ne riday moy Paolo", Francesca da Rimini S. Rachmaninov
Meldolesi  Caterina Egli non riede ancora... Non so le tetre immagini G. Verdi
Merkudinova Yulia "Je marche sur tous... Obéissons quand..." J. Massenet
Messinese  Isabella Io qui potrei forse restare - Zanetto P. Mascagni
Nelfi Viola Ah! tardai troppo... O luce di quest'anima G. Donizetti
Notarnicola Chiara "Quel guardo il cavaliere...So anch'io la virtù magica" da Don Pasquale G. Donizetti
Ou Shengwu Povero Ernesto.. cercherò lontana terra G. Donizetti
Ovchinnikova  Galina “L’altra notte in fondo al mare” A. Boito
Polishchuk Stepan «Sorge infausta una procella» aria Zoroastro dall’opera Orlando G.F. Händel
Ran Yuan Hao Ah! mes Amis...Pour Mon Âme G. Donizetti
ORE 15.20 Saladino Valeria  "Signore ascolta" G. Puccini
Santilli Vanessa Senza mamma  G. Puccini
Seong Eunbee (Olivia) Je suis Titania (Mignon) A. Thomas
Sgura Carlo Come Paride vezzoso G. Donizetti
Shimatani  Manami “O rendetemi la speme... Qui la voce sua soave”-‘ I Puritani’  V. Bellini
Song Hyunjung (Luigi) A te o cara V. Bellini
Starovoitov  Alan Na vozdushnom okeane aria of Demon from opera Demon A. Rubinstein 
Sun QianHui  O mio Fernando  G. Donizetti
Sunada Airi "Regnava nel silenzio" di Lucia di Lammermoor  G. Donizetti
Tavini Matteo Una furtiva lagrima G. Donizetti
ORE 16.40 Teodoro Giorgia Infausto Imene...Havvi un Dio...Benigno il ciel arridere G. Donizetti
Vero Paola Tacea la notte placida  G. Verdi
Vincenti Andrea Che gelida manina G. Puccini
Xu Chuanqi  Cruda funesta smagna...La pietade in suo favore - Lucia di Lammermoor G. Donizetti 
Zhang Jiahe AH! PER SEMPRE IO TI PERDEI. V. Bellini
ORE 16.40 Zhong  Yijia O mio fernando G. Donizetti
Zhou Fan Bel raggio lusinghier G. Rossini
Ahangaran Amin Vi ravviso o luoghi ameni V. Bellini
Barone Pierpaolo Christian Ecco il mondo A. Boito
Bove Maurizio Or dove fuggo io mai / Ah! Per sempre io ti perdei V. Bellini
ORE 18.00 Burns  Sophie Wie du Warst - Octavian  R. Strauss
Cid Tarrío Rosalía  Signore ascolta G. Puccini
Comes  Alberto  La vendetta W.A. Mozart
De Nardis Aloisia  Robert, toi que j'aime G. Meyerbeer
Della Morte Alessandro  Il lacerato spirito  G. Verdi
Espinosa Arturo "Accusata di furto" G. Rossini
Faus Rocio “Il mio ben sospiro e chiamo” G. Rossini
Fiocchetti Alessandro Salut! Demeure chaste et pure, dal "Faust" C. Gounod
Fontana Costanza "Signore ascolta" - Turandot G. Puccini
Giangregorio Davide VI RAVVISO O LUOGHI AMENI V. Bellini
ORE 19.20 Giuga Gianni Luca Bella siccome un angelo - Don Pasquale G. Donizetti
Grochala Agnieszka Jadwiga  Chi il bel sogno di Doretta/Rondine G. Puccini
Hertsak Nikoletta Konstanze "Ach, ich liebte" W A. Mozart
Jang Sangjin Der Freischütz: Schweig, schweig, damit dich niemand warnt! C.M. Von Weber
Jung Jaehong Di tua beltade immagine... No l'acciar non fu spietato ( POLIUTO ) G. Donizetti
Kim Jungmin Per me giunto...Io morrò(Don Carlo) G. Verdi
Kokareva Mariia Cavatina di Fiorilla "Non si da follia maggiore" G.Rossini
Lee Chung-Man Ah! si, ben mio... Di quella pira (Il Trovatore) G. Verdi
Li Danyang Lunge da lei...Dei miei bollenti spiriti G. Verdi

CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI: ELIMINATORIE DA GIOVEDI 6 MAGGIO

Un numero record di iscritti induce ad anticipare l’apertura del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri che prende il via a Torrita di Siena il 6 maggio 2021. Sono 162 i cantanti lirici che hanno registrato la loro partecipazione all’evento organizzato nel borgo toscano da Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte.

𝘗𝘙𝘖𝘝𝘌 𝘊𝘖𝘕 𝘓𝘌 𝘗𝘐𝘈𝘕𝘐𝘚𝘛𝘌
𝘔𝘦𝘳𝘤𝘰𝘭𝘦𝘥𝘪̀ 5 𝘮𝘢𝘨𝘨𝘪𝘰, 𝘥𝘢𝘭𝘭𝘦 𝘰𝘳𝘦 9.30 𝘢𝘭𝘭𝘦 𝘰𝘳𝘦 20.00
𝘎𝘪𝘰𝘷𝘦𝘥𝘪̀ 6 𝘮𝘢𝘨𝘨𝘪𝘰, 𝘥𝘢𝘭𝘭𝘦 𝘰𝘳𝘦 9.30 𝘢𝘭𝘭𝘦 𝘰𝘳𝘦 12.00

𝗘𝗟𝗜𝗠𝗜𝗡𝗔𝗧𝗢𝗥𝗜𝗔
𝗚𝗶𝗼𝘃𝗲𝗱𝗶̀ 𝟲 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼, 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟯.𝟬𝟬
𝗩𝗲𝗻𝗲𝗿𝗱𝗶̀ 𝟳 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼, 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟬.𝟬𝟬


I concorrenti, provenienti da 22 paesi di tutto il mondo, si esibiranno al Teatro degli Oscuri di fronte all’autorevole giuria presieduta dall’oscar dell’opera Riccardo Zanellato, voce di basso tra le più richieste del momento. Dopo la sospensione dell’edizione 2020 dovuta alle misure di contrasto alla pandemia, si rinnova quest’anno l’appuntamento che vanta la direzione artistica di Eleonora Leonini. L’attuale situazione sanitaria consiglia comunque di non aprire le esecuzioni alla partecipazione del pubblico, escludendo così l’assegnazione del premio speciale conferito dal voto popolare.

La finale del 9 maggio sarà quindi trasmessa in diretta streaming alle 16.00 sui canali di YouTube e Facebook di Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, oltre che in diretta tv sull’emittente NTi (ch. 271).

La valutazione dei cantanti in gara è affidata a una commissione che esprime personalità insigni della cultura musicale: oltre al presidente Zanellato, figurano nella compagine Tiziana Tramonti (soprano e docente al Conservatorio G. B. Martini di Bologna), Ernesto Palacio (sovrintendente della Fondazione Rossini Opera Festival nonché tenore celebrato), Vincenzo De Vivo (attuale direttore dell’Accademia di Arte Lirica di Osimo e del Teatro delle Muse di Ancona) e Mauro Montalbetti (direttore artistico del Cantiere Internazionale d’Arte).

Il Sindaco Giacomo Grazi esprime la sua soddisfazione: “Siamo orgogliosi di riprendere il Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri con un numero di iscritti senza precedenti che porteranno nuovamente la musica al Teatro degli Oscuri dopo la pausa forzata dell’anno scorso; siamo lieti di rafforzare la collaborazione con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che, con il nostro sostegno economico, conferma affidabilità e diligenza organizzativa per valorizzare un evento ormai affermato nello scenario nazionale e riconosciuto anche nell’orizzonte internazionale.”

Il numero elevatissimo di cantanti iscritti - commenta il direttore artistico Eleonora Leonini - è il risultato della credibilità acquisita dal Concorso Giulio Neri, grazie al prestigio della giuria, alla qualità organizzativa della Fondazione Cantiere e alla capacità di farci trovare pronti anche in un anno come questo. I cantanti apprezzano anche la dimensione umana di questo contesto che sa costruire relazioni durature sul piano artistico e professionale.”

CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI | 6 – 9 maggio 2021

Torrita di Siena - Teatro degli Oscuri, Piazza Matteotti, 1

AUDIZIONE PIANISTICA PER IL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE. CON BORSE DI STUDIO.

AudizionePianistica web50&Più Arezzo, con il patrocinio della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, indice una selezione dedicata a giovani pianisti, nati tra l'1 gennaio 1996 e il 31 dicembre 2002. Il vincitore si esibirà come solista nell'ambito del 46° Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano. Ai primi tre andranno delle borse di studio fino a 600 euro. Inoltre, il secondo ed il terzo classificato potranno esibirsi in un evento presso una 50&Più provinciale.

Le iscrizioni, da on line, sono aperte fino al 22 aprile 2021.
L'audizione si terrà il 30 aprile 2021 a Montepulciano.

La giuria è composta da cinque profili particolarmente qualificati:
- M° Mauro Montalbetti (direttore artistico 46° Cantiere Internazionale d'Arte)
- M° Giampaolo Nuti
- M° Alessandro Tricomi
- M° Lorenzo Donati
- Prof. Claudio Santori

Scarica qui il bando e il regolamento ufficiale (pdf)

Iscrizione on-line, facile e veloce, qui.



Info: 0575 354292 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.spazio50.org/arezzo

VALERIA CROCIATA FIRMA IL MANIFESTO DEL 46° CANTIERE (DAL 15 LUGLIO ALL'1 AGOSTO 2021)

manifesto 46 cantiere webÈ Valeria Crociata l’artista e designer che firma l’immagine-manifesto per il 46° Cantiere Internazionale d’Arte. L’opera è stata commissionata alla creativa di stanza a Milano dal nuovo direttore artistico della manifestazione Mauro Montalbetti. Si annunciano così ufficialmente anche le date della prossima edizione del Cantiere, in agenda dal 15 luglio all’1 agosto.

La creazione metaforica di Crociata cerca un legame con il territorio evocando elementi architettonici e paesaggistici tipici di Montepulciano e della Toscana.
“Ho cercato di interpretare questi elementi lavorando sull’espressività visiva e sul contenuto per trasmettere un’immagine d’impatto che sottolineasse la natura articolata, multiforme ed eclettica del Cantiere Internazionale d’Arte”, spiega Crociata.
“L’immagine invita a entrare, a lasciarsi coinvolgere, utilizzando tinte piatte e forme ben definite”.

Valeria Crociata è una illustratrice e graphic designer multidisciplinare. Combina elementi grafici tradizionali con i linguaggi artistici e gli stilemi contemporanei per creare immagini originali. Questo approccio le consente di andare in profondità, al nucleo nascosto dei concetti che vuole esprimere. Riesce così a coniugare un pensiero accurato con l'atteggiamento produttivo più artigianale. Lavora con professionisti comprovati su qualunque supporto. Sono infatti molteplici le attività su cui opera: art direction, design grafico, sviluppo dei concetti, illustrazione, identità visuali, narrazione digitale, design web e digitale, design editoriale.
Tra le sue collaborazioni ci sono realtà culturali quali Romaeuropa Festival e grandi marchi internazionali tra cui Mercedes-Benz, Adidas, National Geographic, Fox International Channel, Zegna, Intesa San Paolo, Diesel, Italo, MaxMara, Moleskine.

Mauro Montalbetti, nuovo direttore artistico del Cantiere Internazionale d’Arte, ha personalmente incaricato Crociata e ora esprime la sua soddisfazione per aver aperto questa collaborazione: “Siamo davvero lieti che un’artista così importante abbia accettato il nostro invito e la nostra proposta alle condizioni egualitarie tipiche del Cantiere. Questa è un’immagine che si lascia scoprire gradualmente: più la guardo, più mi piace”.

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte sta quindi programmando l’evento estivo, ponendo massima attenzione all’andamento della situazione sanitaria e attenendosi all’esperienza organizzativa già testata nel 2020, quando il palcoscenico di Montepulciano fu tra i primi in Europa ad accogliere un’orchestra sinfonica dopo il primo lockdown.

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER LA NOMINA DEI MEMBRI DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DELLA FONDAZIONE CANTIERE

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano intende procedere alla nomina dei membri del proprio Consiglio di Gestione di cui all’art. 12 e 13 dello statuto vigente, sulla base della presentazione dei curricula e della valutazione delle esperienze.

La manifestazione d’interesse dovrà pervenire, entro e non oltre il termine perentorio del giorno 29 MARZO 2021 all’attenzione della presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano tramite pec indirizzata a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso pubblico pdf (qui)

Modulo di partecipazione docx (qui)

Ulteriori informazioni: T. 0578757089
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DIRITTO ALLA MUSICA: DOMENICA 7 MARZO SIMPOSIO IN STREAMING SULLE ARTI DELLO SPETTACOLO

Diritto Cultura 2021 light

Diritto alla cultura è il progetto ideato dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte per mettere a confronto artisti, organizzatori e tecnici sull’attuale situazione dello spettacolo e della produzione culturale.

