News

LILI ELBE SHOW: UNA SFAVILLANTE NOTTE DI DANZA AL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

PICHINI LILI ELBE SHOW

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte la nuova coreografia di Sasha Riva e Simone Repele ha tradotto nel linguaggio della danza la storia dell'artista transgender che ispirò il film The Danish Girl. Immagini delicate ma intense si sono susseguite sul palco di Piazza Grande con gli stessi Riva e Repele, l'étoile Silvia Azzoni, Yumi Aizawa e Jamal Callender

Lo spettacolo è stato introdotto dal prologo Slør, con Benedetta Barbini, Gaia Lorenzetti, Erica Mazzetti, Chiara Mazzieri, Matilde Pasquini, Elisa Pili, Stefania Tintila, Vittoria Tramonti, allieve delle scuole di danza del territorio Petite École di Montepulciano, Asd Étoile di Chiusi, École de Ballet di Sinalunga.

Con il coordinamento artistico di Azzurra Di Meco, in collaborazione con Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia, Guido Levi lighting lab, Daniele Cipriani Entertainment. 

{basicyoutube}_fBTQ5-c18w{/basicyoutube}

Foto di Dario Pichini

FIGLI DI UN DIO UBRIACO, AL DUOMO DI MONTEPULCIANO LA CELEBRAZIONE DELLE PERIFERIE DEL MONDO - IL RACCONTO PER IMMAGINI

FIGLIDIUNIDIOUBRIACO PICHINI

Venerdì 16 luglio 2021, il Duomo di Montepulciano ha accolto Figli di un dio ubriaco, il progetto di Michela Lucenti e Balletto Civile che unisce la danza attuale e la recitazione con le cantate e i madrigali barocchi - eseguiti da Ensemble Ensemble Cremona Antiqua diretto da Antonio Greco, con Valeria La Grotta (soprano) e Anna Bessi (mezzosoprano). 

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte è andata così in scena la rappresentazione degli antieroi e la celebrazione delle periferie del mondo. 

 

 

Foto gallery Dario Pichini

CENTANNI: IN SCENA AL CASTELLO DI SARTEANO LA FIABA DELLA NUOVA ACCADEMIA DEGLI ARRISCHIANTI

maria luisa mazziotti CENTANNI

foto Maria Luisa Mazziotti

 

Per il 46° Cantiere Internazionale d'Arte, dal 15 al 19 luglio al Castello di Sarteano è stata ambientata la storia dai tratti fiabeschi messa in scena dalla Nuova Accademia degli Arrischianti

In Centanni - Fiaba per un possibile risveglio, i temi contenuti nella storia de La Bella Addormentata sono diventati una metafora dell’attuale ritorno alla realtà e alla luce dopo il sonno e il buio, in una riflessione che ha interpretato il periodo della pandemia come un brutto incantesimo.

 

Foto gallery: Dario Pichini Studio

 

 

L'ORQUESTA MINIMAL FLORES DEL ALMA ONORA IL TANGO E PIAZZOLLA AL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

DSC02654 1

Al 46° Cantiere Internazionale d'Arte si è celebrato il 100° anniversario della nascita di Astor Piazzolla con il concerto dell'Orquesta Minimal Flores del Alma

In Piazza Grande, sabato 17 luglio 2021, il quintetto Orquesta Minimal Flores del Alma, formato da Mauro De Federico alla chitarra, Gilberto Pereyra al bandoneon, Piercarlo Sacco al violino, Franco Finocchiaro al contrabbasso e Stefano Zicari al pianoforte ha proposto un omaggio al celebre compositore argentino eseguendo sue composizioni, come nel caso di Cuatro Estaciones Porteñas, Michelangelo 70 e del Concierto para Quinteto, nonché sue rivisitazioni di tanghi tradizionali.

 

 

 

"FIGLI DI UN DIO UBRIACO" SI SPOSTA AL DUOMO DI MONTEPULCIANO. "CENTANNI" A SARTEANO RINVIATO A LUNEDI' 19 LUGLIO

figli di un dio ubriaco

Causa maltempo, è modificato il programma di venerdì 16 luglio.

-
Lo spettacolo Figli di un dio ubriaco di Michela Lucenti / Balletto Civile si terrà all'interno del Duomo di Montepulciano, in Piazza Grande, alle ore 21.30.

- Lo spettaoclo Centanni di Laura Fatini al Castello di Sarteano è rinviato a lunedì 19 luglio: le prenotazioni per la data di venerdì 16 luglio sono automaticamente confermate per lunedì 19. Restano regolarmente in programma le date di sabato 17 e domenica 18 luglio.


46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE, FROM 15 OF JULY TO 1 OF AUGUST, THE EDITION BY MAURO MONTALBETTI

mani 46 cantiere ok def sitoThe Cantiere Internazionale d'Arte presents its 46th edition with new artistic director Mauro Montalbetti and the musical directio of Antonio Greco. From July 15 to August 1, 2021 there will be 35 performances spread across Montepulciano and the Valdichiana.

"Music, theatre, dance - explains Montalbetti - enter into a relationship with people, society, the territory: Hans Werner Henze created the Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano on this belief and I have built my career as a composer and also this new adventure in such a prestigious artistic direction sharing that same vision.”

OFFICIAL PROGRAMME HERE (pdf)

This season, subtle filigree connections link the programmes, many of which feature bold juxtapositions, unprecedented dialogues to invite reflection and generate comparisons between different idioms and poetry. Renewing the collaboration between new talents and established artists, the event is supported by MiC, Regione Toscana, Comune di Montepulciano and Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. With a particular sensitivity to contemporary forms, there are many new works commissioned from innovative authors. Starting from the epicenter of Montepulciano, the schedule involves the municipalities of Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda. 

Children of a drunken god is a hybrid production between baroque music, contemporary dance and acting. The project is headed by Michela Lucenti (choreographer for Martone/Gatti's La Traviata broadcast by Rai3). In Piazza Grande, 11 actor-dancers of Balletto Civile, aged between 9 and 76, express the movement of bodies inspired by baroque art, interpreting anti-heroes from the world’s forgotten corners; the musical part of the Ensemble Cremona Antiqua, directed by Antonio Greco, is focused on madrigals and cantatas by Monteverdi, Salomone Rossi, Barbara Strozzi and Isabella Leonarda. With strong collaboration between different subjects, the show is already on programme in several squares. In co-production with Teatro Piemonte Europa (July 16).

Premiering at the Teatro Poliziano, July 31 and August 1, the opera commissioned from composer Federico Gardella and playwright Cecilia Ligorio, who also wrote and directed a work inspired by Arthur Schnitzler. Else, in co-production with Fondazione I teatri di Reggio Emilia and in collaboration with Accademia di Belle Arti di Macerata, points to the abuse of power over intimacy as a disease of our time. 

The performance is entrusted to the Ensemble Risognanze, under the authoritative direction of Tito Ceccherini; the vocal cast includes Alda Caiello (mezzo-soprano), Maria Eleonora Caminada (soprano), Leonardo Cortellazzi (tenor), Michele Gianquinto (bass).

Four evenings for symphonic and orchestral ensembles, three in Piazza Grande, one in the Temple of San Biagio: featuring world-acclaimed professionals and up and coming players, classical works interact with new ideas. After the 2020 performance broadcast on Rai Radio3, the Orchestra della Toscana redoubles its commitment to the Cantiere. First, with conductor Antonio Greco, it will follow a classical path, from Händel to Haydn (with the elaboration of the mourning period) up to a liberating Beethoven with the Trio Kanon (July 18).

Then the ORT returns under the inspiring conducting of Markus Stenz, who opens with Stravinsky, followed by an in-depth study of Brahms (Symphony No. 1) and the related Fantasy conceived by Detlev Glanert (July 30).

The Orchestra Poliziana will be playing, as befits the principles of the Cantiere, with leading artists. At the Temple of San Biagio, on July 24, under the direction of Antonio Greco, the local ensemble presents the premiere of the piece Ecco sparir le stelle commissioned to Carlo Boccadoro, while in the second part the Corale Poliziana will perform two masterpieces by Antonio Vivaldi, the Gloria in D major and the Credo in E minor; the solo roles are assigned to Valeria La Grotta (soprano) and Anna Bessi (mezzo-soprano).

T
he young ensemble from Montepulciano also tackles the popular Closing Concert under the direction of Antonio Greco, who will present for the final event a journey through French music with Pelleas et Melisande and Fauré's Pavane and Ravel's Pavane pour un enfante défunte, and then finishes with Ludwig van Beethoven's Piano Concerto No. 1 with the extraordinary participation of Davide Cabassi as soloist. 

Dedicated to the story of the Danish artist, icon of transgender rights, Lili Elbe Show is the new choreographic creation commissioned to Riva & Repele: in addition to Sasha Riva and Simone Repele, the world famous Silvia Azzoni (already starring with Roberto Bolle), Yumi Aizawa, Jamal Callender and local dance school students will be on stage. Bach's music and Paolo Gorini's new composition will be performed by the Orchestra Giovanile Italiana, thus strengthening the synergy with the Scuola di Musica di Fiesole; on the podium of Piazza Grande will be Marc Niemann, nominated as the best conductor in Germany by German critics in 2018. Such an ambitious project boasts the artistic coordination of Azzurra Di Meco, the collaboration of Accademia della Belle Arti Santa Giulia and Guido Levi lighting lab, a programme for the promoting the craft of stage lighting among young people, named after the well-known light designer (July 29). 

Centanni is the co-production with Nuova Accademia degli Arrischianti staged at the atmospheric Castle of Sarteano from 15th to 18th July; Laura Fatini writes, and together with Gabriele Valentini also directs, a show that alludes to The Sleeping Beauty: an awakening that is the metaphor of today's return to reality after a long sleep. The music was commissioned to Giovanni Vannoni, 29 years old and already praised by critics. 

Other commissions of new avant-garde music pertain to site-specific projects. Davide Vannuccini will work with electronic sequences among the contemporary geometries of the Cantina Dei. While Maurizio Rinaldi records the soundscape of the Riserva del Lago di Montepulciano where the sounds of nature become musical expression and thought in the performance entitled Equilibri.

The artistic personalities of Michele Campanella and Monica Leone offer a concert for two pianos set up to pay homage to the fiftieth anniversary of the death of Igor Stravinsky (Circus Polka, Concerto for two pianos, Tango), with the finale focusing instead on Sergej Rachmaninov (Suite for two pianos n. 2); the unusual context of the Cloister of Sant'Agnese (July 21) will host these accomplished pianists.

Another virtuoso of the keyboard is Davide Cabassi, one of the most sought-after soloists in the world who, before the Closing Concert, will perform a recital of works by Henze, Crumb, Castiglioni and Mussorgskij (July 29).

The Cantiere Internazionale d'Arte encourages the current artistic generation to create original works that are central to the programming to ensure space for contemporary music. In addition to opera, dance and theatre, there are many commissions and premieres: while authors such as Carlo Boccadoro and Andrea Molino have a well-recognised artistic stature, other moments are reserved for the younger Elvira Muratore, Luca Benatti and Matteo Belli. There will also be the artistic residence of the Ensemble degli Intrigati, a young ensemble sponsored by the Fondazione Cantiere who specialise in the contemporary repertoire, and who will perform two concerts following advanced studies with Andrea Molino. 

For the well-desrved celebration of Dante Alighieri there is Vox in Bestia: A handbook of divine animals with Laura Catrani performing texts by Tiziano Scarpa in a contemporary vocal style, and video animations by Gianluigi Toccafondo, exploring a Dantean bestiary (July 23). 

The centenary of the birth of Astor Piazzolla, however, is remembered with two different concerts: Flores de alma orquesta minimal is the classic quintet-Piazzolla which has been allocated the prestigious Piazza Grande, while Luigi Attademo transcribes for solo guitar songs of the Argentine author, alternating them with current titles in an aesthetically unique counterpoint (July 24). 

Among the new initiatives of the 46th Cantiere Internazionale d'Arte are the two different types of lectures on musical themes. On July 23, at the Enoliteca of the Fortezza, Carlo Boccadoro presents his Bach Prince vite parallele (Einaudi), inspired by the journalist Andrea Penna. On July 28, the Cortile delle Carceri will host a debate with the musicologist Federica Marsico on her book La seduzione queer di Fedra. Il mito secondo Britten, Bussotti e Henze (Aracne), an insight into the fluidity of gender expressed in the scenic and musical elaborations of significant composers, including the founder of the Cantiere.

Among the most prominent companies of the Italian theater, Il Mulino di Amleto promotes a workshop of scenic art starting from the figure of Molly Bloom, a character of Ulysses by James Joyce; under the aegis of Marco Lorenzi, the participating actors and singers will give life to a performance in the form of a workshop on July 31. 

In a musical metonymy, Giuseppe Verdi's opera finds a new interpretation with the L'Usignolo ensemble that performs a whimsical reinterpretation, with an orchestration based on the origins of ballroom dancing. This leads to a down-to-earth interpretation of the opera (July 28-29).

Valeria Crociata is the artist, illustrator and designer who created the poster for the 46th Cantiere Internazionale d'Arte: will show in a distinctly urban exhibition, the originality of the works produced by a creative talent appreciated in the fields of visual arts and communication.

The concert programme of the Cantiere Internazionale d'Arte also includes the festive prologue with the Bande della Valdichiana, the Ensemble Barocco di Napoli with Il sogno di Pan. The flute between Naples and Venice in the 18th century that features the master of the transverse flute Tommaso Rossi, the talented pianist Giulia Toniolo, the solo violin of Daniele Richiedei between folk and improvisation, the contemporary quality of the Trio Hegel and the jazz flair of the Giorgio Ferrara Trio.

BORSE DI STUDIO DELL'ISTITUTO DI MUSICA HENZE: IL CONCERTO SABATO 29 MAGGIO AL TEATRO POLIZIANO

borse studio 2021La musica si incontra sul palcoscenico, dal vivo, con il concerto delle borse di studio. Gli allievi dell'Istituto di Musica Henze premiati in questo anno scolastico coraggioso e caparbio si esibiscono al Teatro Poliziano, pubblicamente. Sabato 29 maggio, alle ore 18.00, appuntamento a Montepulciano, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, via email 𝗶𝘀𝘁𝗶𝘁𝘂𝘁𝗼.𝗺𝘂𝘀𝗶𝗰𝗮@𝗳𝗼𝗻𝗱𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲𝗰𝗮𝗻𝘁𝗶𝗲𝗿𝗲.𝗶𝘁 o telefono 𝟬𝟱𝟳𝟴 𝟳𝟱𝟴𝟰𝟭𝟲.


LE ALLIEVE E GLI ALLIEVI PREMIATI

*Miglior allieva*
Nora Messeri (flauto)
Prof. Paolo Vaccari

*Miglior allievo più piccolo* ex aequo
Lorenzo Manzini (violoncello)
Prof.ssa Lucia Marangolo

Alessio Ceppari (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

*Sezione Archi*
Anna Bigozzi (violino)
Prof. Laurence Cocchiara

*Sezione Fiati e Arpa*
Irene Cencetti (arpa)
Prof.ssa Elisa Frandi

*Sezione Musica da camera*
Sara Cipriani (violoncello)
Sara Mazzetti (pianoforte)
Prof.ssa Katie Bruni – Prof. Alessio Tiezzi

*Sezione Pianoforte, Organo e Fisarmonica*
Matilde Piccardi (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

*Sezione Adulti* ex aequo
Gabriella Savini (pianoforte)
Prof. Alessio Tiezzi

Alexsandra Anza (canto moderno)
Prof.ssa Gaia Matteini

*Sezione Chitarra e Strumenti moderni*
Tommaso Trabalzini (batteria)
Prof. Andrea Di Cintio

*Sezione Gruppi Rock–Pop-Jazz*

ROCKDOWN
Filippo Turchi (chitarra elettrica)
Giulio Prianti (chitarra elettrica)
Marco Rosignoli (chitarra elettrica)
Giorgio Tapparini (chitarra elettrica)
Mattia Mozzini (basso)
Rossi Pietro (batteria)

*Sezione Canto lirico*
Chiara Scannapieco
Prof.ssa Gaia Matteini

*Sezione Canto moderno*
Viola Solini
Prof.ssa Chiara Franceschelli

*Premi speciali della giuria*
Sara Bertoneri (arpa)
Prof.ssa Elisa Frandi

Martina Marelli (violoncello)
Prof.ssa Katie Bruni

TRIO FAURE'
Francesca Fè (flauto)
Chiara Scannapieco (arpa)
Alessia Fè (violoncello)

Viola Solini (pianoforte)
Prof.ssa Lilit Khachatryan

Alessandro Mazzetti (chitarra elettrica)
Prof. Diego Perugini

Silvia Morgia (canto moderno)
Prof.ssa Gaia Matteini

I VINCITORI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI 2021, A TORRITA DI SIENA

 
La finale del XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri consacra i vincitori tra i 162 cantanti provenienti da 22 paesi. Con la direzione artistica di Eleonora Leonini, la giuria presieduta da Riccardo Zanellato assegna tutti i premi al Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena. La finale in forma di concerto è stata trasmessa in diretta streaming e in diretta tv su NTi (ch. 271).

Vedi qui la finale di domenica 9 maggio 2021.
{basicyoutube}n0dizegiOuI{/basicyoutube}


Un festoso e vitale clima artistico ha caratterizzato un'edizione che conferma il ruolo ormai rilevante assunto dall'evento torritese nella prospettiva della lirica nazionale, riscontrando un'evidente attenzione anche sull'orizzonte internazionale. Prova ne siano le diverse celebrità dell'opera arrivate in questi giorni nel borgo toscano per seguire le varie fasi della competizione. Al termine delle diciotto esecuzioni in programma per la finale, sono stati quindi attribuiti i riconoscimenti previsti. 

PRIMO PREMIO
Davide Giangregorio *Italia

SECONDO PREMIO
Qianhui Sun *Cina

TERZO PREMIO (ex aequo)
Rosalia Cid Tarrío *Spagna
Jungmin Kim *Corea del Sud

PREMIO SPECIALE GULIO NERI assegnato dal Comune di Torrita di Siena al miglior basso
Davide Giangregorio

PREMIO SPECIALE GIOVANI TALENTI offerto dal dott. Amedeo Monfardini
Caterina Marchesini

PREMIO BELLINI offerto dal dott. Amedeo Monfardini
Rosalia Cid Tarrío
 
 
 
 
 
 
 

AUDIZIONE PIANISTICA PER IL 46° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE. CON BORSE DI STUDIO.

AudizionePianistica web50&Più Arezzo, con il patrocinio della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, indice una selezione dedicata a giovani pianisti, nati tra l'1 gennaio 1996 e il 31 dicembre 2002. Il vincitore si esibirà come solista nell'ambito del 46° Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano. Ai primi tre andranno delle borse di studio fino a 600 euro. Inoltre, il secondo ed il terzo classificato potranno esibirsi in un evento presso una 50&Più provinciale.

Le iscrizioni, da on line, sono aperte fino al 22 aprile 2021.
L'audizione si terrà il 30 aprile 2021 a Montepulciano.

La giuria è composta da cinque profili particolarmente qualificati:
- M° Mauro Montalbetti (direttore artistico 46° Cantiere Internazionale d'Arte)
- M° Giampaolo Nuti
- M° Alessandro Tricomi
- M° Lorenzo Donati
- Prof. Claudio Santori

Scarica qui il bando e il regolamento ufficiale (pdf)

Iscrizione on-line, facile e veloce, qui.



Info: 0575 354292 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.spazio50.org/arezzo

XIII INTERNATIONAL SINGING COMPETITION GIULIO NERI - TORRITA DI SIENA - 7/9 OF MAY 2021

The International Singing Competition “Giulio Neri”, in its 13th edition, will take place in Torrita di Siena, Italy, from May 7th to 9th, 2021. The competition is open to male and female singers of all nationalities and ages.

