Direzione artistica

MAURO MONTALBETTI direttore artistico 

Compositore in residenza dal 2015 al 2017 presso la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, nel Settembre 2018 è stato in residenza presso il VCC di Visby, Svezia. Dal 2021 sarà Direttore Artistico del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

Le sue composizioni sono state registrate su CD da Deutsche Grammophon, Stradivarius, Cantaloupe, A simple lunch e pubblicate da Raicom.

Allievo di Antonio Giacomotti, diplomatosi con lode in composizione al Conservatorio Verdi di Milano con Paolo Rimondi e Irlando Danieli, vince nel 2006 il Johann Joseph Fux Opera Composition Prize con l’opera Lies and Sorrow.     Si dedica   principalmente al teatro musicale, componendo opere andate in scena al Teatro Grande di Brescia, Piccolo Teatro di Milano, Goldoni di Firenze, Theather im Palais di Graz, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro Comunale di Bologna, di Ferrara, di Modena, Teatro Poliziano di Montepulciano.    Nel 2014 l’Orchestra Filarmonica della Scala gli commissiona Another’s Hell per orchestra sinfonica, diretta da Daniel Harding. L’opera Il sogno di una cosa, su testo di Marco Baliani, commissionata dalla Fondazione Teatro Grande di Brescia per ricordare il 40° anniversario della strage di Piazza della Loggia, è andata in scena a Brescia, Milano e Reggio Emilia, ripresa   da RAI 5 TV. Per EXPO 2015 Mario Brunello ha eseguito Foresta di Fiori, adagio per violoncello e orchestra, commissionato dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Durante la residenza, la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia gli ha commissionato: Corpi eretici, dramma pasoliniano in nove canti su testi di Marci Baliani andata in scena al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia, Haye le parole la notte con libretto di Alessandro Leogrande andata in scena al Teatro Ariosto di Reggio Emilia. Lo spettacolo Antropocene su testo di Marco Paolini e Frankie Hnrg è stato commissionato da Teatro Massimo di Palermo, Roma Europa Festival, Teatro San Carlo Napoli, Teatro Regio di Torino. Recentemente ha composto su commissione del Ravenna Festival 2020 l’opera da camera Teodora scalata al cielo in cinque movimenti appositamente creata per la realizzazione alla Basilica di San Vitale.

Recenti composizioni: Voce tra le voci, commissionato dall’Ensemble Sentieri Selvaggi  per  La Biennale Musica di Venezia, Symphony for improvisers commissionato dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia, per tre pianoforti, commissionato dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia.,  Still Requies (commissione Festival Liederiadi) per attore, tenore, coro femminile e ensemble  è stata presentata al Teatro della Triennale di Milano  nel 2018  e ripetuta al Teatro Grande di Brescia e al Festival di Musica Sacra di  Pordenone. Concerto per clarinetto e percussioni eseguito al Teatro alla Scala nel 2019. Yombè per gruppo di percussioni commissionato da Tetraktis ensemble. Ljust per ensemble scritto con il sostegno del fondo per le arti del governo svedese.

Mauro Montalbetti ha composto musica per la danza collaborando con la compagnia berlinese Sasha Waltz&Guest e  il Balletto Civile di Michela Lucenti. Una recente produzione andata in scena a Berlino da maggio a luglio 2018   con la coreografia di Michela Lucenti è stata A live talk commissione Neue Kolner Oper di Berlino. Ho composto le musiche di scena per spettacoli teatrali con la regia di Cesare Lievi commissionati dai teatri di Klagenfurth e dal Theater in der Josefstadt di Vienna.  

Mauro Montalbetti ha scritto per il Teatro alla Scala, Teatro la Fenice, RAI Nuova Musica, Milano Musica, Cantiere di Montepulciano, Gaudeamus Music week, North/South Consonance New York, Steirische Ebst, Ex novo Musica, Bang On a Can Marathon New York, Festival Aperto, Mantova Chamber Music Festival, Playit!  