Domenica 7 marzo 2021, alle 21.15, si tiene quindi in diretta streaming un’iniziativa che vanta la partecipazione del celebre pianista Pier Narciso Masi, di Alessia Capelletti (operatrice della comunicazione), Beatrice Giannini (costumista), Daniele Giorgi (direttore musicale Orchestra Leonore), Eleonora Pacetti (Teatro dell'Opera di Roma), Elena Rosignoli (Consiglio regionale della Toscana). Nell’anno in cui gli spazi della cultura sono stati chiusi causa pandemia, si apre un confronto tra diverse personalità delle arti e dello spettacolo per immaginare nuove prospettive sul diritto all’espressione e alla fruizione culturale. Il simposio in forma digitale coinvolge lavoratori e istituzioni per discutere le nuove opportunità e i rischi incombenti sulle attività artistiche.

Nell'occasione sarà assegnato il premio Diritto alla Musica, istituito da Comune di Montepulciano e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte: il riconoscimento è attribuito in questa edizione al pianista e didatta Pier Narciso Masi, personalità musicale che ha trasmesso anche nell’orizzonte internazionale i valori universali della cultura civica toscana attraverso l’espressione artistica. L'iniziaitva s’inserisce infatti nell’ambito delle celebrazioni per la Festa della Toscana 2020 ed è realizzata con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana.

Sarà proprio Pier Narciso Masi ad arricchire la serata con una preziosa esecuzione al pianoforte della Sonata in do maggiore K330 di Wolfgang Amadeus Mozart.

Partecipano anche i vertici delle istituzioni organizzatrici, ovvero Michele Angiolini Sindaco di Montepulciano, Lucia Musso Assessore alla Cultura del Comune di Montepulciano e Sonia Mazzini Presidente Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, la quale sottolinea il valore del lavoro culturale: “Lo spettacolo, le arti, le produzioni culturali sono elementi irrinunciabili per ricucire un tessuto sociale ormai lacerato dalla crisi sanitaria; è fondamentale quindi che ci siano momenti di confronto pubblico tra operatori e istituzioni perché non sarà sufficiente tornare a com’eravamo prima della pandemia, ma sarà invece indispensabile per il mondo della cultura un impulso nuovo che valorizzi davvero i talenti e tuteli i diritti dei lavoratori.”


DIRETTA STREAMING GRATIS >> https://www.facebook.com/cantiere.darte/


Pier_Narciso_Masi_foto.jpgPier Narciso Masi, pianoforte, premio Diritto alla Musica 2020

 

 

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER LA NOMINA DELL’ORGANO DI CONTROLLO (REVISORE UNICO DEI CONTI)

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano intende procedere alla nomina del proprio organo di controllo (Revisore Unico dei Conti) di cui all’art. 18 dello statuto vigente, sulla base della presentazione dei curricula e della valutazione delle esperienze.

La manifestazione d’interesse dovrà pervenire, entro e non oltre il termine perentorio del giorno 23 FEBBRAIO 2021 ore 13 all’attenzione della presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano tramite pec indirizzata a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Avviso pubblico pdf (qui)

Modulo di partecipazione docx (qui)

Ulteriori informazioni: T. 0578757089
Responsabile del procedimento: Lorenzo Bui

XIII CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI, TORRITA DI SIENA, 7-9 MAGGIO 2021

ENGLISH VERSION CLICK HERE

Il Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - XIII edizione
si svolgerà a Torrita di Siena da venerdì 7 a domenica 9 maggio 2021. Nel cuore delle terre toscane, si colloca un evento lirico tra i più autorevoli e partecipati, anche in virtù di una giuria prestigiosa.

> TERMINE PER LE ISCRIZIONI: sabato 24 aprile 2021 <

BROCHURE / REGOLAMENTO PDF Click QUI

STRUTTURE RICETTIVE
Click qui per prenotare l'alloggio a Torrita di Siena.

GIURIA
La giuria vanta personalità rilevanti della cultura musicale:
- presidente Riccardo Zanellato (basso)
- Vincenzo De Vivo (direttore artistico Accademia d'Arte Lirica di Osimo e Teatro delle Muse di Ancona)
- Mauro Montalbetti (direttore artistico Cantiere Internazionale d'Arte)
- Ernesto Palacio (direttore artistico e sovrintendente Fondazione Rossini Opera Festival)
- Tiziana Tramonti (soprano e docente al Conservatorio di Bologna)

Il montepremi si consolida a 5.200 euro, con l'attribuzione di 7 premi in denaro, oltre ai diversi attestati di partecipazione. Il Teatro degli Oscuri, in Piazza Matteotti, accoglie la manifestazione organizzata da Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, con la direzione artistica dal maestro Eleonora Leonini.

bottone iscriviti qui

REGOLAMENTO UFFICIALE

1.
La XIII edizione del Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" si terrà a Torrita di Siena (Siena) nei giorni 7, 8 e 9 maggio 2021. Al concorso possono partecipare, senza limiti di età, cantanti lirici di qualsiasi nazionalità.

2. I candidati che intendono iscriversi al Concorso devono inviare le domande di partecipazione, compilando il modulo on-line sul sito ufficiale www.fondazionecantiere.it (click qui per l'iscrizione)

Dovrà inoltre essere trasmesso un breve curriculum vitae.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro e non oltre sabato 24 aprile 2021. Le domande inoltrate dopo la suddetta data potranno essere ammesse in via eccezionale dalla Giuria del Concorso solo per gravi e comprovati motivi.

3. La quota d'iscrizione è fissata per tutti in € 70,00 (euro settanta/00). La quota d'iscrizione deve essere pagata con le seguenti modalità:

- bonifico bancario intestato a Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte
causale: NOME E COGNOME - CONCORSO “GIULIO NERI” ISCRIZIONE
codice IBAN IT96G0848925601000000901427- SWIFT ICRAITRRDL0 (Banca Valdichiana)

- PayPal con trasferimento indirizzato a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Non sono accettati altri metodi di pagamento. Il mancato pagamento della suddetta quota esclude automaticamente il candidato dalla partecipazione al concorso.

4. Il concorso mette gratuitamente a disposizione due pianisti per accompagnare i candidati nelle diverse prove. È comunque possibile presentarsi con un proprio collaboratore: in questo caso il candidato dovrà assumersene tutte le spese.

Le prove si suddividono in eliminatoria, semifinale e finale. Tutte le prove sono pubbliche.

Alla prova finale il pubblico avrà facoltà di voto per l’attribuzione del premio di cui al punto 6, attraverso l’apposita scheda che sarà consegnata all’inizio della prova finale, il giorno 9 maggio 2021 alle ore 16.00. Il Concorso si concluderà con la premiazione e l’esibizione del vincitore che avrà luogo al termine dei lavori della Giuria.

I vincitori, in quella sede, riceveranno i rispettivi premi e saranno perciò tenuti a parteciparvi: in caso contrario, il premio non verrà loro assegnato.

Ai semifinalisti che non accedono alla finale sarà rilasciato un attestato di idoneità, ai finalisti non premiati un diploma di merito.

I componenti della Giuria si asterranno dal valutare i concorrenti verso i quali abbiano rapporti parentali e/o didattici: all’atto dell’insediamento ciascun membro della Giuria rilascerà apposita dichiarazione in tal senso.

Il Direttore Artistico del Concorso potrà partecipare ai lavori della Giuria ed eventualmente esercitare il suo diritto di voto in caso di parità.

5. I candidati dovranno presentare quattro arie d’opera a libera scelta. Tutti i brani dovranno essere eseguiti in lingua e tonalità originali. La Segreteria del concorso si riserva di richiedere ai candidati copia o scansione degli spartiti altrimenti non reperibili.

6. Premi:
- 1° PREMIO € 2.000,00 e attestato
- 2° PREMIO € 1.000,00 e attestato
- 3° PREMIO € 500,00 e attestatoPremi speciali

- PREMIO "GIULIO NERI" € 500,00 e attestato, assegnato dal Comune di Torrita di Siena alla migliore voce di basso finalista
- PREMIO BELLINI € 500,00 e attestato, offerto da Amedeo Monfardini e riservato alla migliore esecuzione di un’aria di Vincenzo Bellini eventualmente presentata dal candidato
- PREMIO DEL PUBBLICO € 400,00 e attestato
- PREMIO GIOVANI TALENTI € 300,00 e attestato, offerto da Amedeo Monfardini e riservato ai candidati nati a partire dal 1° gennaio 1996

La Giuria, a proprio insindacabile giudizio, può decidere di non assegnare uno o più premi, così come di non attribuire i premi speciali. I vincitori saranno segnalati per partecipare ad una produzione del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

7. Nessuna variazione del programma presentato, né della scelta dei brani per l'eliminatoria, sarà presa in considerazione dopo il 24 aprile 2021; ogni eventuale variazione dovrà essere comunicata solo per iscritto, all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con oggetto XII CONCORSO “GIULIO NERI”, inviando tempestivamente le relative copie degli spartiti musicali, se è richiesto il pianista ufficiale del concorso.

8. Le prove si terranno con le seguenti modalità. Nella prova eliminatoria i candidati eseguiranno due arie a scelta tra quelle presentate nella scheda d’iscrizione. La Giuria potrà scegliere di ascoltare anche solo uno dei due brani. Nella semifinale e nella finale i candidati eseguiranno i brani richiesti dalla Giuria, scelti tra quelli non eseguiti e che verranno comunicati loro al momento dei risultati, a conclusione della prova eliminatoria. È facoltà della Giuria riascoltare, se necessario, arie eseguite nelle prove precedenti.

9. I candidati dovranno presentarsi alla Segreteria del concorso il giorno 7 maggio 2021 entro le ore 10,00 presso il Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena, Piazza Matteotti, per la registrazione dei partecipanti e il sorteggio dell'ordine di passaggio. I candidati dovranno mostrare un documento d’identità valido per le operazioni di identificazione e riconoscimento. In questo contesto sarà possibile perfezionare la sottoscrizione delle schede d’iscrizione.

Le prove con i pianisti messi a disposizione dall'organizzazione, avverranno a partire dal giorno precedente l'inizio delle selezioni (giovedì 6 maggio 2021, a partire dalle ore 11,00).

10. Il concerto dei vincitori potrà essere registrato. I candidati, iscrivendosi al concorso, accettano di dare una completa autorizzazione alla registrazione audio-video e all’utilizzo che ne deriverà; acconsentono quindi di cedere a titolo gratuito tutti i diritti di artista, interprete ed esecutore relativi all’esibizione che sarà eventualmente registrata nell’ambito del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico “Giulio Neri”.

TEATRO POLIZIANO, STAGIONE 2020-21, SPETTACOLI MOMENTANEAMENTE SOSPESI PER LE NORMATIVE ANTI-COVID

teatro_poliziano_20_21_w.png

Il Teatro Poliziano sospende temporaneamente le attività come previsto dalle nuove normative. Ci si impegna a confermare quanto più possibile gli spettacoli previsti nel calendario della stagione teatrale 2020-21, confidando che si possa tornare in scena al più presto. Siamo comunque grati per la partecipazione dimostrata in questi giorni dal nostro pubblico e dai nostri abbonati che si rallegrano per il nostro lavoro e ci incoraggiano a promuovere la cultura e la socialità.

Teatro, musica e arti sono nella natura dell’essere umano perché le emozioni sono salutari.

Confermando l’impegno civico della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte per la socialità e il lavoro culturale, avrebbe dovuto aprire il 27 novembre Isabella Ragonese con un testo intimo di Lucia Calamaro, autrice pluripremiata alla quale il cartellone di Montepulciano dedica quest’anno un approfondimento. Dovrebbero poi susseguirsi Massimo Popolizio con il classico novecentesco Furore, una sorprendente interpretazione teatrale del film di Hitchcook 39 scalini e ancora Lucia Mascino che interpreta l’altra pièce di Calamaro in programma, Flavio Insinna che propone lo spettacolo annullato nella scorsa primavera, fino al premio Ubu Lino Musella impegnato in un lavoro contemporaneo di Jan Fabre. Fuori abbonamento la produzione di Carlo Pasquini su pandemia e confinamento.

Gli accessi saranno contingentati e la disponibilità è ridotta.

Sonia Mazzini, presidente della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, spiega l’impostazione della stagione poliziana: “Abbiamo definito un calendario di spettacoli per rivendicare il ruolo sociale della cultura, per condividere emozioni, riflessioni e divertimento a teatro, in sicurezza, adottando tutti i protocolli sanitari che abbiamo già attuato la scorsa estate per il Cantiere Internazionale d’Arte."


ragonesevenerdì 27 novembre 20 / SOSPESO
DA LONTANO - Chiusa nel rimpianto
di Lucia Calamaro
ISABELLA RAGONESE
Lucia Calamaro, drammaturga e regista fra le più quotate in Italia, ha scritto il testo pensando espressamente alla sua protagonista e interprete, Isabella Ragonese, attrice di successo di teatro e cinema. Una novità assoluta di questa stagione teatrale. Il teatro di Calamaro mette in scena conversazioni che riproducono il movimento del pensiero, le sue sintesi e i salti logici, l’intuizione, il dubbio. Chiusa sul rimpianto racconta il tentativo irragionevole di una figlia adulta, diventata terapeuta, di aiutare la madre infelice, fragile, l’adulta impreparata al mondo che la accudiva alla bell’e meglio. La figlia, un tempo impotente di fronte al dramma della madre, ora che ne ha i mezzi avverte il sentimento di psicanalizzare quel genitore dolente che ha conosciuto da bambina, darle l’ascolto dovuto e aiutarla senza che se ne accorga.