BROCHURE PDF HERE


REGISTRATION
Deadline: APRIL 24th, 2021
The Candidate must provide the following documents:
- Completed registration on-line form > click here
- Curriculum Vitae (to be sent via e-mail to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)
- Payment (subscription fee 70,00 euro)
The electronic application form and the above mentioned documents must be sent no later than Tuesday, March 20th, 2020.

submittable submit button
PAYMENT METHODS

The fee of 70 euros must be paid to the following accounts of “Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte”.

- Bank transfer IBAN code: IT96G0848925601000000901427 (Swift Code: ICRA IT RR DL 0)
Description: CONCORSO GIULIO NERI - name and surname
- PayPal adressed to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Message: CONCORSO GIULIO NERI - name and surname

If the payment will not been made on time the candidate will not be accepted.

Accompanist pianists will be made available to the singer; however, contestants may be accompanied at their own expenses by a pianist of their own choice.

The competition consist of three parts: Preliminary (May 7th at 10 a.m.), Semifinal (May 8th at 2 p.m.) and Final in form of concert on Sunday (May 9th at 4 p.m.). There will be a special aword by the audience. The winners will receive their awords only if they will be present at the final concert. The members of the Jury are not allowed to judge any contestants with family-ties or teaching relationship. In that case they have to declare such condition before the competition. The Artistic Director will participate the judge session and will have the right of vote in case of even score.
All the candidates are supposed to present four complete opera arias in their original language and tone.

PRIZES

First prize -> € 2.000,00

Second prize -> € 1.000,00

Third prize -> € 500,00

Special Prizes:
- "Giulio Neri" prize -> € 500,00 offered by Comune di Torrita di Siena to the best Bass in memory of G. Neri

- Bellini prize -> € 500,00 offered by Amedeo Monfardini to the best performance of a Vincenzo Bellini's aria, if presented

- Audience prize -> € 400,00

- Young talents prize -> € 300,00 offered by Amedeo Monfardini to the young singers born since January 1st 1996.

Possible participation in Opera production of Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

It is up to the jury to withdraw any of the awarding prizes.
It will not be possible to change the list of opera arias after April 24th, 2021.

The preliminary part will take place as follows: performance of two pieces chosen by the contestant among those presented. The jury may interrupt the performance of a piece at any time. The semifinal and final part will take place as follow: performance of pieces chosen by the Jury among those submitted by the consistant. The Jury will communicate the pieces after each session of the competition.

The candidates are requested to be at the City Hall of Torrita di Siena, Piazza Matteotti, 10 – TORRITA DI SIENA, on Friday April 3rd, 2020 (timing to be communicated). The order in which they are performed will be established by a public drawing lots.
The accompanist pianist will be available from Thursday May 6th, 2021, from 11,00 a.m.

Any recording and/or video and/or audio broadcast of the various phases of the Competition, including the Final Concert of 13th Concorso Internazionale di Canto Lirico “Giulio Neri”, does not give the participants any right to compensation. The participants will be required to sign a release that waives any rights to recorded material that is published for promotional purposes.

THE JURY

RICCARDO ZANELLATO – Basso (president)

VINCENZO DE VIVO – Artistic director of Accademia d'Arte Lirica - Osimo and Teatro delle Muse - Ancona

MAURO MONTALBETTI - Artistic director of Cantiere Internazionale d'Arte

ERNESTO PALACIO - Artistic director of Fondazione Rossini Opera Festival

TIZIANA TRAMONTI – Soprano and Teacher in Conservatorio G. B. Martini - Bologna

Artistic Director of the competition: Mrs. ELEONORA LEONINI – Pianist and Teacher of Conservatorio G.B. Martini - Bologna

Accompanist Pianists: ELEONORA LEONINI, LORENZO ORLANDI

The registration to the Competition implies the acceptance of this document (click here .pdf). In the event of dispute, the reference shall be the original Italian text.

BOOK YOUR STAY
Clcik here to discover the accomodations in Torrita di Siena

Secretary’s office:

FONDAZIONE CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DI MONTEPULCIANO
Via Fiorenzuola Vecchia, 5 – 53045 MONTEPULCIANO (SI)
Opening hours:
Monday to Friday 9 a.m - 1 p.m. and 3 p.m. - 7 p.m.
Tel. 0578/757007 – 757089

e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.fondazionecantiere.it

HOME RECORDING PER MUSICISTI E DOCENTI DI MUSICA CON DAVIDE VANNUCCINI

Davide Vannuccini, musicista e produttore, presenta un ciclo di 5 incontri destinati a musicisti ed insegnanti che vogliano avvicinarsi alla pratica della tecnologia musicale. Un supporto alle attivitá didattiche e al lavoro di strumentisti, una competenza ormai indispendabile che può stimolare nuove idee creative anche per chi vuole mettersi di nuovo in gioco.

Si impara ad usare un software di produzione musicale, registrare e manipolare materiale audio in maniera corretta ed efficiente, con strumenti virtuali e molto altro, lasciando spazio alle domande e alle esigenze personali.

Dove: online su ZOOM
Quando: gli incontri saranno di 2 ore ciascuno dalle 18:00 alle 20:00
Ottobre 16 – 23 – 30
Novembre 6 – 13
Quota di partecipazione: €100 per gli allievi ed insegnanti dell’ Istituto H. W. Henze / €150 per gli esterni.

A tutti gli iscritti sará inviato il link per scaricare la registrazione video delle lezioni insieme alla sintesi dei contenuti che sono stati trattati e dispense per eventuali ulteriori momenti di studio e approfondimento.

Per iscrizioni ed info:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

MASTERCLASS DI MONICA LEONE E MICHELE CAMPANELLA: I MAESTRI DEL PIANOFORTE A MONTEPULCIANO

La scuola di pianoforte di Michele Campanella e Monica Leone, ospite della Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, inaugurerà i corsi nei giorni 23 e 24 ottobre 2020 presso la sede dell'Istituto di Musica H. W. Henze.

La masterclass avrà una durata di 8 mesi con lezioni mensili che si concluderanno entro maggio 2021. Dopo quelle di ottobre, tutte le lezioni si svolgeranno dalla mattina del sabato al primo pomeriggio della domenica. Le date successive a quelle di ottobre verranno comunicate direttamente dai docenti. Gli studenti ammessi al corso non potranno superare il numero di otto. Il corso verrà aperto se si raggiungerà il numero minimo di cinque studenti. Sarà comunque possibile frequentare il corso in qualità di uditore.

Gli studenti che nell'anno accademico 2020-2021 saranno ritenuti dai docenti essere i più meritivoli, avranno la possibilità di partecipare al Cantiere Internazionale d'Arte 2021 in un appuntamento a loro dedicato.

SEDE
Istituto di Musica H.W.Henze, Via di Voltaia nel Corso 57, 53045 Montepulciano

ISCRIZIONI
Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro il 15 ottobre 2020 all'indirizzo: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

QUOTE
Iscrizione al corso: 150 euro
Costo mensile delle lezioni con Michele Campanella e Monica Leone: 250 euro
Tariffa giornaliera per uditori: 50 euro

La Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte sarà a disposizione degli studenti per suggerimenti su alloggi e altri servizi in Montepulciano, a condizioni economiche favorevoli.

Informazioni e iscrizioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

MUSIC AND LIGHT CLOSE THE 45th CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Piazza Grande notturna 500x333

The epilogue of 45° Cantiere Internazionale d'Arte will be an union of music and light.

Piazza Grande will host the last symphonic concert conducted by Roland Böer as Artistic Director of this Festival. The pianist Mariangela Vacatello and the violinist Francesco D'Orazio will join to Orchestra Poliziana for the performance of The Creatures of Prometheus, Concert for piano and orchestra n.3, Concert for violin and orchestra by Beethoven.
At the end of the concert, titled Living Utopia, Roland Böer will play Skrjabin on the LIGHT keyboard, while a light installation cured by Gianni Trabalzini and Alessandro Martini will take place all around in the Piazza.

A WHOLE EVENING DEDICATED TO DANCE AMONG THE EVENTS OF 45th CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

petite ecole

Dance will be protagonist at the 45° Cantiere internazionale d'Arte with the show Tra cielo e terra, the next 29th July.

Three coreographies will follow one after another on the stage in Piazza Grande, to the music played by Orchestra Sinfonica Florentia.
Firstly, the dancers from Petite Ecole of Montepulciano will perform a coreography created by their teacher Cristina Peruzzi. Valentino Zangara will conduct the Orchestra for the piece La Création du Monde, by Milhaud.
Then Renato Buscarini will present his own coreography, as solo dancer. Silvia Magagni will conduct the Orchestra, with the harpist Elisa Frandi, for Debussy's composition Danses sacrées et danses profanes.
At last, Sasha Riva and Simone Repele will dance their coreography to Adagietto from Quinta Sinfonia, by Mahler.
For this one piece, Orchestra will be leaded by Roland Böer.

MARKUS STENZ CONDUCTS THE ORCHESTRA DELLA TOSCANA AT 45th CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Markus Stenz

The symphonic concert with the Orchestra della Toscana and Markus Stenz, as director, is one of the most awaited events of 45° Cantiere Internazionale d'Arte.

Orchestra della Toscana was recognised by the Ministry of Tourism and Entertainment as an Orchestral Concert Institution in 1983, under the artistic direction of Luciano Berio. The average staff consists of 44 musicians who are also divided into agile chamber music ensembles. The Orchestra is based in Florence in the historic Teatro Verdi, where it puts on its seasonal concerts. It has also been a guest of the most important italian concert companies, including the Teatro alla Scala, the Lingotto Auditorium of Turin, the Academy of Santa Cecilia in Rome, as well as in the most important european and overseas halls, from Carnegie Hall in New York to the Teatro Coliseo in Buenos Aires, and also in Hong Kong and Japan.
This Orchestra has conceived and created the “Play It!” Festival dedicated to italian music of our times, which in 2014 received the “Franco Abbiati” Music Critics’ Award as the best initiative.


At 45th Cantiere, Orchestra della Toscana will be conducted by Markus Stenz, highly appreciated conductor in the world, who has been Artistic Director of Montepulciano Festival since 1989 to 1995.

The symphonic concert will take place in Piazza Grande, on 30th July 2020. Orchestra della Toscana is going to interpret musical compositions by Beethoven and Glanert.

 

DAI MERCATI AL WEB, UNA RICERCA PER VALORIZZARE I LUOGHI IDENTITARI DEL TERRITORIO

Dai mercati al web - cultura orale e tradizioni digitali è la nuova pubblicazione che raccoglie testimonianze e aneddotti sui mercati della Valdichiana Senese. Si tratta di una ricerca ideata da Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte tra le diverse attività del progetto "Luoghi-Incontro" per la valorizzazione dei luoghi identitare delle comunità, presentate nell'ambito del programma della Fondazione Monte dei Paschi di Siena "SIENAindivenire".

La pubblicazione è disponibile gratuitamente sul questo link.


DAI MERCATI AL WEB
Cultura orale e tradizioni digitali
leggi e scarica in pdf qui

Il lavoro, coordinato da Fondaizone Cantiere, è stato svolto sul campo da Valdichiana Media tra aprile e giugno del 2019, con un approccio antropologico, così da salvaguardare la tradizione orale e il patrimonio di conoscenza che fanno dei nostri mercati luoghi di cultura popolare e confronto sociale. Sono stati indagati i mercati di Montepulciano, Cetona, Sarteano, Sinalunga e Torrita di Siena. Come si evince dall'introduzione della ricerca, riportata integralmente qui di seguito, i saperi che emergono nei mercati devono essere preservati e trasmessi alle nuove generazioni.


mercatiI mercati sono i luoghi essenziali di un’autenticità popolare su cui incombe tuttavia il dominio dei centri commerciali e della grande distribuzione, ove l’acquisto si fa mercificato e asettico. I mercati sono luoghi fisici di scambio sociale, prima che economico: sono luoghi in cui si può trovare una vasta collezione di aneddoti e racconti del patrimonio orale, un valore identitario da non disperdere. Il patrimonio culturale immateriale contenuto nei mercati del nostro territorio attiene alla tradizione orale e alle modalità di scambio e di incontro tra le persone, attraverso dinamiche antecedenti ai modelli culturali del consumismo, della commercializzazione di massa e della globalizzazione.
I codici
semantici presenti nei mercati concorrono alla consapevolezza culturale di sé, del proprio territorio e delle molteplici identità popolari. Questi saperi, essendo primariamente appannaggio delle generazioni più adulte, necessitano di essere recuperati e preservati, attraverso la digitalizzazione e la trasmissione del patrimonio di conoscenze alle generazioni più giovani.
Digitalizzare la tradizione orale collezionata ai mercati diventa quindi un passaggio necessario per la diffusione intergenerazionale, assumendo così quel tratto di innovatività che proietta in un futuro conscio le radici culturali della collettività.

 

 

VIAGGIO PER IMMAGINI NEL CONCERTO DI CHIUSURA DEL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Giunge a pregevole chiusura del 44ª Cantiere Internazionale d'Arte il concerto sinfonico diretto dal Maestro Roland Böer su un programma ispirato alla storia di Romeo e Giulietta, che celebra e al tempo stesso riassume il tema Amore, Passione, Follia, filo conduttore attraverso cui per tre settimane si è dispiegato un calendario di più di quaranta eventi.
La RNCM Symphony Orchestra, insieme al pianista Massimiliano Cuseri, ha eseguito Scena d'amore da Romeo e Giulietta di Berlioz, Concerto n.23 di Mozart, Romeo e Giulietta di Čajkovskij. Infine i saluti sono stati affidati alle Danze Sinfoniche composte da Bernstein per West Side Story, il musical di cui scrisse il libretto Stephen Sondheim, lo stesso autore di Passion, con cui si è inagurata questa edizione di Cantiere Internazionale d'Arte.

L'ultimo concerto del 44° Cantiere è nelle foto di Michele Vino. 

TANCREDI E CLORINDA, AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE L'OPERA RACCONTA CON SUCCESSO UNA STORIA MODERNA: LE IMMAGINI

La storia di Tancredi e Clorinda, tratta dal poema di Torquato Tasso La Gerusalemme Liberata, ha trovato al 44° Cantiere Internazionale d'Arte una rappresentazione operistica strutturata sul dittico formato dal testo contemporaneo Tancredi appresso il combattimento, di cui Vincenzo De Vivo ha curato la drammaturgia e Claudio Ambrosini l'adattamento testuale e la musica, e il madrigale classico di Claudio Monteverdi Combatimento di Tancredi et Clorinda.
Sotto la regia di Matelda Cappelletti, il cast composto da Ginevra Schiassi, Claudio Zazzaro, Christian Federici e Alvaro Lozano ha interpretato la vicenda che pure trova una chiave di lettura attuale, nella riflessione sulle conseguenze della guerra contro il diverso. L'applauso finale del pubblico ha espresso tutta l'ammirazione per l'allestimento, cui hanno partecipato anche Lorenzo Bergamini per le scene, Massimo Poli per i costumi, Gianni Trabalzini per le luci, e per l'esecuzione musicale, eseguita da componenti della RNCM, Silvia Magnani al cembalo, Stefano Maiorana alla tiorba, con la direzione di Roger Hamilton.

La rappresentazione al Teatro Poliziano negli scatti di Michele Vino. 

CONCERTO IN SAN BIAGIO CON ORCHESTRA DELLA TOSCANA AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Nel rinascimentale Tempio di San Biagio, giovedì 25 luglio ore 21.30, è in programma un prezioso evento sinfonico. Arriva al 44° Cantiere Internazionale d'Arte l'Orchestra della Toscana. Il concerto si aprirà con le atmosfere russe e le nostalgie austriache: la Sinfonia n.1 in re maggiore di Prokof'ev che si compone di quattro momenti d'ispirazione classica. Dopodiché l'ironia della musica neoclassica e i capolavori della letteratura violinistica caratterizzeranno il programma, con il concerto romantico di Mendelssohn il cui terzo movimento (Allegretto non troppo, allegro molto vivace) riprende i tratti pittoreschi e suggestivi che evocano il "Sogno di una notte di mezza estate". A conclusione, il finale mozartiano si articola sul contrasto tra i due temi dominanti, nostalgia sognante e futuro prossimo, che si combinano in un epilogo romantico. A dirigere, Gyorgy Gyorivanyi Rath, direttore d'orchestra acclamato nei principali teatri europei, mentre la parte solista è affidata alla celeberrima violinista Ariadne Daskalakis. 

____________________

Orchestra della Toscana
Gyorgy Gyorivanyi Rath direttore
Ariadne Daskalakis violino

Prokof'ev - Sinfonia n.1 Classica
Mendelssohn - Concerto per violino e orchestra op.64
Mozart - Sinfonia n. 39

"SOGNI DI UNA NOTTE D'ESTATE" SI FANNO IN PIAZZA GRANDE PER IL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Mercoledì 24 luglio ore 21,30, in piazza Grande va in scena in esclusiva per il 44° Cantiere Internazionale d'Arte lo spettacolo Sogni di una notte d'estate, con la regia di Carlo Pasquini e un cast corale che raccoglie la partecipazione di più realtà artistiche presenti sul territorio.

La rappresentazione, che rilegge in chiave hippy l'opera di Shakespeare, si declina tra teatro, danza e musica sinfonica pensata per grande orchestra, due corpi di ballo, attori, coro femminile e due soliste. Il programma prevede l'avvio con un ouverture da Oberon di Weber, che definisce la dimensione onirica dell'opera, per poi passare alla Sinfonia n.8 di Henze, eseguita dalla RNCM Symphony Orchestra diretta da Roland Böer, ricca di suggestioni, pervasa di allegria, gioia e spirito, autentica celebrazione di amore ed arte. Ad accompagnare il brano, una coreografia di Maria Stella Poggioni per il movimento Ballabile, con l'Ecole de Ballet.
La seconda parte mette in scena la commedia scespiriana, con la regia di Carlo Pasquini, abbinata all’esecuzione integrale delle musiche di Mendelssohn, con Noemi Umani soprano, Zhu Axue mezzosoprano e la Corale Poliziana, con la coreografia originale realizzata da Cristina Peruzzi per la sua Petite Ecole.
Sogni di una notte d'estate racchiude in sè mito e fiaba, su un testo che fa della dimensione onirica un vortice senza soluzione di continuità.

 

PIAZZA GRANDE | Montepulciano
mercoledì 24 luglio | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI

______

Sogni di una notte d'estate

Weber, Ouverture da Oberon
Henze, Sinfonia n.8 da Sogno di una notte di mezza estate
Mendelssohn, Sogno di una notte di mezza estate

Carlo Pasquini drammaturgia e regia
Noemi Umani soprano
Zhu Aoxue mezzosoprano
Corale Poliziana
Judy Diodato maestro del coro

RNCM Symphony Orchestra
Roland Böer direttore

Ecole de Ballet Sinalunga
Maria Stella Poggioni coreografia
Petite Ecole di Montepulciano
Cristina Peruzzi coreografia
______

Biglietti

posto unico - intero 20 euro / ridotto residenti 16 euro

promozione soci Conad: - 20% 

 

LE IMMAGINI DEL CONCERTO SINFONICO DIRETTO DA DANIELE CALLEGARI PER IL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE, CON LA RNCM SYMPHONY ORCHESTRA E ALESSIO TIEZZI AL PIANOFORTE

 

L'appuntamento con la musica sinfonica al 44° Cantiere Internazionale d'Arte trova in Piazza Grande l'ambientazione per un concerto che diviene evento straordinario, quando sul podio sale a dirigere la RNCM Symphony Orchestra un nome illustre come quello del Maestro Daniele Callegari. Il programma composto dalla Suite da Romeo e Giulietta di Sergej Sergeevič Prokof'ev, e Rhapsody in Blue, eseguita per la parte al pianoforte dal Maestro Alessio Tiezzi, e An American in Paris di George Gershwin contribuisce a delineare una maestosa atmosfera che coinvolge ed entusiasma il pubblico, e si rivela nelle foto scattate da Michele Vino.