Ha ricevuto commissioni da importanti istituzioni musicali fra le quali Orchestra Filarmonica della Scala, Biennale Musica di Venezia, Milano Musica, Festival REC, ORT Toscana, Festival Aperto, Festival CreaMI, Gaudeamus Music Week, Accademia Filarmonica Romana, I Pomeriggi Musicali, Netherland Orchestra, Real Filharmonía de Galicia, Teatro di Monfalcone, Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Festival Playit! di Firenze, mentre a recentemente ottenuto riscontri internazionali l'opera Teodora commissionata dal Festival di Ravenna  2021.

www.mauromontalbetti.com

Ornella Cogliolo –   00193 Roma, Via Valadier 1 -  tel .0039 06 3207627 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.cogliolo.it



MARC NIEMANN direttore musicale

Marc Niemann è un eclettico direttore d’orchestra che vanta esperienza sia in campo sinfonico che operistico. In un sondaggio del 2018 tra critici teatrali condotto dalla rivista Opernwelt, Marc Niemann è nominato migliore direttore d’orchestra tedesco dell’anno. Nato ad Hannover in Bassa Sassonia, studia pianoforte e direzione d’orchestra a Hannover, Lubecca e Berlino. Inizia a lavorare in qualità di Kapellmeister al Teatro Statale di Braunschweig, Teatro Municipale di Pforzheim e Teatro Statale di Cottbus, sviluppando un vasto repertorio nei diversi generi musicali. Oltre al repertorio tradizionale si dedica alla musica contemporanea, cosa che gli procura notorietà oltre i confini tedeschi, in particolare con la sua direzione dell’opera “Cosima” di Siegfried Matthus e della prima mondiale di “Fürst Pücklers Utopia” di James Reynolds nella Regia di Johann Kresnik. Dalla stagione 2014/2015 è direttore musicale del Teatro Municipale di Bremerhaven e direttore principale dell’Orchestra Filarmonica di Bremerhaven. In questa posizione ha modo di sviluppare con successo il profilo musicale di questo organico, introducendo programmi concertistici innovativi e acquisendo nuove fasce di pubblico. La duttilità dell’Orchestra Filarmonica di Bremerhaven si è ulteriormente perfezionata grazie al continuo confronto con lavori contemporanei e all’impegno nei confronti dell’interpretazione storica che culmina con la registrazione per CD, iniziata nel 2015, delle 9 sinfonie di Beethoven. D’altra parte ci si concentra anche sull’elaborazione di progetti innovativi come concerti in luoghi insoliti, proposte cross-over (incontro della musica sinfonica con importanti esponenti della musica jazz o rock) e soprattutto in ambito didattico (concerti per bambini / famiglie, concerti nelle scuole oppure asili / workshops per scolari). Grazie alla somma di queste iniziative l’Orchestra Filarmonica di Bremerhaven ha ottenuto un riconoscimento dal Ministero della Cultura nell’ambito del programma “innovazione nel panorama delle orchestre tedesche”. Il Teatro Municipale di Bremerhaven viene insignito nel 2015 con il Premio Federale di Teatro del Ministero della Cultura, mentre nell’estate 2016 è nominato dalla rivista specializzata die Deutsche Bühne tra i “migliori teatri tedeschi”. Marc Niemann ha vinto borse di studio e premi presso fondazioni quali la Oscar-und-Vera-Ritter-Stiftung, la Richard-Wagner-Stiftung e la Max-Grünebaum-Stiftung.

Quale direttore ospite Marc Niemann ha lavorato con numerose orchestre e prestigiosi festival: per citare solo alcuni esempi l‘Orchestra Statale di Halle, i Sinfonici di Brandeburgo, l‘Orchestra di Sondershausen, i Berliner Sinfoniker, l‘Orchestra Filarmonica di Gera-Altenburg, la Filarmonia Statale Renana di Coblenza, l‘Orchestra Sinfonica di Wuppertal, la Filarmonica-Robert-Schumann di Chemnitz, la Nuova Filarmonia di Vestfalia,  l‘Accademia di Potsdam, l‘Orchestra Statale di Schwerin, il Festival dell’opera lirica di Rheinsberg e il Beethovenfest Bonn.