 

popoliziogiovedì 10 dicembre 20
FURORE
di John Steinbeck
MASSIMO POPOLIZIO
Reduce dallo straordinario successo di Ragazzi di vita e Un nemico del popolo, Massimo Popolizio sceglie di confrontarsi con un capolavoro della narrativa americana: Furore di John Steinbeck, scritto nel 1939 e da subito divenuto un best-seller. Un one man show lirico ed epico. È una straordinaria figura di narratore, un corpo e una voce adeguati alla grandezza letteraria del testo: l’attore e regista traspone sulla scena le infinite risorse poetiche del metodo narrativo di Steinbeck. Raccontando le sventure della famiglia Joad, e i motivi di una delle più epocali migrazioni di contadini della storia moderna, Popolizio interpreta un momento di teatro realista e visionario, sempre sorprendente per la sua attualità.

 

scalini13 gennaio 21
39 SCALINI
MARCO ZORDAN, ALESSANDRO DI SOMMA, DIEGO MIGENI, YASER MOHAMED
Un racconto serrato, incalzante e velocissimo, dalle pennellate noir, che si ispira alla pellicola girata nel 1935 dal maestro del brivido, Hitchcock. Gli elementi tipici del grande Alfred ci sono tutti: l’umorismo graffiante, l’alta tensione e la suspense. Uno spettacolo che è un thriller. Solo 4 attori, abili trasformisti, danno vita a ben 40 personaggi. Un quartetto affiatato – e come potrebbe funzionare altrimenti? - presenta, anche contemporaneamente, buoni, cattivi, uomini, donne e persino oggetti inanimati. Si susseguono sorprendenti intrighi, gag esilaranti, colpi di scena e citazioni cinematografiche. Giù-la-maschera-su-la-maschera con ritmi vertiginosi: una pièce a perdifiato o più probabilmente con il fiato sospeso.

 

mascino6 febbraio 21
SMARRIMENTO
di Lucia Calamaro
LUCIA MASCINO
Smarrimento è un dichiarato elogio degli inizi e del cominciare. Di quel momento in cui la persona, la cosa, il fatto, appare o sbuca, ci incrocia insomma, creando presenza dove prima c’era assenza.
Questo topoi fiorisce attraverso la figura di una scrittrice in crisi, oramai da un po’, che ha dei personaggi iniziali di vari romanzi che non scriverà mai, perché non riesce ad andare avanti. Gli editori, per sfangare l’anticipo, le organizzano reading/conferenze in giro per l’Italia, in modo da tirar su qualche economia mentre lei non produce niente di nuovo e in un colpo solo riuscire a vendere all’uscita degli eventi, qualche copia delle vecchie opere. Quando non si riesce a continuare, non si può che ricominciare.

 

insinna20 febbraio 21
LA MACCHINA DELLA FELICITÀ - Ricreazione
FLAVIO INSINNA
e la sua Piccola Orchestra
Qual è il suono che più di tutti significa gioia fin da quando eravamo bambini? Il campanello della ricreazione, quel suono prolungato e felice che ci faceva tirare i quaderni in aria e ci catapultava nel divertimento. Ed è una vera e propria ricreazione “La macchina della felicità” di Flavio Insinna, uno spettacolo ricco di comicità, di racconti e di canzoni, scandito dalla storia d’amore tra i due protagonisti Laura e Vittorio. “Chi di voi è felice? Chi è felice alzi la mano!”. Da questa provocazione Flavio Insinna, un Pierino cresciutello ma sempre birbone, parte alla ricerca della felicità. È un modo per festeggiare la vita, l’amicizia, la famiglia e le tradizioni, ridendoci su, prendendoci un po’ in giro, ma sempre con lo sguardo innamorato. E quando la campanella suonerà la fine della ricreazione, beh… noi saremo già lontani.

 

musellamercoledì 10 marzo 21
THE NIGHT WRITER. GIORNALE NOTTURNO
di Jan Fabre
LINO MUSELLA
Uno spettacolo pensato in italiano appositamente per l’attore Lino Musella, già acclamato premio UBU. The night writer. Giornale Notturno riunisce alcune pagine dei diari personali di Jan Fabre dando vita a un’autobiografia intima e provocatoria. Lo scrittore notturno riflette sulla sua concezione di arte e di estetica, sul teatro, sulla sua vita personale donando al pubblico riflessioni che attraversano la sua intera vita, centrate sui temi della famiglia e dell’amore, del teatro, dell’arte e della bellezza. Domande poste da Fabre allo spettatore e a se stesso delle quali Musella non può che essere alter ego, corpo e voce.


[Fuori abbonamento]

propizio websabato 20 (h. 21.15) - domenica 21 marzo (h. 17.15) 21
PROPIZIO È SAPERE DOVE RECARSI
Formare Una Compagnia
CARLO PASQUINI
Sei giovani studenti si sono rifugiati in un luogo anonimo mentre in città imperversa una pandemia; una musica proviene dalla finestra, mentre le vicende si susseguono tra conflitti, tenerezze e speranza, finché un essere straordinario accompagna i giovani fuori dall’incubo. L’atto unico è nato durante il lockdown perché, come ha spiegato l’autore, stiamo vivendo un fatto immenso che resterà nella memoria e nella vita di ognuno, un avvenimento colossale e terrificante, tanto da cambiare per sempre, almeno nelle menti più duttili e brillanti, il senso profondo della realtà e del vivere. I brani di Bach entrano nel racconto in maniera miracolosa e in effetti c’è bisogno di una catarsi per superare l’angoscia e tornare al desiderio della vita.

________________
𝗶𝗻𝗳𝗼 𝗲 𝗽𝗿𝗲𝗻𝗼𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. 0578757089 / 757007

ABBONAMENTI
settore 1: 85 euro | settore 2: 70 euro
INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
settore 1: 18 euro | settore 2: 14 euro
FUORI ABBONAMENTO ‘Propizio è sapere dove recarsi’
settore 1: 12 euro | settore 2: 8 euro
PROMOZIONE GIOVANI studenti fino a 25 anni
settore 2 > abbonamento: 45 euro | singoli spettacoli: 10 euro


L'immagine ufficiale della stagione teatrale 2020-21 è di Silvia Menicali

 

 

HOME RECORDING PER MUSICISTI E DOCENTI DI MUSICA CON DAVIDE VANNUCCINI

Davide Vannuccini, musicista e produttore, presenta un ciclo di 5 incontri destinati a musicisti ed insegnanti che vogliano avvicinarsi alla pratica della tecnologia musicale. Un supporto alle attivitá didattiche e al lavoro di strumentisti, una competenza ormai indispendabile che può stimolare nuove idee creative anche per chi vuole mettersi di nuovo in gioco.

Si impara ad usare un software di produzione musicale, registrare e manipolare materiale audio in maniera corretta ed efficiente, con strumenti virtuali e molto altro, lasciando spazio alle domande e alle esigenze personali.

Dove: online su ZOOM
Quando: gli incontri saranno di 2 ore ciascuno dalle 18:00 alle 20:00
Ottobre 16 – 23 – 30
Novembre 6 – 13
Quota di partecipazione: €100 per gli allievi ed insegnanti dell’ Istituto H. W. Henze / €150 per gli esterni.

A tutti gli iscritti sará inviato il link per scaricare la registrazione video delle lezioni insieme alla sintesi dei contenuti che sono stati trattati e dispense per eventuali ulteriori momenti di studio e approfondimento.

Per iscrizioni ed info:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MASTERCLASS DI MONICA LEONE E MICHELE CAMPANELLA: I MAESTRI DEL PIANOFORTE A MONTEPULCIANO

La scuola di pianoforte di Michele Campanella e Monica Leone, ospite della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, inaugurerà i corsi nei giorni 23 e 24 ottobre 2020 presso la sede dell'Istituto di Musica H. W. Henze.

La masterclass avrà una durata di 8 mesi con lezioni mensili che si concluderanno entro maggio 2021. Dopo quelle di ottobre, tutte le lezioni si svolgeranno dalla mattina del sabato al primo pomeriggio della domenica. Le date successive a quelle di ottobre verranno comunicate direttamente dai docenti. Gli studenti ammessi al corso non potranno superare il numero di otto. Il corso verrà aperto se si raggiungerà il numero minimo di cinque studenti. Sarà comunque possibile frequentare il corso in qualità di uditore.

Gli studenti che nell'anno accademico 2020-2021 saranno ritenuti dai docenti essere i più meritivoli, avranno la possibilità di partecipare al Cantiere Internazionale d'Arte 2021 in un appuntamento a loro dedicato.

SEDE
Istituto di Musica H.W.Henze, Via di Voltaia nel Corso 57, 53045 Montepulciano

ISCRIZIONI
Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 15 ottobre 2020 all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

QUOTE
Iscrizione al corso: 150 euro
Costo mensile delle lezioni con Michele Campanella e Monica Leone: 250 euro
Tariffa giornaliera per uditori: 50 euro

La Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte sarà a disposizione degli studenti per suggerimenti su alloggi e altri servizi in Montepulciano, a condizioni economiche favorevoli.

Informazioni e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISTITUTO DI MUSICA HENZE APERTO PER L'ANNO SCOLASTICO 2020-21: PUOI FIDARTI DELLA MUSICA

L'Istituto di Musica “Hans Werner Henze” è pronto per un nuovo anno scolastico da affrontare in totale sicurezza. Gli ambienti accoglienti, la professionalità degli insegnanti, l'affidabilità organizzativa sono qualità dimostrate anche nel mesi appena trascorsi. Possiamo quindi tornare ad accogliere le nostre allieve e i nostri allievi, con una rinnovata fiducia nella musica. La scuola poliziana è sempre più attiva per chi vuole imparare a suonare uno strumento, in un contesto sereno, creativo e dinamico, in un contesto adeguato alle esigenze dei ragazzi e delle famiglie. Montepulciano, con le sue sedi distaccate di Cetona e Sarteano, è ormai un centro d’eccellenza per tutto il territorio: sono infatti coinvolti nella didattica musicale oltre 1.000 allievi, tra corsi individuali, corsi collettivi e attività nelle scuole pubbliche e private.

I CORSI COLLETTIVI SONO GRATUITI per allievi under 26.

La sede di Via di Voltaia nel Corso 57 (ex Palazzo di Giustizia) è aperta ai diversi corsi di strumento, in totale sicurezza.

ISCRIZIONI
Per le iscrizioni, la segreteria dell'Istituto di Musica H. W. Henze è aperta
dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30

> Via di Voltaia, 57 - Montepulciano (Si)
> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
> tel. 0578 758416 | cell. +39 347 7419459

Ecco tutti i dettagli sui corsi, le lezioni e le quote.

CORSI DI STRUMENTO


SEZIONE CLASSICA

Flauto, Flauto dolce, Oboe, Clarinetto, Sassofono, Corno, Tromba, Trombone, Chitarra, Pianoforte, Percussioni, Canto lirico, Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso, Organo, Fisarmonica, Armonia, Composizione, Arpa

SEZIONE MODERNA E JAZZ

Chitarra elettrica, Basso elettrico, Batteria, Pianoforte moderno e jazz, Canto moderno e jazz, Teoria e pratica jazz, Dj-producer e home recording

Corso di chiarina gratuito (in collaborazione con Magistrato delle Contrade)

CORSI COLLETTIVI GRATUITI per allievi under 26
TUTTI GLI ALLIEVI FINO AI 26 ANNI DI ETA' POSSONO FREQUENTARE GRATUITAMENTE TUTTI I CORSI DI TEORIA, RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE (TRP), CORO DI VOCI BIANCHE, ORCHESTRA JUNIOR, GIOVANI ARCHI POLIZIANI, ORCHESTRA POLIZIANA, BANDA POLIZIANA, BAND DI PERCUSSIONI, ENSEMBLE DI FIATI, ENSEMBLE DI CHITARRE, ARRANGIAMENTO E ANALISI DEL REPERTORIO MODERNO, MUSICA DA CAMERA, MUSICA D'INSIEME (sezione moderna), STORIA DELLA MUSICA

QUOTE

Quote annuali di iscrizione ed assicurazione:

   

Quota mensile di frequenza ai corsi:

 

Allievi
“under 26”

Allievi
“over 26”

             

Iscritti entro il 31 Gennaio:

€   50.00

 

Corso 1 ora settimanale

 

€ 90,00

€ 100,00

Iscritti dal 1 Febbraio:

€   30.00

 

Corso 1/2 ora settimanale

 

€ 45,00

€ 50,00

Noleggio strumento:

€   50.00

 

Corso 1 ora quindicinale

 