 

UN SABATO DA APPLAUSI AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Nelle immagini di Michele Vino le performance speciali che si sono susseguite nella sera di sabato 21 luglio al 44° Cantiere Internazionale d'Arte. A partire dall'evento straordinario che ha visto impegnate nell'esecuzione di duetti, per la prima volta insieme, sul palco del Teatro Poliziano il soprano Eva Mei, il mezzosoprano Laura Polverelli e la pianista Elisabetta Sepe; al concerto di mezzanotte in Piazza Grande, in cui la RNCM Brass & Percussion diretta da Nicholas Thompson ha proposto un repertorio di brani tratti da Rossini, Händel, Bizet, Debussy, Gershwin, Zivkovic e Piazzolla.

8x8: L'ARCHITETTURA POLIZIANA DIVIENE MUSICA AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

8x8 - Contemporanee sonore mappe poliziane è il nome completo del progetto presentato in occasione del 44° Cantiere Internazionale d'Arte, in cui sono stati coinvolti giovani compositori provenienti dai Conservatori di Milano, Siena, Cagliari, Palermo, Matera, Teheran, Manchester e dalla Scuola di Musica di Fiesole. Le loro otto composizioni sono state eseguite dall'Ensemble degli Intrigati, che ha preparato l'interpretazione dei brani nella residenza artistica centro dell'iniziativa sostenuta dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena nell'ambito del programma “PatrimoninMovimento”. In sinergia con la Scuola di musica elettronica e applicata del Conservatorio di musica di Matera, con il coordinamento di Fabrizio Festa, Simona Spinella e Gianpaolo Cassano, il progetto ha previsto la trasposizione in partiture musicali delle architetture di Montepulciano grazie ad un algoritmo: dalla mappatura dei monumenti sono state rilevate proporzioni geometriche e cromatiche che, attraverso calcoli matematici, hanno indirizzato la scrittura degli autori.

_______

Composizioni
Gianpaolo Cassano (Matera): La cupola del Tempio di San Biagio
Giovanni Vannoni, Giulio Piras (Siena): La facciata della Chiesa di Madonna dei Servi
Marcello Calabrò (Cagliari): Il portale della Chiesa di Sant'Agostino
Athanasia Kontou (Manchester): Il portale della Chiesa di Santa Lucia
Gabriele Blasi, Andrea Grassi (Fiesole): Pozzo dei Grifi e dei Leoni
Luca Tacchino (Milano): Palazzo Nobili Tarugi
Mozhgan Chahian (Teheran): Palazzo Contucci
Massimiliano Seggio (Palermo): Palazzo Comunale

Ensemble degli Intrigati
Giuditta di Gioia flauto
Francesco Darmanin clarinetto
Omar Cecchi percussioni  
Massimiliano Cuseri pianoforte
Davide Vannuccini live electronics
Alessio Casinovi cembalo e direzione
_______

ll concerto che si è tenuto giovedì 18 luglio nell'Auditorium Falcone del Palazzo di Montepulciano, nelle foto di Michele Vino.

DANIELE CALLEGARI DIRIGE LA RNCM SYMPHONY ORCHESTRA IN PIAZZA GRANDE PER IL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Il Maestro Daniele Callegari dirige la RNCM Symphony Orchestra nel concerto sinfonico in programma al 44° Cantiere Internazionale d'Arte domenica 21 luglio, alle 21.30 in Piazza Grande. L'evento prevede nella prima parte l'esecuzione della Suite da Romeo e Giulietta composta da Sergej Sergeevič Prokof'ev nel 1936. L'opera era nata inizialmente come un balletto, che però fu rifiutato dai dirigenti del Teatro Bol'soj, nonostante il compositore avesse accettato la richiesta di ripristinare il finale classico, a cui ne aveva sostituito uno lieto. Prokof'ev trasformò quindi quanto scritto nei brani strumentali in programma.
Segue, interpretata al pianoforte da Alessio Tiezzi come solista, la musica di George Gershwin. Rhapsody in Blue e An American in Paris sono i titoli dei brani: denso di richiami alla musica jazz e blue il primo, capace di riferire le impressioni di un viaggiatore che passeggia per le strade di Parigi l'altro.

PIAZZA GRANDE | Montepulciano
domenica 21 luglio | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI

________

Sergej Sergeevič Prokof'ev (1891-1953)

da Romeo e Giulietta (1936)
Suite

 

George Gershwin (1898-1937)

Rhapsody in Blue (1924)
An American in Paris (1928)

________

Biglietti
posto unico - intero 20 euro / ridotto 16 euro

promozione soci Conad: - 20% su tutta la biglietteria

DA SAN BIAGIO LE FOTO DI UN CONCERTO DA OVAZIONE, PER IL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

In occasione del 44° Cantiere Internazionale d'Arte, San Biagio ha ospitato l'esecuzione della Messa di Gloria di Giacomo Puccini e il Kyrie e il Gloria dalla Missa Papae Marcelli di Giovanni Pierluigi da Palestrina. 

Il baritono Roberto De Candia e il tenore Peter Marsh insieme al Chor St. Margaret München, al Kammerchor Nürnberg e alla Corale Poliziana con Judy Diodato maestro del coro. Christian Bishof dirige l'Orchestra Poliziana

 

L'evento nelle foto di Michele Vino. 

RODRIGO: IL RACCONTO PER IMMAGINI DELLO SPETTACOLO IN SCENA AL CASTELLO DI SARTEANO PER IL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Le immagini di Rodrigo - appunti su un malamore, la pièce in scena dal 16 al 21 luglio al Castello di Sarteano per il 44° Cantiere Internazionale d'Arte. Per la regia di Gabriele Valentini, con musiche elettroniche originali di Davide Vannuccini e la partecipazione della Nuova Accademia degli Arrischianti.
Il tema del 44° Cantiere Amore, passione, follia, viene affrontato attraverso la presentazione del personaggio manzoniano, che offre l'occasione di indagarne la dimensione irrazionale, a partire dal sentimento di possessione che Rodrigo nutre per la giovane Lucia. 

Foto di Michele Vino

EVA MEI E LAURA POLVERELLI IN UNO STORICO DUETTO INEDITO AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Il soprano Eva Mei e il mezzosoprano Laura Polverelli per la prima volta insieme in un concerto di duetti d'opera.
Un avvenimento senza precedenti al Teatro Poliziano sabato 20 luglio per il 44° Cantiere Internazionale d'Arte, le due illustri voci della lirica mondiale interpretano celebri duetti tratti da Norma, Tancredi, Così fan tutte, Idomeneo, Anna Bolena e Capuleti.
Le parti prevedono interazioni di vario genere, ora di subordinazione (tra una donna di potere e una sua sottoposta), ora tra pari, ovvero sorelle o amanti. Tra gli interludi della pianista Elisabetta Sepe, anche un brano dell’autore poliziano Venceslao Fumi.

TEATRO POLIZIANO | Montepulciano
sabato 20 luglio | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI

________

Wolfgang Amadé Mozart
(1756 – 1791)

da Così fan tutte (1790)
Dunque?... Prenderò quel brunettino
(Fiordiligi, Dorabella)
da La clemenza di Tito (1791)
Ah, perdona al primo affetto (Annio, Servilia)

Franz Liszt
(1811 – 1886)

Il rimprovero da Les soirées musicales di Gioachino Rossini (1837)

Gioachino Rossini
(1792 – 1868)

da Tancredi (1813)
Fiero incontro ...Lasciami: non t’ascolto
...Dunque? Addio (Tancredi, Amenaide)

Venceslao Fumi
(1823- 1880)

Amore perduto

Nicola Vaccaj
(1790 – 1848)

da Romeo e Giulietta (1825)
Stagnate o lacrime... Vivi, o cara
(Giulietta, Romeo)

Franz Liszt

Barcarola da Nuits d’été à Pausilippe (1838)
trois amusements sur des motifs de l’album de Gaetano Donizetti

Vincenzo Bellini
(1801 – 1835)

da Norma (1831)
Me chiami, o Norma! ...Mira, o Norma... Sì, fino all'ore
(Norma, Adalgisa)

________

Biglietti
posto unico - 10 euro

RODRIGO - APPUNTI SU UN MALAMORE IN SCENA A SARTEANO PER IL 44° CANTIERE

Attraverso il personaggio manzoniano di Don Rodrigo, l'attore e regista Gabriele Valentini declina il tema del 44° Cantiere Internazionale d'Arte Amore, Passione, Follia.

Rodrigo - appunti su un malamore è il titolo della performance di teatro musicale in programma dal 16 al 21 luglio al Castello di Sarteano, realizzata in coproduzione con la Nuova Accademia degli Arrischianti e accompagnata dal vivo dalle musiche originali di Davide Vannuccini, specializzato in sequenze elettroniche.
L'indagine del sentimento che ne I Promessi Sposi lega Don Rodrigo a Lucia si snoda fino all'attualizzazione della tematica, portando a riflettere sui folli risvolti delle relazioni viziate da toni ossessivi.

CASTELLO | Sarteano
martedì 16 - domenica 21 luglio | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI

RODRIGO - appunti su un malamore
da I promessi Sposi di Alessandro Manzoni
Nuova Accademia degli Arrischianti
Gabriele Valentini drammaturgia e regia
musica di Davide Vannuccini

________________
Biglietti
posto unico - 12 euro

promozione soci Conad: - 20% su tutta la biglietteria

PASSION: LE IMMAGINI DELLA PRIMA ITALIANA AL 44° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Tratto da Fosca, il romanzo scritto nel 1868 da Igino Ugo Tarchetti, uscito nel 1981 anche nella versione cinematografica firmata da Ettore Scola "Passione d'Amore", Passion è il musical internazionale di Stephen Sondheim con cui si è inaugurato il 44° Cantiere Internazionale d'Arte.
Presentato in prima italiana, la produzione annovera nomi illustri, a partire dal regista Keith Warner, Ashley Martin-Davis per le scene e Tom Rand per i costumi. Nel cast, composto da 14 cantanti, brilla Janie Dee, performer insignita di illustri riconoscimenti tra cui l’Olivier Award come miglior attrice.
Il direttore artistico del Cantiere, Roland Böer, dirige un ensemble appositamente costituito da elementi provenienti dalla scena austriaca.
La vicenda racconta la passione che divampa tra Fosca, donna in preda ad uno stato malinconico, delusa dalla vita e senza più aspettative, e Giorgio Bacchetti, giovane militare in carriera inizialmente innamorato di Clara, bellissima giovane della borghesia milanese, moglie insoddisfatta e madre di un figlio piccolo. La trama segue, incalzante, il percorso che porta Giorgio ad innamorarsi di Fosca, sino ad un drammatico finale.

Il racconto per immagini della prima italiana, andata in scena al Teatro Poliziano, nella gallery di Michele Vino. 

OPERA LIRICA AL 44° CANTIERE: UN ORIGINALE ABBINAMENTO ISPIRATO A TANCREDI E CLORINDA

Matelda Cappelletti[BIGLIETTI ONLINE QUI] Dalla Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, il dramma di Tancredi e Clorinda è raccontato in un dittico di opere al 44° Cantiere Internazionale d'Arte. Per la regia di Matelda Cappelletti, il Teatro Poliziano ospita, il 26 e il 27 luglio, Tancredi appresso il Combattimento, madrigale contemporaneo firmato da Claudio Ambrosini, e Il Combattimento di Tancredi e Clorinda, composto nel 1624 da Claudio Monteverdi. La sequenza delle due situazioni percorre a ritroso la vicenda, narrando il dolore di Tancredi nell'apprendere di aver ucciso l'amata Clorinda, per non averne riconosciuto le sembianze durante il combattimento.

Il dramma che Tancredi si trova a vivere è reso ancora più insopportabile dalla consapevolezza di non poter in alcun modo cancellare quanto accaduto. Alla disperazione per essere stato il responsabile della morte di Clorinda, si unisce inoltre il crollo dei valori che lo avevano sempre animato. Cristiano in Terra Santa per combattere gli "infedeli", considerati nemici per il fatto di professare una religione diversa dalla propria, nel momento in cui, uccidendone uno, non distrugge un avversario ma la persona che egli ama, Tancredi comprende la vanità delle azioni compiute in nome di una guerra ritenuta sinora giusta, ma improvvisamente senza più senso. Così, la follia che lo trascina e l'amara verità cui egli giunge, diventano l'ultimo atto di una vicenda che insiste sul senso dell'odio verso ciò che è considerato diverso, ma che potrebbe essere invece, anche se non riconoscibile per via dell'armatura, un tesoro di cui pentirsi irrimediabilmente se perso per sempre.

L’esecuzione musicale è affidata a due ensemble del RNCM di Manchester, diretti da Roger Hamilton.

 

TEATRO POLIZIANO | Montepulciano
venerdì 26 - sabato 27 luglio | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI 

_____

TANCREDI APPRESSO IL COMBATTIMENTO
Ginevra Schiassi Clorinda
Claudio Zazzaro Tancredi
Christian Federici Testo
RNCM Strings and percussion
Stefano Maiorana tiorba
Silvia Magnani cembalo

IL COMBATTIMENTO DI TANCREDI E CLORINDA
con Alvaro Lozano
RNCM Baroque Soloists
Stefano Maiorana tiorba

Matelda Cappelletti regia
Lorenzo Bergamini scene
Massimo Poli costumi
Gianni Trabalzini luci
Roger Hamilton cembalo e direzione

_____

Biglietti

settore 1 - intero 20 euro / ridotto residenti 16 euro
settore 2 - intero 15 euro / ridotto residenti 12 euro

promozione soci Conad: - 20% su tutta la biglietteria

PASSION, IL MUSICAL CHE INAUGURA IL 44° CANTIERE, PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA AL TEATRO POLIZIANO

[passion_quadra_insta.jpgBIGLIETTI ONLINE QUI] Passion, il musical esclusivo dall'autore di West Side Story, ispirato al film Passione d'amore di Ettore Scola, inaugura il 44° Cantiere Internazionale d'Arte. Venerdì 12 e poi sabato 13 luglio 2019, sempre alle 21.30, sarà il pubblico del Teatro Poliziano accoglie per la prima volta in Italia il capolavoro dell'autore Stephen Sondheim, premiato con i più prestigiosi riconoscimenti internazionali. Il 44° Cantiere Internazionale d'Arte presenta una nuova produzione diretta dal regista Keith Warner, un'autorità del teatro mondiale. Nel cast spicca la stella britannica Janie Dee, cantante e attrice che è un'autentica celebrità nel panorama europeo. Il maestro Roland Böer dirige 24 performer e l'ensemble musicale formato proprio per questo spettacolo da professori d'orchestra austriaci.

Si tratta di un’opera strutturata come un singspiel. Ambientata nel Risorgimento italiano, la vicenda esprime l’ossessione, la manipolazione dei sentimenti dell’altro, per rinnovare l’eterno quesito su cosa sia davvero l’amore.

Le scene sono firmate da Ashley Martin-Davis, i costumi sono di Tom Rand (noto per i suoi lavori cinematografici quali I duellanti e Il Conte di Montecristo).

TEATRO POLIZIANO | Montepulciano
venerdì 12 - sabato 13 luglio | ore 21.30
12-13 LUGLIO 2019 | ore 21.30
BIGLIETTI ONLINE QUI

______
Sinossi

Il capitano Giorgio Bacchetti è un giovane militare di successo: è bello, agiato, in carriera e ha una relazione con Clara, una bellissima donna della buona borghesia milanese, moglie insoddisfatta con un figlio di pochi anni.
Una improvvisa missione lo porta nelle brume padane ed è lì, in un ambiente di soli uomini, che conosce Fosca, cugina del Colonnello che comanda il presidio. E' un incontro fatale: lei è una donna che la vita ha fatto ammalare, nel fisico e nella mente, privandola di ogni attrattiva ed esponendola alle amarezze più cocenti. Giorgio è il raggio di sole al quale si aggrappa come l'ultima goccia di linfa vitale e la sua passione diventa soverchiante, ossessiva, incontrollabile; lui all'inizio è sconcertato e per buona educazione e pietosa umanità, manipolato anche dalle ambigue insistenze del Dottore, ne accetta le lusinghe e la compagnia arrivando perfino a scriverle una lettera d'amore sotto dettatura.
Quasi non si accorge del vortice che lo trascina e quando Clara gli comunica di voler troncare il loro rapporto per rispetto di un marito caduto in disgrazia la potenza del sentimento di Fosca è tale da soggiogarlo.
Il finale, amaro, è inevitabile: il Colonnello, scoperto il legame tra la cugina e il Capitano, lo sfida a duello e viene ferito in maniera non grave.
Fosca muore pochi giorni dopo e Giorgio se ne andrà per il mondo ramingo e solo, indelebilmente segnato da una ferita che la musica di Sondheim avvolgerà come un balsamo catartico.

Janie Dee Fosca
Philip Smith  Giorgio
Anna Gillingham  Clara
Eric Roberts  Doctor Tambourri
Richard Berkeley-Steele  Count Ludovic
Michael Kristensen Colonel Ricci
Florian Plock Lieutenant Torasso 
Adam Temple-Smith Sergeant Lombardi (Cook)
Jake Muffett Lieutenant Barri
Peter Marsh Major Rizzolli
Ben Leonard Private Augenti
Verena Gunz Fosca's Mother
Malcolm Rivers Fosca's Father
Maren Favela Mistress
Yaltah Katharina Woyniewicz young Fosca
Alessio Antelmi, Paolo Cantele, Matteo Francia, Matteo Germinario,
Andrew Lugowski, John MacDonald, Luigi Pollio, Tommaso Trabalzini  Soldiers
Anna Cipriani, Caterina Gabrieli Attendants 

Keith Warner regia
Katharina Kastening  assistente alla regia
Ashley Martin-Davis scene
Jeremy Daker assistente alle scene                              
Tom Rand costumi
Joanna Johnston assistente ai costumi
John Bishop luci

Passion Ensemble
Roland Bӧer direttore 

John Shea e Emily Hooker maestri sostituti e tastiere
Bernardo Messeri maestro ai sopratitoli, Irene Cervantes Montero*, maestro di palcoscenico,
Guillermo Martin Gutierrez*, maestro alle luci

realizzazione scene e attrezzeria Laboratoro "Caleri" della Fondazione Cantiere
costumi Cosprop e Angels Costumes - Londra
trucco e parrucco Alice Gandolfi, Sonia Quili
direzione degli allestimenti Gianni “Giaccio” Trabalzini 

in collaborazione con la Bernstein School of  Musical Theatre di Bologna

*Consorcio Erasmus Enseñanzas Artísticas / Art Studies Erasmus Consortium Fundación Universidades y Enseñanzas Superiores de Castilla y León

_______
Biglietti

settore 1 - intero 20 euro / ridotto residenti 16 euro
settore 2 - intero 15 euro / ridotto residenti 12 euro

promozione soci Conad: - 20% su tutta la biglietteria


LEONARDO IN VALDICHIANA, AN EXHIBITION ON DA VINCI'S WORK IN MONTEPULCIANO AREA

carta Valdichiana Leonardo web

For the 500th anniversary of the death of Leonardo da Vinci
, Montepulciano organize the exhibition "Leonardo in Valdichiana", promoted by Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, based on a project by Opera - Civita and Museo Galileo - Firenze.

From 25th of May to 8th of September 2019, this show offers exciting insight into the theories, ideas, and creations of the Da Vinci in the Fortress of Montepulciano (Siena). Focused on the map of Valdichiana, the exhibition showcases projected recreations of his most intricate designs and miniature models.

Leonardo's map of Valdichiana is one of his most sophisticated cartographic works. Drafted beetwen 1502-1503 while he was in service to Cesare Borgia as General Architect and Engineer, the map shows a popoulous territory, rich in cities and castles but especially in water. The numerous place names allow us to identify 254 geographical locations distributed beetwen Florence, Arezzo, Lake Trasimeno, Val d'Orcia and all above Val di Chiana. The principal object, however, is the enormous marsh that had been considered a source of pestilential air since the Middle Age. Beyond its over political-military purpose, the map seems desgined to illustrate a land reclamation project that would transform Valdichiana into a hydrological basin to provide water for a navigable channel conceived by Leonardo to connect Florence to the sea.