€ 45,00

€ 50,00


PROMOZIONI SPECIALI

FAMILY dal secondo membro dello stesso nucleo familiare si applica la quota mensile di € 80 per corsi di 1 ora e € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)
TWIN per gli allievi che frequentano due o più corsi si applica la quota mensile di € 80.00 per corsi di 1 ora ed € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)
ADVANCE per chi paga in un'unica soluzione entro il 31 ottobre 2020 (la promozione si applica solo alle iscrizioni da quattro ore mensili):
- adulti > 720 € (anziché 800 €) 
- ragazzi under 26 > 640 € (anziché 720 €)
 
ISCRIZIONI E INFO
Tariffa d'iscrizione
50,00 euro (Cinquanta) con lo strumento di proprietà dell'alunno
100,00 euro (Cento) Corale Poliziana / 50 euro se già iscritti ad altri corsi
100,00 euro (Cento) con lo strumento di proprietà dell'Istituto di Musica
Validità iscrizioni / Per rendere valide le iscrizioni è necessario:
> versare la quota d'iscrizione
> prendere visione del regolamento (scarica qui .pdf)

> prendere visione del protocollo anticontagio (Covid19 scarica qui .pdf)

Per informazioni e iscrizioni:
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
Via Fiorenzuola Vecchia 5 - Montepulciano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MARKUS STENZ AL 45° CANTIERE CON L'ORCHESTRA DELLA TOSCANA, IL 30 LUGLIO IN PIAZZA GRANDE

[BIGLIETTI ON-LINE QUI] L'Orchestra della Toscana sarà al 45° Cantiere Internazionale d’Arte con un concerto sinfonico immaginato per la manifestazione di Montepulciano. Giovedì 30 luglio, alle 21.30, in Piazza Grande, guiderà la compagine musicale il maestro Markus Stenz, già guida musicale del Cantiere dove giunse nel 1989 proprio insieme a Detlev Glanert, autore annoverato nell’impaginazione di questo programma che ne presenta una prima esecuzione italiana. Stenz e Glanert furono infatti coinvolti dall’ideatore dell’utopia poliziana, Hans Werner Henze, ritrovandosi tutt’oggi ad alimentare la predilezione del Cantiere Internazionale d’Arte per la creatività contemporanea. Un’espressione estetica che, nell’appuntamento previsto in Piazza Grande, si abbina alla celebrazione della ricorrenza beethoveniana, in virtù della matrice classicista comune alle partiture.

S’intitola Idyllium il brano del 2019 con il quale Detlev Glanert continua la sua serie di riflessioni compositive sulle sinfonie di Johannes Brahms. Le "Metamorfosi tratte da Brahms per orchestra" evocano l’atmosfera della Seconda sinfonia, considerata la sua più lieta, melodiosa. Glanert commenta questo umore idilliaco, utilizzando niente più che microparticelle tratte da Brahms.
Dopo i passaggi drammaturgicamente più commoventi, un finale inatteso pone un punto esclamativo impudente che si esprime come un omaggio diretto alla tessitura di Brahms.
Idyllium è una commissione della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam.

MARKUS STENZ direttore
Direttore d’orchestra tedesco, 55 anni, è stato direttore principale per Netherlands Radio Philharmonic Orchestra e London Sinfonietta, ospite principale Baltimore Symphony Orchestra, direttore in residence Seoul Philharmonic Orchestra, direttore musicale città di Colonia, direttore artistico Melbourne Symphony Orchestra. Ha lavorato nelle massime istituzioni: Scala, La Monnaie Brussels, English National Opera, San Francisco Opera, Stuttgart Opera, Frankfurt Opera, Glyndebourne Festival Opera, Chicago Lyric Opera Edinburgh Festival. Negli USA è ha diretto a Boston, Chicago, Cincinnatti, Dallas, Houston, San Diego, St. ouis, Los Angeles, Minnesota e Pittsburgh. Le sue esecuzioni sono incise per numerose etichette e trasmesse su radio e tv internazionali.

ORCHESTRA DELLA TOSCANA
L’ORT è interprete duttile di un ampio repertorio e si distingue per l’eccellenza dei musicisti da cui è composta. Tale qualità artistica permette alla formazione di poter eseguire un’ampia letteratura che va dal barocco al classico romantico, fino al Novecento storico, con una particolare attenzione alla musica contemporanea, partecipando a importanti manifestazioni tra cui Biennale Musica di Venezia e al Festival Musica di Strasburgo. L’ORT ha ideato e realizzato il Festival “Play It!” dedicato alla musica italiana del nostro tempo, ottenendo nel 2014 il Premio“Franco Abbiati” quale migliore iniziativa.

CANTIERE REPLAY: TUTTI GLI SPETTACOLI DEL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

BAI 3838

Clicca replay sul 45° Cantiere Internazionale d'Arte: ci sono le foto di scena, le notizie e gli approfondimenti sui protagonisti degli spettacoli!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

23 LUGLIO 2020

Ore 20.30 Sarteano - Castello
META(À)

24 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
SCIENZA ARTE UTOPIE

Ore 20.30 Sarteano - Castello
META(À)

Ore 21.30 Piazza Grande
CONCERTO INAUGURALE

 

25 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Piazza Grande
CONCERTO DELLA BANDA POLIZIANA

Ore 20.30 Sarteano - Castello
META(À)

Ore 21.30 Torrita di Siena - Piazza Matteotti
OMAGGIO A GIULIO NERI

Ore 21.30 Cortile delle Carceri
LE VOYAGE DANS LA LUNE
LA GRANDE FESTA

Ore 23.30 Piazza Grande
Leslie Howard - Ludovico Troncanetti 

 

26 LUGLIO 2020

Ore 18.30 Castelmuzio - Piazza della Pieve
SUDDEN RUPTURE

Ore 20.30 Sarteano - Castello
META(À)

Ore 21.30 Cortile di Palazzo Ricci
PROPIZIO SAPERE DOVE RECARSI

Ore 23.30 Cortile delle Carceri
Luigi Piovano - Giulia Rubenni

 

27 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
SetteinsiemeperPiero a Lampedusa

Ore 21.30 Cortile di Palazzo Ricci
HIGHLY THEATRICAL

Ore 23.30 Cortile delle Carceri
Michele Franzini

 

28 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
L’Astrée

Ore 21.30 Chianciano - Piazzetta dei Soldati
Michele Franzini

Ore 21.30 Cortile di Palazzo Ricci
Quartetto Foné

29 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
Giacomo Palazzesi

Ore 21.30 Piazza Grande
TRA CIELO E TERRA

Ore 21.30 Cetona - Piazza della Collegiata
L’Astrée

Ore 23.30 Cortile delle Carceri
Mario Eleno - Massimiliano Cuseri

 

30 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
Zeisig Trio


Ore 21.30 Piazza Grande
CONCERTO SINFONICO

 

31 LUGLIO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
Giacomo Bianchi Giordana Della Rosa

Ore 21.30 San Casciano dei Bagni - Piazza della Repubblica
Concerto finale della Master Class di Ines Salazar

Ore 21.30 Sinalunga - Piazza Biancalana
Cherubini Sax Quartet

Ore 21.30 Piazza Grande
ECHI D'ISTANTI

 

1 AGOSTO 2020

Ore 18.00 Cortile delle Carceri
CELLISSIMO!

Ore 21.30 Celle sul Rigo - Piazzetta delle Macine
Concerto finale della Master Class di Ines Salazar

Ore 21.30 Teatro Poliziano
FUGA A TRE VOCI - Intorno al carteggio Bachmann/Henze

 

2 AGOSTO 2020

Ore 18 Teatro Poliziano
FUGA A TRE VOCI - Intorno al carteggio Bachmann/Henze

Ore 21.30 Piazza Grande
CONCERTO DI CHIUSURA

Ore 23.30 Piazza Grande
PROMETHÉE - LE POÈME DU FEU

I SOLISTI AQUILANI INAUGURANO IL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Solisti Aquilani 2

 

Dopo essere stati acclamati in contesti internazionali come il Cemal Reşit Rey Konser Salonu di Istanbul e il Centre Culturel Prince Jacques di Beausoleil, oltre che in innumerevoli sale e teatri in Italia, I Solisti Aquilani arrivano in Piazza Grande per inaugurare il 45° Cantiere Internazionale d'Arte.
Il programma del concerto, diretto da Roland Böer, è impaginato con Le Chaos dalla Symphonie nouvelle Les Éléments di Rebel, Le Stagioni di Vivaldi e Sweet Bird di Händel.

Con Daniele Orlando violino, Adina Vilichi soprano
Giampiero Allegro, Gaetano Schipani flauti dolci
Paolo Vaccari flauto

Piazza Grande | 24 luglio 2020
BIGLIETTI QUI

 

IL PROLOGO DEL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE È IL 23 LUGLIO CON META(À), AL CASTELLO DI SARTEANO

meta

META(À) - A volte uno si crede incompleto ed è soltanto giovane 


La Nuova Accademia degli Arrischianti porta in scena al Castello di Sarteano un nuovo allestimento scritto e diretto da Laura Fatini, con musiche di scena appositamente composte dall'autore toscano Giovanni Vannoni ed eseguite dal vivo dagli strumentisti dell'Ensemble degli Intrigati.

Nuova opera di teatro musicale, Meta(à) si articola sul concetto che la completezza nasce dall'essere stati divisi a metà, quando le ferite che abbiamo sul corpo hanno fatto entrare, ed uscire, la luce.

BIGLIETTI DISPONIBILI QUI

IL REGALO DI MATURITÀ DAL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE PER GLI STUDENTI

Un regalo per la maturità arriva dal 45° Cantiere Internazionale d’Arte. Agli studenti che quest'anno hanno conseguito il diploma di maturità presso le scuole di Montepulciano è infatti rivolto l'invito a partecipare a uno degli oltre trenta spettacoli presenti nel cartellone della manifestazione in agenda dal 23 luglio al 2 agosto. L'edizione, ispirata al tema Caos e Creazione - Scienza Arte Utopie, offre un calendario di eventi, tra musica, teatro, danza, canto lirico, cinema, dislocati tra Montepulciano e la Valdichiana.

Dedicando un omaggio ai giovani diplomati in un anno scolastico anomalo, a causa delle complicazioni dovute all'emergenza sanitaria, la Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte conferma la propria riconoscenza per l'impegno del sistema scolastico nei confronti delle nuove generazioni ed esprime tutta la sua sensibilità verso una formazione dell'individuo che tenga conto anche di una crescita culturale e civica. La presidente Sonia Mazzini sottolinea la cooperazione con gli istituti scolastici: “I dirigenti del nostro polo didattico hanno accolto con entusiasmo questa nostra proposta rivolta alle ragazze e ai ragazzi che quest’anno si sono cimentati in un impegno insolito, viste le difficoltà contingenti.”
“L’istruzione e le organizzazioni culturali possono rafforzare la crescita delle nuove generazioni e per questo siamo sempre disponibili a nuove collaborazioni con le istituzioni scolastiche”, conclude Mazzini.

Gli studenti che hanno appena completato i loro percorsi nelle scuole superiori di secondo grado avranno quindi la possibilità di assistere gratuitamente alle esibizioni dei numerosi artisti in programma, tra cui compaiono realtà locali come la Nuova Accademia degli Arrischianti di Sarteano, l'Orchestra Poliziana, il collettivo giovanile Formare una Compagnia diretto da Carlo Pasquini, la Petite École di Cristina Peruzzi, l'Ensemble degli Intrigati, oltre agli ospiti affermati sul panorama internazionale come il Markus Stenz e Ines Salazar, compagini musicali quali I Solisti Aquilani, l'Orchestra della Toscana, il Trio Astrée, il Quartetto Foné, Zeisig Trio, Duo Alterno e Setteinsiemeperpiero a Lampedusa, le prestigiose partecipazioni di Mariangela Vacatello, Francesco D'Orazio, Michele Franzini, Luigi Piovano, Leslie Howard con Ludovico Troncanetti, Giacomo Palazzesi e infine gli interpreti illustri del cinema italiano Alessio Boni e Michela Cescon, impegnati nell'evento teatrale diretto da Marco Tullio Giordana e ispirato al carteggio tra Ingeborg Bachmann e Hans Werner Henze. Le prenotazioni sono attive tramite Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / T. 0578757089; i biglietti online sono invece disponibili su www.vivaticket.it.

RI-SUONA VALDICHIANA, TORNA LA MUSICA DAL VIVO CON CONCERTI SIMULTANEI IN SEI COMUNI

La musica dal vivo si riprende le scene e gli spazi pubblici con l’evento Ri-suona Valdichiana. Un primo concerto simultaneo, dopo l’emergenza sanitaria, coinvolge all’unisono i centri di Cetona, Chianciano Terme, Montepulciano, Sarteano, Sinalunga e Torrita di Siena. Domenica 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, a partire dalle ore 17.00, i Comuni e le locali organizzazioni culturali si mobilitano per restituire alle piazze e ai borghi l’energia della musica. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che ha raccolto l’adesione e la partecipazione delle realtà territoriali operanti nel segmento musicale.

“Abbiamo continuato ad impegnarci - sottolinea Alessio Tiezzi, direttore dell’Istituto di Musica Henze di Montepulciano - in tutto questo periodo, ricordando in ogni momento e in ogni occasione che la musica è lavoro e socialità; ed ecco che alla prima occasione utile vogliamo rinnovare nelle nostre strade e nelle nostre comunità l’energia insostituibile della musica dal vivo”.

Si scandisce quindi un concerto di area che vuole fa risuonare la Valdichiana. A Montepulciano l’appuntamento è in Piazzetta del Poggiolo dove saranno protagonisti gli allievi del locale Istituto di Musica Henze con una sequenza di oltre 30 esibizioni. L’istituzione poliziana, con le sue sedi distaccate, è presente anche a Cetona, in Piazza Garibaldi (sezioni di pianoforte, violino e chitarra) e a Sarteano dove s’incontrano in Piazza XXIV giugno anche Nuova Accademia degli Arrischianti, Filarmonica di Sarteano e Ottoni per Caso, in un consesso culturale caldeggiato dall’amministrazione comunale. A Chianciano Terme sarà il Parco Acquasanta ad accogliere la performance della banda, grazie all’Istituto Musicale Bonaventura Somma, in collaborazione con Terme di Chianciano.  Il Parco della Rimembranza è invece il luogo individuato a Torrita di Siena per il concerto curato dalla scuola di musica La Samba, mentre Sinalunga affida le esecuzioni alle diverse realtà didattiche attive sul proprio territorio.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito; gli accessi saranno contingentati dagli organizzatori in base alle capienze delle diverse platee.

NUOVE OPERE PER MUSICISTI DISTANZIATI AL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Il distanziamento interpersonale imposto dalla situazione sanitaria diventa uno stimolo alla creatività musicale per il Cantiere Internazionale d’Arte. La manifestazione, in programma a Montepulciano, nel cuore della Toscana, dal 23 luglio al 2 agosto 2020, ha infatti concepito il progetto Echi d’istanti, un concerto che conferisce un’interpretazione artistica alla distanza sociale dovuta alle condizioni attuali.

Sono state commissionate nuove creazioni musicali pensate proprio per essere eseguire in prima assoluta da musicisti distanziati e dislocati nello spazio in maniera insolita. L’esito è quello di una esclusiva sonorizzazione della Piazza Grande di Montepulciano, scenario rinascimentale dove gli strumentisti dell’Ensemble degli Intrigati saranno ben separati, per portare alle estreme conseguenze musicali il comportamento cui ci si conforma in questo periodo storico. Per realizzare le musiche originali dell’appuntamento in agenda per il 31 luglio 2020, sono stati coinvolti compositori di diversa estrazione.

L'apertura della serata propone la Fanfare della clarté du ciel di Olivier Durendal per tromba e timpani. L’inglese David Graham firma invece una partitura che prevede la disposizione di musicisti sulla terrazza e sulla torre campanaria del Palazzo Comunale di Montepulciano, capolavoro dell’architettura cinquecentesca la cui facciata è attribuita a Michelozzo. Altri componenti strumentali saranno sul palcoscenico posto nella piazza, mentre cinque percussionisti suoneranno dall’esterno della location, fuori dalla visuale del pubblico, fino a un epilogo sorprendente. Graham assimila il suo brano Fortschrittsoptimist (Ottimista di Progresso) a un vaso di Pandora che si apre: “Qualcosa si avvicina, è un virus o è arte? È forse la comunicazione o magari è il nostro destino di prendere ciò che capita e di amplificarne gli effetto su noi stessi.”

Claus Kühnl è invece l’autore tedesco che opta per una collocazione geometrica, immaginando un quintetto d’archi al centro della Piazza Grande, con il pubblico tutto attorno e altri quattro elementi (due sassofonisti e due percussionisti) sistemati agli angoli del quadrilatero. S’intitola "Con suoni e canti" Serenata per nove strumentisti questo brano caratterizzato da un’atmosfera onirica.

Norberto Oldrini delinea l’idea della sua composizione denominata Gravity: “Nel vuoto dello spazio aperto alcuni musicisti gravitano intorno ad altri musicisti. Ciascuno con una cadenza, isolata, che però non può evitare di entrare in un rapporto gravitazionale e musicale con tutti gli altri.”

LA CELEBRAZIONE DI BEETHOVEN AL 45° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE CON ARTISTI PRESTIGIOSI

Nel 2020 si festeggia il 250° compleanno di Ludwig van Beethoven. La celebrazione era particolarmente attesa, ma è stata ridimensionata a causa della crisi sanitaria. Il 45° Cantiere Internazionale d’Arte, in programma a Montepulciano dal 23 luglio al 2 agosto 2020, riesce invece a confermare un ciclo di approfondimento musicale sul compositore, coinvolgendo artisti prestigiosi in una interpretazione originale dell’omaggio beethoveniano. L’intera programmazione del Cantiere Internazionale d’Arte include capolavori sinfonici, musica da camera con dedica a coloro che hanno sofferto per l’epidemia, fino agli estratti dall'unico balletto firmato da Beethoven, “Le creature di Prometeo", basato su una poesia di Goethe.

ORCHESTRA DELLA TOSCANA DIRETTA DA MARKUS STENZ
Un grande concerto sinfonico è stato ideato proprio per evidenziare la drammaturgia musicale di Beethoven, contestualizzata in un’impaginazione originale. Giovedì 30 luglio, saranno eseguite l’Ouverture da Le Creature di Prometeo e la Sinfonia n. 3 Eroica, abbinate al brano Idyllium dell’autore contemporaneo Detlev Glanert che sarà presentato in prima italiana. L’esecuzione è affidata all’Orchestra della Toscana, guidata da Markus Stenz, direttore tedesco tra i più richiesti al mondo. La ricorrenza beethoveniana è così valorizzata in virtù della matrice classicista comune alle tre partiture in programma: il brano di Glanert è infatti un tributo a Brahms, altro compositore tra i più influenti nella storia della musica. La Piazza Grande di Montepulciano, palcoscenico rinascimentale, accoglie questo primo appuntamento, così come il successivo Concerto di Chiusura.

CONCERTO DI CHIUSURA CON ORCHESTRA POLIZIANA, MARIANGELA VACATELLO, FRANCESCO D’ORAZIO
Una proposta integralmente beethoveniano si articola nel Concerto di Chiusura, l’evento più partecipato e popolare della manifestazione, in agenda per il 2 agosto. Saranno eseguiti due estratti da Le Creature di Prometeo, il Concerto per pianoforte e orchestra n.3 e il Concerto per violino e orchestra. Sarà impegnata l’Orchestra Poliziana, composta da giovani talenti di Montepulciano, preparata e arricchita grazie alla partecipazione di professori d’orchestra internazionali, compresi tedeschi, per il progetto speciale di collaborazione e sinergia musicale denominato Side-by-side. Sotto la direzione musicale di Roland Böer, direttore artistico della manifestazione, sono coinvolti solisti affermati tra le massime istituzioni internazionali, ovvero Mariangela Vacatello al pianoforte e Francesco D’Orazio al violino.

APPUNTAMENTI CAMERISTICI
Il Quartetto Foné si distingue nel panorama quartettistico nazionale per il consolidato percorso artistico: al 45° Cantiere presenta dal repertorio di Beethoven la Canzona di ringraziamento di Beethoven, rivolta a coloro che hanno patito e lottato in questo periodo difficile (28 luglio)

Tra le creazioni più apprezzate del compositore tedesco c’è poi il celeberrimo Settimino op.20 proposto venerdì 31 luglio grazie al nuovo progetto SetteinsiemeperPiero a Lampedusa: sette musicisti affermati si riuniscono nel ricordo del musicista Piero Farulli, per una esibizione che sarà poi ripresa nell’isola mediterranea, per un messaggio universale e transeuropeo.

TOMASO MONTANARI E NINO CRISCENTI PRESENTANO IL LIBRO L'ARIA DELLA LIBERTA'

VEDI LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME
L'aria della libertà
L'Italia di Piero Calamandrei

{basicyoutube}kmTWxRjt9hY{/basicyoutube}


Nino Criscenti e Tomaso Montanari sono gli autori del volume L'aria della libertà - L'Italia di Piero Calamandrei, pubblicato da Edizioni di Storia e Letteratura. Sono loro a resentare, in un colloquio telematico, l'opera realizzata a partire dallo spettacolo teatrale che aveva debuttato a Montepulciano nel 2017. E a Montepulciano esordisce quindi virtualmente la versione editoriale di questo racconto fotografico che approfondisce un passaggio storico fondamentale, nel quale si immaginava un'Italia finalmente liberata.

Un libro di cui abbiamo bisogno, come scandisce nell'introduzione Salvatore Settis "per ricordare a noi stessi quel che l'Italia fu, quel che ancora ne resta, quel che potrebbe ancora essere".

Le istantanee scattate dalla Rolleiflex di Piero Calamandrei raccontano l'atmosfera - allegra e malinconica - di queste brevi fughe per pievi e abbazie, siti archeologici e luoghi d'elezione di artisti e poeti. Alla ricerca del verso volto della patria, insieme a Calamandrei, alcuni dei più importanti intellettuali antifascisti che, all'indomani della fine della guerra, furono tra i protagonisti della rinascita morale e civile del paese.

In collaborazione con Biblioteca Comunale e Archivio Storico "Piero Calamandrei" Montepulciano, Amici Della Musica Foligno, Accademia Filarmonica Romana, Istituto Luce Cinecittà.

Acquista on-line il volume > qui
Acquista on-line l'ebook > qui

 
arialibertas

 

CAFFÈ SOSPESO, UN CICLO DI INTERVISTE IN STREAMING CON ARTISTI LEGATI AL CANTIERE

Una rassegna di videointerviste pubblicate in streaming è la nuova iniziativa digitale del Cantiere Internazionale d’Arte per produrre contenuti e format originali, nel periodo in cui sono sospesi gli spettacoli dal vivo. Il ciclo di incontri virtuali s’intitola “Caffè sospeso - a chiacchiere con l’artista”

È un’iniziativa che vuole immaginare nuove forme di espressione adeguate a questo periodo dove il tempo sembra appunto sospeso. Ecco il senso di un caffè sospeso con l’artista, un titolo che evoca anche una pratica solidale dalla quale dovremmo prendere esempio, tanto più nei momenti critici. Autorevoli e celebri personalità della cultura e delle arti cercheranno anche di decifrare la momentanea crisi e le nuove prospettive dello spettacolo dal vivo attraverso il punto di vista di artisti e personalità particolarmente accreditate. 


7 maggio 2020
MARKUS STENZ - DETLEV GLANERT
Artisti particolarmente affermati nell'orizzonte musicale internazionale Markus Stenz e Detlev Glanert partecipano all'evento di chiusura della videotournée "Caffè sospeso". Stenz, direttore d'orchestra invitato tra le massime istituzioni mondiali e più volte sui podi di Montepulciano; Glanert, compositore tra i più influenti della contemporaneità, già direttore artistico del Cantiere Internazionale d'Arte. Una conversazione brillante, autentica, preziosa.
{basicyoutube}mlnrjG1x5_I{/basicyoutube}

30 aprile 2020
PIETRO SPERDUTI - GIANNI 'GIACCIO' TRABALZINI
Dietro le quinte ci sono altre professionalità artistiche. Come ad esempio quelle dei disegnatori luci che devono coniugare sensibilità estetica e competenze tecniche. Ne parlano due figure di riferimento per il Cantiere Internazionale d'Arte, ovvero il direttore tecnico Gianni Trabalzini e il grande Pietro Sperduti.
{basicyoutube}HFf_UqTE2gM{/basicyoutube}

27 aprile 2020
GIORGIO ROSSI - FRANCESCA MOMMO
Due protagonisti della danza moderna al Cantiere Internazionale d'Arte, due generazioni creative che si conoscono per la prima volta grazie a questa videointervista. E c'è subito quell'energia e quella capacità visionaria che sanno raccontare soltanto le personalità più interessanti. Un episodio particolarmente stimolante, tra Germania, Africa, Toscana, nevicate, abbracci, contatti e amore, quello incontenibile per la danza.
{basicyoutube}-nvkVOBoQm8{/basicyoutube}

23 aprile 2020
L'ARIA DELLA LIBERTA' - NINO CRISCENTI E TOMASO MONTANARI
edizione speciale Festa della Liberazione
Nino Criscenti e Tomaso Montanari sono gli autori del volume L'aria della libertà - L'Italia di Piero Calamandrei, pubblicato da Edizioni di Storia e Letteratura. Presentano l'opera realizzata a partire dallo spettacolo teatrale che aveva debuttato a Montepulciano nel 2017. E a Montepulciano esordisce quindi virtualmente la versione editoriale di questo racconto fotografico che approfondisce un passaggio storico fondamentale, nel quale si immaginava un'Italia finalmente liberata.
{basicyoutube}kmTWxRjt9hY{/basicyoutube}

20 aprile 2020
FEDERICO E GIULIO MARIGNETTI / CHIARA E IRENE TRANCOSSI
Federico Marignetti, performer affermato, interpreta l'esibizione del musical. Chiara Trancossi, scenografa realizzatrice testimonia il backstage dell'allestimento tecnico. Irene Trancossi, fotografa, rappresenta il lavoro della comunicazione. Giulio Marignetti, contrabbassista, esprime l'ambito dell'esecuzione musicale. Due fratelli poliziani e due sorelle emiliane, da Montepulciano al professionismo.
{basicyoutube}YBl5ONSOgB0{/basicyoutube}

20 aprile 2020
ROLAND BÖER / FRANCESCO PASQUALETTI
Roland Böer, direttore artistico del Cantiere Internazionale d'Arte, beniamino e amico del pubblico poliziano, incontra Francesco Pasqualetti, direttore d'orchestra che proprio da Montepulciano ha avviato la sua carriera internazionale. Un conversazione sul Cantiere, sui ricordi e sulle prospettive.