25th of May > 8th of September

Every day, h. 10.30 a.p. to 6.30 p.m. (last entry6.00 p.m.)

Biglietto d’ingresso euro 5,00

Info: T. +39 0577/286300

Sito web www.leonardomontepulciano.it

ASSEGNATI I PREMI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI A TORRITA DI SIENA

La finale del Concorso Internazionale di Canto Lirico Giulio Neri si è svolta a Torrita di Siena in un Teatro degli Oscuri gremito da un pubblico attento e caloroso. La giuria presieduta da Riccardo Zanellato e composta da Vincenzo De Vivo, Giovanni Oliva, Ernesto Palacio e Tiziana Tramonti ha decretato i vincitori dei premi previsti, al termine della finale in forma di concerto tenutasi domenica 14 aprile 2019.



- PRIMO PREMIO
Roman Lyulkin - basso (Ucraina)

- SECONDO PREMIO
Angela Jihee Kim - soprano (Corea del Sud)

- TERZO PREMIO
Jenisbek Piyazov - basso (Uzbekistan)

- PREMIO SPECIALE "GIULIO NERI" 
alla miglior voce di basso 
Jenisbek Piyazov - basso (Uzbekistan)

- PREMIO SPECIALE DEL PUBBLICO
ex-aequo Youngjun Park - baritono (Corea del Sud)
ex-aequo Davide Ryu - Tenore (Corea del Sud)

- PREMIO SPECIALE ROSSINI
alla miglior esecuzione di un'aria di Rossini
Andrei Maksimov - baritono (Russia)

- PREMIO SPECIALE GIOVANI TALENTI
al miglior concorrente under 25
Maria Rita Combattelli - soprano (Italia)

 


FINALE

concorso lirico neri

I cantanti ammessi alla finale dell'XI CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO GIULIO NERI sono stati definiti dalla commissione giudicante, a seguito delle audizioni svoltesi per la semifinale di sabato 13 aprile 2019. 

La finale si tiene al Teatro degli Oscuri, domenica 14 aprile ore 16.00

Prova / rehearsal ore 10.30

UMANI NOEMI
G. Donizetti, Sogno talor di correre 

XU CHUANQI
G. Rossini, Largo al factotum della città 

ZHU AOXUE
G. Donizetti, O mio Fernando 

COMBATTELLI MARIA RITA
G. Donizetti, Prendi per me sei libero

JIANG TANGBO
G. Verdi, Il lacerato spirito

KIM ANGELA JIHEE
G. Donizetti, Al dolce guidami

KIM JUNGHYUN
G. Verdi, Stride la vampa

LYULKIN ROMAN
W. A. Mozart, Madamina il catalogo è questo

MAKARYAN LUSINE
 J. Massenet, Je marche sur tous les chemins

MAKSIMOV ANDREI
G. Rossini, Come un'ape 

PARK YOUNGJUN
G. Verdi, Tregua é cogl'Unni... Dagl'immortali vertici... E' gettata la mia sorte 

PILIA ANZOR
G. Donizetti, Angelo casto e bel 

PIYAZOV JENISBEK
G. Verdi, Come dal ciel precipita 

RYU DAVIDE
G. Puccini, Nessun dorma 

SPADAFINO MARIKA
G. Puccini, Donde Lieta 

 

 


 
SEMIFINALE  

IMG 20190412 164914

 

Sono pubblicati i cantanti ammessi alla semifinale di sabato 13 aprile 2019 - ore 14.30, presso il Teatro degli Oscuri in Torrita di Siena. Ad ogni candidato è stata assegnata l'aria da presentare alla semifinale.

h. 10.00 am PROVE / REHEARSAL

h. 14.30 / 2.30 pm SEMIFINALE / SEMIFINAL

1) UMANI NOEMI
IN QUELLE TRINE MORBIDE

2) VILICHI ADINA
GRAZIE AI NUMI PARTI... NEL GRAVE TORMENTO

3) WANG YU LIANG
PROLOGO 

4) XU CHUANQI
VIEN, LEONORA, A PIEDI TUOI

5) ZHU AOXUE
SE ROMEO T’UCCISE UN FIGLIO

6) CAI XUEFEI
D'AMOR SULL'ALI DI ROSEE...TU VEDRAI CHE AMORE IN TERRA

7) CHOI SEUNG EON
AVANT DE QUITTER CES LIEUX

8) CHURSIN VLADISLAV
O LISBONA ALFIN TI MIRO

9) COMBATTELLI MARIA RITA
JE VEUX VIVRE

10) DE CAMPO ANDREA VITTORIO
SORGETE

11) GEORGIADOU FILLI
CARO NOME

12) GIULIO GIORGIA
QUEL GUARDO IL CAVALIERE... SO ANCH'IO LA VIRTÙ MAGICA

13) HAUTSALO JANNE
A TE L'ESTREMO ADDIO... IL LACERATO SPIRITO

14) HE JIANGCHEN
ECCO RIDENTE IN CIELO

15) HU GUANG
CHE GELIDA MANINA

16) IMPERATORE LUANA
AMOR CELESTE EBBREZZA

17) JIANG TANGBO
VECCHIA ZIMARRA

18) KIM SORY
SIGNORE ASCOLTA

19) KIM ANGELA JIHEE
DOVE SONO

20) KIM NAM HEE
CARO NOME

21) KIM JUNGHYUN
MON COEUR S‘OUVRE A TA VOIX

22) LEE MINHO
CRUDA FUNESTA SMANIA

23) LYULKIN ROMAN
MENTRE GONFIARSI L'ANIMA

24) MAKARYAN LUSINE
II TURCO IN ITALIA:NON SI DA FOLLIA MAGGIORE

25) MAKSIMOV ANDREI
COME UN APE

26) MARTINELLO ALESSANDRO
HO UN GRAN PESO...

27) PAOLETTI FRANCESCA
SE COME VOI-LE VILLI

28) PARK YOUNGJUN
ERA UGUALE LA VOCE?

29) PILIA ANZOR 
DE MIEI BOLLENTI SPIRITI

30) PIYAZOV JENISBEK
IL DI GIA CADE

31) RYU DAVIDE
MECO ALL'ALTAR DI VENERE

32) SAFONOVA YANA
SUOR ANGELICA PUCCINI

33) SPADAFINO MARIKA
COME IN QUEST'ORA BRUNA

34) SPORYSHEV VICTOR
UN IGNOTO TRE LUNE OR SARANNO

35) TELLO FEIJOO VERONICA
JE DIS QUE RIEN NE M’ÉPOUVANTE

INTERNATIONAL SINGING COMPETITION GIULIO NERI IN TORRITA DI SIENA 12th - 14th APRIL 2019

immagine_giulio_neri_2019.jpgThe International Singing Competition “Giulio Neri”, in its 11th edition, will take place in Torrita di Siena, Italy, from April 12th to 14th, 2019. The competition is open to male and female singers of all nationalities and ages.


submitherebutton.jpg
CLICK HERE TO FILL THE E-FORM

REGISTRATION
Deadline: March 25th, 2019.
The Candidate must provide the following documents:
- Completed registration on-line form > click here

- Curriculum Vitae (to be sent via e-mail to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)
- Payment (subscription fee 70,00 euro)
The electronic application form and the above mentioned documents must be sent no later than Tuesday, March 25th, 2019.


PAYMENT METHODS

The fee of 70 euros must be paid to the following accounts of “Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte”.

- Bank transfer IBAN code: IT96G0848925601000000901427 (Swift Code: ICRA IT RR DL 0)
Description: CONCORSO GIULIO NERI - name and surname

- PayPal adressed to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Message: CONCORSO GIULIO NERI - name and surname

If the payment will not been made on time the candidate will not be accepted.

Accompanist pianists will be made available to the singer; however, contestants may be accompanied at their own expenses by a pianist of their own choice.

The competition consist of three parts: Preliminary, Semifinal and Final in concert form on Sunday (April 14th at 4 p.m.). There will be a special aword by the audience. The winners will receive their awords only if they will be present at the final concert. The members of the Jury are not allowed to judge any contestants with family-ties or teaching relationship. In that case they have to declare such condition before the competition. The Artistic Director will participate the judge session and will have the right of vote in case of even score.
All the candidates are supposed to present four complete opera arias in their original language and tone.


PRIZES

First prize -> € 2.000,00

Second prize -> € 1.000,00

Third prize -> € 500,00

Special Prizes:

- "Giulio Neri" prize -> € 500,00 offered by Comune di Torrita di Siena to the best Bass in memory of G. Neri

- Rossini prize -> € 500,00 offered by Amedeo Monfardini to the best performance of a Rossini's aria, if presented

- Audience prize -> € 400,00

- Young talents prize -> € 300,00 offered by Amedeo Monfardini to the young singers born since January 1st 1991.

Possible participation in Opera production of Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

It is up to the jury to withdraw any of the awarding prizes.
It will not be possible to change the list of opera arias after March 25th, 2019.

The preliminary part will take place as follows: performance of two pieces chosen by the contestant among those presented. The jury may interrupt the performance of a piece at any time. The semifinal and final part will take place as follow: performance of pieces chosen by the Jury among those submitted by the consistant. The Jury will communicate the pieces after each session of the competition.

The candidates are requested to be at the City Hall of Torrita di Siena, Piazza Matteotti, 10 – TORRITA DI SIENA, on Friday April 12st, 2019 (timing to be communicated). The order in which they are performed will be established by a public drawing lots.
The accompanist pianist will be available from Thursday Aprile 11th, 2018, from 11,00 a.m.

Any recording and/or video and/or audio broadcast of the various phases of the Competition, including the Final Concert of 11th Concorso Internazionale di Canto Lirico “Giulio Neri”, does not give the participants any right to compensation. The participants will be required to sign a release that waives any rights to recorded material that is published for promotional purposes

THE JURY

RICCARDO ZANELLATO – Basso (president)

VINCENZO DE VIVO – Artistic director of Accademia d'Arte Lirica - Osimo and Teatro delle Muse - Ancona

GIOVANNI OLIVA - Artistic Coordinator of Cantiere Internazionale d'Arte

ERNESTO PALACIO - Artistic director of Fondazione Rossini Opera Festival

TIZIANA TRAMONTI – Soprano and Teacher in Conservatorio G. B. Martini - Bologna


Artistic Director of the competition: Mrs. ELEONORA LEONINI – Pianist and Teacher of Conservatorio G.B. Martini - Bologna

Accompanist Pianists: ELEONORA LEONINI, LORENZO ORLANDI

The registration to the Competition implies the acceptance of this document (click here .pdf). In the event of dispute, the reference shall be the original Italian text.

BOOK YOUR STAY
Clcik here to discover the accomodations in Torrita di Siena

Secretary’s office:

FONDAZIONE CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DI MONTEPULCIANO
Via Fiorenzuola Vecchia, 5 – 53045 MONTEPULCIANO (SI)
Opening hours: Monday to Thursday 9 a.m - 1 p.m. and 3 p.m. - 7 p.m. - Friday 9 a.m - 1 p.m.
Tel. 0578/757007 – 757089

e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.fondazionecantiere.it

ORCHESTRA POLIZIANA DEBUTTA AL TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO DAVANTI A ZUBIN MEHTA

L'Orchestra Poliziana ha debuttato al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, lunedì 22 ottobre 2018. Ad applaudire l’esibizione della compagine, formata dall’Istituto di Musica “H. W. Henze” di Montepulciano, c’erano mille spettatori, tra i quali il maestro Zubin Mehta, storico direttore d’orchestra dell’istituzione fiorentina e autentica autorità della musica mondiale che a fine concerto si è intrattenuto con i giovani strumentisti. Ad introdurre la serata sono stati il sovrintendente dell’ente lirico Cristiano Chiarot, la vicesindaca del Comune di Firenze Cristina Giachi e la promotrice dell'evento Giorgiana Corsini. Si è trattato infatti di un concerto benefico dedicato alla memoria di Filippo Corsini: il ricavato è destinato ai progetti di ricerca all'Associazione ABC che si occupa di bambini affetti dalla sindrome Cri du chat. L’avvenimento ha quindi unito l’impegno solidale e l'esecuzione artistica. Sul palco, ad arricchire l’organico, c’erano anche il Firenze Vocal Ensemble, il Coro dell'Accademia del Diletto e diversi elementi dell'Orchestra Instabile di Arezzo. La direzione è stata affidata al giovanissimo direttore scozzese Maximilian Fane.

Il programma musicale si è articolato attorno al repertorio di Mozart. La prima parte prevedeva il Concerto per violino e orchestra n. 3, con il ruolo di solista affidato alla violinista franco-cinese Laura Chan che ha rivelato una rimarchevole sensibilità interpretativa. A seguire è stata eseguita la solenne Messa di requiem in re minore, ultima composizione del genio di Salisburgo, che ha coinvolto oltre 120 musicisti, tra orchestra e coro; le voci soliste erano invece provenienti dal New Generation Festival, nell’ambito del quale sono stati individuati Anush Hovhannisyan (soprano), Beth Taylor (mezzosoprano), Robert Forrest (tenore), Arshak Kuzikyan (basso).

Alessio Tiezzi, direttore dell’Istituto di Musica H. W. Henze, sottolinea la rilevanza dell’evento: “L’ovazione convinta e prolungata di un pubblico così numeroso e qualificato, la presenza di personalità autorevoli della cultura e delle istituzioni, l’entusiasmo e la qualità della nostra Orchestra Poliziana rappresentano il valore del lavoro realizzato in questi anni dalla Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte; questi risultati sono buoni auspici per i traguardi che potremo ancora conseguire con la dedizione di noi tutti.”


TEATRO POLIZIANO: STAGIONE 2018-19. SPETTACOLI DA SCOPRIRE A MONTEPULCIANO

Il Teatro Poliziano è ormai l'epicentro sociale e culturale della stagione invernale. Il nuovo cartellone 2018-'19 si muove in equilibrio tra i titoli classici e le forme teatrali innovative, tra celebrità affermate e nuove generazioni artistiche. Ai momenti più spensierati e divertenti si alternano riflessioni profonde e suggestioni emotive, con una presenza vibrante della musica. Restano ancora invariate le quote per abbonamenti e biglietti: l'intento della Teatro Poliziano è infatti quello di incoraggiare la massima partecipazione popolare all'esperienza del teatro.


sabato 1 dicembre 2018
ore 21.15
LA LOCANDIERA
di Carlo Goldoni
Amanda Sandrelli
regia Paolo Valerio, Francesco Niccolini

SANDRELLI blu2 copia.jpgGoldoni non lascia scampo a dubbi. Se La Locandiera giustamente viene considerato un autentico capolavoro del teatro di tutti i tempi, non è certo perché la sua protagonista è la paladina del brio e dell’effervescenza. Tutt’altro. È una donna feroce, orfana, abituata a comandare, a difendersi e a lottare. Nel feroce mondo nuovo che Carlo Goldoni sa dipingere, la locandiera chiude tutte le porte, piega e stira panni, allontana il vero amore, sposa senza sentimenti il suo servo: resta l’indiscussa padrona della sua vita, ma scalza, la testa e il cuore svuotati. Si sposa cinicamente, con il commento più feroce che mai abbia accompagnato una brulla cerimonia: «Anche questa è fatta». E tutti vissero infelici e scontenti.

giovedì 10 gennaio 2019 ore 21.15
TUTTA CASA, LETTO E CHIESA

di Dario Fo e Franca Rame
Valentina Lodovini
regia Sandro Mabellini

LODOVINI_WEB_blu.jpgTutta casa, letto e chiesa è uno spettacolo sulla condizione femminile, in particolare sulle servitù sessuali della donna. Si ride, e molto, ma alla fine resta addosso una grande amarezza. Il testo è tuttora allestito in oltre trenta paesi: la condizione della donna, purtroppo, è simile ovunque. Il protagonista assoluto di questo spettacolo sulla donna è l’uomo. In scena Valentina Lodovini interpreta quattro diversi personaggi femminili: una casalinga che all’interno della famiglia ha tutto, al di fuori della considerazione; una donna subalterna all’uomo nell’atto sessuale; un’operaia sfruttata tre volte, in fabbrica, in casa e in camera da letto; e un’Alice nel paese senza meraviglie, protagonista del disincantato atto finale.

venerdì 25 gennaio 2019 ore 21.15 
CALCINCULO
di e con Enrico Castellani e Valeria Raimondi
Babilonia Teatri
e con la partecipazione straordinaria della Corale Poliziana
musiche Lorenzo Scuda
BABILONIA_WEB_blu.jpgCalcinculo
è il nuovo progetto della compagnia Babilonia Teatri, insignita nel 2016 del Leone d’Argento alla Biennale di Venezia. Calcinculo è un performance dove le parole prendono la forma della musica. In questi tempi ossessivi, le parole e le immagini non riescono più a raccontare da sole, così la musica arriva in soccorso. Cantami o diva dell’ira di oggi. Mangiamo fast, lavoriamo fast, viviamo fast, ma sogniamo un’isola felice che sia slow. Ci sembra arcaico esprimere un’opinione all’interno di una collettività, ma commentiamo qualunque notizia schermati da uno schermo. Realtà e finzione si sovrappongono: spesso non è chiaro dove finisca la vita reale e dove inizi la sua rappresentazione e viceversa.

venerdì 15 febbraio 2019 ore 21.15
PICCOLI CRIMINI CONIUGALI

di Eric-Emmanuel Schmitt
Michele Placido Anna Bonaiuto

Sull’altalena del matrimonio fra impercettibili slittamenti del cuore e tradimenti conclamati si consuma una qualsiasi vita coniugale. Un sottile, brillante gioco al massacro a due voci inventato dal drammaturgo più amato d’oltralpe e interpretato da due tra i più grandi protagonisti del teatro italiano: Michele Placido e Anna Bonaiuto. Gilles, scrittore di romanzi gialli, perde completamente la memoria in un incidente domestico: si scatena così una dinamica distruttiva. Lisa, moglie fedele, vuole aiutare il compagno a riappropriarsi della sua identità e del loro vissuto comune, ma il suo tentativo diventa un percorso bizzarro e doloroso.


giovedì 14 marzo 2019 ore 21.15
IL RIGORE CHE NON C’ERA

Federico Buffa
con Marco Caronna, Jvonne Giò, Alessandro Nidi
regia di Marco Caronna
FedericoBuffa_WEB_blu2.jpg Federico Buffa, il più popolare storyteller italiano, riprende la sua avventura teatrale con le storie sportive che diventano affreschi storico, poetici, musicali. Il rigore che non c’era è la metafora, magari improvvisa, che ha cambiato la storia di una vita. Buffa passa da Sendero Luminoso a quella di George Best, da Leo Messi al Grande Torino. Sullo sfondo, un palazzo, due finestre dalle quali compare una sorta di angelo, custode e disincantato, interpretato da Jvonne Giò; in scena anche uno strampalato attore, e il pianista Alessandro Nidi. Storie che s'intrecciano tra loro, come quella di Bessie Smith e di Kubrick, punteggiate dalla musica che sottolinea e impreziosisce le parole di Federico Buffa.

mercoledì 27 marzo 2019 ore 21.15
IL CANTICO DEI CANTICI

Roberto Latini
(premio Ubu migior performer 2017)
musiche e suoni Gianluca Misiti
LATINI_WEB_blu.jpgRoberto Latini, premio Ubu come miglior attore 2017, è stimato tra i più innovativi fuoriclasse della nuova scena teatrale italiana. Il Cantico dei Cantici è uno dei testi più antichi di tutte le letterature. Pervaso di dolcezza e accudimento, di profumi e immaginazioni, è un inno alla bellezza. Latini non traduce qui alla lettera i versi (sebbene vi rimanga fedele), ma traduce invece le sensazioni. Dai microfoni di una stazione radiofonica, questo dandy straccione – occhiali scuri, parrucca, rossetto – declama i versi del testo biblico, con una gestualità fonica che rinvia esplicitamente alla lezione di Carmelo Bene. Latini, insomma, traduce nel proprio corpo-voce il turbamento di chi è attraversato dall’amore come sentimento totalizzante quanto illusorio.