{basicyoutube}EEeG996PIKU{/basicyoutube}
13 aprile 2020
GIORGIO BATTISTELLI / GIOVANNI OLIVA
Giorgio Battistelli, compositore tra i più influenti della contemporaneità, già direttore artistico del Cantiere Internazionale d'Arte, attuale direttore artistico del Festival Puccini e dell'Orchestra della Toscana, dialoga con Giovanni Oliva (coordinatore Cantiere Internazionale d'Arte).

{basicyoutube}UX7zV9cu5wQ{/basicyoutube}
9 aprile 2020
ENRIQUE MAZZOLA / LUCIANO GAROSI
Enrique Mazzola, già direttore artistico del Cantiere Internazionale d'Arte e direttore musicale della Lyric Opera of Chicago, conversa con Luciano Garosi (docente al Conservatorio L. Cherubini di Firenze, nonché storica guida dell'Istituto di Musica di Montepulciano).

{basicyoutube}4VZ2cUYqGGY{/basicyoutube}
6 aprile 2020
MARIANGELA VACATELLO / ALESSIO TIEZZI
L'acclamata pianista e docente Mariangela Vacatello incontra Alessio Tiezzi (direttore dell'Istituto di Musica Henze), discorrendo concerti, didattica musicale, solidarietà e ovviamente di Cantiere Internazionale d'Arte. 

{basicyoutube}H0bysaIGS-I{/basicyoutube}
2 aprile 2020
LEILA FTEITA / ALESSIO BIANCUCCI
La scenografa e costumista Leila Fteita conversa con Alessio Biancucci (Fondazione Cantiere) di aggregazione sociale, cultura, spettacolo dal vivo e della sua esperienza al Cantiere nella produzione del Pollicino di Henze, anno 2016.

{basicyoutube}ekVxVpELVRc{/basicyoutube}
 

 

TEATRO POLIZIANO, SPETTACOLI SOSPESI: ECCO LE MODALITÀ DI RIMBORSO

COMUNICAZIONE AGGIORNATA AL 2 APRILE 2020

A seguito del nuovo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Teatro Poliziano comunica che lo spettacolo di Flavio Insinna “La macchina della felicità”, già riprogrammato per il 4 aprile, è sospeso. Era stato precedentemente sospeso anche lo spettacolo “Misercordia” di Emma Dante.

Per gli abbonati e per coloro che avevano acquistato i biglietti dei singoli spettacoli il Teatro Poliziano mette a disposizione le seguenti soluzioni.

1.) Sostituzione del biglietto o della quota di abbonamento con voucher di pari valore da utilizzare per tutti i prossimi spettacoli organizzati dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, entro un anno, come previsto dall’art. 88, comma 3, DPC 18/2020. In tal caso è necessario presentare la richiesta via email scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonicamente al numero di telefono T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO. (Per i dettagli operativi siamo in attesa delle indicazioni da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.)

2.) Donazione al Teatro Poliziano della quota di abbonamento spettante o del valore del biglietto acquistato, a sostegno delle attività culturali e artistiche che saranno presentate alla riapertura.

3.) Rimborso integrale del biglietto o della quota di abbonamento da richiedere alla Teatro Poliziano, via email scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonicamente al numero T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO, CODICE IBAN PER ACCREDITO TRAMITE BONIFICO BANCARIO.

Scusandoci per il disagio, confidiamo di assicurare un servizio adeguato alla sensibilità dei nostri abbonati e dei nostri spettatori. Ci auguriamo di poterci rivedere presto in teatro per condividere le emozioni e la socialità dello spettacolo dal vivo.

45° Cantiere Internazionale d'Arte 2020: Caos e Creazione - Scienza Arte Utopie

Il 45° Cantiere Internazionale d'Arte si terrà dal 23 luglio al 2 agosto 2020, tra Montepulciano e la Valdichiana.

La tematica di questa prossima edizione è Caos e Creazione - Scienza Arte Utopie. Il direttore artistico Roland Böer, coadiuvato per la programmazione dal coordinatore artistico Giovanni Oliva, ha ideato anche l'immagine-manifesto qui pubblicata. Tra musica, teatro, danza, performance, ricerca, cinema e installazione luce, si articola una programmazione adeguata all'attualità. Sono confermati prestigiosi artisti internazionali e nazionali, mentre si rinnovano i progetti partecipativi con i giovani talenti.

SCARICA IL PROGRAMMA .pdf

Si consigliano prenotazioni o acquisti di biglietti on-line
INFO E PRENOTAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. +39 0578 758473 / 757089
BIGLIETTI ON-LINE > www.vivaticket.com

Per favorire la più ampia partecipazione popolare in un anno complicato, il Cantiere Internazionale d'Arte rende più accesibili i prezzi dei biglietti. 
Spettacoli serali - incluso Meta(à) a Sarteano > 10 euro 
Spettacoli pomeridiani > 5 euro 
Concerto di Chiusura > 15 eu
Concerti notturni - ore 23.30 > € 1,00
Spettacoli fuori Montepulciano - escluso Meta(à) a Sarteano > € 1,00

SOSPESO IL XII CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI - TORRITA DI SIENA

[ENGLISH VERSION]

Il XII Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" previsto dal 3 al 5 aprile 2020 è sospeso.


A seguito delle disposizioni di legge, Comune di Torrita di Siena e Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, in accordo con il direttore artistico Eleonora Leonini, comunicano l'annullamento dell'evento. I cantanti iscritti che avevano già eseguito il pagamento saranno rimborsati rapidamente.


Per informazioni e chiarimenti è disponibile la segreteria: T. +39 0578757089 / infQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ISTITUTO DI MUSICA HENZE: LEZIONI FRONTALI SOSPESE FINO AL 3 APRILE 2020. POSSIBILE ATTIVITA' TELEMATICA

COMUNICAZIONE AGGIORNATA AL 2 APRILE 2020

A seguito delle ulteriori disposizioni del Governo, l'Istituto di Musica H. W. Henze sospende le lezioni e tutte le attività fino al 13 aprile 2020.

L'Istituto Henze, attraverso i propri insegnanti, è disponibile a concordare fin da subito eventuali lezioni telematiche via whatsapp o skype, per garantire continuità didattica e soprattutto per mantenere vivi gli stimoli culturali.

Sono quindi sospese, fino a nuova comunicazione, anche le attività relative alle borse di studio.

SOSPESO IL NUOVO SPETTACOLO DI EMMA DANTE AL TEATRO POLIZIANO: MODALITÀ DI RIMBORSO

COMUNICAZIONE AGGIORNATA AL 2 APRILE 2020

A seguito del nuovo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Teatro Poliziano conferma che lo spettacolo “Misercordia” di Emma Dante è sospeso.

Per gli abbonati e per coloro che avevano acquistato i biglietti dei singoli spettacoli il Teatro Poliziano mette a disposizione le seguenti soluzioni.

1.) Sostituzione del biglietto o della quota di abbonamento con voucher di pari valore da utilizzare per tutti i prossimi spettacoli organizzati dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, entro un anno, come previsto dall’art. 88, comma 3, DPC 18/2020. In tal caso è necessario presentare la richiesta via email scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonicamente al numero di telefono T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO. (Per i dettagli operativi siamo in attesa delle indicazioni da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.)

2.) Donazione al Teatro Poliziano della quota di abbonamento spettante o del valore del biglietto acquistato, a sostegno delle attività culturali e artistiche che saranno presentate alla riapertura.

3.) Rimborso integrale del biglietto o della quota di abbonamento da richiedere alla Teatro Poliziano, via email scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonicamente al numero T. +39 3477593716 indicando NOME, COGNOME, CODICE UNIVOCO DEL BIGLIETTO, NUMERO DI TELEFONO, CODICE IBAN PER ACCREDITO TRAMITE BONIFICO BANCARIO.

Scusandoci per il disagio, confidiamo di assicurare un servizio adeguato alla sensibilità dei nostri abbonati e dei nostri spettatori. Ci auguriamo di poterci rivedere presto in teatro per condividere le emozioni e la socialità dello spettacolo dal vivo.



 

FLAVIO INSINNA AL POLIZIANO CON 'LA MACCHINA DELLA FELICITÀ' RINVIATO AL 4 APRILE

insinna foto[BIGLIETTI ON-LINE QUI] Rinviato a sabato 4 aprile lo spettacolo di Flavio Insinna con la sua Piccola Orchestra. Preso atto del decreto legge varato dal Governo, il Teatro Poliziano posticipa quindi "La macchina della felicità - ricreazione", una show che, fin dal titolo, introduce l'atmosfera scanzonata in arrivo a Montepulciano (e ce n'è bisogno in periodi come questo).

Qual è il suono che più di tutti significa gioia fin da quando eravamo bambini? La campanella della ricreazione, almeno secondo Insinna che concepisce proprio come una ricreazione il suo show intessuto di comicità, racconti e canzini. Quel suono prolungato e felice che ci faceva tirare i quaderni in aria e ci catapultava nel divertimento. Il testo s'intreccia alla trama dell’omonimo romanzo scritto dallo stesso Insinna e scandito dalla storia d’amore tra i due protagonisti Laura e Vittorio.

“Chi di voi è felice? Chi è felice alzi la mano!”. Da questa provocazione l'attore, un Pierino cresciutello ma sempre birbone, parte alla ricerca della felicità, cercandola nelle piccole cose (che poi tanto piccole non sono) e nelle cose grandi (che poi tanto grandi non sono), in allegria, tutti insieme appassionatamente, mano per mano con il pubblico. E’ un modo per festeggiare la vita, l’amicizia, la famiglia e le tradizioni, ridendoci su, prendendoci un po’ in giro, ma sempre con lo sguardo innamorato.E quando la campanella suonerà la fine della ricreazione, beh… noi saremo già lontani!

LA MACCHINA DELLA FELICITÀ
Ricreazione
di Marco Perrone, Marco Presta, Franco Bertini, Fabio Toncelli, Flavio Insinna

con la partecipazione live della sua PICCOLA ORCHESTRA
MARTINA CORI - voce, VINCENZO PRESTA – Saxes, ANGELO NIGRO – Piano&Keyboards, FILIPPO D’ALLIO – Chitarre, GIUSEPPE VENEZIA – Basso&Contrabbasso, SAVERIO PETRUZZELLIS – Batteria&Percussioni

Direzione Musicale, ANGELO NIGRO
Disegno Luci, AURELIO RIZZUTI

Produzione VIOLA PRODUZIONI

Scritto e diretto da Flavio Insinna

INGRESSO
Settore 1: 18 euro | Settore 2: 14 euro
**
Promozione giovani under 30 > Settore 2: 10 euro
________________________________

INFO - PRENOTAZIONI - ABBONAMENTI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 0578 757089 | 757007

MAURO MONTALBETTI SARÀ IL DIRETTORE ARTISTICO DEL CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DAL 2021

Sarà il compositore Mauro Montalbetti il nuovo direttore artistico del Cantiere Internazionale d’Arte a partire dal 2021 e fino al 2023.

Come previsto e già annunciato, la direzione di Roland Böer completa il suo ciclo nel 2020, con l’edizione che si svolgerà dal 17 luglio al 2 agosto, grazie al coordinamento artistico di Giovanni Oliva. Il maestro Böer lascia quindi la sua eredità culturale dopo sei anni da direttore artistico e altri sei anni di direttore musicale.

Il nuovo direttore artistico avrà un incarico triennale, come stabilito dal consiglio d’indirizzo della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che affida quindi a Mauro Montalbetti una guida rinnovata della manifestazione ideata nel 1976 da Hans Werner Henze.

Montalbetti, 50 anni, bresciano, collabora frequentemente con il Cantiere Internazionale d’Arte dove ha presentato nel 2012 la sua opera Brimborium! che aveva conquistato il prestigioso premio Abbiati per la scuola. Una sua nuova cantata, L’infinito andar del tempo, sarà inoltre eseguita in prima assoluta nella prossima edizione dell’evento poliziano dagli organici legati all’Istituto di Musica H. W. Henze.

Prima di assumere la direzione artistica del Cantiere Internazionale d’Arte, Montalbetti ha maturato un percorso significativo sulla scena musicale italiana e nell’orizzonte europeo. Riconosciuto tra i compositori italiani più eseguiti e premiati della sua generazione, è autore, tra l’altro, dell’opera Il sogno di una cosa, sulla strage di Piazza della Loggia. Si è diplomato con lode in composizione presso il Conservatorio Verdi di Milano sotto la guida di Paolo Rimoldi e Irlando Danieli. La sua musica è stata commissionata e programmata da importanti istituzioni tra cui Orchestra Filarmonica della Scala, Biennale Musica di Venezia, Roma Europa Festival, Teatro Massimo di Palermo, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Regio di Torino, Accademia Santa Cecilia di Roma, Teatro Grande di Brescia, Fondazione I Teatri Reggio Emilia, Milano Musica, Società del Quartetto Milano, Neuköllner Oper di Berlino, Steierischer Herbst di Graz, Gaudeamus Music Week Amsterdam, Stadttheater Klagenfurth e Theater in der Josefstadt di Vienna. Le opere sono pubblicate da Rai Com e incise per Deutsche Grammophon, Stradivarius, A simple lunch.

AL SOPRANO EVA MEI IL PREMIO “DIRITTO ALLA MUSICA”: EVENTO MUSICALE SABATO 21 DICEMBRE CON IL CONCERTO DI NATALE

Sarà il soprano Eva Mei, autentica stella del canto lirico mondiale, ad essere insignita del premio Diritto alla Musica, nell’ambito del tradizionale Concerto di Natale promosso a Montepulciano da Associazione Amici dell'Istituto di Musica. Sabato 21 dicembre, alle ore 21.15, si tiene alla Chiesa del Ss. Nome di Gesù, l’evento a ingresso gratuito che assegna il riconoscimento ideato da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e Comune di Montepulciano per celebrare la Festa della Toscana 2019, con il sostegno del Consiglio Regionale della Toscana. La cantante di Arezzo, acclamata nelle sale e nei teatri più prestigiosi del mondo, si aggiudica quindi la gratificazione riservata ai musicisti toscani che abbiano espresso valori civici attraverso la propria arte. Come si legge nelle motivazioni ufficiali, Eva Mei sarà premiata “per la sensibilità umana che caratterizza la sua espressione artistica, così da affermare una consapevolezza civica e culturale indirizzata alla più ampia e popolare promozione del linguaggio musicale”.

Recentemente protagonista una volta ancora al Teatro alla Scala di Milano, dove si esibisce regolarmente dal 1990 ottenendo successi unanimi, Eva Mei ha cantato nei maggiori palcoscenici: Royal Opera House e Covent Garden di Londra, Staatoper di Vienna, Festival di Salisburgo e ancora Tokyo, Berlino, oltre ai principali contesti d’Italia; ha collaborato con i più rilevanti direttori d’orchestra di epoca recente tra i quali Harnoncourt, Sawallisch, Claudio Abbado, Mehta, Muti, Barenboim, Maazel. Alle performance dal vivo, affianca numerose registrazioni discografiche e un’intensa attività didattica che la porta in tutto il mondo a divulgare la sua esperienza culturale.

La premiazione di Eva Mei s’inserisce in un concerto sinfonico che apre la sua impaginazione natalizia con la Corale Poliziana diretta da Judy Diodato e la Corale Jacob Arcadelt condotta da Elisa Marroni e Barbara Valdambrini. In un’insolita ambientazione acustica, le formazioni vocali presenteranno una selezione di brani sacri eseguiti a cappella: O Sacrum Convivium di Molfino, En! Natus est Emmanuel di Praetorius e Gaudete, Christus est natus dalle Piae Cantiones di Anonimo; l’intervento del Coro di Voci Bianche dell’Istituto di Musica H. W. Henze guidato da Chiara Giorgi consentirà ai piccoli musicisti l’opportunità di confrontarsi una la dimensione concertistica. Sarà poi la bacchetta dal maestro Alessio Tiezzi a dirigere l’Orchestra Poliziana nella Sinfonia n. 45 di Franz Joseph Haydn, universalmente nota come Sinfonia degli addii perché durante l’adagio finale i musicisti a turno abbandonano la ribalta in un’atmosfera sempre più rarefatta. Segue il momento dedicato a Mozart con la sua Missa brevis in do maggiore KV 258, detta Spaur-messe, tra le composizioni meno frequentate del genio di Salisburgo, che annovera in questo caso la partecipazione di quattro voci soliste, ovvero Oksana Maltseva (soprano), Elisabetta Vuocolo (alto), Enkebatu (tenore), Jing Shuheng (basso); si tratta di cantanti provenienti da un progetto di alta formazione realizzato da una rete di soggetti culturali cui aderisce la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte.

In collaborazione con Parrocchia del SS. Nome di Gesù.

CONCERTO DI NATALE - PREMIO DIRITTO ALLA MUSICA, SABATO 21 DICEMBRE A MONTEPULCIANO

Un programma emozionante e un'ospite celeberrima caratterizzano il Concerto di Natale promosso da Associazione Amici dell'Istituto di Musica di Montepulciano, in programma sabato 21 dicembre 2019, alle ore 21.15, presso la Chiesa del SS. Nome di Gesù, in Montepulciano (ingresso libero) . L'evento musicale sarà poi ospitato l'indomani, domenica 22 dicembre 17.00, dalla Collegiata di San Martino, a Sinalunga.

L'evento sinfonico-corale festeggia l'atmosfera natalizia a Montepulciano, con il coinvolgimento dei giovani e giovanissimi musicisti del territorio. Il concerto è collegato alla seconda edizione del premio Diritto alla Musica, istituito per celebrare la Festa della Toscana. Il riconoscimento sarà assegnato quest’anno alla celebrità della lirica Eva Mei per sancire il legame tra la diffusione popolare delle arti e la dimensione internazionale: la stella delle scene musicali ha infatti trasmesso nel mondo i valori universali della nostra cultura civica attraverso l’espressione artistica.

Il programma musicale è impaginato su musiche di Franz Joseph Haydn e Wolfgang Amdeus Mozart. L'ampio organico è composto dall'Orchestra Poliziana, cui si aggiungono Corale Poliziana diretta da Judy Diodato, Coro Jacob Arcadelt (direttori Elisa Marroni, Barbara Valdambrini), Coro Voci Bianche Istituto H. W. Henze. Sul podio, a condurre l'esecuzione, sarà il maestro Alessio Tiezzi.

L'appuntamento è promosso da Amici dell'Istituto di Musica di Montepulciano, grazie all'organizzazione della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, con il sostegno del Consiglio Regionale della Toscana e la collaborazione della Parrocchia del SS. Nome di Gesù.

INFO: T. 0578 757089
Ingresso gratuito

JAZZ NIGHT, CONCERTO DI SANTA CECILIA, SABATO 23 NOVEMBRE, EX MACELLI A MONTEPULCIANO

L'Istituto di Musica Henze presenta presso Ex Macelli a Montepulciano un improvviso (ma non improvvisato) Concerto di Santa Cecilia, edizione 2019: l'appuntamento in programma per sabato 23 novembre, alle 21.00, s'intitola Jazz Night. Un genere musicale, il jazz, che custodisce un patrimonio ormai classico, ma che sa rinnovarsi nella sua continua ricerca d'avanguardia. Proprio su questo equilibrio tra classicismo e modernità, tra standard e improvvisazione, è concepito un evento musicale che vuole essere divertente, mantenendo una certa audacia.

In questo concerto infatti le atmosfere jazz ispirano una sintesi musicale proposta dai numerosi gruppi e dai solisti che saranno protagonisti della serata. Immaginare un Bach con la batteria o "When the saints go marching in" per ensemble di arpe, con l'incursione "Thriller" di Michael Jakson. E ancora classici come "Summertime" e "Georgia on my mind", musiche dai cartoon "Gli aristogatti" e "Il libro della giungla" o autori quali Check Corea e Burt Bacharach.

Un ampio repertorio che stimola la collaborazione tra le diverse classi dell'Istituto di Musica Henze. Per l'occasione salgono infatti sulla ribalta tutti gli organici della scuola poliziana: i gruppi con docenti e allievi, gli ensemble come quello di chitarre, Orchestra Junior, Coro di Voci Bianche, Corale Poliziana e la Banda Poliziana con la partecipazione straordinaria dei più piccoli provenienti dal progetto didattico Takaband. Tra le curiosità da segnalare, il virtuoso Massimiliano Cuseri esegue la Marcia alla turca di Mozart nella versione jazzistica di Fazil Say.

Il concerto, volutamente aperto alla più ampia partecipazione popolare, ha luogo sul palcoscenico degli Ex Macelli di Montepulciano.

INFO: Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
T. 0578757089 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

TEATRO POLIZIANO ANNUNCIA LA STAGIONE 2019-2020: LA BELLEZZA DI ESSERCI, A MONTEPULCIANO

teatro poliziano 19 20Teatro Poliziano | MONTEPULCIANO
| Esserci è già una bellezza. Scopri il cartellone |

Il Teatro Poliziano presenta la nuova stagione teatrale 2019-’20 con l’intento di rafforzare il prestigio di un palcoscenico, quello di Montepulciano, ormai autorevole nel panorama nazionale. L’ampia partecipazione popolare della scorsa stagione dimostra la fiducia che il Teatro Poliziano ha saputo conquistare presso un pubblico sempre più vasto. Una fiducia che gli organizzatori della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte cercano di onorare proponendo una rassegna articolata tra autori classici e creazioni contemporanee, personalità celebri e nuovi talenti. I titoli in programma evocano le suggestioni letterarie e cinematografiche, gli echi della tradizione e il divertimento del varietà, tenendo sempre presente il ruolo civico del teatro che sa affrontare anche i temi sociali più profondi.

Le quote per abbonamenti e biglietti sono sempre invariate, mentre si attivano nuove promozioni rivolte in particolare ai più giovani, affinché le nuove generazioni recuperino gli stimoli anche sul nostro territorio. Si rinnova la promozione per soci di Banca Valdichiana - Credito cooperativo Chiusi e Montepulciano e si attiva una nuova agevolazione per iscritti all’Istituto di Musica Henze che avranno diritto di sconti sugli abbonamenti.


sabato 14 dicembre 2019
ottavia piccoloOCCIDENT EXPRESS
di Stefano Massini
con Ottavia Piccolo
Orchestra Multietnica di Arezzo

Occident Express è la cronaca di un viaggio sulla rotta dei Balcani. È il diario di una fuga. Ma soprattutto è una storia vera che compone il grande mosaico dell’umanità in cammino. Un racconto spietato tra parole e musica, senza un attimo di respiro, seguendo la corsa di Haifa, partita da Mosul. È un assolo magistrale di Ottavia Piccolo, con l’Orchestra Multietnica di Arezzo che esegue dal vivo le musiche originali di Enrico Fink. Il testo dell’acclamato Stefano Massini tratteggia i mille luoghi attraversati dalla protagonista nel suo viaggio; la fantasmagoria di ambienti, climi, spazi diversi. Si accompagna in questo itinerario il personaggio di Haifa, e dopo non si è più gli stessi.

sabato 25 gennaio 2020
platonovPLATONOV

di Anton Čechov
Mulino di Amleto Teatro

Anton Čechov aveva 21 anni quando scrisse quest’opera rimasta incompleta, ma affollata di personaggi e temi, quanto intensa nell’azione. L’autore voleva raccontare la profondità della vita: ne rimane un meraviglioso affresco incompiuto, composto da scene, dialoghi e personaggi che cercano un senso a ciò che un senso non può avere. L’audace compagnia Il mulino di Amleto mette in scena questo testo non finito per esseri umani non finiti, incerti. Per il regista, il teatro sarà la tenuta di campagna dove si svolge la trama e gli attori dovranno muoversi vicino agli spettatori perché “Platonov siamo noi”, il nostro desiderio che ci spinge a cercare la felicità altrove rispetto a dove siamo.

venerdì 7 febbraio 2020 
boscaLA LUNA E IL FALÒ

di Cesare Pavese
con Andrea Bosca

Il romanzo capolavoro di Cesare Pavese è interpretato da Andrea Bosca in una pièce che parla di bene comune, di fratellanza, di appartenenza a una comunità. La vicenda è infatti quella di Anguilla, orfano adottato che passa la sua giovinezza nel contesto rurale e ripetitivo delle Langhe, decide di emigrare in America, fa fortuna, per poi tornare al suo paese alla ricerca dell’infanzia. E qui emerge la consapevolezza del tempo che passa e della felicità che fu. È un’indagine sempre attuale sulle proprie radici, un percorso che accomuna i numerosi giovani espatriati che ogni giorno lasciano le nostre province. Ed è la forza del teatro che trasforma le cose, facendo di un fil di ferro una vigna, di luci lontane una collina.

mercoledì 19 febbraio 2020 
marchioni soliti ignotiI SOLITI IGNOTI

Vinicio Marchioni
Giuseppe Zeno

Una commedia che rappresenta per la prima in teatro il celeberrimo film di Mario Monicelli, divenuto un classico del cinema. Le gesta maldestre ed esilaranti di un gruppo di ladri improvvisati si susseguono sulla ribalta, evocando l'Italia povera ma bella di un dopoguerra molto vitale. L’adattamento teatrale rimane fedele alla pellicola che vantava un cast irripetibile (con Gassman, Mastroianni e Totò), adeguando comunque alla modernità le trovate della scrittura e le soluzioni della regia. Vinicio Marchioni e Giuseppe Zeno, volti popolari del cinema e della tv, guidano una compagnia di otto elementi che presenta una messinscena divertente ed emozionante.

sabato 4 aprile 2020 rinviato
LA MACCHINA DELLA FELICITÀ
Flavio Insinna
e la sua Piccola Orchestra

Qual è il suono che più di tutti trasmette gioia, fin da quando si è bambini? È la campanella della ricreazione, almeno per Flavio Insinna che concepisce proprio come una ricreazione il suo show intessuto di comicità, racconti e canzoni. Uno spettacolo che s’intreccia alla trama dell’omonimo romanzo firmato proprio da Insinna e scandito dalla storia d’amore tra i due protagonisti Laura e Vittorio. “Chi di voi è felice alzi la mano!” Da questa provocazione parte la ricerca della felicità, mano per mano con il pubblico, come in una festa di famiglia, con il commento musicale della Piccola Orchestra. Un modo per celebrare la vita, l’amicizia, le tradizioni, sempre con lo sguardo innamorato.

sabato 28 marzo 2020
emma danteMISERICORDIA

Emma Dante
con Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco, Leonarda Saffi, Simone Zambelli

Emma Dante, drammaturga e regista tra le più influenti del momento, presenta un nuovo lavoro incentrato sulle donne, con i temi, la lingua, la cifra stilistica e l’universo emotivo che caratterizzano le sue creazioni. Anna, Nuzza e Bettina vivono in un tugurio fatiscente con un ragazzo menomato. Durante il giorno, le donne lavorano a maglia; al tramonto offrono ai passanti i loro corpi cadenti. Quando lasceranno andare 'U picciutteddu, cioè il giovane di cui sono prese cura, gli racconteranno la verità su sua madre, Lucia la zoppa, che si acconciava i capelli per somigliare a “marilin monroy” e aveva una radiolina scassata da dove ascoltava la musica e abballava pi’ tutti!