 

___FUORI ABBONAMENTO___

venerdì 10 maggio 2019 ore 21.15
sabato 11 maggio 2019
ore 21.15
domenica 12 maggio 2019 ore
17.15
LA BELLA E LA BESTIA

Live musical

Filodrammatica di Sinalunga | Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte
Orchestra Poliziana | Corale Poliziana
direttore Alessio Tiezzi
coreografia Maria Stella Poggioni
regia Marco Mosconi

Arriva fuori abbonamento il musical La bella e la bestia, propiziato dalla collaborazione tra Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte Montepulciano e Filodrammatica di Sinalunga. Un cast poderoso con 40 attori e ballerini, 40 musicisti, 40 coristi esegue musiche dal vivo, tra numeri di magia e illusioni. La regia si ispira liberamente all'omonimo film d’animazione del 1991 e alla più recente pellicola del 2017. Le musiche originali sono di Alan Menken. È una favola incantevole che emoziona e diverte, uno spettacolo che conquista tutte le diverse generazioni e le differenti estrazioni culturali. Lo spettatore si chiede: “L’amore riuscirà a sbocciare prima che l’ultimo petalo della rosa incantata appassisca?” La risposta è: “Stia con noi!”

 


ABBONAMENTI 6 SPETTACOLI
LA LOCANDIERA | TUTTA CASA LETTO E CHIESA | CALCINCULO | PICCOLI CRIMINI CONIUGALI | IL RIGORE CHE NON C'ERA | IL CANTICO DEI CANTICI

Settore 1: 85,00 euro
Settore 2: 70,00 euro

+++Promozione giovani+++
(studenti fino a 25 anni) > Settore 2: 45,00 euro | ingresso singolo spettacolo: 10,00 euro

+++Promozione soci BANCA VALDICHIANA e soci COOP Centro Italia+++
Settore 1: 80,00 euro | Settore 2: 65,00 euro

Banca Valdichiana - Credito cooperativo Chiusi e Montepulciano e Coop Centritalia rinnovano la convenzione con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte per assicurare ai soci sconti e promozioni sugli abbonamenti. I prezzi degli abbonamenti rimangono tra i più accessibili in circolazione per il pubblico fedele. Per assicurarsi gli spettacoli del Teatro Poliziano, i nostri abbonati possono confermare il loro posto, facendo valere il loro diritto di prelazione entro il 5 novembre 2018.

INGRESSO SINGOLI SPETTACOLI
LA LOCANDIERA | TUTTA CASA LETTO E CHIESA | CALCINCULO | PICCOLI CRIMINI CONIUGALI | IL RIGORE CHE NON C'ERA | IL CANTICO DEI CANTICI
Settore 1: 18,00 euro
Settore 2: 14,00 euro


 
Informazoni e prenotazioni
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte

tel. 0578 757089 - 0578 757007
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

  PIANTA TEATRO mail

 

 

 

 

SIAMO STORIE, COMMEDIA MUSICALE SULL'AFFIDO DEI BAMBINI VENERDI 19 OTTOBRE AL TEATRO POLIZIANO

Venerdì 19 ottobre, al Teatro Poliziano, va in scena il nuovo progetto teatrale della compagnia Tutti e Nessuno. Una storia inedita, con musica, band live, ballerini, cantanti. Dopo un lavoro di confronto con i Centri Famiglia e Centri Affido, con gli operatori sociali dei vari territori e grazie al finanziamento della Regione Toscana, all'organizzazione della Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa e della Società della Salute Amiata Senese e Valdorcia - Valdichiana Senese è stata condivisa l'idea di inscenare un lavoro che avesse al centro il tema dell'Affidamento familiare con il duplice obiettivo di promuovere direttamente e indirettamente il prezioso e sempre più necessario strumento dell'affido.

È stata scelta la storia di un adolescente come tanti che crediamo possa rispondere all'obiettivo prefissato; l'occasione di mostrare il lavoro degli assistenti sociali provando umilmente, non tanto a demolire il fastidioso stereotipo di quello che "toglie i bambini", ma di aggiungere a questo un paio di interrogativi: 'toglierli a chi?" e "per metterli dove?".
Abbiamo volutamente scelto una storia familiare che rappresentasse quel limbo, talvolta frustrante, altre più chiaro, tra bianco e nero e colori in cui si muovono gli operatori sociali, dove le scelte non sono così facili e immediate, dove da soli non si va da nessuna parte e dove la rete, il dialogo, l'apporto di molti altri attori, faticosamente coinvolti, rappresentano, talvolta, l'unica possibilità di essere efficaci.

Tentare di mostrare questo lavoro (quello sociale), così complesso e appassionante, al quale vorremmo riconsegnare non solo la sua dignità ma anche il coraggio di scelte difficili per il bene dei minori, l'unico vero futuro della società. E se intorno hai tante persone e operatori che condividono con te questo cammino allora la scelta non sembrerà più così tanto infausta o incomprensibile a chi diceva fino a poco fa “voi siete quelli che tolgono i bambini”.
Farlo in musica e renderlo accessibile a tutti è stata una scommessa che speriamo di riuscire a mantenere.

TRAMA
"Siamo Storie" è il titolo di questa nuova commedia musicale in due atti di Emiliano D'Ambrosio. La canzone omonima è il tentativo di un genitore di spiegare a un figlio/compagno che la vita è un'avventura da vivere e che c'è una possibilità di scegliere se essere "tetto o foresta coi tuoi rami" e cambiare il corso di una vita... perché "siamo storie in bianco e nero no colori. Storie, sono quelle scritte in un grande libro, la scenografia disegnata da Marco Gandolfi volutamente artigianale (grazie all'opera di Gaetano D'Ambrosio); le pagine si aprono ad ogni cambio di scena a destra e sinistra, tra interni ed esterni, quasi costringendo lo spettatore a seguire come una partita di tennis quel che avviene sul palco.
Storie diverse quelle dei protagonisti che ruotano attorno alla vita dell'adolescente Matteo (Antonio Cordone talentuoso giovane attore), cresciuto con un padre maltrattante, assente anche sul palco e una madre fragile (Tenia Vallerani, eccezionale in questo ruolo) incapace di mettere al primo posto i figli anziché il rapporto patologico con un uomo molto simile ai tanti che il servizio Sociale incontra nel suo lavoro. E poi c'è Iris, sorella minore, spettatrice apparente delle vicende familiari.

Chiara, l'assistente sociale (Elena Persichino, prima voce unica di questa compagnia e bravissima in questa parte), rappresenta un mondo, certamente stressante e carico di emotività, fatto di équipe e, prima ancora, di un gruppo di amici/colleghi (Marco in particolare) che possano supportarsi a vicenda nelle diverse e complesse vicende familiari. Diventare il bersaglio di tutti (espresso nella incalzante e coinvolgente "Help') o il centro di un prezioso lavoro di rete (la scuola, gli amici, l'operatore di strada, la psicologia...) e di dialogo (la canzone che accompagna il cambiamento di queste storie). In mezzo il richiamo facile del gruppo dei "devianti" che altro non sono che i figli, come Matteo, non visti, lasciati soli, aggregati, forti nel gruppo, tra il rap e i murales, uno stereotipo che, purtroppo, ancora oggi a distanza di decenni, torna ad essere di nuovo a con più facilità la realtà di molti ragazzi, tra spaccio e modelli prorompenti. Una storia volutamente realistica, non estrema, facilmente rintracciabile nel nostro quotidiano tra la necessità di intervenire e quella di trovare il momento giusto e le persone giuste perché l'intervento funzioni... Ed ecco Alma, l'affidataria, capace di non cedere alla provocazione e accogliere, di permettere non solo a Matteo, affidato part-time in casa sua, ma a tutta la sua famiglia, indirettamente, di potersi concedere un tempo per ricostruire un dialogo e cambiare il futuro. Non possono mancare i momenti comici caricaturando manie, culture, arroganze, semplicità, fragilità, umanità a colorare la tela di un disegno straordinario quando questo lavoro funziona!

La musica e i testi dell'autore sono stati affidati all'arrangiamento di una grande band dal vivo, impreziosita dalla batteria di Andrea Dilillo che, con gli altri, accetta la sfida di suonare e cantare dal vivo e il rischio più genuino di probabili intoppi piuttosto che arrendersi all'uso di basi registrate in studio. Gli attori - o, per meglio dire, questo magnifico gruppo di persone — hanno affrontato con coraggio lo sforzo di uscire dal dilettantismo pieno di entusiasmo e spavalderia per calarsi pian piano in un vero e proprio spettacolo teatrale che poggia il peso sulle loro forti spalle, capaci di traghettare i propri personaggi, meno improbabili di come esistono nella realtà, fino alla fine di questa storia.

NEL SEGNO DI ZERI 2018, CONVERSAZIONI SULLA TUTELA E LA STORIA DELL'ARTE A MONTEPULCIANO

Tullio Pericoli, illustrazione Zeri

La città di Montepulciano ricorda il grande storico dell’arte Federico Zeri nel ventesimo anniversario della sua scomparsa, con tre giornate di incontri dedicati al suo lavoro scientifico e al suo impegno per la tutela del patrimonio culturale.
Ne sono promotori la Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte, il Comune di Montepulciano, il Museo Civico - Pinacoteca Crociani, la Fondazione Musei Senesi e la Fondazione Federico Zeri dell’Università di Bologna.

Gli incontri, che saranno accompagnati da proiezioni, si terranno dal 5 al 7 ottobre 2018 nel Teatro Poliziano di Montepulciano, a cura di Nino Criscenti e Roberto Longi.

Venerdì 5 ottobre si partirà con una conversazione di Tomaso Montanari sul rapporto degli storici dell’arte del Novecento con i problemi della tutela e in particolare sull’impegno di Zeri in difesa del patrimonio storico-artistico. Alla “tutela dell’anima” dedicherà il suo intervento il poeta e scrittore Franco Marcoaldi. In chiusura un dialogo attorno alla musica dipinta, alle immagini del sentire, tra Montanari e lo storico della musica, Sandro Cappelletto, con la partecipazione di quattro musicisti che eseguiranno brani di musiche coeve ai dipinti.

Sabato 6 ottobre gli incontri si apriranno con Andrea Bacchi, direttore della Fondazione Zeri dell’Ateneo bolognese dove si conserva la biblioteca e la celebre fototeca zeriana, che ricorderà il metodo di lavoro del grande studioso. Alessandro Angelini, dell’Università di Siena, passerà in rassegna il vasto lavoro di Zeri sulla pittura senese. In chiusura Mauro Natale, dell’Università di Ginevra, terrà una conversazione sui maggiori scritti di Federico Zeri.

Domenica 7 ottobre sarà la volta di un ritratto a tutto campo di Zeri con Anna Ottani Cavina, che parlerà delle ricerche, dei viaggi, delle amicizie, delle letture del grande storico dell’arte. L’iniziativa si concluderà con la proiezione di una straordinaria testimonianza documentaristica, non a caso intitolata L’occhio: l’intervista a Zeri di Pierre Rosenberg, illustre storico dell’arte, già direttore del Museo del Louvre, girata nel 1993.


L'illustrazione di Tullio Pericoli è qui riprodotta per gentile concessione dell'artista

************************************

NEL SEGNO DI ZERI 2018
Conversazioni sulla tutela e la storia dell'arte
Montepulciano | Teatro Poliziano

VENERDI 5 OTTOBRE

10.00 RICORDI BOMBARDATI (San Quirico d’Orcia, Palazzo Chigi Zondadari)
Rai 3, 1 marzo 1993 (5’35”)

Saluti istituzionali
Roberto Longi, direttore del Museo Civico - Pinacoteca Crociani

10.30 Tomaso Montanari
"Meno male che c’è stato Napoleone"
L'indignazione di Federico Zeri per il patrimonio culturale italiano

11.30 NON SOLO ASSISI
Rai 2, 21 dicembre 1997 (35’)

Confronto con il pubblico


17.00 Franco Marcoaldi in dialogo con Tomaso Montanari
La tutela dell’anima

18.00 ARTE NEGATA
Rai 1, prima puntata, 24 giugno 1996 (30’)


Intervallo

19.00 ASCOLTARE UN DIPINTO 
Sandro Cappelletto e Tomaso Montanari
Giampiero Allegro (flauto dolce), Silvio Trotta (mandolino), Alessandro Bruni (chitarra), Anna-Rikka Santapukki (virginale)

SABATO 6 OTTOBRE

10.00 LAUREA HONORIS CAUSA A FEDERICO ZERI, Università di Bologna 1997 (16’)

11.00 Andrea Bacchi
Vent’anni dopo: dalla casa di Mentana alla Fondazione di Bologna

12.00 UNA VITA CON TANTI ZERI
Rai 1, 12 ottobre 1989 (1h 09’)


17.00 Alessandro Angelini
Federico Zeri e la pittura del primo Rinascimento a Siena

17.45 ZERI E IL SUO LAVORO DI “CONOSCITORE DI QUADRI”
Rai 2, Mixer, 5 giugno 1988 (7’10”)

18.00 Mauro Natale
La storia dell'arte di Federico Zeri

19.00 UN MONUMENTO A CHI?
Rai 2, Mixer, 8 maggio 1988 (5’)

FEDERICO ZERI: VIAGGIO INTORNO ALLA MIA CASA
Rai 1, prima puntata, 23 luglio 1987 (38’)

DOMENICA 7 OTTOBRE

10.30 FEDERICO ZERI: LA DIVINA COMMEDIA
Rai 3, 21 luglio 1988 (15’40”)

11.00 Anna Ottani Cavina
Federico Il Grande

12.00 L’OCCHIO. FEDERICO ZERI DIALOGA CON PIERRE ROSENBERG
Allemandi Vision, 1993 (52’)


 

CONCERTO DI MARKUS BELLHEIM (GIOVEDÌ 26 LUGLIO) SPOSTATO ALL'AUDITORIUM FALCONE

Il concerto di Markus Bellheim (pianoforte), inizialmente previsto nel Cortile della Fortezza di Montepulciano per giovedì 26 luglio alle 21.30, è spostato causa maltempo all'Auditorium Giovanni Falcone, presso l'Ex Tribunale (via di Voltaia nel Corso, 57).


Virtuoso del pianoforte, Bellheim eseguirà le ventiquattro coppie di preludi e fughe del primo libro di “Das Wohltemperierte Klavier”, cioè “Il clavicembalo ben temperato” di Johann Sebastian Bach. Si tratta di composizioni che il geniale autore tedesco firmò tra il 1722 e il 1744 in tutte e 12 le tonalità per strumenti a tastiera e che Bellheim interpreterà al pianoforte. Titolare della cattedra di piano all'Hochschule für Musik und Theater di Monaco, Markus Bellheim unisce l'attività didattica come docente nei corsi di perfezionamento di numerose istituzioni della Germania e del mondo, alle esibizioni da solista, acclamato nel panorama internazionale.

CONVERSATION PIECES, IL TEATRO CONTEMPORANEO AL 43° CANTIERE

Dall'adattamento di Manfred e Cain di George Byron nasce Conversation Pieces, un atto unico scritto e diretto da Marco Filiberti, allestito in una nuova versione al Teatro Poliziano in occasione del 43° Cantiere Internazionale d'Arte, in coproduzione con Le Vie del Teatro in Terra di Siena e con le musiche elettroniche di Fabrizio Festa.
A distanza di due secoli la poetica di Byron si presenta attuale: se già nel 1816 il poeta aveva intravisto nell'imminente modernità il pericolo della perdita della sacralità dell'arte, a scapito di un innalzamento a mito della tecnologia.
Letta in chiave contemporanea, la storia di Caino e quella di Manfred si intrecciano e si sovrappongono nel superamento finale dei tormenti interiori che dominano l'individuo.
Al Teatro Poliziano venerdì 27 e sabato 28 luglio alle 21.30; domenica 29 alle 18.

IL GRAN MONDO DEL TEATRO SI MUOVE PER LE VIE DI QUATTRO LOCALITÀ

Il teatro di strada arriva al 43° Cantiere Internazionale d'Arte, parte da Montepulciano e prosegue per Castelmuzio, Cetona e San Casciano dei Bagni con un curioso allestimento di macchine teatrali ispirate alle figure di "Guernica" di Picasso, tra le quali gli attori di Theatre en Vol si muovono creando una performance di recitazione, danza e musica. Da un'idea della regista e drammaturga Maria Paola Cordella, la pièce rilegge e reinterpreta "Il gran teatro del mondo" di Pedro Calderon de la Barca, unendosi alle musiche originali di Dominga Giannone e coinvolgendo attori e danzatori locali. Il gran mondo del teatro è l'esito di un incontro creativo tra luoghi e persone.

Il racconto per immagini del 43° Cantiere Internazionale d'Arte nella gallery di Irene Trancossi. 

ESORDISCE TRA GLI APPLAUSI IL 43° CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

Si è finalmente alzato il sipario sul 43° Cantiere d'Arte, scoprendo il calendario di eventi che, in programma fino al 29 luglio, erano attesi con curiosità da un pubblico di critici e appassionati.
La tematica del viaggio è stato lo spunto di riflessione a cui ha invitato "Nelle scarpe di Giufà", lo spettacolo preparato dall'Accademia degli Arriaschianti, con la regia di Laura Fatini e le musiche originali della compositrice portoghese Sara Ross. Il Castello di Sarteano ha così accolto un percorso vissuto in prima persona dagli spettatori, che hanno camminato seguendo le indicazioni dei personaggi tra le cornici delle varie scene, sino al finale dove si è concentrato il messaggio drammaticamente attuale delle migrazioni.
L'appuntamento con l'opera ha sorpreso il pubblico del Teatro Poliziano con l'allestimento de "L'Impresario in angustie".
La regista Caterina Panti Liberovici ha rappresentato le negatività del mondo del teatro, rinnovando il copione con l'aggiunta di un altro personaggio, quello del regista, e citazioni di Pirandello, versi di Rostand e parole di Strehler.
Roland Boer ha diretto l'Orchestra Poliziana e il cast sul palco che si è mosso nei costumi realizzati da Alessandra Garanzini tra le scene curate da Sergio Mariotti.
Primi concerti anche in Piazza Grande, dove si è esibito in "Silence=Death" il gruppo di percussionisti Blow Up Percussion, e si è tenuto il concerto sinfonico della Cambridge University Orchestra diretta dalla canadese Naomi Woo.
Nomi illustri del mondo della lirica si sono riuniti a Montepulciano per la Petite Messe Solennelle, la composizione di musica sacra composta da Gioachino Rossini ed eseguita in occasione della celebrazione del 150° anno dalla scomparsa del compositore. Il soprano Paola Leggeri, il contralto Sara Mingardo, il tenore Aldo Caputo e il baritono José Fardilha hanno emozionato, insieme al Dortmund Kommerchor e alla Corale Poliziana, il folto pubblico riunito in San Biagio, la costruzione rinascimentale di cui nel 2018 ricorre il 500° anniversario.

Il racconto per immagini del 43° Cantiere Internazionale d'Arte nella gallery di Irene Trancossi. 

NELLE SCARPE DI GIUFA', itinerant play in Sarteano on July 12th -13th - 14th -15th -18th -19th -20th -21th -22 th

 
 
“GIUFÀ ESCAPING OR TRAVELLING?”
 
Director's notes by Laura Fatini 
 
I don’t know how to answer this question, like many others I pose in my writing: I continue to think that certain questions must be asked exactly because they do not have a single answer. eing an inner journey even before it is external, escaping, to my mind, is always a journey at the start. I run away because I do not accept my surroundings and I think that life will be better elsewhere, more acceptable: but to escape I must first dislocate myself mentally, dream of something different, new horizons ... to prepare for a change. Those without imagination cannot escape, they wouldn’t understand what for. Even in the most wretched conditions, I think of today‘s migrants like the Italians at the beginning of the last century, migration is the hope of a better life. And without the ability to imagine this life how can we hope to attain it? I do not say that it is easy to do: when it is imposed on us from the outside, leaving your country, your society, is very painful. This is why the ability to imagine oneself elsewhere and happy is one’s only solace. Even escaping from war to save one‘s life is fantastic: according to some observers, Syrian children born in the middle of the war are incapable of imagining a different life. So would they flee? There are those who think not. Of course we must bear in mind how this fantasy is linked to the memory of a past happy life.... Working on Giufà, I start from their stories (from the imagination, that is): everybody enjoys them, they are simple and fun, and are the result of centuries of the ebb and ˿ow of people and ideas. And then I warn those who thoughtlessly want to stop this flow: "Beware of stopping the people. We risk stopping their stories.”
"Giufà escape or journey?” The play highlights the two-sided nature of Giufa (old man-child, wise man-fool) and does not resolve the twin motivations of travel. Maybe to answer would interrupt the journey!