ABBONAMENTO 6 SPETTACOLI
OCCIDENT EXPRESS  **  PLATONOV  **  LA LUNA E I FALÒ  ** 
I SOLITI IGNOTI  **  LA MACCHINA DELLA FELICITÀ  **  MISERICORDIA
Settore 1: 85 euro | Settore 2: 70 euro
** Promozione GIOVANI UNDER 30 > Settore 1: 70 euro | Settore 2: 45 euro
** Promozione soci BANCA VALDICHIANA e iscritti ISTITUTO DI MUSICA HENZE
Settore 1: 80 euro | Settore 2: 65 euro

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI 
OCCIDENT EXPRESS  **  PLATONOV  **  LA LUNA E I FALÒ ** 
I SOLITI IGNOTI  **  LA MACCHINA DELLA FELICITÀ  **  MISERICORDIA
Settore 1: 18 euro | Settore 2: 14 euro
**
Promozione giovani under 30 > Settore 2: 10 euro

FUORI ABBONAMENTO 
**Settore 1: 12 euro | Settore 2: 10 euro

OPERA domenica 12 gennaio 2020 ore 17
L’INCORONAZIONE DI POPPEA
Claudio Monteverdi

OPERA domenica 1 marzo 2020 ore 17
DON GIOVANNI
Wolfgang Amadeus Mozart / Giuseppe Gazzaniga
Versione di Luigi Cherubini

_______________________________

INFO - PRENOTAZIONI - ABBONAMENTI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 0578 757089 | 757007

L'immagine ufficiale è di Silvia Menicali

DAI MERCATI AL WEB, UNA RICERCA PER VALORIZZARE I LUOGHI IDENTITARI DEL TERRITORIO

Dai mercati al web - cultura orale e tradizioni digitali è la nuova pubblicazione che raccoglie testimonianze e aneddotti sui mercati della Valdichiana Senese. Si tratta di una ricerca ideata da Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte tra le diverse attività del progetto "Luoghi-Incontro" per la valorizzazione dei luoghi identitare delle comunità, presentate nell'ambito del programma della Fondazione Monte dei Paschi di Siena "SIENAindivenire".

La pubblicazione è disponibile gratuitamente sul questo link.


DAI MERCATI AL WEB
Cultura orale e tradizioni digitali
leggi e scarica in pdf qui

Il lavoro, coordinato da Fondaizone Cantiere, è stato svolto sul campo da Valdichiana Media tra aprile e giugno del 2019, con un approccio antropologico, così da salvaguardare la tradizione orale e il patrimonio di conoscenza che fanno dei nostri mercati luoghi di cultura popolare e confronto sociale. Sono stati indagati i mercati di Montepulciano, Cetona, Sarteano, Sinalunga e Torrita di Siena. Come si evince dall'introduzione della ricerca, riportata integralmente qui di seguito, i saperi che emergono nei mercati devono essere preservati e trasmessi alle nuove generazioni.


mercatiI mercati sono i luoghi essenziali di un’autenticità popolare su cui incombe tuttavia il dominio dei centri commerciali e della grande distribuzione, ove l’acquisto si fa mercificato e asettico. I mercati sono luoghi fisici di scambio sociale, prima che economico: sono luoghi in cui si può trovare una vasta collezione di aneddoti e racconti del patrimonio orale, un valore identitario da non disperdere. Il patrimonio culturale immateriale contenuto nei mercati del nostro territorio attiene alla tradizione orale e alle modalità di scambio e di incontro tra le persone, attraverso dinamiche antecedenti ai modelli culturali del consumismo, della commercializzazione di massa e della globalizzazione.
I codici
semantici presenti nei mercati concorrono alla consapevolezza culturale di sé, del proprio territorio e delle molteplici identità popolari. Questi saperi, essendo primariamente appannaggio delle generazioni più adulte, necessitano di essere recuperati e preservati, attraverso la digitalizzazione e la trasmissione del patrimonio di conoscenze alle generazioni più giovani.
Digitalizzare la tradizione orale collezionata ai mercati diventa quindi un passaggio necessario per la diffusione intergenerazionale, assumendo così quel tratto di innovatività che proietta in un futuro conscio le radici culturali della collettività.

 

 

ISTITUTO DI MUSICA HENZE, AL VIA L'ANNO SCOLASTICO 2019-2020

Un nuovo anno scolastico per l'Istituto di Musica “Hans Werner Henze” che celbra i suoi tre secoli di attività. La scuola poliziana è sempre più attiva per chi vuole imparare a suonare uno strumento, in un ambiente sereno, creativo e dinamico, in un contesto adeguato alle esigenze dei ragazzi e delle famiglie. Montepulciano, con le sue sedi distaccate di Cetona e Sarteano, è ormai un centro d’eccellenza per tutto il territorio: sono infatti coinvolti nella didattica musicale oltre 1.000 allievi, tra corsi individuali, corsi collettivi e attività nelle scuole pubbliche e private.

I CORSI COLLETTIVI SONO GRATUITI per tutti gli iscritti! 

OPEN DAY // domenica 22 settembre 2019
Dalle 15.00 alle 19.00, a Montepulciano, in Via di Voltaia nel Corso 57 (ex Palazzo di Giustizia), l'Istituto di Musica H. W. Henze è aperto per farti provare ed ascoltare i diversi strumenti musicali. Gli insegnanti presentano i corsi e l'offerta didattica.

ISCRIZIONI
Per le iscrizioni, la segreteria dell'Istituto di Musica H. W. Henze è aperta
dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30

> Via Fiorenzuola Vecchia, 5 - Montepulciano (Si)
> Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
> tel. 0578 758416 | cell. +39 347 7419459

Ecco tutti i dettagli sui corsi, le lezioni e le quote.

CORSI DI STRUMENTO


SEZIONE CLASSICA

Flauto, Flauto dolce, Oboe, Clarinetto, Sassofono, Corno, Tromba, Trombone, Chitarra, Pianoforte, Percussioni, Canto lirico, Violino, Viola, Violoncello, Contrabbasso, Organo, Fisarmonica, Armonia, Composizione, Arpa

SEZIONE MODERNA E JAZZ

Chitarra elettrica, Basso elettrico, Batteria, Pianoforte moderno e jazz, Canto moderno e jazz, Teoria e pratica jazz, Dj-producer e home recording

Corso di chiarina gratuito (in collaborazione con Magistrato delle Contrade)

CORSI COLLETTIVI GRATUITI 
TUTTI GLI ALUNNI ISCRITTI POSSONO FREQUENTARE GRATUITAMENTE TUTTI I CORSI DI TEORIA,
RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE (TRP), CORO DI VOCI BIANCHE, ORCHESTRA JUNIOR, GIOVANI ARCHI POLIZIANI, ORCHESTRA POLIZIANA, BANDA POLIZIANA, BAND DI PERCUSSIONI, ENSEMBLE DI FIATI, ENSEMBLE DI CHITARRE, ARRANGIAMENTO E ANALISI DEL REPERTORIO MODERNO, MUSICA DA CAMERA, MUSICA D'INSIEME (sezione moderna), STORIA DELLA MUSICA

QUOTE

Quote annuali di iscrizione ed assicurazione:

   

Quota mensile di frequenza ai corsi:

 

Allievi
“under 26”

Allievi
“over 26”

             

Iscritti entro il 31 Gennaio:

€   50.00

 

Corso 1 ora settimanale

 

€ 90,00

€ 100,00

Iscritti dal 1 Febbraio:

€   30.00

 

Corso 1/2 ora settimanale

 

€ 45,00

€ 50,00

Noleggio strumento:

€   50.00

 

Corso 1 ora quindicinale

 

€ 45,00

€ 50,00


PROMOZIONI SPECIALI

FAMILY dal secondo membro dello stesso nucleo familiare si applica la quota mensile di € 80 per corsi di 1 ora e € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)
TWIN per gli allievi che frequentano due o più corsi si applica la quota mensile di € 80.00 per corsi di 1 ora ed € 40 per corsi di ½ ora (sul corso col minor costo)
ADVANCE a chi paga in un'unica soluzione entro il 31 ottobre 2019, sono riservate 4 lezioni gratuite (la promozione si applica solo alle iscrizioni da quattro ore mensili)

ISCRIZIONI E INFO
Tariffa d'iscrizione
50,00 euro (Cinquanta) con lo strumento di proprietà dell'alunno
100,00 euro (Cento) Corale Poliziana / 50 euro se già iscritti ad altri corsi
100,00 euro (Cento) con lo strumento di proprietà dell'Istituto di Musica
Validità iscrizioni / Per rendere valide le iscrizioni è necessario:
> versare la quota d'iscrizione
> prendere visione del regolamento (scarica qui .pdf)


Per informazioni e iscrizioni:
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
Via Fiorenzuola Vecchia 5 - Montepulciano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

VIAGGIO PER IMMAGINI NEL CONCERTO DI CHIUSURA DEL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Giunge a pregevole chiusura del 44ª Cantiere Internazionale d'Arte il concerto sinfonico diretto dal Maestro Roland Böer su un programma ispirato alla storia di Romeo e Giulietta, che celebra e al tempo stesso riassume il tema Amore, Passione, Follia, filo conduttore attraverso cui per tre settimane si è dispiegato un calendario di più di quaranta eventi.
La RNCM Symphony Orchestra, insieme al pianista Massimiliano Cuseri, ha eseguito Scena d'amore da Romeo e Giulietta di Berlioz, Concerto n.23 di Mozart, Romeo e Giulietta di Čajkovskij. Infine i saluti sono stati affidati alle Danze Sinfoniche composte da Bernstein per West Side Story, il musical di cui scrisse il libretto Stephen Sondheim, lo stesso autore di Passion, con cui si è inagurata questa edizione di Cantiere Internazionale d'Arte.

L'ultimo concerto del 44° Cantiere è nelle foto di Michele Vino. 

TANCREDI E CLORINDA, AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE L'OPERA RACCONTA CON SUCCESSO UNA STORIA MODERNA: LE IMMAGINI

La storia di Tancredi e Clorinda, tratta dal poema di Torquato Tasso La Gerusalemme Liberata, ha trovato al 44° Cantiere Internazionale d'Arte una rappresentazione operistica strutturata sul dittico formato dal testo contemporaneo Tancredi appresso il combattimento, di cui Vincenzo De Vivo ha curato la drammaturgia e Claudio Ambrosini l'adattamento testuale e la musica, e il madrigale classico di Claudio Monteverdi Combatimento di Tancredi et Clorinda.
Sotto la regia di Matelda Cappelletti, il cast composto da Ginevra Schiassi, Claudio Zazzaro, Christian Federici e Alvaro Lozano ha interpretato la vicenda che pure trova una chiave di lettura attuale, nella riflessione sulle conseguenze della guerra contro il diverso. L'applauso finale del pubblico ha espresso tutta l'ammirazione per l'allestimento, cui hanno partecipato anche Lorenzo Bergamini per le scene, Massimo Poli per i costumi, Gianni Trabalzini per le luci, e per l'esecuzione musicale, eseguita da componenti della RNCM, Silvia Magnani al cembalo, Stefano Maiorana alla tiorba, con la direzione di Roger Hamilton.

La rappresentazione al Teatro Poliziano negli scatti di Michele Vino.