BACH+, three piano concerts with Mariangela Vacatello on July 14th - 21st - 28th

The BACH+ project was born with the purpose of giving some performance opportunities to many promising young pianists of the Henze Music Institute and other important institutions such as the Musical High School of Arezzo and the conservatoires of Firenze and Terni. The concerts for two, three and four pianos by J. S. Bach ( WV 1060-1065), split over three evenings, provide to 16 pianists an opportunity to improve. The orchestral accompaniment will be provided in turn by the Archi Poliziani, RNCM Chamber Strings and the Montfort Quartett, augmented by other professionals performing at the Cantiere and the best students of the Henze Music Institute. Each evening will include the performance of a string orchestra and other soloists (the Italian premiere of Prelude and Fugue for guitar and orchestra by Lorenzo Turchi Floris, an Intermezzo for oboe and strings  by Finzi, Britten’s Simple Symphony and Cantus in Memory of Benjamin Britten by Pärt). The young performers will be mentored by renowned pianists with a strong aptitude for teaching such as Mariangela Vacatello, Markus Bellheim, Cristina Capano, Alessandro Tricomi and Alessio Tiezzi. A fundamental premise of Cantiere is the meeting between young talents and professional musicians so that, with a spirit of mutual development, they can create events of unique artistic and educational importance.

 



THE IMPRESARIO IN ANGUSTIE, opera at Teatro Poliziano July 13th - 14th - 15th

[TICKETS ONLINE] The opera selected for the 43th Cantiere Internazionale d'Arte is The impresario in angustie by Domenico Cimarosa, a barely considered title in the eighteenth-century repertoire. For this new preparation, musicologist Enrico Massa reviewed the original manuscript dating back to the 1791's performance at Teatro Nuovo in Naples, preserved at the Library of the Conservatorio di San Pietro in Majella. In this metatheatrical play, we witness the realization of a play while facing indigence and troubles. A particular focus concerns the character of the soprano, who constantly asks for an aria to strenghten his protagonism: a parody of the egocentrism which becomes an existential question for the character, who embodies the fundamental questions of the festival: who am I? This is me or my character? This is me or just another aria I have to sing? We wonder if the question is dued to music or to our ego. At the same time emerges the dichotomy between life and death of the theatre: the impresario has to flee because of his poverty.

Following the spirit of the Cantiere, the play's new production will help the young musicians of the local Orchestra Poliziana and the singers of the Conservatorio "Luigi Cherubini" of Florence developing their skills, with Roland Böer as a guide and Caterina Panti Liberovici as director.

 

THE IMPRESARIO IN DISTRESS IS A SAD STORY

Director's notes by Caterina Panti Liberovici

It is a sad and miserable story for those who, like me, have the ambition - naive, perhaps, and at the same time arrogant - to believe in the theatre. Those of us who do, do so by fighting the daily battle of quality. We commit to discipline and intellectual honesty to the theatrical profession. We are ready, in the theatre, to look for ourselves, lose ourselves in the hope of finding ourselves again. Because the story of The Impresario in Distress tells only about miseries. There is indeed an impresario who brings together a company of artists, to put on a new performance. In addition to the singers, there is a Composer and a Poet to write the music and the libretto. The Poet has a rough draft of the first act, maybe even of the second. Once the group is reunited, however, they cannot even read the text. Their sniping, prejudices, self-interests, petty jealousies, the lack of both money and artistic ideals, destroys the group even before they start. The impresario, having suffered the humiliation of threats and scant advice, flees. The company dissolves. The theme of the "Theatre in the Theatre‘" has always sparked the appeal of self-congratulation in the world of opera and literature. The vast majority of texts that belong to this rich literary tradition manage to pull off the trick of Comedy in the Comedy, giving a happy ending: however complicated, diffcult and messy it is, the world of theatre is renewed by portraying itself and the hope that it is possible to continue doing so. In The Impresario in Distress, it isn’t. Yet, paradoxically, the work in its time was a huge success: it was performed throughout Europe, translated into many languages, but above all extensively reworked. In most cases, it is used as a framework and musical numbers are added to expand and transform it. Almost a unanimous desire to tell more, to deepen a dramatic aspect (ante litteram) of such an inher-ntly autobiographical story. Inevitably, however, we begin to question how this work as it is written, is an end in itself: how can we celebrate, in this metatheatrical context, the undoing of theatre itself? A thorny question. You could choose a loose direction, a pantomime, the perennial pastiche, following the ˿ow of story for what it is, where we, the actors on stage, portray ourselves as likeable

 

43rd CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE: FROM THE 12th TO THE 29th JULY 2018, VITA MORTE MERAVIGLIE

 

 

The theme of the 43rd Cantiere Internazionale d'Arte is Vita Morte Meraviglie. From the 12th to 29th July 2018, Montepulciano and the Terre di Siena host more than 50 events, such as opera, musical theatre, dance, performances, symphonic events and chamber music. Renowned international artists and young talents meet in Montepulciano, in the most authentic atmosphere/meaning of the event conceived by Hans Werner Henze. The artistic direction of the maestro Roland Böer, together with the artistic coordination of Giovanni Oliva, explore different artistic expressions in order to get answers to the eternal questions of human questions. 

Who am I? Who are you? What is the role we have to play in this big theatre which is the world? Will we succeed in this with no rehearse, as life is a straight debut? And more, who are truly we when we abandon our role, our costumes and our scenic equipment? When our life ends, what will remain of us?

The possible answers to these questions are about the opportunity of leaving something of our lives to friends, family, future generations, the time we will bow out. Each of us indeed play his own role at the best possible, or at least tries to do so, continuously searching for our own identity. These thoughts help us to overcome ignorance and avoid the temptations of our vain pride, our egocentricity. Arts therefore can enforce our self-awareness, our behaviour and the integrity needed to face the threat of civil, before natural, death.

To perform such an ambitious artistic programme, these are the artists and the main formations that will take part into the 43rd Cantiere Internazionale d'Arte:

ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA  |  ASSOCIAZIONE ITALIANA DANZATORI con FRANCESCA MOMMO 

MARKUS BELLHEIM  |  ROLAND BÖER  |  CAMBRIDGE UNIVERSITY ORCHESTRA con NAOMI WOO 


ALDO CAPUTO  |  COMPAGNIA DEGLI ARRISCHIANTI / LAURA FATINI  |  COMPAGNIA LOMBARDI-TIEZZI

CORALE POLIZIANA  |  MARIA PAOLA CORDELLA & THEATRE EN VOL  

DORTMUNDER KAMMERCHOR con FABIO MANCINI

LIAT DROR & NIR BEN GAL DANCE COMPANY  |  DUO ARIA SONORA | JOSÉ FARDILHA

FABRIZIO FESTA & MATERELETTRICA ENSEMBLE  |  MARCO FILIBERTI 

  DANIELE GIORGI  |  LUCA GUGLIELMI | SARA MINGARDO  |  MAURO MONTALBETTI   

MONTFORT QUARTETT | ORCHESTRA POLIZIANA  |  ALICE PASQUINI   CATERINA PANTI LIBEROVICI  | 

QUARTETTO ASCANIO

RNCM SYMPHONY ORCHESTRA MANCHESTER  |  ANTONELLA SIMONETTI  

FLAVIO TANZI & BLOW UP PERCUSSION  |  ALESSIO TIEZZI  |  TRIO VOX  |  MARIANGELA VACATELLO

VALENTINA VALENTE  | JÖRG WINKLER  |  MICHELE ZACCARIA 

and more to be announced

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


DANIELE GIORGI  |  LUCA GUGLIELMI | SARA MINGARDO  |  MAURO MONTALBETTI    

MONTFORT QUARTETT | ORCHESTRA POLIZIANA  |  ALICE PASQUINI 

CATERINA PANTI LIBEROVICI  |  QUARTETTO ASCANIO 

RNCM SYMPHONY ORCHESTRA MANCHESTER  |  ANTONELLA SIMONETTI 

FLAVIO TANZI & BLOW UP PERCUSSION  |  ALESSIO TIEZZI  |  TRIO VOX  |  MARIANGELA VACATELLO

VALENTINA VALENTE  |  JÖRG WINKLER  |  MICHELE ZACCARIA 

and more to be announced

CONCORSO MUSICALE CIRO PINSUTI: GRADUATORIE E CONVOCAZIONI PER DOMENICA 13 MAGGIO

Sono pubblicate le graduatorie ufficiali del Concorso Musicale "Ciro Pinsuti". I candidati evidenziati in grassetto sono convocati per il concerto finale di domenica 13 maggio 2018 (ore 17.00) con il brano indicato. / pagina in aggiornamento


SEZIONE PIANOFORTE  

Categoria C (19-25 anni)

 

Punteggio

 

2° premio

Chinellato

Michele

93/100

 

1° premio

De Luca

Davide

97/100

S. Rachmaninov, Moments musicaux

2° premio

Guasconi

Matteo

90/100

 

2° premio

Lerda

Filippo

94/100

 

1° premio
di categoria

Pinzuti

Gloria

98/100

R. Schumann, Sonata primo tempo

3° premio

Ruggiero

Leonardo

87/100

 

 

 

Categoria B (14-18 anni)

 

 

 

2° premio

Cito

Riccardo

94/100

 

3° premio

La Rosa

Francesco Pio

86/100

 

1° premio

Greco

Daniele

96/100

 

2° premio

Margheriti

Giacomo

90/100

 

3° premio

Mencarini

Francesco

88/100

 

2° premio

Micheli

Jacopo

94/100

 

3° premio

Papini

Matilde

85/100

 

1° premio

Pepi

Lorenzo

98/100

 

1° premio
assoluto
di sezione

Tonelli

Alessio

 100/100

F. Chopin, Polonaise

 

 

   

Categoria A (8-13 anni)

 

 

 

2° premio

Belelli

Margherita

94/100

 

2° premio

Giatti

Alessandro

94/100

 

1° premio

Kern

Stefano Martin

97/100

F. Chopin, Valzer

2° premio

Pascariu

Joseph

92/100

 

1° premio

Piccardi

Matilde

96/100

 

1° premio di categoria

Rossi

Allegra

98/100

J.S. Bach, Minuetto – F. Chopin, Valzer

1° premio

Solini

Viola

97/100

J.S. Bach, Preludio

2° premio

Viti

Emma

92/100

 

 

SEZIONE FIATI

 

Sez. Fiati Categoria A (8-13 anni)

 

Punteggio

 

Partecipazione

Ciacci

Nicole

//

 

2° premio

Landi

Sara

93

 

3° premio

Lazzarin

Vittoria

89

 

Partecipazione

Stirbu

Maria Serena

//

 

 

Sez. Fiati Categoria B (14-18 anni)

 

 

 

Partecipazione

Bianchi

Agnese

//

 

Partecipazione

Cencini

Gaia

//

 

1° premio di categoria

Della Croce

Tommaso

96

C. Reinecke, Undine (I movimento)

1° premio

Gragnoli

Tommaso

95

 

3° premio

Mazzini

Riccardo

86

 

3° premio

Polvani

Sofia

87

 

2° premio

Veneri

Martina

94

 

 

Sez. Fiati Categoria C (19-25 anni)

 

 

 

2° premio

Cei

Dario

90

 

Primo premio assoluto
di sezione 
ex-aequo

Mafucci

Bianca

 98

C. Reinecke, Concerto per flauto
(I movimento)

Primo premio assoluto di sezione ex-aequo

Marzà

Ruben

 98

 P. Creston: Sonata op. 19 
(I movimento)

 

SEZIONE ENSEMBLE 

 

Sez. Ensemble Categoria A

Punteggio

 

 

2° premio

Rag Squad Clarinet

93/100

 

2° premio

Song of Flower

93/100

 

2° premio

Gli acchiappanote

91/100

 

 

Sez. Ensemble Categoria B

 

 

1° premio

Reggello Young Band

96/100

P. Sparke A klezmer karnival

1° premio

Oskar Duo

97/100

A.Dvorak, Dobrù noc, mà milà

A.Dvorak, Zalo dievca, zalo tràvu

1° premio assoluto di sezione

Pagani Trio

 99/100

L. van Beethoven, Trio degli spettri
(I mov.)

2° premio

Duo Rossi Martinuzzi

92/100

 

3° premio

Duo Stronati / Zazzaretta

86/100

 

1° premio

White Noise

95/100

 

 

 SEZIONE ARCHI

Sez. Archi Cat. A

 

Punteggio

 

1° premio ex aequo 
di sezione

Ballo

Michele

100/100

N. Paganini, Temi del Mosé

1° premio

Premio speciale C. Pinsuti

Caiani

Caterina Ayane

99/100

C. Pinsuti, Beatrice

1° premio

Di Lorenzo

Michele

97/100

 

3° premio

Gliatta

Jacqueline

87/100

 

3° premio

Kern

Stefano Martin

88/100

 

1° premio ex-aequo di sezione

Morbidelli

Matteo

100/100

N. Paganini, Introduzione e Tarantella

2° premio

Pini

Leone

94/100

 

Sez. Archi Cat. B

 

 

 

2° premio

Ciacci

Andrea

93/100

 

2° premio

Gragnoli

Angelo

93/100

 

1° premio di categoria

Zou

Wen Xiao

97/100

N. Paganini, Capriccio n. 14

Sez. Archi Cat. C

 

 

 

1° premio di categoria

Ricci         Leonardo

96/100

I. Tchaikovskji, Concerto per violino
(I movimento)

LEONARDO DA VINCI E LE ANATOMIE, NUOVA MOSTRA NELLA FORTEZZA DI MONTEPULCIANO DAL 21 APRILE

Dal prossimo 21 aprile la Fortezza di Montepulciano ospita la mostra dal titolo Leonardo da Vinci. Anatomie: macchine, uomo, natura, curata da Paolo Galluzzi. L'esposizione è promossa dal Comune di Montepulciano e dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, su progetto del Museo Galileo di Firenze, con l’organizzazione di Opera Civita.

Oltre che come artista eccezionale, Leonardo da Vinci (1453-1519) è stato a lungo celebrato come inventore di macchine e dispositivi meccanici straordinari, che sarebbero divenuti patrimonio comune della cultura tecnica solo alcuni secoli dopo la sua morte. Pur traendo ispirazione dal profondo processo di rinnovamento dei saperi tecnici che ebbe luogo in Italia a partire dalla fine del XIV secolo, Leonardo offrì in molti ambiti contributi di assoluta originalità e di straordinaria carica anticipatrice.

La mostra mette in luce proprio uno degli aspetti più innovativi dell’opera di Leonardo, per il quale macchine, corpo umano e natura sono governati dalle medesime leggi universali: idea che trova espressione in una serie di magistrali disegni che segnano la nascita della moderna illustrazione scientifica.

Dopo una sezione introduttiva, che propone una ricostruzione dello studio di Leonardo, il percorso espositivo si articola in sezioni dedicate all’anatomia delle macchine, agli studi sul corpo umano, alla geologia e all’architettura.

Il percorso si chiude con i disegni che illustrano il dispositivo ideato da Leonardo per l’allestimento teatrale dell’Orfeo del Poliziano, affiancati dal modello tridimensionale della macchina scenica.

Leonardo da Vinci. Anatomie: macchine, uomo, natura
21 aprile - 7 ottobre 2018
Montepulciano, Fortezza

Tutti i giorni ore 10.30 – 19.30

Biglietto d’ingresso: € 5,00

Info:
Tel. +39 0577/286300    
Sito web www.leonardoanatomie.it

 

INTORNO A DON CARLOS: PROVE D’AUTENTICITÀ AL TEATRO POLIZIANO DOMENICA 22 APRILE

Domenica 22 aprile al Teatro Poliziano, ore 21.15, il pubblico potrà partecipare a una serata teatrale diversa dal solito. Le Vie del Teatro in Terra di Siena in collaborazione con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano offriranno l’occasione di assistere a una prova aperta dell’ultimo lavoro di Marco Filiberti, Intorno a Don Carlos: prove d’autenticità.

La prova – nuda essenza dell’accadimento, spogliato di tutti gli aspetti allestitivi quali scene, costumi, luci – sbalza in primo piano i corpi poetici degli attori, la semiotica di uno stream coreutico che si fa drammaturgia composita e la forza pura della parola, consentendo allo spettatore di connettersi con il magma emozionale centrale del lavoro creativo.

Spiega Filiberti, che firma regia e drammaturgia dell’accadimento teatrale per piccolo organico a cinque personaggi, ispirato al Don Carlos di Friedrich Schiller e nato al termine di due residenze creative al Teatro Moriconi di Jesi e al Teatro degli Avvaloranti di Città della Pieve: “non è solo uno spettacolo di prosa ma un compendio di diverse forme espressive, un universo dilatato che coinvolge tutti gli aspetti dell’artista sul palcoscenico”. Nella rilettura dell’opera che propone, confluiscono temi cari al primo Romanticismo e insoliti scenari contemporanei con un linguaggio che, fondendo poesia, letteratura, pittura, musica, cinema, teatro ed elementi di danza contemporanea, perviene a risultati di indubbia originalità.

Ancora una volta l’autore e regista, noto al pubblico per film di successo come Poco più di un anno fa - Diario di un pornodivo, Il compleanno, Cain, pone al centro del suo lavoro il dissolvimento degli archetipi nella selva della modernità e la ricerca delle perdute sorgenti della sacralità del mondo.
La drammaturgia, nel percorrere trasversalmente la Storia - fuori e dentro Schiller, nel ‘500 spagnolo, nel ‘700 tedesco, nel nostro tempo - porta in primo piano un nodo intricato della coscienza contemporanea: l’annientamento dell’essere umano e il trionfo della dittatura della mediocrità. Nel testo, presentato come un kammerspiel ad alta tensione, radicalmente autonomo ma al contempo sentitamente connesso con le ragioni escatologiche del sublime schilleriano, il dramma storico-politico si trasforma in uno psicodramma contemporaneo incentrato sulle insidie insite in qualsiasi forma di Sistema e di Potere, incluse le sedicenti democrazie. Quel senso di soffocante claustrofobia presente nel dramma di Schiller è qui teso ad un trasferimento empatico del “controllo totale” che i sistemi consumistici esercitano su ogni singolo individuo.

 

INTORNO A DON CARLOS:
PROVE D’AUTENTICITÀ
Drammaturgia e regia
MARCO FILIBERTI
da FRIEDRICH SCHILLER

con
Matteo Tanganelli Don Carlos
Diletta Masetti Elisabetta di Valois
Stefano Guerrieri Filippo II
Luca Tanganelli Rodrigo, Marchese di Posa
Giovanni De Giorgi Duca d’Alba

coreografie Emanuele Burrafato | sound designer Stefano Sasso

foto Maria Elena Fantasia

I VINCITORI DEL X CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO LIRICO "GIULIO NERI" A TORRITA DI SIENA

Il X Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" si conclude a Torrita di Siena con le premiazioni ai più talentuosi concorrenti, valutati dalla commissione presieduta da Riccardo Zanellato e composta da Gianluca Marcianò, Giovanni Oliva, Gianni Tangucci e Tiziana Tramonti. La commissione ha ritenuto di non assegnare il premio speciale "Giulio Neri" destinato al miglior basso.

Il sindaco di Torrita di Siena Giacomo Grazi ha annunciato, nel corso delle premiazioni, che il concorso "Giulio Neri" tornerà ad avere cadenza annuale dal prossimo anno.

Ecco i vincitori di tutti i premi assegnati.

Eleonora

Bellocci

Soprano

1° PREMIO

Carmen

Buendía Rueda

Soprano

2° PREMIO EX AEQUO

Ripalta

Bufo

Soprano

2° PREMIO EX AEQUO

Yeajin

Jeon

Soprano

3° PREMIO

Silvia Alice

Gianolla

Mezzosoprano

PREMIO DEL PUBBLICO

Silvia Alice

Gianolla

Mezzosoprano

PREMIO “G. ROSSINI"

Hubert

Kowalczyk

Basso

PREMIO GIOVANI TALENTI





 

X CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO "GIULIO NERI": I FINALISTI DI DOMENICA 8 APRILE, ORE 16.00

Il X Concocorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - Torrita di Siena esprime i concorrenti che parteciperanno alla finale in forma di concerto, in programma domenica 8 aprile 2018, a partire dalle ore 16.00 al Teatro degli Oscuri, Torrita di Siena.

I cantanti devono presentarsi per la prova con i pianisti a partire dalle ore 10:30.

Di seguito la lista ufficiale dei finalisti, con le relative arie assegnate dalla commissione.


  Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - Finale di domenica 8 aprile 2018 - ore 16,00
             
  COGNOME NOME REGISTRO ARIA AUTORE OPERA
1 Ruggieri Eva Maria MEZZOSOPRANO Cruda sorte G. Rossini Italiana in Algeri
2 Savini Diego BARITONO Come un'ape nei giorni d'aprile G. Rossini La Cenerentola
3 Tangbo Jiang BASSO Il lacerato spirito G. Verdi Simon Boccanegra
4 Zambuto Alfonso TENORE Ah segnar invano io tento G. Rossini Tancredi
5 Ariza Garcia Francisco Javier TENORE Angelo casto e bel G. Donizetti Il duca d'alba
6 Bellocci Eleonora SOPRANO Partir o ciel desio G. Rossini Il viaggio a Reims
7 Buendía Rueda Carmen SOPRANO È strano...ah fors'è lui...sempre libera. G. Verdi La Traviata
8 Bufo Ripalta SOPRANO Caro nome G. Verdi Rigoletto
9 Gianolla Silvia Alice MEZZOSOPRANO Eccomi alfine in Babilonia G. Rossini Semiramide
10 Jeon Yeajin SOPRANO Un bel dì vedremo G. Puccini Madama Butterfly
11 Kawakami Haruo TENORE Salut! Demeure chaste et pure C. Gounod Faust
12 Lee Byoungjin BARITONO Di tua beltade immagine G. Donizetti Poliuto
13 Lee DongHuk TENORE La mia letizia infondere G. Verdi I Lombardi
14 Kowalczyk Hubert BASSO In diesen heil'gen Hallen W. A. Mozart Il flauto magico
15 Maccaroni Beatrice MEZZOSOPRANO Nacqui all'affanno... Non più mesta G. Rossini Cenerentola
16 Rinaldi Arianna MEZZOSOPRANO Va! Laisse couler mes larmes J. Massenet Werther

X CONCORSO "GIULIO NERI": I CANTANTI AMMESSI ALLA SEMIFINALE DI SABATO 7 APRILE, H. 3.00

SEMIFINALE - sabato 7 aprile - h. 3.00 p.m.

Pubblichiamo la lista ufficiale dei concorrenti ammessi alla semifinale del X Concorso Internazionale di Canto Lirico "Giulio Neri" - Torrita di Siena, in ordine di esecuzione.

I cantanti parteciperanno alla semifinale, sabato 7 aprile, a partire dalle ore 15.00, presentando l'aria indicata dalla commissione, come di seguito indicato.

N. NOME COGNOME REGISTRO ARIA AUTORE OPERA
1 Pantani Silvia SOPRANO Io son l'umile ancella F. Cilea Adriana Lecouvreur
2 Procaccini Davide BASSO Un ignoto, tre lune or saranno G. Verdi I Masnadieri
3 Ren Kang TENORE La mia letizia infondere G. Verdi I Lombardi
4 Rossetti Martin BARITONO Come Paride vezzoso G. Donizetti L'elisir d'amore
5 Ruggieri Eva Maria MEZZOSOPRANO O patria... Tu che accendi G. Rossini Tancredi
6 Savini Diego BARITONO Come un'ape nei giorni d'aprile G. Rossini La Cenerentola
7 Tangbo Jiang BASSO Vi ravviso o luoghi ameni V. Bellini La Sonnambula (con cabaletta)
8 Tian Hao BARITONO E' sogno? O realtà? G. Verdi Falstaff
9 Urbanowicz Magdalena MEZZOSOPRANO Cruda sorte G. Rossini L'Italiana in Algeri
10 Wang Jie SOPRANO Come in quest'ora bruna G. Verdi Simon Boccanegra
11 Xu Chuanqi BARITONO Per me giunto  G. Verdi Don Carlo
12 Zambuto Alfonso TENORE Firenze è come un albero fiorito G. Puccini Gianni Schicchi
13 Zhou Nan BARITONO Eri tu che macchiavi G. Verdi Un ballo in maschera
14 An Dongyoung BARITONO Cruda funesta smania G. Donizetti Lucia di Lammermoor
15 Ariza Garcia Francisco Javier TENORE Ah! Mes amis G. Donizetti La fille du regiment
16 Bellocci Eleonora SOPRANO Al destin che la minaccia W. A. Mozart Mitridate re di Ponto
17 Buendía Rueda Carmen SOPRANO Temerari sortite... Come scoglio W.A. Mozart Così fan tutte
18 Bufo Ripalta SOPRANO Di tante sue procelle W. A. Mozart Il re pastore
19 Cai Xue Fei SOPRANO Je veux vivre C. Gounod Roméo et Juliette
20 Fridman Lidiia SOPRANO Vola talor dal carcere G. Verdi Il Corsaro
21 Gianolla Silvia Alice MEZZOSOPRANO Eccomi alfine in Babilonia G. Rossini Semiramide
22 Hu Mingqi  SOPRANO Regnava nel silenzio G. Donizetti Lucia di Lammermoor
23 Jeon Yeajin SOPRANO È strano! Sempre libera G.Verdi La Traviata
24 Kawakami Haruo TENORE Angelo casto e bel G. Donizetti Il duca d'alba
25 Kim Yong BASSO Di sposo, di padre A. C. Gomes Salvator Rosa
26 Kim Hyo-Ju Mariella SOPRANO Quel guardo il cavaliere G. Donizetti Don Pasquale
27 Lee Byoungjin BARITONO Nemico della patria U. Giordano Andrea Chenier
28 Lee Donghyeok TENORE Salut! Demeure chaste et pure C. Gounod Faust
29 Liu Junjiang BARITONO Bella siccome un angelo G. Donizetti Don Pasquale
30 Kowalczyk Hubert BASSO A te l'estremo addio G. Verdi Simon Boccanegra
31 Li Yuan TENORE La donna è mobile G. Verdi Rigoletto
32 Lin Zihao BARITONO Largo al factotum G. Rossini Il barbiere di Siviglia
33 Maccaroni Beatrice  MEZZOSOPRANO Nacqui all'affanno... Non più mesta G. Rossini Cenerentola
34 Messinese Isabella MEZZOSOPRANO A questo seno G. Rossini La gazza ladra
35 Nevi Paolo TENORE Che gelida manina G. Puccini La Bohème
36 Núñez de Arenas Besteiro Alicia SOPRANO Caro nome G. Verdi Rigoletto
37 Rinaldi Arianna MEZZOSOPRANO Cruda sorte G. Rossini Italiana in Algeri

 

43rd CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE: FROM THE 12th TO THE 29th JULY '18, VITA MORTE MERAVIGLIE

The theme of the 43rd Cantiere Internazionale d'Arte is Vita Morte Meraviglie. From the 12th to 29th July 2018, Montepulciano and the Terre di Siena host more than 50 events, such as opera, musical theatre, dance, performances, symphonic events and chamber music. Renowned international artists and young talents meet in Montepulciano, in the most authentic atmosphere/meaning of the event conceived by Hans Werner Henze. The artistic direction of the maestro Roland Böer, together with the artistic coordination of Giovanni Oliva, explore different artistic expressions in order to get answers to the eternal questions of human questions. 

Who am I? Who are you? What is the role we have to play in this big theatre which is the world? Will we succeed in this with no rehearse, as life is a straight debut? And more, who are truly we when we abandon our role, our costumes and our scenic equipment? When our life ends, what will remain of us?

The possible answers to these questions are about the opportunity of leaving something of our lives to friends, family, future generations, the time we will bow out. Each of us indeed play his own role at the best possible, or at least tries to do so, continuously searching for our own identity. These thoughts help us to overcome ignorance and avoid the temptations of our vain pride, our egocentricity. Arts therefore can enforce our self-awareness, our behaviour and the integrity needed to face the threat of civil, before natural, death.

To perform such an ambitious artistic programme, these are the artists and the main formations that will take part into the 43rd Cantiere Internazionale d'Arte:

 

ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA  |  ASSOCIAZIONE ITALIANA DANZATORI con FRANCESCA MOMMO 

MARKUS BELLHEIM  |  ROLAND BÖER  |  CAMBRIDGE UNIVERSITY ORCHESTRA con NAOMI WOO 


ALDO CAPUTO  |  COMPAGNIA DEGLI ARRISCHIANTI / LAURA FATINI  |  COMPAGNIA LOMBARDI-TIEZZI

CORALE POLIZIANA  |  MARIA PAOLA CORDELLA & THEATRE EN VOL  

DORTMUNDER KAMMERCHOR con FABIO MANCINI

LIAT DROR & NIR BEN GAL DANCE COMPANY  |  DUO ARIA SONORA | JOSÉ FARDILHA

FABRIZIO FESTA & MATERELETTRICA ENSEMBLE  |  MARCO FILIBERTI 

DANIELE GIORGI  |  LUCA GUGLIELMI | SARA MINGARDO  |  MAURO MONTALBETTI    

MONTFORT QUARTETT | ORCHESTRA POLIZIANA  |  ALICE PASQUINI 

CATERINA PANTI LIBEROVICI  |  QUARTETTO ASCANIO 

RNCM SYMPHONY ORCHESTRA MANCHESTER  |  ANTONELLA SIMONETTI 

FLAVIO TANZI & BLOW UP PERCUSSION  |  ALESSIO TIEZZI  |  TRIO VOX  |  MARIANGELA VACATELLO


VALENTINA VALENTE  |  JÖRG WINKLER  |  MICHELE ZACCARIA 

and more to be announced

TOSCANA SUMMER MUSIC 2018: SUMMER CAMPS FOR YOUNG MUSICIANS IN THE HEART OF TUSCANY


MONTEPULCIANO AND TERRE DI SIENA: discover the beauties

The landscape
Nestled inbetween the Val d’Orcia and the Val di Chiana, in the heart of Tuscany, Montepulciano stands out
for its rolling hills, often covered with vineyards and olive groves. The ideal place for wellness: natural hot springs, lakes, tracking and bicycle routes. A gentle and genuine environment that oers the healthiest and most delicious wines and meals.

Art and culture

Montepulciano is “the Pearl of Sixteenth Century”. The churches, the noble palaces, squares and alleys are made by the most important artists from the Italian Renaissance. The temple of San Biagio is seen as model of Renaissance architecture. The Civic Museum, the Theatre and the Calamandrei Library add to the prestigious cultural life the town has to offer.

Wine and cellars

“Montepulciano is the king of wine“ said Francesco Redi. The famous Vino Nobile and the authentic red wines seduce the world with a prestigious production. In the city of Agnolo Poliziano the wines age in monumental wine cellars caved in tu. These underground treasures harbour a thousand year-long tradition that only waits to be explored!



 

 cantieri youngCANTIERI YOUNG
✦Pop, rock, jazz, band

24th JUNE - 1st JULY 2018

AIMED AT
Students from 8 to 18 years old who wish to spend a holiday week studying jazz, pop, rock and improvisation. There will also be groups for percussions, guitars, piano and mostly bands, divided by age and level of skills. They will all work together for the concert at the end of the week.

CAMP ORGANIZERS

Music Institute “Henze” of Montepulciano
Ricordi Music School

 
TEACHERS
The teachers of these two prestigious Italian schools are chosen for their decade-long experience in conducting summer courses and their high teaching skills for students of all levels.

COST (including food and accommodations)                                                                                                         € 800
PROMO For the students of Ricordi Music School (including food and accommodations)                            € 620
PROMO For the students of the Music Institute “Henze” and affiliated students (including a daily meal)   € 240

 

>>SIGN UP HERE [CANTIERI YOUNG 2018]<<

 



ArchiLAB2018ARCHI LAB
✦Violin, viola and cello master class
✦Chamber music and string orchestra

24th JUNE - 1st JULY 2018

AIMED AT

Young string musicians, from 10 to 18 years old who have studied for at least 3 years. They will have lessons for individual improvement and study the orchestra and chamber music repertoire for strings.


CAMP ORGANIZERS
Music Institute “Henze” of Montepulciano


TEACHERS
Violin Masterclass: Eva Szily
Cello Masterclass: Pietro Nappi

 COST (including food and accommodations)                                                                €650
PROMO For the students of the Music Institute “Henze” (including a daily meal)   €300



>>SIGN UP HERE [ARCHI LAB 2018]<<
 


 

INFO - CONTACT - REGISTRATION

Fondazione Cantiere internazionale d’Arte
tel. +39 0578 757007 - 757089
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

www.fondazionecantiere.it

CONCORSO MUSICALE "CIRO PINSUTI", 11-12-13 MAGGIO 2018. A SINALUNGA L'EVENTO PER GIOVANI MUSICISTI

Il Concorso Musicale "Ciro Pinsuti" - Città di Sinalunga è in programma dall'11 al 13 maggio 2018. La sesta edizione dell'evento, promosso dal Comune di Sinalunga, è incentrata sulla competizione riservata a giovani musicisti under 25 nelle sezioni Pianoforte, Archi, Fiati, Ensemble. All'interno di ogni sezione, si articolano le tre diverse categorie in base alla fascia di età dei concorrenti. Il Concorso musicale "Ciro Pinsuti" prevede l'assegnazione di 14 premi in denaro, oltre ai diplomi di merito previsti. Nel contesto delle Terre di Siena, sarà il teatro di Sinalunga, intitolato proprio a Ciro Pinsuti, la sede dell'iniziativa. [LEGGI IL REGOLAMENTO]


iscrizione pinsutiCOMPILA IL MODULO ON-LINE
semplice e veloce
Scadenza presentazione candidatura: 30 Aprile 2018

Per approfondire la personalità del compositore sinalunghese Ciro Pinsuti (1828-1888), la manifestazione sarà arricchita da un evento inaugurale, ovvero un simposio in forma di concerto in programma per la serata dell'11 maggio: gli interventi di esperti musicologi si alterneranno con le esecuzioni musicali di professionisti affermati.

In collaborazione con Astrolabio - associazione culturale di Sinalunga www.astrolabiocult.it

Le giornate di sabato 12 e domenica 13 maggio saranno invece dedicate alle esecuzioni dei concorrenti. Le prove del concerto finale sono in agenda proprio domenica 13, a partire dalle ore 16.00.

MONTEPREMI

Saranno assegnati 14 diversi premi, per un montepremi complessivo di 2.600 euro.

Premi di sezione
- SOLISTA PIANOFORTE: 300 euro

- SOLISTA ARCHI: 300 euro
- SOLISTA FIATI: 300 euro
- ENSEMBLE: 300 euro

Premio speciale Ciro Pinsuti alla migliore esecuzione di un brano di Ciro Pinsuti: 300 euro (e attestato)
I candidati che presentano almeno un brano del compositore Ciro Pinsuti, concorrono all’assegnazione del premio speciale Ciro Pinsuti. Sono disponibili trascrizioni delle opere di Ciro Pinsuti, adeguate ad ogni sezione, sulla pagina web ufficiale del concorso: www.fondazionecantiere.it (click qui:  https://goo.gl/fuWgxh).

Premio speciale del pubblico: si somma a quelli eventualmente attribuiti dalla giuria di esperti; durante la finale, in programma per domenica 13 maggio 2018, ore 17.00, sarà premiato anche il concorrente più apprezzato dagli spettatori: un riconoscimento che vale 300 euro (e attestato).

Premi di categoria
Categoria A (fino a 13 anni): 100 euro
Categoria B (fino a 14 a 18 anni): 100 euro
Categoria C (fino a 19 a 25 anni): 100 euro

I primi premi di ogni sezione sono comprensivi dei premio di categoria.

>>Leggi il regolamento completo<<



CIRO PINSUTI

Sinalunga 1828 - Firenze 1888
L'evento è dedicato al compositore sinalunghese Ciro Pinsuti. Figlio di un maestro di musica della banda paesana, già da piccolo dimostrò gran talento per la musica. A 12 anni iniziò ad esibirsi pubblicamente come violinista e pianista, soprattutto a Roma, accedendo così all'Accademia di Santa Cecilia. Proseguì gli studi a Napoli per poi trasferirsi a Londra, perfezionandosi successivamente con Gioacchino Rossini. Maestro di canto della Royal Academy of Music di Londra, membro onorario dell’Accademia di Santa Cecilia, commendatore per meriti artistici, Pinsuti compose tre opere: “La Margherita”, “Il mercante di Venezia” e “Mattia Corvino” debuttarono rispettivamente a La Fenice di Venezia, al Comunale di Bologna e alla Scala di Milano. Per il repertorio cameristico, compose numerose romanze. Dal 1884 consacrò la sua popolarità negli Stati Uniti registrando al U.S. Copyright Office una lunga serie di canzoni e ballate pubblicate già da qualche anno in America.


INFORMAZIONI


Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte

email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


tel. 0578 757089 | 758416

ELENA SOFIA RICCI E GIANMARCO TOGNAZZI CON "VETRI ROTTI" AL TEATRO POLIZIANO IL 15 FEBBRAIO

[BIGLIETTI ON-LINE QUI] La personalità artistica di Elena Sofia Ricci arriva al Teatro Poliziano insieme a GianMarco Tognazzi con lo spettacolo "Vetri rotti" di Arthur Miller, per la regia di Armando Pugliese. Giovedì 15 febbraio, ore 21.15, va in scena a Montepulciano un nuovo appuntamento con la stagione teatrale dei record: anche in questa circostanza si registra il tutto esaurito.

Elena Sofia Ricci interpreta una donna ebrea americana colta di sorpresa, nel novembre del 1938, dalla notizia della ‘Notte dei Cristalli’ che arriva da Berlino, dove l’esaltazione antisemita ha portato squadre di nazisti a distruggere le vetrine dei negozi di proprietà di ebrei. Ad andare in frantumi, contemporaneamente, è anche la salute della donna, il suo corpo, la sua mente che somatizza l’evento provocandole la paralisi delle gambe. I due uomini che le sono più vicini, il marito e il medico tentano due cure opposte: il primo minimizza le notizie sempre più preoccupanti che arrivano dalla Germania, il secondo le trasmette forza ed energia per reagire.

Il testo di Arthur Miller affronta le percezioni dell’epoca, ambientando questa sua opera in una Brooklyn isolata e provinciale, compiaciuta della propria mediocrità. Si intrecciano qui la psicanalisi, i drammi storici, sociali e personali, con una sottile denuncia nei confronti della responsabilità individuale.

Elena Sofia Ricci è la protagonista Sylvia Gellburg, ebrea, casalinga che viene improvvisamente colpita da un’inspiegabile paralisi agli arti inferiori. Il medico, Herry Hyman, suo coetaneo e conoscente, è convinto della natura psicosomatica del male e, al tempo stesso, è sentimentalmente attratto dalla donna, mentre il marito Phillip, non riesce ad accettare quanto sta accadendo. Ben presto emerge che Sylvia è ossessionata dalle notizie delle persecuzioni contro gli ebrei in Germania. Sono gli echi della Kristallnacht, ma forse l’angoscia della donna per quegli avvenimenti si somma ad altre fonti di frustrazione ed inquietudine. È come se quei sintomi vivessero e parlassero per conto di tutti di argomenti che sembrano essere più vita e quotidianità che non letteratura o teatro: la paura, della malattia, del dolore fisico, di quello psicologico, la paura del futuro.

Sylvia, donna bella, amata e protetta, non sa darsi pace per gli accadimenti della lontana e barbara dell’Europa: continua a leggere la notizia sui giornali, continua a guardare l’immagine di due ebrei anziani costretti a pulire un marciapiedi con uno spazzolino da denti, mentre la folla intorno, li osserva e li deride. Sylvia sente, come una medium, che sta succedendo qualcosa di grande e terribile. Ma intorno a lei, nessuno sembra accorgersene. Ecco quindi che lo spettacolo si rivela un monito per il nostro presente e per le vicende di stretta attualità.

VETRI ROTTI

di Arthur Miller
traduzione Masolino D'Amico
con Elena Sofia Ricci - GianMarco Tognazzi - Maurizio Donadoni
e con Elisabetta Arosio, Alessandro Cremona, Serena Amalia Amazzone
scena Andrea Taddei - costumi Barbara Bessi
luci Gaetano La Mela - musiche Stefano Mainetti
aiuto regia Norma Martelli
regia Armando Pugliese

produzione ErreTiTeatro30


INGRESSO SINGOLO SPETTACOLO  

VETRI ROTTI
Settore 1: 18,00 euro | Settore 2: 14,00 euro
+++Promozione giovani+++ 
(studenti fino a 25 anni) > ingresso singolo spettacolo: 10,00 euro

BIGLIETTI ON-LINE
click qui www.vivaticket.it

Prenotazioni e informazioni
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
tel. 0578 757089 - 0578 757007 
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
 

SESSO & GIARDINAGGIO, UNO SPETTACOLO DI CARLO PASQUINI SABATO 13 GENNAIO

sesso e giardinaggioUna compagnia di giovani attori, tutti provenienti dai laboratori teatrali che Carlo Pasquini, regista e drammaturgo, tiene nei quattro licei di Montepulciano. Si sono dati il nome Formare una Compagnia e il loro ambizioso disegno è quello di preparare la base per futuri progetti di respiro internazionale. Sono infatti patrocinati dall’Accademia Renana in collaborazione con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e realizzeranno esclusivamente progetti drammatici originali. Questo spettacolo è stato invitato al Festival delle giovani generazioni teatrali di Dronningen.

Sesso & Giardinaggio racconta, come in una fiaba dei Grimm, di vandali adolescenti lasciati soli alle intemperie del mondo. Provano ad imparare da soli ma questa scelta, quando la guida è un teppista endemico, è problematica. Arriva allora una fata che vorrebbe sedurli con la bellezza ma come in Pollicino si scopre che tra di loro c'è un Orco con tutte le fatali conseguenze che comporta...

Scritto da Pasquini, l’atto unico trova in se la forza e la volontà per sfuggire e combattere il nichilismo distruttivo delle giovani generazioni. Al Teatro Poliziano di Montepulciano, sabato 13 gennaio alle 21.15.



BIGLIETTI
Posto unico: 10 euro

Promozione speciale per abbonati al Teatro Poliziano: 8 euro


INTERNATIONAL SINGING COMPETITION "GIULIO NERI", 6th - 8th APRIL 2018, TORRITA DI SIENA

 concorso giulio neri 2018 webThe International Singing Competition “Giulio Neri”, in its 10th edition, will take place in Torrita di Siena, Italy, from April 6th till 8th, 2018. The competition is open to male and female singers of all nationalities and ages.

REGISTRATION
Deadline: March 20th, 2018.

The Candidate must provide the following documents:

- Completed registration on-line form 
- Curriculum Vitae (to be sent via e-mail to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)
- Payment (subscription fee 70,00 euro)

The electronic application form and the above mentioned documents must be sent no later than Tuesday, March 20th, 2018.


PAYMENT METHODS
The fee of 70 euros must be paid to the following accounts of “Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte”.

- Bank transfer IBAN code: IT96G0848925601000000901427 (Swift Code: ICRA IT RR DL 0) - Description: 10th CONCORSO GIULIO NERI - ISCRIZIONE - first and last name.
- PayPal adressed to This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.Message: 10th CONCORSO GIULIO NERI- ISCRIZIONE - first and last name

If the payment will not been made on time the candidate will not be accepted.

Accompanist pianists will be made available to the singer; however, contestants may be accompanied at their own expenses by a pianist of their own choice.


The competition consist of three parts: Preliminary, Semifinal and Final in concert form on Sunday (April 8th at 4 p.m.). There will be a special aword by the audience. The winners will receive their awords only if they will be present at the final concert. The members of the Jury are not allowed to judge any contestants with family-ties or teaching relationship. In that case they have to declare such condition before the competition. The Artistic Director will participate the judge session and will have the right of vote in case of even score.
All the candidates are supposed to present four complete opera arias in their original language and tone.


PRIZES

First prize -> € 2.000,00

Second prize -> € 1.000,00

Third prize -> € 500,00

Special Prizes:

- Prize "Giulio Neri" -> € 500,00 offered by Comune di Torrita di Siena to the best Bass in memory of G. Neri

- Audience prize -> € 400,00

- Young talents prize -> € 300,00 offered by Amedeo Monfardini to the young singers born since January 1st 1991.

- Rossini prize -> € 300,00 offered by Amedeo Monfardini to the best performance of a Rossini's aria, if presented

Possible participation in Opera production of Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

It is up to the jury to withdraw any of the awarding prizes.
It will not be possible to change the list of opera arias after March 10th, 2016.

The preliminary part will take place as follows: performance of two pieces chosen by the contestant among those presented. The jury may interrupt the performance of a piece at any time. The semifinal and final part will take place as follow: performance of pieces chosen by the Jury among those submitted by the consistant. The Jury will communicate the pieces after each session of the competition.

The candidates are requested to be at the City Hall of Torrita di Siena, Piazza Matteotti, 10 – TORRITA DI SIENA, on Friday April 1st, 2016 at 11 a.m. The order in which they are performed will be established in the presence of the participants. The accompanist pianist will be available from Thursday March 31th, 2016, from 11 a.m.
Any recording and/or video and/or audio broadcast of the various phases of the Competition, including the Final Concert of 9th Concorso di Canto “Giulio Neri”, does not give the participants any right to compensation. The participants will be required to sign a release that waives any rights to recorded material that is published for promotional purposes

THE JURY

RICCARDO ZANELLATO – Basso (president)

GIANLUCA MARCIANÒ – Conductor - Main conductor at Serbian National Theatre Novi Sad

GIOVANNI OLIVA - Coordinatore Cantiere Internazionale d'Arte

GIANNI TANGUCCI - Accademia del Maggio Musicale Fiorentino

TIZIANA TRAMONTI – Soprano and Teacher in Conservatorio di Bologna


Artistic Director of the competition: Mrs. ELEONORA LEONINI – Teacher of Conservatorio "G.B. Martini" - Bologna

Accompanist Pianists: ELEONORA LEONINI, LORENZO ORLANDI

The registration to the Competition implies the acceptance of this document (click here .pdf). In the event of dispute, the reference shall be the original Italian text.

Secretary’s office:

FONDAZIONE CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DI MONTEPULCIANO
Via Fiorenzuola Vecchia, 5 – 53045 MONTEPULCIANO (SI)
Opening hours: Monday to Thursday 9 a.m - 1 p.m. and 3 p.m. - 7 p.m. - Friday 9 a.m - 1 p.m.
Tel. 0578/757007 – 757089

e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.fondazionecantiere.it

PAOLO HENDEL APRE LA STAGIONE DEL POLIZIANO CON "FUGA DA VIA PIGAFETTA", SABATO 2 DICEMBRE

[BIGLIETTI ON-LINE QUI] La stagione invernale del Teatro Poliziano si apre sabato 2 dicembre 2017 con Paolo Hendel.  Alle 21.15, va in scena a Montepulciano (Siena), lo spettacolo "Fuga da via Pigafetta": qui il comico torna all’originaria vocazione teatrale che lo ha reso celebre ai suoi esordi quando, con coraggiosa inventiva, parlava con la propria immagine sdoppiata dentro a un televisore. Quella stessa vena surreale, unita alla capacità di cogliere in anticipo il potenziale comico della tecnologia, viene messa ora al servizio di una commedia molto divertente e originale, ambientata in un’immaginaria Italia del futuro, scritta da Paolo Hendel con Marco Vicari e Gioele Dix, che ne firma la regia.

Un uomo vive da solo in un appartamento gestito totalmente da un sofisticato sistema operativo, che pianifica la sua esistenza e lo protegge dal mondo circostante. Le sue giornate sono punteggiate da continui ed esilaranti litigi con il computer, che gli fa da alter ego e pretende di conoscere i suoi bisogni meglio di lui. Polemico e nostalgico, l’uomo ha ridotto al minimo le proprie relazioni umane, convinto che l’unica forma di sopravvivenza sia l’isolamento.
Finchè nella sua vita irrompe Carlotta, sua figlia. L’incontro scatena un’imprevista altalena emotiva che lo costringerà, fra brucianti conflitti e inattese tenerezze, a ribaltare le proprie priorità. Il sogno di un lungo viaggio da fare insieme verso un pianeta lontano restituirà a entrambi, nel finale, il desiderio di scommettere sul proprio destino, senza risentimenti né paure.

"Fuga da via Pigafetta" nasce dall’idea di raccontare una storia ambientata in un futuro non apocalittico, coniuga felicemente l’ironia feroce sul degrado del presente con i toni appassionati di una commedia di sentimenti. Racconta Paolo Hendel: “Abbiamo immaginato un futuro prossimo, il 2080, in cui la Terra è diventata invivibile a causa dell’inquinamento e dei conseguenti stravolgimenti climatici. Inizia la colonizzazione di Marte. Il tutto viene raccontato attraverso la vita di un padre e di sua figlia che, terminati gli studi, ha trovato lavoro sul Pianeta Rosso. Quando si dice la fuga dei cervelliQuesto spettacolo si riallaccia a Via Antonio Pigafetta Navigatore, il mio spettacolo del 1981. Mi sembra che da allora le cose siano cambiate in peggio. Oggi c’è una grande sfiducia nel cambiamento e una irresistibile tentazione a prendere le scorciatoie illudendosi che l’uomo forte di turno possa risolvere sbrigativamente i problemi con i facili slogan e con la demagogia”.

In scena con la giovane attrice Matilde Pietrangelo, Paolo Hendel abbandona momentaneamente l’affabulazione libera in cui è maestro per dedicarsi con entusiasmo a un progetto comico e drammaturgico più articolato e complesso, guidato dalla regia di Gioele Dix.

“Quando con Marco Vicari ho cominciato a pensare a questo spettacolo – spiega Paolo Hendel – ci siamo posti subito il problema della regia. Ci voleva un bravo regista che avesse senso dell’umorismo, con cui potersi sentire in piena sintonia. Abbiamo raccontato la nostra idea a Gioele, che ho sempre apprezzato come attore e come comico e, più di recente, per le sue regie teatrali, e ci siamo capiti fin dal primo momento. Siamo andati avanti lavorando a tre sul testo e la messa in scena è stato un coronamento di questa bella intesa. Gioele Dix è un regista di grande sensibilità, attento e meticoloso ed è un meraviglioso compagno di giochi. La presenza in scena di una brava attrice, fresca e spontanea come Matilde Pietrangelo è un elemento fondamentale di arricchimento che dà vivacità allo spettacolo rafforzando il meccanismo comico tra padre e figlia."


FUGA DA VIA PIGAFETTA

Scritto da PAOLO HENDEL con GIOELE DIX e MARCO VICARI 
con PAOLO HENDEL, MATILDE PIETRANGELO!
Regia GIOELE DIX
Scene e costumi FRANCESCA PEDROTTI 
Musiche originali RANIERI SESSA 

Produzione AGIDI

INGRESSO SINGOLO SPETTACOLO  

FUGA DA VIA PIGAFETTA
Settore 1: 18,00 euro | Settore 2: 14,00 euro
+++Promozione giovani+++ 
(studenti fino a 25 anni) > ingresso singolo spettacolo: 10,00 euro

BIGLIETTI ON-LINE click qui www.vivaticket.it

Prenotazioni e informazioni
Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte
tel. 0578 757089 - 0578 757007 
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.



MUSICHE DEI CARTONI ANIMATI PER IL CONCERTO DI SANTA CECILIA, SABATO 25 NOVEMBRE AL TEATRO POLIZIANO

L'Istituto di Musica Henze festeggia la patrona dei musicisti, Santa Cecilia, con un concerto ispirato alle colonne sonore dei cartoni animati. L'evento è ad ingresso gratuito, grazie al sostegno dell'Azienda Agricola Contucci che celebra i 500 anni del palazzo di famiglia.

Ecco quindi "Cartoons Music Show - un animato concerto di Santa Cecilia". Sabato 25 novembre, a partire dalle 21.15 si alternano sulla ribalta del Teatro Poliziano le formazioni musicali dell'Istituto di Musica Henze, con la partecipazione di docenti e solisti amici. Sarà così possibile, attraverso melodie particolarmente popolari, ripercorrere le suggestioni che ogni generazione ha avuto con i cartoni animati più seguiti. Da Braccio di Ferro ai Muppet's Show, da Lupin ai classici Disney, ce n'è per tutte le età e per tutte le sensibilità musicali.

Quest'anno lo spettacolo s'inserisce nell'ambito dei festeggiamenti promossi dall'Azienda Contucci che ha organizzato una serie di iniziative per il cinquecentenario del Palazzo Contucci: attendibili ricerche hanno infatti consentito di datare nel 1517 la posa della prima pietra, su progetto di Antonio da Sangallo il Vecchio. Del programma di festeggiamenti hanno fatto parte 4 incontri ad invito, da maggio a settembre, nel Salone delle Feste del palazzo, che hanno condensato musica, cultura ed eno-gastronomia, una mostra al Museo Civico di quadri raffiguranti il palazzo ed un annullo postale. Il sostegno al Concerto di Santa Cecilia è l’ultimo evento in programma ed ha proprio lo scopo di consentire l’accesso gratuito a tutti all’evento, rendendolo quindi ancor più popolare, festoso e partecipato.


INFORMAZIONI: Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte | www.fondazionecantiere.it | T. 0578757089

 

 

ENSEMBLE DEGLI INTRIGATI ALL'UNIVERSITÀ DI SIENA: IL 20 NOVEMBRE MUSICA CONTEMPORANEA

La musica contemporanea è protagonista all'Università di Siena con un originale concerto dell'Ensemble degli Intrigati. Lunedì 20 novembre 2017, alle 21.00, l'Aula Magna del Rettorato (Banchi di Sotto, 55, Siena) ospiterà il sestetto guidato dalla direzione di Luciano Garosi.

L’evento, a ingresso gratuito, è realizzato grazie alla collaborazione tra Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che hanno promosso la valorizzazione del repertorio musicale d’avanguardia in virtù di un progetto condiviso con Accademia del Maggio Musicale Fiorentino e Associazione Musicisti Aretini. L’Ensemble degli Intrigati è nato infatti nell’ambito della residenza artistica Camere Contemporanee, in corso a Montepulciano fino a dicembre 2017, per valorizzare giovani musicisti under 35 con il sostegno di Siae, tramite il bando Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura.

Formazione specializzata nella musica contemporanea, l’Ensemble degli Intrigati è composto da Giuditta Di Gioia (flauto), Francesco Darmanin (clarinetto), Dagmar Bathmann (violoncello), Omar Cecchi (percussioni), Massimiliano Cuseri (pianoforte), Davide Vannuccini (elettronica). Dopo il debutto allo scorso 42° Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, il gruppo si è esibito ad Arezzo, in occasione dell’evento conclusivo della fuorimostra su Bill Viola.

L’Ensemble degli Intrigati lavora con eminenti personalità della cultura musicale contemporanea, quali i direttori Marco Angius e Roland Böer, il compositore Detlev Glanert, i musicisti Luciano Tristaino, Gionata Faralli, Pietro Rigacci, Francesco Dillon e Riccardo Crocilla.

Il programma musicale presentato dal giovane organico coglie le diverse declinazioni del repertorio d'avanguardia. Il concerto si apre con il brano “Charisma” per violoncello e clarinetto
dell’autore greco Iannis Xenakis; dopodiché saranno violoncello e pianoforte a dialogare per il pezzo di Salvatore Sciarrino “Melencholia I”. Di Giacinto Scelsi, altro celebre compositore novecentesco, è invece “Ko-Lho” per flauto e clarinetto, seguito da “Asiago” per percussioni e violoncello di Bertold Hummel, “Dedica” per clarinetto, pianoforte e violoncello di Aldo Clementi, e da “Lei, piangente” scritto dal giovane autore italiano Matteo Belli proprio per l’Ensemble degli Intrigati. A chiudere l’esecuzione musicale sarà l’interpretazione della partitura “Flosper” per flauto, clarinetto, violoncello, pianoforte e percussioni, firmata da Alessandro Solbiati.

INFORMAZIONI: Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte | www.fondazionecantiere.it | T. 0578757089

IL TEATRO POLIZIANO PRESENTA LA STAGIONE DI PROSA 2017-'18 CON PERSONALITÀ ILLUSTRI

MANIF TEATRO POLIZIANO 17 18 rgb webIl Teatro Poliziano svela la nuova stagione di prosa, tra titoli classici, commedie spassose, momenti di riflessione e grandi, acclamate personalità della scena nazionale (scopri qui il programma completo).
Il debutto è in programma per sabato 2 dicembre 2017, con la comicità popolare di Paolo Hendel. Si susseguono poi ospiti prestigiosi e temi toccanti: il volto celebre di Fabio Troiano affronta la questione delle migrazioni con “Lampedusa”, l’autorevolezza di Elena Sofia Ricci si confronta con un tema storico in “Vetri rotti” insieme a Gianmarco Tognazzi; e poi, a seguire, l’umorismo misterioso di Alessandro Benvenuti con il suo “Chi è di scena”, la classe di Elio Germano che presenta in anteprima il suo esordio come drammaturgo intitiolato “La mia battaglia” e la creatività della compagnia Il mulino di Amleto che attualizza “Il misantropo” di Molière. Le energie del territorio saranno valorizzate dalla regista Laura Fatini con “Dall’inferno alla luna”. Rimangono invariati i prezzi degli abbonamenti, con le promozioni speciali confermate per soci Coop Centro Italia e Banca Valdichiana - BCC.

Con la pièce satirica “Fuga da via Pigafetta”, sabato 2 dicembre 2017, Paolo Hendel interpreta un uomo che vive da solo in un appartamento gestito da un sofisticato sistema operativo: in questo scenario straniante irrompe una figlia trascurata che provoca nell’uomo un’imprevista altalena emotiva.

Giovedì 18 gennaio 2018 è invece in agenda “Lampedusa”, uno spettacolo dove il volto noto di Fabio Troiano e il talento di Donatella Finocchiaro rappresentano le migrazioni di massa; sono a confronto la vita di Stefano, un pescatore siciliano che recupera i corpi dei dei naufraghi, con quella di Denise, una studentessa marocchina italiana che si mantiene gli studi lavorando per una società di prestiti.

La Giornata della Memoria, sabato 27 gennaio, sarà celebrata con le energie del territorio: “Dall’inferno alla luna”, con la regia di Laura Fatini, vede impegnati Gianni Poliziani, Francesco Storelli, Pina Ruiu e il vivaio della Nuova Accademia Arrischianti; la vicenda narrata è quella del Barone von Braun, scienziato nazista, in seguito naturalizzato americano, che nel dopoguerra collaborò allo sbarco sulla luna.

VetriRotti RICCI TOGNAZZIGiovedì 15 febbraio, l’autorevolezza artistica di Elena Sofia Ricci, affiancata da Gianmarco Tognazzi e Maurizio Donadoni, è protagon